AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

30 novembre 2012

Notti Folli - Notti Folli




Tramonto sul lago Trasimeno


Notti Folli, Notti Folli
Se io fossi con te,
Notti Folli sarebbero
nostra voluttà.

Futili i venti 
per un cuore in porto.
niente più bussola
niente più carta.

Remando nell'Eden
Ah! Il mare!
se in te stanotte
potessi ancorare!

(Emily Dickinson)


E' in assoluto la mia poesia preferita.
Groviglio di passione e di amore.
Come molte volte mi è capitato di sentirmi nella vita.
Quando leggo queste parole, cerco di farlo portando alle mie orecchie solo un particolare suono.
La tromba immortale di Chet Baker.






16 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie. lo penso anche io.
      Ti abbraccio Andrea.

      Elimina
  2. mi citi Emily Dickinson così... vabbè, vado di là a piangere un po' :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Ale.
    Ti cito Emily Dickinson così, perchè in altri post credo di avere esagerato con il mio amore incondizionato nei suoi confronti.
    E per evitare tirate di orecchie da parte di amici che magari non ne possono più di sentir parlare di lei e di poesia, ho cercato di parlare di passione e amore usando un pezzo che ne trasuda.
    Che ne dici, passata la passione resta l'amore o diventa qualcosa di completamente diverso?


    Bacio

    RispondiElimina
  4. Ormai lo sai, mi piace molto E.Dickinson, ma molto di più mi piace Chet Baker e il suo amico flautista Nicola Stilo.

    Un abbraccio

    La Spia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io non ricordavo il lfautista che lo accompagnò spesso negli ultimi anni.

      Grazie Spia.

      Elimina
  5. Parafrasando Ligabue:"Non si può restare soli certe notti(folli)..."

    Ciao Mariella,

    Nicola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Nicola.
      Mai soli e cercare sempre di guardare "dietro la foto" per evitare che la passione si spenga.

      Ti abbraccio.

      Elimina
  6. Ciao Mari!
    Bellissima la poesia di Emily,le ho lette tutte e non saprei quale scegliere come migliore ognuna possiede la propria bellezza e contiene stati d'animo diversi
    Il musicista Chet Baker non lo conoscevo purtroppo
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Claudia, credo di averle lette tutte anche io.
      Ho diverse pubblicazioni, alcune con il testo in inglese e la traduzione in italiano per fortuna (altrimenti avrei passato giorni interi a tradurle).
      La sua sensibilità è la sua eccezionalità.
      Chet è stato il più grande jazzista al mondo secondo me.
      Sicuramente anche lui un grande artista dall'animo tormentato.
      Eppure con la sua musica è sempre riuscito a donare calma al mio cuore anche nei momenti più difficili.

      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  7. Claudia non ti rammaricare,non sei l'unica.
    Chet Baker non sapevo nemmeno esistesse.
    Guarda la Mari è incredibile.
    Ma quante cose cià in quella testolina?
    Comunque il video proposto mi è piaciuto..
    Anche se di trombe non capisco un granchè :-)
    bacio ragazze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BAMBOLA, domani c'è un post tutto per te e me e "noi".
      Ti aspetto e non preoccuparti per Chet.
      Avrò modo di farvelo conoscere meglio, tanto per far scendere un po' di latte alle ginocchia.
      ghghghghghghhghgh
      Stai attenta che con la battuta sulle trombe stai porgendo il fianco.
      Ma lo sai.

      Bacio grande.

      Elimina
  8. Oddio, anch'io ho pensato a "Certi notti" di Ligabue. Ma forse non è grave: non sono stata la sola :D Del tuo amore per Emily, sapevamo già: bello scoprire con questo post la poesia che stringi forte al tuo cuore :-)
    In questo periodo, sto rileggendo le poesie di una milanese, quasi del tutto dimenticata: Antonia Pozzi. Una poetessa che ha saputo mettere in versi il suo disagio, il suo amore per la Natura, le sue emozioni. E come sempre, la poesia parla un linguaggio universale: alla fine, il tormento dell'anima non conosce i limiti dello spazio e del tempo. Anche Emily ce lo insegna ;-)

    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A cavallo della nuvoletta sei passata anche di qua!
      E che come me, sei fissata sull'emiliano e hai pensato (niente di più facile) che parlassi di Luciano.
      Ma sto cercando di non far scendere troppo latte alle ginocchia del papero, e cerco di diversificare i post.
      Che poi, gira che ti rigira torno sempre a bomba.
      In questo caso alla poesia.
      Non conosco Antonia Pozzi, sto invecchiando torno sempre sugli stessi autori.
      Proverò a leggere qualcosa di lei.
      Direi, da quello che ci dici che abbia molto in comune con la Dickinson.

      Elimina
  9. non conoscevo la poesia, molto bella, ma la tromba di chet baker sì.
    s-t-r-e-p-i-t-o-s-a
    ciao :)

    RispondiElimina
  10. Metiu!
    Grazie per essere passato a trovarmi e sai è un periodo che lo sto riascoltando con passione, non riesco a farne a meno.

    CIAOOOOOOO

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)