AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

18 luglio 2012

Alanis Morissette: il ritorno della canadese arrabbiata



Ho scelto questa foto perchè sorride e quando lo fa si illumina tutta.
Anzi per la maggior parte della sua vita artistica beccarla sorridente è stata un'impresa.
A distanza di 4 anni dal suo ultimo album  e dopo la nascita del figlio per il quale volontariamente si è tenuta lontana dalle scene, il 28 agosto prossimo arriva la sua ultima fatica:
Havoc and the Bright Lights.
Arriva in Italia con il suo  nuovo tour.
Una delle tappe sarà Milano il 18 luglio, all'Ippodromo del galoppo.

La sua personalità e la sua voce tagliente sono state le cose che mi hanno colpito per prime quando l'ascoltai per la prima volta.
Tutti i suoi testi sono estremamente sinceri e per la maggior parte autobiografici.
E' determinata Alanis, all'età di sei anni decide che sarà un'artista e impara a  suonare il piano. 
A dieci anni, partecipa al suo primo programma televisivo e qualche tempo dopo fa un film con Mattew Le Blanc il Joey di Friends, lo ricordate?
Quello che guadagna le serve per produrre il suo primo disco, un 45 giri.
A 12 anni con la sua grinta è già una piccola rock-star.
A 14 anni esce il suo primo album sotto etichetta MCA vincendo il suo primo Grammy (canadese).
Lascia Ottawa e si trasferisce a Los Angeles.
Pubblica il suo primo singolo You Oughta Know in terra statunitense, colpendo con il suo stile crudo e i testi espliciti Madonna, che la produce con la sua etichetta la Maverick facendole pubblicare l'album "Jagged Little Pill" che la consacra star e le fa vincere numerosi Grammy Awards.



Questo album e soprattutto il quarto singolo estratto le faranno vendere più di venti milioni di copie.
Rimane nella classifica Billboard per più di un anno.



Con questa canzone la scoprii e da allora l'ho sempre seguita.

Lucida, amara, perennemente in bilico tra esplosioni di rabbia e struggente malinconia. Vi lascio parte del testo della canzone che offre molteplici spunti di riflessione.


ironico,non credi 
È come la pioggia il giorno del tuo matrimonio È un giro gratis quando hai già pagato È il buon consiglio che non hai seguito E chi ci avrebbe pensato,funziona Mr Gioco Sicuro aveva paura di volare Fece la valigia diede il bacio d’addio ai suoi figli Aspettò tutta la vita per prendere quel volo E mentre l’aereo si stava per schiantare lui pensò "bene non è perfetto" ed è ironico,non credi? 

La vita ha un bel modo di infierire su di te 
Quando pensi che tutti è okay è tutto sta andando bene E la vita ha un bel modo di aiutarti Credi che tutto sia andato male e tutti ti scoppi sulla faccia Un ingorgo quando sei già in ritardo Un cartello “no smoking ”durante la tua pausa sigaretta È come diecimila cucchiai quando tutto ciò di cui hai bisogno è un coltello È conoscere l’'uomo dei miei sogni E dopo incontrare la sua bellissima moglie Ed è ironico,non credi? 
E la vita ha un bel modo di aiutarti.


Il successo è troppo grande e la travolge. Sparisce per mesi va in India con sua madre.
Quando torna incide il live MTV Unplugged uno dei miei preferiti, in cui oltre ai suoi pezzi canta brani scritti da altri come questo:






Il viaggio in India la porta a comporre i testi e le musiche dell'album che pubblica nel 1998:
Supposet Former Infatuation Jankie.
Canzone di punta dell'album è Thank U



grazie India

grazie terrore
grazie disillusione grazie fragilità grazie conseguenza grazie, grazie, silenzio il momento in cui ho mollato è stato il momentoin cui avevo tra le mani più di quanto riuscissi a gestire il momento in cui sono saltata giù è stato il momento in cui ho toccato terra e se smettessi di essere masochista?e se ricordassi la tua divinità?e se piangessi sfrontatamente fino a finire le lacrime?e se non mettessi sullo stesso piano la morte e la fine?
GIA'!

Nel 2002  pubblica Under Rug Swept scritto e prodotto da sola.
Album in cui si racconta e racconta l'amore, i rapporti personali, le relazioni sentimentali.
Canzone preferita: Hands Clean.


Rapporti amorosi tormentati.


Quale parte della nostra storia è stata inventata di nuovo e spazzata via
sotto il tappeto?Quale parte della tua memoria è selettivae tende a dimenticare?Cosa di questa distanza sembra così ovvio?

Nel 2004 pubblica So-clean Chaos.
Album che ha molto meno successo dei precedenti, sembrava quasi che la sua vena di dura del rock si fosse spenta. I critici la stroncano, io continuo ad adorarla.
Everything ha un suono e un ritmo dolce e da ballata che mi accompagna per mesi.
E' per questa canzone che sarà per sempre per me la signorina "stronza". Le parole mi grattavano dentro.
Difficilmente commento la bellezza dei video che pubblico, ma anche il video di questa canzone è davvero particolare. La luce e  i compagni che la seguono nel percorso che fa non riesci a dimenticarli.




Posso essere la più grande stronza
Posso nasconderlo come se stesse cominciando ad essere fuori moda.Posso essere la più imbronciata baby.E non hai mai incontrato nessun altro Pessimista quanto a volte lo sono io.Sono la donna più saggia che tu abbia mai incontrato. Sono l'anima pià gentile con cui hai avuto a che fare. Sono la più coraggiosa che tu abbia mai visto. E non hai mai incontrato nessun altro ottimista quanto a volte lo sono io.


tu vedi tutto
vedi ogni cosa vedi tutta la mia luce e ami il mio buio disseppellisci/porti alla luce tutto ciò di cui mi vergogno non c'è niente che tu non possa raccontare e sei ancora qui


quello a cui resisto persiste, e parla più forte di quanto io sappia fare
quello a cui resisto tu lo ami, non importa quanto io sia giù o su di morale. Sono la donna più divertente che tu abbia mai conosciuto. Sono la donna più noiosa che tu abbia mai conosciuto. Sono la donna più stupenda che tu abbia mai conosciuto. E non hai mai incontrato nessuno così" tutto" come lo sono io a volte

Quante volte abbiamo meditato di dirle queste parole?

L'ultimo album pubblicato è del 2008, Flavors af Entanglement (sentimenti ingarbugliati).
Album difficile non incontra il favore del pubblico.Lei fa delle considerazioni amare sulla fine della sua storia d'amore con Ryan Reynolds, quel gran bel fustaccio di attore canadese come lei, che poi ha sposato Scarlett Johansson da cui ha divorziato da poco.
(Un po' di gossip non fa mai male!) Io me lo ricordo soprattutto per X-Men le origini e per Ricatto d'amore con Sandra Bullock.

Beh, tornando all'album, indicativa dello stato d'animo parecchio a terra della fanciulla, è Underneath.





Guardaci, in questa cucina
guardaci raccogliere tutte le nostre difese guardaci dimenare una guerra nella nostra stanza da letto guardaci abbandonare la nave nei nostri dialoghi

E ora, stai tornando. In questo frattempo hai avuto nuove esperienze, sei diventata mamma. Questo ti avrà cambiata? Certo che sì.
Sono sicura che mi piacerai ancora una volta, tu sei una guerriera e io ti sto aspettando.
In anteprima il suo nuovo singolo "Guardian" tutto per voi.









66 commenti:

  1. Mariella, noto che sei tornata ad un tema classico per i tuoi gusti.
    Il precedente politico era troppo raffazzonato per sembrare credibile.
    Pure con Ligabue il sesso e la cioccolata avevi fatto parecchia confusione: per fortuna è arrivata Veru con il suo spassoso racconto a risollevare l' andazzo.
    Adesso la bergamasca, pure ringalluzzita dalla pubblicazione cartacea , è tutta impegnata a far animazione dal Direttore.
    Del resto la mia assenza ha prodotto dei vuoti.
    E da protagonista l' impegnata Veru sembra divertirsi di più.
    Complimenti pure a te Mari per l' efficace testimonianza: quando ti liberi dalla sindrome da secchiona procedi più sciolta e rendi meglio. Ti ho letto pure ingessata nel blog che tratta di libri: anche se non scrivo il più delle volte ti seguo nei blog di riferimento.
    Nonostante la tua preparazione, competenza, precisione di scrittura, a volte bastano quattro stronzatine da papero per movimentare e riscaldare l' ambiente.
    Non sei mai stata gelosa di me?
    Certo non mi sembra il caso di stravolgere la tua natura: basterebbe un aggiustatina.
    Fa pensare pure l' episodio dell' amica – conoscente venuta a casa tua a guardare sotto il letto: affermi pure di aver avuto sangue freddo. Non mi pare: al limite, con calma e sangue freddo era da accompagnare alla porta. E non subire le sue morbose attenzioni.
    Ma dimmi: posso restare??

    Paolino Pap.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che ci vuoi fare papero.
      Scrivo bene solo delle mie passioni, che sono musica al primo posto e poi libri e viaggi.
      Si parte da questo e si prosegue con la vita.
      Avevo pronto questo post domenica, poi ho visto un pezzetto dell'intervista ad Alfano e mi sono incazzata.
      Per il breve si, come se si stesse parlando di una mosca fastidiosa da poter scacciare con un gesto secco della mano.
      Per dare poi forza al "nuovo" che avanza, sempre quello.
      Mi è andato il sangue al cervello e ho scritto di getto, quello che pensavo..
      Perchè dici che non era credibile? Perchè non sei abituato a leggermi quando parlo di politica?
      Eppure è sempre stato molto chiaro come la penso.
      Perciò ritengo tu abbia esagerato scrivendo raffazzonato, non la penso così, ma accetto il tuo punto di vista.
      Invece sono d'accordo con il post sulla cioccolata e il sesso.
      L'intenzione era di darci sotto con il gas da subito.
      Ma il mio blog ospita persone che mi sono care e non tutte hanno voglia di essere esplicite, per questo rispetto sempre il punto di vista altrui.
      Sono stata soft, finchè non è arrivata veru in stato di grazia a spingere sul gas.
      Ultimamente dal Dir appaio meno, ma sto cercando di essere più libera quando espongo il mio punto di vista.
      Da Laura, nell'angolo libri invece parlo come devo, con gentilezza e passione come si confà in quel luogo.
      Quindi mi segui anche da Fabrizio e ultima arrivata da Carlotta?
      Mi fa piacere, tranquillo che l'unico posto dove non vado mai è dal Bianchini, ci sarà un perchè ghghghghghhghghghghgh!

      Mancavi, e lo sai.
      Non si può essere gelosi di te, impossibile.
      Ti si può solo apprezzare e stimare e benchè questo a te non piaccia, te lo dico va bene?
      Ultima cosa, per ora.
      Non potevo accompagnare alla porta quella stronza, non potevo per l'amore e il rispetto che provo per mio marito, uno sgarbo così brusco alla famiglia del suo amico d'infanzia non se lo meritava.
      Farlo riflettere poi sulla base della situazione vissuta è stato meglio.
      Una decisione presa insieme, com'è giusto che sia.
      Siamo una famiglia.

      Puoi restare?
      Perchè qualcosa ti fa pensare che in questo luogo ci siano persone che non ti accolgano a braccia aperte?
      Smettila va, Paolino Pap!

      Elimina
    2. Raffazzonato non perché le tue idee politiche siano qualunquiste ma perché cavalcando l' onda della notizia è difficile trovare spunti efficaci o originali riguardo certe vicende. Ala fine ci si ritrova nei soliti discorsi: e siamo nel mese di luglio !
      Diciamo ( problema mio ) che ultimamente sono insofferente verso certi temi.
      O certi personaggi.
      Comunque Mariella S. è un nome che nei limiti del possibile e del trovabile cerco di seguire nelle varie piattaforme Vanity od in alcuni blog privati.
      Ed oggi, dal direttore, ti sei liberata efficacemente di una splendida testimonianza: ultimamente ne hai prodotte alcune davvero rilevanti.
      Ovviamente non è possibile mantenere sempre questa tendenza : ma quando accade rimani valorizzata come persona.
      Certo, non è mai facile narrare di se stessi con questa intensità: ed alle volte, scrivendo delle proprie vicende personali si corre il rischio di parlarsi addosso; o creare situazioni di lamentoso vittimismo.
      Ma sei stata veramente brava ad evitare tutto questo.
      Non ti abbraccio perché mi verrebbe la voglia di palparti il culo. E visto l' argomento che hai trattato non mi sembra il caso.

      Paolino Pap

      Elimina
  2. In effetti sarei teoricamente e tecnicamente alla ricerca dell' alba dentro l' imbrunire: ma visto che non trovo una sega, e sono vittima d' astinenza dalla scrittura, necessito di un rifugio dove svuotare l' accumulo.
    E considerando che mammut Emanuela, abitualmente frequentatrice di questi pascoli, pare abbia trovato nuove erbe , mica si può lasciare fiacco l' angolo dei commenti.
    Buffi questi twittersti: la modalità impone ridotte parole e loro cosa fanno? Per compensare si scambiano scambiano centinaia di messaggi al giorno.
    Drogati.
    Va be' : lasciamo che la ragazza viva serenamente la sua tossicodipendenza.
    Del resto qui ha goduto e vissuto dei suoi attimi : e se intende ridurli – portata sopra nuove strade - ( le cose cambiano) mica le si possono muovere appunti.
    Figuriamoci.
    Comunque Rue è cosa nota che sono ( o meglio, ero ) un noto commentatore del Direttore, tra l' altro luogo di visibilità generalmente frequentato da molti amici di blog : per cui mi racconto spessissimo lì.
    Se non segui e partecipi ( se non in ridottissima parte ) mica è colpa mia.
    Per cui pensa quello che vuoi.
    E se desideri essere risentita perché non sono passato a salutarti ( ? ) nel blog di creme pizzi e merletti e mattonate varie accomodati pure.

    Paolino Pap

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'astinenza è proprio una brutta bestia ghghghghhghghghg!
      Sei stato bravo hai resistito due settimane, quasi un record.
      O quasi una vacanza, vedi un po' tu.
      Ora, passando da una droga all'altra, io ritengo twitter di gran lunga migliore di FB.
      E' divertente se le dosi sono minime, ci si scambia qualche battuta, si legge qualche puttanata scritta da quelli che segui e via.
      Niente di impegnativo, niente gruppi, niente stati, niente giochi, niente mi piace, insomma nessun obbligo.
      La nostra manu, che è curiosa di tutto invece sembra che ci sia caduta dentro fino al collo, ha voglia di leggerezza in questo momento e va rispettata.
      Sono sicura però, che appena vedrà il tuo ritorno, tornerà di gran carriera a battibeccare con te, che le piace tanto.
      Infatti sono in attesa di sviluppi...

      Elimina
    2. Confermo: l' astinenza brusca e totale dalla scrittura ha provocato alcuni sintomi di astinenza. Principalmente nervosismo diffuso.
      Ho dovuto riprendere tra le dita la tastiera per non gravare troppo le mie paturnie sulla moglie.
      Pure Emanuela dà l' impressione di essere stata risucchiata nel vortice di Twitter: nel precedente commento ( post precedente) compaiono addirittura delle classiche abbreviazioni di parola. E non è da lei ( precisina per certe cose) articolare queste scorciatoie nello scritto.
      Ribadisco l' aspetto buffo: il meccanismo impone limitati caratteri e poi la gente traffica tutto il giorno scambiandosi messaggini.
      Comunque, senza voler scatenare un dualismo con Facebook, anche quest' ultimo non è che ti obbliga a partecipare in certi giochi, o gruppi, o particolari meccanismi : da parte mia lo sfrutto unicamente per rimanere in contatto con il gruppo di “ Quelli dei Blog di Vanity “ ; e talvolta ci si diverte assai.
      Adesso è in corso la pubblicazione delle fototessere, quella partita dal Fiorini: pure lui ha battuto qualche colpo di “mi piace” ( da parte mia non li ho mai utilizzati) o di breve commento.
      Alle volte ci si ritrova pure in una sorta di cazzeggio da chat, gravando di meno sul povero Direttore.
      Tornando all' Emanuela: sentirà il richiamo del Papero?
      Non lo so: come dice lei, e come dico spesso io, le cose cambiano.
      Poi, la selezione , opera sulla specie.

      Paolino Pap.

      Elimina
  3. Ciao Papero, bentornato.
    Questa casa è anche la tua casa. Mancava la tua presenza e le tue zampate ironiche.
    A stasera per una risposta più esauriente.
    Io ingessata? ghghghghghhghghg

    Mari

    RispondiElimina
  4. Paolino ciao!
    Sono contenta di ritrovarti.
    Macchè protagonista...ghghghghgh
    Se ti ho dato questa impressione è solo perchè c'è la nonna che essendo in ferie viene "sfruttata" alla grande dalla sottoscritta.
    C'è anche da dire che certi temi mi scaldano oltremodo.
    E diciamo che certe cazzate non si possono leggere.
    Proseguo dopo...

    RispondiElimina
  5. Alanis non mi dispiace, conosco le sue canzoni più famose, anche perché sono uscite quando ero al liceo e si usava cantare a squarciagola "it's li ke raaaaaiiiinnn..." ghghghghgh
    Sei stata al concerto, Mary?
    Arnika

    PS: scusa se passo poco, è un periodo un po' di impegni. Ma ti leggo appena posso.
    PS 2: ciao Papero :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arnika.
      Non sono riuscita a vederla a Milano, avevo un altro impegno a cui dare precedenza.
      Ho letto le recensioni, sembra sia stato molto bello e lei ci ha dato dentro di brutto, come suo solito.

      Non scusarti di nulla, mi fa piacere se passi e sei libera di passare quando vuoi, ci mancherebbe.

      Bacio.

      Elimina
  6. Mari come sempre super post completo come sempre.
    E come dice giustamente il Paolino nelle tue corde.
    Purtroppo però non conosco la cantante.
    So chi è intendiamoci,mi è capitato pure di sentire per caso qualche sua canzone alla radio
    Ormai mi conosci.La mia ignoranza in materia è risaputa.
    Quindi detto questo parlo di ciò che voglio.

    Proseguo...
    Dicevo.Papero a me fa davvero piacere tu sia tiornato.
    In fondo la tua alba puoi sempre cercarla fra un commento e l'altro...ghghghghg
    Ho letto quello che hai scritto dal Dir.
    Vorrei aggiungere una cose.Lo faccio qui da Mari perchè lì tu ti rivolgi direttamente al Dir.
    Non penso che il blog abbia preso una piega diversa perchè manchi tu.
    A dire il vero fino al post prima si batteva la fiacca.
    Il tema pedofilia ha animato gli animi.
    La tua zampata manca.
    Ma in termini positivi.
    Poi si sa che hai bisogno di fare teatrino...vado non vado...e pazienza.
    Quello che personalmente non mi piaceva ultimamente è che c'era chi sembrava cercasse la rissa a tutti i costi.
    Leggendo si aveva l'impressione che lo scopo fosse proprio aizzare la begha.
    Così senza poi motivi veri e propri.
    Ecco credo che da quel punto di vista si è un po' rientrati nei binari.
    Sono per la schiettezza ma costruttiva.
    Questa è una mia impressione ed una confidenza.
    Non c'entra nulla con la tua assenza.
    Ripeto tu sei una grande risorsa.
    Ma sai cjhe non posso farti troppi complimenti perchè sono di parte e quindi poco obbiettiva...ghghgh

    BUONA GIORNATA A TUTTI
    VERU

    RispondiElimina
  7. E poi il Fede che ti dice "Pap stai crescendo...fa parte del processo"...
    Ghghghghghghghgh
    Ossignur

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Carissimi,
    prima dll'intervento-fiume che scriverò con calma, mi preme sottolineare che SONO FELICE. Perchè:
    - il Papero è tornato
    - la Mary ha capito che Twitter non è Facebook e nemmeno il mondo dei blog; che si traffica con le parole (come dice giustamente il Papero) ma viaggiano ben poche emozioni
    - Veru è tornata in forma smagliante!
    - Arnika è viva e sta bene (smack)
    Detto questo, ho passato anni a chiamare la Morisette Anais anzichè Alanis, convinta che avesse il nome di un profumo della Cacharel in voga molti anni fa... dicendo questo, credo di aver dichiarato la mia totale ignoranza in materia. Ma prendo tempo per ascoltare i brani consigliati da Mariella: è il mio coach musicale!

    bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ghghghghhghghghgh
      E' tornata lei, lo sapevo.

      Bacio Manu.

      Elimina
  10. ps. non capisco perché i miei messaggi vengano postati in duplice copia... succede solo a me? Giuro che non è volontà di ribadire il concetto nè di occupare spazio indebitamente. Non capisco proprio... scusa, Mary: ti obbligo anche ad un lavoro supplementare...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono accorta di questo già con il vecchio post e avevo provveduto ad eliminare il commento doppio.
      Non so come mai e penso succeda solo a te.

      Non sei prolissa abbastanza allora, vedi^^!

      Elimina
  11. Ciao Mari passo con piacere a leggerti anche perchè pur conoscendo questa artist non ne sapevo granchè.E' sempre piacevolissimo leggerti,si imparano molte cose.Ma ho capito male o hai anche un altro blog dove si parla di libri?Se è così verrei volentieri,se possibile!Sai che sono molto presa in questi giorni e preoccupatissima per le previsioni metereologiche.Incrociamo le dita!Un bacio a te e un ben tornato al papero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucietta!
      Con tutti gli impegni che hai in questo periodo, riesci a trovare il tempo anche per passare da me, grazie.
      Ho solo un blog, questo, ci parlo di tutto, soprattutto musica e libri.
      Sto leggendo un bellissimo libro di Viola Ardone di cui parleremo appena l'avrò finito.
      Incrocio le dita anche io affinchè vada tutto per il meglio.

      Un bacio grande.

      Elimina
  12. Mi raccomando Mariella, leggi pure il tomo di Viola Ardone con calma: mica fremo all' idea di parlarne.
    Comunque i riferimenti – e qui mi rivolgo a Lucietta – accennavano alla partecipazione della nostra secchiona in un blog della piattaforma Vanity dove quattro gatti trattano appunto di libri.
    E la nostra ne ha da poco recensito uno.
    Direi efficacemente: tuttavia mi è sembrata fin troppo attenta a misurare ogni effettosa frase , ogni singola parola , ogni piccola virgola come fosse ansiosa di fare bella figura.
    Per questo l' ho definita ingessata.
    Comunque nella clinica del dottor Luca Dini sta ricevendo – anche se per altre performance – numerosi attestati di benemerenza.
    Adesso è lei , dopo la parentesi Veru, a tirare il gruppo.
    Non è che le due amiche tra un po' si troveranno a sgomitare?

    Paolino Pap

    RispondiElimina
  13. Il solito dissacratore.
    veru ed io che sgomitiamo? impossibile.
    Ora poi, che l'unico motivo di discussione tra di noi sta svanendo.
    Luciano e Vasco che suonano e cantano insieme.
    Alla facciaccia nostra.
    Non c'è più religione, fanno pace pure loro.
    Partendo da Luciano Ligabue che ha teso la mano.
    Il Blasco ha risposto: ok prepara la chitarra.
    Del resto i Beatles scrivevano canzoni per il Rolling Stones, questa è la verità bellezza.

    RispondiElimina
  14. Maccè pace.
    Vasco ci andrà così si vedrà una volta per tutte che lui è il migliore...ghghghghghghgh
    No Papero io non soffro di protagonismo,niente sgomitate.
    A dire il vero una gomitata proprio in mezzo alla faccia ad una persona in particolare la vorrei dare...per ora Mari mi sta tenendo calma...

    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E Mariella fa bene a tenerti calma: sono arrivato dal Direttore un anno fa avvelenando i pozzi e sono uscito dichiarando “ c'era una volta il west” : e tu vuoi ritornare a duri scontri mandandomi in vacca un periodo nettamente inquadrabile e distinguibile come era papera?
      Sarà pure scritto nei testi storici . Appunto: storia del blog Direttore. Capitolo tredicesimo: anno 2011 - 2012. " L'era papera."
      Comunque, visto che tra le altre cose fioccano prose e testi di canzoni – una mia specialità innovatrice – significa che qualcosa è rimasto.
      Se non fosse che sono altrettanto scippatore rubando da cantautori e poeti verrei a reclamare i diritti d' autore per l' idea.
      Certo bisogna saperla utilizzare in modo tempistico ed adeguato: e se dopo aver postato Gucini e De Andrè mi arriva l' Alba con l' Iva Zanicchi sobbalzo dalla sedia.
      Decisamente meglio la Mariella ( grazie per la traduzione: senza di quella sarei passato a distruggere) che con un tocco di grazia si è meritata la coccarda dal Direttore.
      Ormai è la sua nuova cocca.
      Cionvolgendo pure il testo di questo post, pochissimo preso in considerazione, faccio ancora notare che la mia collezione di lp ( dischi in vinile), circa 700 pezzi, conti la quasi totalità di musica italiana: la prediligo.
      Anche per via dell' immediata percezione dei testi.
      La padrona di casa è più esterofila.

      Paolino Pap

      Elimina
    2. E' che sono stata corrotta da piccola.
      Sul mio giradischi e nel mio mangiadischi andavano di pari passo i 45 giri di Morandi e quelli dei Beatles.
      Poi per colpa di un fidanzato mascalzone ho scoperto il rock.
      Da noi in Italia c'erano i Camaleonti e i Pooh.
      Celentano non mi stava simpatico.
      L'inghilterra e l'America erano le terre promesse.
      Capisciammeeeè non avevo scelta.

      Elimina
    3. Comunque ti invidio da pazzi la collezione di vinili.
      Tutta musica italiana, ma sicuramente grande musica.

      Io di vinili a 33 giri credo di averne una cinquantina, non di più.
      Anche tantissimi 45 giri che ha conservato mio padre, compreso Yetterdei, (Yesterday) la prima canzone che ho cantato senza capirne assolutamente nulla.
      Ma l'amore è amore.
      Edizioni Parlophone lato A Yesterday - lato B The night before

      Elimina
  15. Iva Zanicchi?
    Ghghghghghghgh
    Ora l'Alba mi sente.

    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veru, mi fai sentire uno che ha assoldato un killer: comunque hai segata senza farla soffrire troppo.
      Una vera professionista.

      Paolino Pap.

      Elimina
    2. Vedi che l'hai trovata l'Alba dentro al tuo imbrunire?! ghghghhgghg
      Bastava restare dove eri...

      Elimina
  16. Socchiudendo gli occhi immagino veru con la tuta gialla di Uma Thurman in Kill Bill.

    KILLER VERU


    ghghghghhghghgh

    RispondiElimina
  17. Ghghghghghgh

    Manu si vede che sei tutta presa da twitter.
    Tutta questa sintesi non è da te ;-)

    Sono dieci minuti che la scimmietta ha chiuso gli occhi.
    Considerando che è l'orario del latte gli dò si e no un'altra manciata di minuti.
    Perchè lei non dorme ma c'è da dire che magna di brutto.
    Credo di essere una delle poche che riesce a dargli la pappa (considerando che ha iniziato solo da dieci giorni)in si e no 15 minuti.
    Frutta compresa.

    C'è da dire che lei piange solo per due motivi.
    Quando la sdrai nel lettino.
    Versi allucinanti che pure il cane prende paura.
    E quando si accorge che il biberon è vuoto.
    Non se ne fa una ragione.

    Oggi devo andare a cambiarle il costumino da bagno.
    Considerando i suoi cinque mesi la commessa ha insisto per il 12 mesi nonostante io continuassi a dirle che non era il culetto il problema,ma proprio la coscia.
    Infatti portato a casa infilarglielo è stato impossibile.

    Sveglia...che vi avevo detto?

    ciao ragazze
    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' ufficiale: ho una crisi di identità. Meglio prolissa o sintetica? Adesso ho dei dubbi esistenziali che manco Amleto...!!
      Vabbe', le mie paturnie sono noiose persino per me, passiamo oltre....

      Riguardo alla scimmietta... Veru, mia madre ti stringerebbe tra le braccia dicendoti: che fortuna!! Mio fratello non so non dormiva di notte, ma non mangiava. E' rimasta così traumatizzata che ancora oggi quando vede un bimbo, prima ancora di chiedere il classico "quanto tempo ha?", domanda: "Mangia?". E' una preoccupazione (grande) in meno. Le quanto riguarda le commesse, spiace dirlo, ma con le taglie ho più occhio io. Persino con i bambini, di cui non so nulla. Ergo... Fidati del tuo istinto di mamma. Come vedi, non sbaglia :D

      Elimina
  18. E veniamo ora a Twitter, al Papero e ai blog.

    Premessa doverosa: sto scrivendo da cani; sto usando un nuovo mezzo, non vogliatemene, sono pure fuori casa. Ci metto una vita! Comunque, provo a di la mia; nel caso risulti incomprensibile, mi riservo di tornare sull'argomento quando tornerò al mio pc di casa.

    Andiamo per ordine. E partiamo da una constatazione di fatto: Twitter, il mio blog e le visite agli altri blog non sono un lavoro. Occupano una parte del mio tempo libero. Twitter ha un indubbio vantaggio: la sintesi. Anche quando diventa una sorta di chat con botta e risposta tra gli utenti non si ha modo di approfondire troppo. E' divertente proprio perché obbliga a comunicare attraverso battute. Più o meno sagaci, più o meno riuscite, ma il modus operandi e' questo per la maggior parte delle persone che ho scelto di seguire. Di loro, in realta', non so nulla, perché la maggior parte degli utenti gioca con il verosimile se non proprio con un alter ego. Non c'è la voglia di conoscere l'interlocutore, non so se mi spiego. Poi, certo, da buona curiosona, io visito i blog dei twitteri a

    RispondiElimina
  19. ... Io visito i blog dei Twitteri a cui posso accedere. A volte le storie sono toccanti; a volte, sono solo immagini fuorvianti; a volte servono a capire davvero chi sta dall'altra parte. Per me Twitter e' il massimo del disimpegno. E
    Crea dipendenza? Non so, non penso sia molto diverso da quello che capita per i blog. Possono essere fagocitanti anche questi. La differenza la facciamo noi, come sempre. In questo preciso momento, sono attratta dalla novità, ma a differenza di quanto si possa pensare, non dedico a Twitter il tempo che nei mesi scorsi ho dedicato ai blog. Il numer dei messaggi su Twitter e' fuorviante: basta una icon per fare un messaggio! E poi, certo, devo fare i conti con la mia insonnia che e' tornata prepotentemente alla ribalta. E credo che non ci voglia Freud per capire che di notte i pensieri fanno così rumore da portarsi via il sonno... E sparare quattro cretinate mi riesce più facile che articolare un commento o un post. Nonostante la fatica di far entrare in 140 caratteri il mio punto di vista.

    Sul mondo blog, non ho molto da dire. Non ho smesso di leggere e neppure di scrivere. Ho rarefatto la mia presenza come penso sia capitato a molti di voi. E' quasi un anno che visitiamo le diverse piattaforme: le cose cambiano. Ma io non sto dando l'addio a nessuno. Non sto preparando un'uscita di scena. E qualora dovesse arrivare, la colpa non sarebbe Twitter, ma quello che e' la mia vita. Non credo di dire un'eresia. E nn credo ci si debba risentire di questo.

    In

    RispondiElimina
  20. Riguardo al Papero. Sono patetica, lo so, ma sono anche sincera: mi sono risentita del fatto che tu abbia salutato tutti per prenderti ma pausa, ma non sia pasto nel mio blog di amenità varie. Che ci devo fare, io sono fatta così. Certo, so perfettamente che scrivi sul blog del Dir, ma vedi, per le nuove leve non e' facile inserirsi in quel gruppo. Ho avuto delle difficoltà anche qui dove la cerchia e' più intima e dive Mariella si impegna a Africa sentire tutti a casa. Ma certe cose non si sanno, non si capiscono; le allusioni non si colgono. Alla fine, in determinati frangenti della comunicazione, ci s sente tagliati fuori. E' quello che succede anche fuori da qui, naturalmente, quando si cerca di farsi spazio all'interno di una compagnia di vecchia data. L'impressione che ho avuto e' stata quella che, nonostante le battute e il tempo intercorso, non sia riuscita ancora a ritagliarmi il mio posto: tu che non hai sentito il desiderio di comunicare la tua pausa a casa mia lo ha suffragato. Nel blog del dir non ci passo tanto spesso. E nemmeno dal Fiorini, purtroppo. Spesso ci sono troppi commenti, troppe allusioni a eventi che non conosco; e' veramente troppo complicato per me

    RispondiElimina
  21. E il tempo per stare dietro a tutto questo non ce l'ho.
    Del resto, ripeto quello che ho già scritto: siamo qui, a casa mia o in altri blog, quando il tempo lo permette. Non ci frequentiamo nella vita reale: esistiamo finche' siamo parole su un video. Forse e' sbagliato anche l'investimento emotivo in queste modalità di interazione a maggior ragione perché non sono sostenute da frequentazioni reali. Ne sono consapevole io per prima.

    Detto questo, va bene così. Ognuno deve essere libero di fare ciò che si sente qui e altrove. Anzi, mi ferirebbe a morte un eventuale do ut des, do perché tu mi dia, come a dire: interagisco con te così tu lo fai con me. Per carità. Papero, hai agito come hai ritenuto opportuno. Sono io, semmai, che ho sbagliato. Twitter me lo sta insegnando meglio che il blog.

    Con questo, credo di dover dirvi che l'ipad e' una grande fregatura: sto scrivendo da cani!

    Bacini a tutti

    RispondiElimina
  22. Manu quando io apro il blog di Mari spero sempre di trovare qualche tuo commento.
    Davvero te lo dico con il cuore.
    Come aspetto sempre con ansia che arrivi Ai Dani Anna o la Spia.
    Mi pare che tu qui sia più che inserita.
    Dal Dir spesso anche a me sfuggono alcune cose perchè non frequento facebuc.
    Ma me ne frego.
    Certo io e Mariella viviamo la nostra amicizia fuori dal blog ma mai facciamo riferimenti che gli altri non possano capire.
    Poi se avrai piacere un giorno per un caffè poi unirti a noi.
    Quindi via le paranoie.
    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Veru,
      non metto in dubbio che possano sfuggire riferimenti a fatti e a cose che avvengono altrove rispetto al blog del Dir. Ma per te si tratta di episodi: per me che ho visitato una ventina di volte il blog del dir è molto di più. Sono troppe le persone con cui rapportarsi che hanno già un vissuto. Non si capiscono le battute. Non si capiscono i riferimenti. Secondo me, voi che "siete dentro" non capite quanto sia difficile seguirvi. Se l'idea è quella di fare un intervento a commento del post del Dir è una cosa. Ma quel blog nel giro di una ventina di commenti diventa altro. Ed è il suo bello, ma anche il suo limite per chi non è del giro.
      Per carità, è la mia opinione. Opinabile, ovviamente :D

      Elimina
  23. Cazzo Emanuela, samo nel blog di Mariella, abbiamo sempre parlato un sacco di te e ti fai ancora – come giustamente osserva Veru - un sacco di paranoie?
    Ti ho pure dedicato un sacco di tempo – nonostante certe mattonelle di commenti – che altri interlocutori si scordano. Soprattutto qui.
    E scusa ma quali sarebbero i fantomatici blog dove sarei passato a salutare?
    Mi sarebbe difficile visto che commento qua e là a macchia di leopardo. Neppure in questa sede sono ospite fisso.
    In ogni caso, visto che nomini twitter un sacco di volte fa capire quanto attualmente sei presa dal nuovo strumento.
    Scusa se noi siamo antichi e non siamo in grado di farti imparare tanto - e meglio - come fa lui.
    Comunque tra il sintetico ed il prolisso ci sono pure vie , non dico di mezzo, ma almeno di tre quarti.
    E l' intensità emotiva, la passione, la partecipazione, il buttarti a capofitto nel tema – per quanto causa di spernacchiamenti - rappresentano pure motivo per essere benvoluta e apprezzata.
    Un mammut da giardino.

    Paolino Pap.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Papero,
      che sia pazza e scema ormai è un dato di fatto. Ora che ho un anno in più, sono sulla strada per essere anche rincoglionita come buona parte delle vecchie del mio paese. Ma io sono una che lavora di cesello e non a colpi di machete: quindi, vediamo di mettere ordine.
      Nel mio precedente intervento ho toccato tre argomenti: twitter, blog e Papero.
      Di Twitter parlo come tu parli della tua avventura su Facebook: è condivisione di una novità; è anche un modo per far capire come e cosa ci piace e come noi li consideriamo e li usiamo. Mi pare che tu abbia fatto altrettanto quando hai deciso di iscriverti a Facebook, motivando le ragioni per cui lo hai fatto e invitando Mariella a considerare in modo diverso questo strumento, superando le sue reticenze in proposito. E credimi: sono vecchia, rincoglionita, pazza e stupida, ma la mia memoria resta quella di un elefante. Animale con cui condivido la pesantezza: non di massa, ma di spirito. Per cui posso dirti che l'idea del "mammut da giardino" mi piace e non mi scoraggia. Almeno sino a quando non entrerò nel tuo recinto... :D

      Elimina
  24. Cara Manu, ti ho letta due volte.
    Per primo punto, spero davvero che qualunque cosa stia affaticando i tuoi pensieri la notte e anche parte del giorno, sia risolvibile per il meglio.
    Su twitter hai detto tutto ampliamente. Condivido.
    Può essere davvero una valvola di sfogo e una distrazione per chi in alcuni momenti, non ha molta voglia di approfondire.
    Senza entrare troppo nel vissuto proprio. E' leggerezza, ci sta.

    I blog sono un mondo diverso in cui si sceglie con chi rapportarsi e se si resta in determinati spazi è perchè con l'altra persona si è davvero in sintonia, niente do ut des, anche io lo troverei di bassa levatura.
    Ma mi tocca ancora una volta dirti che non vedo davvero questo tuo non essere al centro del nostro mondo.
    Ne fai parte.
    Io credo che sia un tuo problema se ci pensi, solo tu hai fatto notare molteplici volte che ti senti all'angolo del divano, che alcune volte non comprendi i nostri accenni al passato, che in più occasioni ti abbiamo spiegato.
    Ci sono altre persone che frequentano meno di te il mio blog, si inseriscono anche dopo settimane di assenza e partecipano attivamente.
    Non si sentono messe da parte e non vivono quello che hanno perso come qualcosa che le mette in seconda fila.
    Anche perchè non è così.
    Questione a parte è il papero.
    Lui fa quello che vuole, come vuole e agisce come gli pare, è la sua natura, non lo si può rimproverare per questo.
    Non ha mai fatto mistero del suo carattere, talvolta ferisce, ha ferito anche me ricordi?
    Ha per caso fatto un passo indietro?
    Gli voglio bene lo stesso, sto imparando ad accettare il pennuto, cogliendo i momenti rari in cui a modo suo dona affetto.
    Come diceva veru, non credere che in altri luoghi sia facile inserirsi.
    Anche da Dir è dura e non si può dare niente per scontato.
    Per non parlare di quando veniamo escluse dai teatrini di FB.
    Ma ce ne freghiamo.
    Io partecipo più o meno a seconda dei momenti, ora tanto ma per motivi chiari.
    Dal Fiorini è diverso, lì non c'è mai un problema, dico uno.
    Si sta bene, si partecipa c'è gente che va e viene, ci sono le presenze fisse ma tutti e dico tutti, sono sempre al centro dell'attenzione del padrone di casa che è splendido.

    Il problema del tempo è comune.
    Ci sono momenti in cui anche io come te, non riesco ad essere presente ovunque.
    Allora i miei interventi si fanno più radi, ma quando torno, vado avanti e quello che ho perso ho perso, che importa?
    Questo non mi fa sentire ai margini.
    Cerca di riacquistare la serenità che ti contraddistingue, perchè noi ti vogliamo carica.
    Prenditi tutto il tempo che vuoi.
    Smanetta sul tuo IPAD così quest'estate potremo continuare a leggerti ovunque tu sarai.
    E dicci quando compi gli anni, che lo so che manca poco.
    Altrimenti comincio a farti gli auguri da domani e non è bello farli prima.

    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Mariella, ma cosa intendi quando affermi " quando veniamo escluse dai teatrini di Facebuc? "
      Ti riferisci al gruppo " Quelli dei blog di Vanity Fair? "

      Paolino Paperino

      Elimina
    2. Paolino, alcune volte dal Dir si fa cenno a qualcosa che evidentemente è stato detto su Fb e che poi si conclude dal Dir.
      Non di si capisce molto ma va bene così.
      Un paio di volte ho provato a chiedere di che cosa si parlava, ma sono stata ignorata.
      E' evidente che in questo modo si esclude il resto del gruppo, penso che questo sia chiaro a tutti.
      Ripeto che non importa.
      Non so se nasce su Fb oppure all'interno del gruppo del Blog di Vanity.
      Comunque forse ho usato un termine infelice, era solo scherzoso.
      Non partecipo a FB perchè non mi interessa, questo intendevo con il me ne frego, tra l'altro detto anche da veru.
      Non era riferito alle persone che ci sono, sia chiaro.
      Una tra queste è una cara amica e più volte mi ha chiesto di iscrivermi e di partecipare cosa che non ho fatto.
      E che non intendo fare.
      E adesso non immaginare che ci vorrei essere e non ci sono per principio, papero.

      Elimina
    3. Appunto: desideravo mettere l' accento che non essere nel gruppo di facebuc è una scelta.
      Infatti, volendo, è possibile chiedere l' iscrizione all' amministratrice.
      Poi sai: del gruppo storico siamo praticamente dentro tutti.
      E se è vero che qualche volta dal Direttore facciamo accenni, nemmeno li si fanno insistentemente visto che è più comodo confrontandoci direttamente nelle spesso animate pagine del sito.
      E mica sempre si può stare lì a spiegare tutto a chi non fa parte .
      Esclusione ? Va be', se la mettiamo su questo piano potrei dire ( immaginando? ) che è tuo snobismo restare fuori.
      Comunque non mi sembra luogo adatto a te.
      Il clima è un po' diverso dallo scautismo del tuo amato Fiorini.

      Paolino Pap.

      Elimina
    4. Cara Mary,

      ognuno sia libero di interagire come vuole, per carità. Ma ci si puo' lo stesso risentire: penso sia legittimo, perché riguarda la sfera della sensibilità personale di ognuno. Vogliamo lasciar stare il Papero che è libero di fare quello che vuole? Va bene. Ma lo siamo tutti liberi di fare quello che vogliamo. Siamo in una democrazia (più o meno...). E qui siamo parole che illuminano un video. Basta un click e... PUFFFF! Non sappiamo più dove siamo. A me capita spesso di pensare a Nick: a me manca molto. Posso solo sperare che stia bene.

      Poi, per usare le espressioni para-poetiche del Papero, "si colgono attimi" nel mondo dei blog. Stancarsi, non avere più tempo, voler cambiare: tutto è legittimo. Succede nella vita, figuriamoci qui sugli schermi dei nostri pc!

      PANTA REI. E accidenti alla Minetti che l'ha detto prima di me :D

      ps. E comunque, IO RESTO. Ho solo detto che è un periodo impegnativo e che magari oggi l'urgenza di leggerezza mi porta a spostare un attimo la mia tastiera. Ma sto qui. Sto a casa mia. Sto da Lucietta, da Arnika, da Claudia, da Elena. Sto dove mi pare, quando mi pare, con chi mi pare. Ma a differenza del Papero, se dovessi assentarmi per ragioni più o meno frivole, passerei a salutare e a ringraziare tutti. Tutti i miei amici di blog. Con cui ho pianto, ho riso, ho giocato, ho litigato, ho fatto la pace. Tutto correndo sull'onda delle parole. Che come insegna Mariella, sanno regalare emozioni anche quando sono solo lette...

      baci

      Elimina
    5. Ci mancherebbe che te ne vai.
      Gira, curiosa in tutti gli spazi che ti va, ma qui sai che è casa tua.
      Certo che ti puoi risentire, è legittimo. Non lo dire a me che sono permalosissima ghghghghhghghgh.


      PS: anche io come te sono in pensiero per Nick, non è mai stato lontano per così tanto tempo.
      Solo che non vorrei che pensasse che io lo voglia per forza in questo spazio. Per questo ogni tanto lo saluto e basta.
      Non vorrei mai obbligare alcuno ad essere per forza presente a casa mia.
      Massima libertà.


      Spero stia bene, che si stia divertendo, che sia per lui una splendida estate e che prima o poi ricompaia come nelle fiabe donandoci il suo solito (io lo immagino così) splendido sorriso.

      Bacio Manu.

      Elimina
  25. Caspita, sono perfettamente d'accordo con te.
    "Mica si può stare li a spiegare tutto a chi non fa parte" verissimo.
    Era quello che intendevo, quando cercavo di spiegare a Manu che non mi importa se non capisco fino in fondo.
    Non per questo non mi sento parte del mondo del blog del Dir.
    Anzi.

    Vero è che FB non è posto per me.
    L'ho sperimentato a mio tempo quasi quattro anni fa, quando c'ero, molto tempo prima di te e di altri.
    L'ho lasciato perdere.
    Il clima non fa per me, mi conosci bene.

    RispondiElimina
  26. Mari io prima o poi di là ci devo andare.
    Ma Papero quale amministratrice?
    Dai io ci devo essere.
    Poi però vi metto a bacchetta...ghghghgh
    Riguardo al "me ne frego" intendevo dire come giustamente Mari ha spiegato che se succede che non colgo dei passaggi non me ne faccio un problema.
    A differenza di Manu che mi pare si faccia troppe paranoie.
    DAI MARI ANDIAMO SU FACEBUCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCC
    VERU

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veru, tu sei meno delicatina della Mariella: quindi, nella pagina facebuc “ Quelli dei blog di Vanity Fair potresti sopravvivere agli schizzi di sangue, alle battute , alle cronache di vita blog riferimento, alle foto improponibili di vecchi look.
      Certo arriveresti in ritardo: ti sei già persa molto.
      Tuttavia, visto che hai espresso alcune considerazioni negative sulla piega che stava prendendo il blog Direttore alcune cose potrebbero non piacerti.
      Ma ti metti a polemizzare con l' Alba con la storia della Zanicchi? Alla fine non sei riuscita a trattenerti ed hai tirato ancora in ballo Berlusconi.
      Ritiro quello che ho detto: altro che killer professionista. Dilettante allo sbaraglio.
      La prossima volta faccio da solo: trovati un nuovo lavoro. Magari in una pensione per cani.

      Paolino Pap.

      Elimina
    2. Ma che c'entro
      L'ha tirato in ballo l'Alba il Berlusconi.
      Poi io son polla che ci vuoi fare.
      Comunque riguardo la piega dal Dir.
      Intendo se ad esempio scrivo "mi piace Vasco" e uno o una risponde "testa di cazzo non capisci una minkia di musica"...così perchè ha voglia di litigare e di sfogare le sue frustazioni,a me non piace.
      Scusa l'esempio stupido ma era per farmi capire.

      Elimina
  27. Buon giorno a tutti e buona domenica!

    RispondiElimina
  28. Ho una domanda per il papero:

    cosa intendevi qualche settimana fa, quando eri in partenza e hai detto che non potevi nasconderti più nemmeno da me?
    Che ero diventata popolare?

    Non so perchè ma da stamattina questa domanda mi frulla in testa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti frulla in testa la domanda perché pensi sia successo qualcosa di particolare nel facebuc quelli dei Blog Vanity?
      Niente di tutto questo.
      Mi riferivo ad un momento nel quale stavi facendo faville nel blog Direttore: ed eri diventata “popolare”. Attirando magari curiosità verso il tuo Blog.

      Paolino Pap.

      Elimina
    2. No, niente di tutto questo.
      Era davvero curiosità becera, riflettevo sulle tue parole collegandole al fatto che dalle statistiche del mio blog vedo passaggi continui di molti visitatori che leggono solo.
      Anche loro saranno curiosi.
      Viva la curiosità! ghghghghghhgh

      Elimina
  29. E però il mio Papero lasciatelo un po' in pace.
    Uff

    RispondiElimina
  30. La risposta da Manu non è arrivata, quindi comincio: auguri!!!

    RispondiElimina
  31. No, no, ve lo dico subito: il mio comply cade il 23 luglio. C'è tempo fino a domani. In verità, avrei voluto postare un intervento piu articolato, ma temo di rifare tutti gli errori di ieri. Direi che forse e' meglio attendere il mio rientro.

    Intanto, grazie per gli auguri, Mary. Li prendo come un anticipo!

    Bacini a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora attendo fino a domani.
      Abbraccio grande, torna presto.

      Elimina
  32. Ciao, Mari!
    Come stai?
    Passo per lasciarti un saluto e per segnalarti un'iniziativa di Radio Bruno, un'emittente di Carpi. Hanno ideato delle magliette "Teniamo botta!" per raccogliere fondi per la popolazione delle zone colpite dal terremoto (www.radiobruno.it), un'idea a mio parere molto carina!
    Un abbraccio a te e uno a Veru e un bacino alla piccolina!

    Veru, sono felice che almeno per mangiare Noa non si faccia pregare, mi viene da sorridere pensando a quando ti scipperà gli ovetti Kinder, però.... :-)
    Bacione, ragazze
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna.
      Avevo letto dell'iniziativa di Radio Bruno forse proprio su VF qualche settimana fa.
      La prima volta che ci ripasso da quelle parti, cerco di contattarli, così ne acquisto una.
      La frase preferita del mio Lucianino, bello.

      Come stai tu?
      Noi qui teniamo botta, appunto, in attesa delle sacrosante vacanze.
      Un bacio grande a te e alle tue piccole.

      Elimina
    2. Tengo botta anche io... :-)
      Le magliette sono acquistabili on line, ci sono tutte le informazioni sul sito di Radio Bruno!
      Buon inizio settimana
      Anna

      Elimina
  33. Anna ciao.
    Bella l'iniziativa di cui ci hai reso partecipi.Grazie.
    Gli ovetti Kinder...ghghghghghgh...
    bacio cara

    Paolino ma hai visto che storie per la battutina sulla Zanicchi?
    E' che a me fa ridere la Iva che ci devo fare???
    Vabbè ho cercato di aggiustare il tiro.
    Speriamo di essermela cavata.

    veru

    RispondiElimina
  34. Ops, ma ci siete tutti contemporaneamente?

    RispondiElimina
  35. Un saluto a tutti!
    Dai, sabato prossimo c'è questo famoso addio al nubilato che mi sta stressando e occupando ogni minuto libero praticamente, e poi dovrei farcela ad essere più presente... Sigh sob.

    PS: scrivo qui perché il nuovo post merita un commento più serio e una certa riflessione: non volevo spammarlo di off topic appena nato...

    PS2: vi ho letti tutti, avrei anche io cose da dire sull'argomento di cui parlavate poco sopra ma mi amnca il tempo (non riesco nemmeno a rispondere ai commenti da me, sigh!)

    SMACK grande.
    Arnika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arnika, forza che sei in dirittura d'arrivo, siamo con te!!!

      Il post di sopra ti aspetta ma anche questo per i commenti, quando vuoi.
      PS: poi dell'addio al nubilato vogliamo sapere tutto, particolari inclusi ghghghghghhghghgh.

      Bacissimiiiiiiiiiiiiiii

      Elimina
  36. PS: AUGURI MANU!!!! IN RITARDO, PERDONAMI!!!!
    Arnika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite! Hai affidato anche ad un uccellino gli auguri ;)
      bacioni

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)