AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

09 novembre 2011

UN GIORNO: DAL LIBRO AL FILM



Ci sono libri che immagini film appena inizi a leggerli.

Ci sono libri che ami immediatamente  anche se non sono dei capolavori di stile, e magari  lo riconosci anche tu che sono dei polpettoni melodrammatici.

Ci sono libri che ami a prescindere.

Ci sono libri come Un giorno.

Emma e Dexter, sono ragazzi come tanti in Inghilterra alla fine degli anni 80.




Studenti universitari, lei eccellente, con un fulvido futuro da giornalista o scrittrice.
Lui intelligente, viene dalla ricca borghesia inglese, superficiale egoista, molto bello e sicuro di sè, con  davanti una vita da rampollo a cui tutto sarà concesso con un semplice sorriso, si capisce all'istante che non dovrà mai fare  fatica per emergere.



A letto, insieme per una notte e un giorno, il 15 luglio del 1988.

Emma faticherà ad andare avanti, e finirà per servire come cameriera in un ristorante.

Lui invece, grazie al suo essere brillante sfrontato e egocentrico, appunto, diventerà una star della televisione.

Ma ogni anno per i venti successivi, si vedranno lo stesso giorno, il 15 luglio.
Sempre in contatto, con quella scintilla accesa che non smetterà mai di bruciare, si racconteranno la loro vita, le cose belle e brutte.

Un filo, un legame che non si interromperà mai.





I loro personaggi sono raccontati senza trucco e senza inganno.
Con tutti i loro difetti,  mi sono piaciuti e tanto.
Sono anche il ritratto di una generazione che cresce e si trasforma davanti ai nostri occhi mentre leggiamo.

Lo stile di Nicholls non fa immaginare niente di diverso da quello che appare, nudo e crudo.

E’ amore vero, ma ci vorrà tanto tempo perché i due protagonisti se ne rendano conto.

Bene, io avevo subito immaginato una versione cinematografica e nei panni dei due protagonisti principali, ci vedevo benissimo Jude Law e Emily Blunt.

Invece il film che esce la prossima settimana, ha come protagonisti  Anne Hathaway e Jim Sturgess.

Di Anne Hathaway, a parte il Diavolo Veste Prada, non ho memoria di cose rilevanti... mi è sicuramente più simpatica della Keira, ma c'è poco altro.

Di Jim Sturgess, ricordo molto bene il suo ruolo in Across The Universe, di cui vi ho già parlato.
Lui era il protagonista, Jude.

Bella faccia da teppa, ha lo charme giusto per interpretare quel presuntuoso di Dexter.






Per i maschietti, Dexter ricalca molto lo stereotipo dell'uomo che non deve chiedere mai, fino alle prime e pesanti bastonate.
Del resto prima o poi a tutti tocca crescere.

Io andrò a vedere il film la prossima settimana e poi vi racconterò le impressioni.

Ma voi, il libro in questione lo avete letto?

E se foste state al posto di Emma, avreste sprecato 20 anni della vostra vita nell'attesa che Dexter si accorgesse di voi?
E se foste stati Dexter ci avreste messo così tanto a capire?

E se invece Dexter, fosse maturato un po' prima magari...




E per una storia d'amore così, una canzone d'amore indimenticabile.

Il più grande cantautore brasiliano e la sua canzone più bella... (second me naturalmente).





BUONA GIORNATA A TUTTI E CHE L'AMORE CHE METTIAMO IN CIRCOLO SIA SEMPRE CON NOI! canzoni e amore il file rouge con X-Factor...

20 commenti:

  1. 20 anni in attesa? Oddio, credo proprio di no.
    Mi è capitata molti anni fa una storia, parecchio diversa, ma che non si sbloccava. Be', l'ho sbloccata io dopo circa un paio d'anni. Un giorno lui mi ha chiamata e io gli ho semplicemente detto che uscivo con un altro.
    Lui allibito mi ha detto: "Ma ce la farai a dimenticarmi?".
    E io: "Magari non te ne sei accorto, ma direi che l'ho già fatto".
    Circa 20 anni dopo l'ho incontrato per caso e lui ha detto che non mi aveva mai dimenticata.
    Io a dire il vero non ci ho creduto molto, ma gli ho detto che mi dispiaceva per lui.
    Un paio di giorni dopo mi ha telefonato (gli avevo detto il paese e ha cercato il numero) e mi ha chiesto se potevamo vederci.
    Al che gli ho risposto: "Forse non te ne sei accorto, ma mentre tu sei rimasto scapolo, io nel frattempo mi sono sposata".
    Insomma, era uno che si accorgeva poco delle cose...

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Sono sconcertata, io questo post l'ho postato questa mattina alle 6 e mezza.
    Volevo farlo già ieri sera era pronto, ma sono tornata troppo tardi.
    Oggi apro VF e scopro l'intervista di Silvia Nucini alla Hathaway e il suo desiderio di farle le stesse identiche domande che ho fatto a voi?

    Che io abbia capacità divinatorie senza saperlo?

    vi bacio a dopo...

    RispondiElimina
  3. Questo libro è meraviglioso, mi ha commossa, mi ha divertita, mi ha anche indispettita... l'ho amato davvero! E sono curiosa di vedere come hanno trasposto il tutto in un film. Spero in bene...

    Arnika

    PS: Mari, ma sei su Twitter, o è solo promozione? Perchè ti ho trovata ghghghgh

    RispondiElimina
  4. Ciao Arnika...
    Anche io sono stata incaz... nera con Dexter per la maggior parte del libro e poi alla fine mannaggia a lui!

    Io non vedo l'ora di vedere il film, speriamo non sia una delusione come la maggior parte delle volte.

    Di solito vedere il film dopo aver letto il libro mi delude sempre, a parte qualche eccezione.
    A parte " Non ti Muovere" ad esempio.

    Si sono io, ho voluto provare per lasciare i miei post, ma non ci capisco nulla ghghghghghghhgh

    RispondiElimina
  5. Ciao Paola, 20 anni di attesa anche per me sarebbero impossibili.
    Impaziente come sono, ( è solo apparente la mia calma come sai), sparirei in un lampo.
    Gli uomini del mio passato, sono sempre tornati nella speranza che io avessi cambiato idea e si i sono sempre presi tante di quelle legnate!
    Con mia estrema goduria a dire il vero.

    Ma tu lo conosci il libro, lo hai letto?

    RispondiElimina
  6. No, Mari, non l'ho letto...lo sai che ho letto pochissimi romanzi preferendo sempre altri generi. In questo campo posso darti poche soddisfazioni. Avevo sentito parlare però di una commedia dove i protagonisti si trovavano nella stessa camera d'albergo ogni anno lo stesso giorno. Non so se fosse la stessa storia portata in teatro.

    RispondiElimina
  7. Cara Mariella ti lascio un saluto veloce.
    Mi aspetta X Factor.
    Il libro l'ho comprasto questa mattina perchè il tuo post e il commento entusiasta di Arnika mi hanno incuriosita.
    Il film andrò a vederlo.
    Difficile rispondere alle tue domande.
    Come posso sapere?
    Non so avrei dovuto trovarmi nella medesima situazione con il medesimo tipo d'uomo.
    Chissà.
    Forse si avrei potuto aspettare vent'anni.
    Perchè no?
    A volte non siamo noi a decidere come le cose debbano andare.
    Crediamo di essere padroni del nostro destino e di poterlo cambiare...ma non sempre è possibile.
    A volte gli eventi accadono e non si possono modificare nemmeno con una grande forza di volontà.E' l'onda della vita.
    Da come la descrivi sembra una bellissima storia d'amore,di quelle che "spaccano"...ghghghgh
    Nelle storie normali dopo vent'anni ci si lamenta dei rutti del marito a tavola ;-)veru

    RispondiElimina
  8. Ciao Paola, non credo si tratti della stessa cosa,
    i protagonisti di un giorno non passano tutto il tempo nella camera di un albergo.

    Emma trascorre il tempo nella speranza che quello stronzo si accorga del suo amore, Dexter lo passa cercando di non crescere.
    Il libro vale la pena di essere letto...

    RispondiElimina
  9. Ciao Veru,
    mi sono seduta adesso per vedere X-FACTOR, vedo la differita, non sono riuscita a fare prima.
    Poi si commenta, che dici?

    Brava che hai comprato il libro, ti piacerà!!!
    Per risponderti, certo che talvolta siamo trascinati dagli eventi ma vent'anni è un periodo di tempo davvero lungo, quasi da eroina ottocentesca.
    Ecco magari Catherine e Heathcliff si sono aspettati tutta la vita e ritrovati dopo la morte, ma diavolo io voglio vivere adesso!

    Mio marito l'ho aspettato un anno ma oltre beh, non so.

    RispondiElimina
  10. Ma dove diavolo li hanno portati sti ragazzi di X-FACTOR stasera?

    RispondiElimina
  11. Mariella ,a parte dove li hanno portati...ma ti sei resa conto chi è arrivato in finale?
    Dei sei di ogni giudice veramente c'era almeno uno per gruppo veramente penoso.
    Vuol dire che se ne sono lasciati a casa altri che meritavano molto di più.
    Tuttavia credo sia una scelta tattica.Essendo alla fine rimasti solo 3 cantanti per gruppo,inevitabilmente si andrà al ripescaggio,e lì andranno a riprendersi quelli bravi che sono stati scartati.
    Certo qualche risata è scappata.
    Morgan secondo me era strafatto a puntino...vabbè a Sky si può...mica è la rai!!!
    Però sai dava l'impressione che gli si sarebbero chiusi gli occhi prima di fine puntata.
    Dai ora non vedo proprio l'ora cominci la vera sfida.
    Che vuoi son le piccole consolazioni della vita.
    Buona giornata
    baci veru

    RispondiElimina
  12. Libro della settimana dopo quello che da il titolo al film: "La sfuriata di Bet" di Frascella
    ciao veru

    RispondiElimina
  13. Ciao Veru, si in alcuni casi sono basita...
    Le scelte di tutti e quattro mi hanno portato a riflettere su quanto sia importante creare lo show a discapito del talento.

    Meno male che qualcuno bravo è arrivato alla fine....
    Morgan è un mito sempre...
    Arisa è spaziale...
    Elio mi è parso sottotono...
    La Ventura non capisce nulla di musica ma di televisione si!

    bacetti cara

    RispondiElimina
  14. Ho letto ottime recensioni su libro che citi, è nella lista dei miei prossimi acquisti.

    Sei già a nanna?
    Io per arrivo di parenti solo ora sono riuscita ad accendere il computer.

    Sto rivedendo la puntata di ieri.

    RispondiElimina
  15. Buon Natale Mariella!
    Come dono ( Paolino Paperino Ruffianino ) ti porto una canzone d' amore di Angelo Branduardi.
    Visto che l' amore, in parte, è argomento del post.

    Donna ti voglio cantare
    donna la madre, donna la fine
    donna sei roccia, donna sei sabbia
    e a volte nuvola sei
    Donna sei acqua e sei fiamma
    donna paura, donna allegria
    donna saggezza, donna follia
    e a volte nuvola sei
    Donna, donna sei l'ombra
    donna sei nebbia, donna sei l'alba
    donna, donna di pietra
    a volte nuvola sei
    Donna, donna l'amica
    donna sei nave, donna sei terra
    donna, donna sei l'aria
    e a volte nuvola sei
    Donna sei sete e vendemmia
    donna sei polvere, donna sei pioggia
    donna saggezza, donna follia
    a volte nuovola sei
    Donna ti voglio cantare
    donna sei luce, donna sei cenere
    donna sei ansia, donna sei danza
    e a volte nuvola sei
    Donna, donna sorgente
    Donna sei erba, donna sei foglia
    donna, donna sei pietra
    e a volte nuvola sei.

    RispondiElimina
  16. Ciao Mariella
    sono stata a cena da amici.Torno ora.
    Salutino dal Dir perchè mi sono accorta di essermi persa un certo rimpatrio natalizio e un salutino da te...
    Papero vedi sai essere anche romantico.
    Nonostante ti apparti con Lorella vedo ancvora dei lati positivi in te ;-)
    Buonanotte bacetti a tutti

    RispondiElimina
  17. Ciao Mariella.
    Ho letto una recensiobne riguardo al film.Dicono che non è assolutamente male,anzi,una bella commedia.
    L'unica cosa che sicuramente lo apprezzerà di più chi non ha ancora letto il libro.
    Come sempre.
    Quindi prima di iniziare la lettura mi vado a vedere il film.
    Invece riguardo "La sfuriata di Bet" leggilo ne vale la pena.
    bacio veru

    RispondiElimina
  18. Buon Natale Paolino Paperino Ruffianino!!!


    Scusa se ti ringrazio per la splendida canzone d'amore con un leggero ritardo, ma ho avuto un fine settimana impegnativo, quasi come quello del nostro "finalmente" ex-premier.

    Sono andata su youtube a cercare la canzone per ascoltarla, da quando ti conosco, sto scoprendo questo cantautore che a dire la verità a parte " Cogli la prima mela", non conoscevo.
    Invece è un vero poeta ed io alla poesia sono davvero sensibile.
    Detto ciò per ricambiare dedico una delle mie poesie preferite a te e tutti gli uomini che ci tocca aspettare:

    Sono folle di te, amore
    che vieni a rintracciare
    nei miei trascorsi
    questi giocattoli rotti delle mie parole.
    Ti faccio dono di tutto
    se vuoi,
    tanto io sono solo una fanciulla
    piena di poesia
    e coperta di lacrime salate,
    io voglio solo addormentarmi
    sulla ripa del cielo stellato
    e diventare un dolce vento
    di canti d'amore per te.

    Alda Merini

    RispondiElimina
  19. Ciao Veru, anche a te chiedo scusa per il ritardo nella risposta.
    Avevo notato i due imboscati nel blog del direttore, e li ho lasciati tubare...

    Ma tu sei andata a stuzzicarli???

    bacetti

    RispondiElimina
  20. Sono preparata ad una pseudo delusione riguardo al film, già l'attrice protagonista faccio fatica a vederla nel ruolo di Emma e questo la dice lunga...
    Il libro lo compro, lo leggo e poi ne parliamo.

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)