AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

13 gennaio 2013

Easy






Commodores - immagine presa dal web


 know it sounds funny but I just can’t stand the pain
(So che può sembrare divertente, ma non riesco proprio a sopportare il dolore)
Girl I’m leaving you tomorrow
(Ragazza Io ti lascerò domani)
Seems to me girl you know I’ve done all I can
(Mi sembra ragazza tu sappia che ho fatto tutto quello che potevo)
You see I beg, stole, and I borrowed
(Vedi ho supplicato, rubato, preso in prestito)
That’s why I’m easy
(Ecco perchè sono tranquillo)
Easy like Sunday morning
(Tranquillo come una Domenica mattina)
That’s why I’m easy
(Ecco perchè sono tranquillo)
Easy like Sunday morning
I wanna’ be high
(Voglio essere col morale alto)
So high
(Così alto)
I wanna’ be free to know the things I do are right
(Voglio essere libero di sapere che le cose che faccio sono giuste)
I wanna’ be free
(Voglio essere libero)
Just me
(Solo io)
Oh baby…
(Oh piccola…)
That’s why I’m easy
(Ecco perchè sono tranquillo)
Easy like Sunday morning
(Tranquillo come una Domenica mattina)
That’s why I’m easy
(Ecco perchè sono tranquillo)
Easy like Sunday morning




Ci sono canzoni che nonostante il testo (come in questo caso)  hanno il potere di mettere pace fra me e il mondo.
Come Easy, che appartiene al repertorio dei Commodores e ovunque io sia e qualunque cosa stia facendo, ha il potere di distendermi e di farmi sorridere.

Se poi l'ascolto di domenica mattina è il massimo.
Mi mette di buon umore e la canticchio per il resto della giornata.
La versione che preferisco però,  è quella cantata dal leader dei Commodores: Lionel Richie.
Non sto qui a disquisire sui Commodors tranquilli.
Solo che ho una curiosità.


Voi, avete la canzone che vi rende sereni già al primo accordo?
Quella che vi fa canticchiare poi, con un certo sorrisetto quasi ebete sul viso per tutto il giorno?





PS: Ok non è Luciano e non è Lorenzo. Ma quante volte ve lo devo ripetere che sono "ANTICA" quasi un museo umano?
GHGHGHGHGHHGHGHGH

31 commenti:

  1. Per le vicissitudine che ti sono note non posso seguire da presso più una manciata di blog, che mi obbligherebbero a stare a lungo in questa mezza siberia del corridoio con due finestre spalancate (con -2,5 fuori)per far uscire il cattivo odore di muffa.
    Ma questa canzone, questo testo che è una buona cosa, una poesia di quel tipo che piace a me, mi sollecita a premere sui tasti.
    E poi mi fa tornare indietro nel tempo, quando ero un giovanotto di belle speranze e di belle cosce e dalla fisionomia che piaceva alle donne. Mi innamoravo assai spesso, almeno tanto spesso quanto mi disamoravo di una perché mi ero nel frattempo innamorato di un'altra e allora era un dramma, perché non ero capace di dire: "girl I'm leaving you tomorrow".
    Non ne ero capace, per cui ricorrevo all'espediente più miserabile: sparivo, le combinavo tutte una dietro l'altra finché lei mi piantava, desolata e mi diceva: "Seems to me boy know I've done all I can"
    e allora ero infelice e non potevo mai dire
    I'm easy, perché non lo ero.
    Non ho mai capito a fondo in cosa consistesse la mia infelicità: forse le avrei volute tutte e due, forse nel mio DNA c'era qualcosa di musulmano, non so.
    Ma è comunque un bel testo e mi piace.
    Ciao e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Vincè, quando diavolo finisce sto macello a casa tua?
      Io da tempo avrei sclerato di brutto e sbattuto fuori a calci l'intero presidio di recupero. Anche perchè me li immagino, un giorno sistemano e tre giorni rovinano.
      A me è capitato di dire "c'ho provato" e andare via sbattendo la porta.
      Il mio svolazzava fra due fiori, proprio come te. Era indeciso ci avrebbe voluto tutte e due.
      Troppo comodo. io meritavo molto meglio di così.
      Poi, mi divenne tutto più leggero. Sai leggero è la parola che mi piace di più.
      E' anche la canzone che amo di più.
      E' questo il senso, l'importante è che la musica ci faccia stare bene.

      Bacio, amico mio.


      Elimina
  2. Risposte
    1. Bellissima.
      Lo so, mi devo decidere.
      Post su Battisti.
      Ciao Massimo.

      Elimina
  3. Ciao Mari!
    Ogni canzone che evoca un ricordo e sono tantissime,poi quella che mi batte in testa per tutto il giorno e che continuo a canticchiare è la sveglia del mattino…che tormento ehehehehe oggi mi sono svegliata con una canzone di Gaber…La libertà'non è uno spazio libero….qui chiedono venia mi han chiesto di andare a a fare un giretto!
    Bacione per la sera! ^_____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cla'!
      Ma come di domenica mattina ti alzi e canticchi La Libertà?
      E ci credo che ti hanno mandato a fare una passeggiata...ghghghghghgh
      Bacio tesoro.

      Elimina
  4. Cara Mary sai quanto amo Biagio Antonacci ,lo adoro ,lo canto anche a giornate sane ,le sue canzoni sono tutte bellissime e dentro mi ci ritrovo,anzi ritrovo la mia anima e il mio cuore legato a bellissimi ricordi!
    Un bacio e un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MI FAI STARE BENE MI FAI STARE BENE
      E DI STARE BENE NON MI STANCO MAI
      MI FAI STARE BENE, MI FAI STARE BENE
      sembri l'alba di un mondo...CHE SIAMO NOI

      Ciao Lucy.

      Elimina
  5. Sfido chiunque a trovarmi una canzone abbastanza allegra da rendermi simpatico questo uggiosissimo MONDAY morning :/
    Bacio, Mari :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, io ce l'avrei la canzone giusta per il lunedì!

      Prova questa, ghghghghgh

      http://youtu.be/oFPZzmfu6j4

      Elimina
  6. Per una partenza ruggente .... i Green Day!!
    Yram

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia preferita dei Green:

      http://youtu.be/NU9JoFKlaZ0

      Bacio Yram!

      Elimina
  7. Il fischiettio di "Sitting on the dock of the bay" di Otis Redding :)
    Baci, buona settimana a tutti
    Arnika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. F A V O L O S A!
      Ti lascio la versione dei Pearl Jam:

      http://youtu.be/unOWPDzgUqU

      Bacio Arnika!
      Buona settimana a te!

      Elimina
    2. Niente male la cover!
      Io amo anche questa versione di "Easy"...
      http://www.youtube.com/watch?v=a-qX8QRMIN0
      Ma diciamolo, Mike Patton è di un altro pianeta.
      Arnika

      Elimina
    3. Ti è piaciuta Arny?
      Bella la versione di Mike Patton, che a mala pena conosco, se non sbaglio ha fatto la colonna sonora della " Solitudine dei numeri primi" il film di Costanzo.

      Bacio

      Elimina
  8. Pargono quelli del Black Power

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non esageriamo dai.
      ghghghghghgh

      Elimina
  9. Cazzarola, ma sei la Mari Bionica?
    Possiedi un blog, commenti in altri ottantasette, leggi trecentodue libri all' anno, ascolti migliaia di brani musicali, vai ai concerti, al cinema, a teatro, alle mostre, viaggi, lavori …
    e trombi pure come un riccio.
    Cucini pure?
    Stamattina la sveglia è suonata alle 5.10: e ti assicuro che non avevo nessunissima voglia di canticchiare qualcosa.
    D' accordo: oggigiorno bisognerebbe essere felici di averlo, un lavoro; ma la psiche umana fatica ad elaborare questo tipo di concetto.
    L' umore generale rimane mesto: e deboli le forze vitali.
    Mica sono l' ottavo nano – Paperolo – che mette in spalla la mazza ferrata e si avvia in fabbrica canticchiando allegramente “Andiam, andiam, andiam a lavorar!”
    Fan' culo.

    Paolino Pap.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se era bionda e con gli occhi azzurri, la bionica!
      Oltre tutto mi faceva impressione quando si bloccava e sintonizzava le orecchie, rob de matt!
      Per prima cosa trombo come un riccio, poi negli intervalli faccio anche tutto il resto.
      Che parli perchè sei invidioso?
      Cucino da dio, papero.
      Un ex amica tempo fa, mi aveva pure insegnato come far rosolare i paperi a fuoco lento adornandoli con pregiati limoni.
      Ma il cibo mi sarebbe indigesto, voglio bene ai paperi io.

      Per te è meglio questa:
      http://youtu.be/KCDT7DPmmtc

      Elimina
  10. Ieri mattina, invece ( domenica, che bel giorno...), pensando che era da un po' di tempo che non passavo nel tuo blog, mi veniva da canticchiare Gianni Morandi: “ Fatti mandareee dalla mammaaa, a prendere il latteeee ...”
    Ghghghghhghghghghghghgh...
    Va be' estremizzo un po' … in fondo non è l' unica ragione che non sono un cliente fisso di questo spazio.
    Appunto: una cosa che non sopporto sono le così dette “visite di cortesia”, poco più che timbrature di cartellino tanto per farsi vedere.
    Così vado a lune.
    Del resto questo rimane praticamente l' unico blog privato che ancora frequento, seppur in modo saltuario.
    Diciamo pure che conosco anche poco certi commentatori che compaiono qui: e sai che preferisco sguazzare in situazioni dove si crea un “gruppo”; e neppure desidero forzare troppo la mano spaccando chitarre in testa ai visitatori.
    Non vorrei generare fughe.
    E che dire della delusione amorosa generatami da Spia?
    E' triste sentirsi dire certe cose: “non mi fido di te”.
    Certo, lo si accetta: ma quella molla attrattiva e aggiuntiva che poteva spingere oltre l' ostacolo viene a mancare.
    Ahimè...
    In ogni caso, come nostro punto d' incontro (Veru compresa) rimane ancora in piedi il blog DIRETTORE.
    Vediamo un po' come andranno avanti le cose: il clima non è dei più distesi.
    Ma siamo abituati...
    e pure vaccinati.
    Almeno io.

    Paolino Pap.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro Gianni Morandi, del resto sono retrò io. Sai che quando avevo quindici anni un gran bel cretino di ragazzino (ma forse ve l'ho già raccontata) amava dedicarmi canzoni durante l'intervallo al liceo?
      Anche questa mi hanno cantato. Meno male che poi, il cervello ha retto, almeno spero.
      Mi spiace che per te sia diventata una frequenza saltuaria, il mio blog, lo sai.
      Lo zoccolo duro è sempre lo stesso, gli altri potrebbero riservarti sorprese, sono dei gran bei personaggi, come piacciono a te.
      Spia non si fida nemmeno di me a volte, è fatta così, fattene una ragione.
      Dai tempi in cui ci strappavamo capelli a ciocche intere, non siamo cambiate molto. Solo non ci meniamo più non sta bene.
      ghghghghgh
      iTi do atto che, ovunque siamo insieme te, veru e io. Siamo un gruppo.
      E questo è bello.
      Dal Dir, il clima è quello che è, se poi ci abbandona la Stella Cometa, che dire, ghghghghgh

      Elimina
    2. Pap, aggijngo, siamo un gruppo quando non mi ignori palesemente ghghghgh

      Elimina
  11. Questa è una visita prettamente di cortesia.
    Vi abbraccio tutti e vi auguro la buona notte.
    Mari non mi sovviene alcuna canzone in particolare.
    Magari aspetto il post su Battisti...ghghghghgh
    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se c'è una canzone per le visite di cortesia...
      Per il post su Battisti c'è tempo nèèè.
      Quello di domani è migliore.

      Bacio

      Elimina
  12. La mia canzone in questo caso è "e poi" di Mina.Sensazioni uniche,suscita in me molta pace e molto amore.
    Mari ho letto i commenti dal dir,dopo una vita,mi spiace aver constatato che qualcuno ti fraintende completamente.
    Mai avrei pensato in vita mia di lavorare 13ore in un giorno,come è successo oggi,ma sono così felice!Stanco ma molto soddisfatto.
    Come amo la vita.
    Baci,Nick

    RispondiElimina
  13. Che posso dirti su Mina?
    Pensa la sua bravura mi mette così a disagio che non avrò mai il coraggio di scrivere un post su di lei.
    Letti, cotti e mangiati i commenti dal Dir?
    Non posso fare altro che confermare quello che dici, ma del resto non è che possiamo piacere a tutti.
    Pazienza.
    Senti ragazzo, lavorare 13 ore al giorno va bene, ma mica tutti i giorni nèèèèè!
    Ci sono altre cose nella vita ghghghghgh

    Bacio grande.

    RispondiElimina
  14. Ciao Mariella,

    sai è molto strano che pur ascoltando musiche di generi diversi, a me viene sempre di canticchiare:

    "un milione di anni fa,o forse due
    c'era chi parlava al vento ed alle stelle
    Era Ryu ragazzo che nel cuore aveva
    favole, favole per chi le saprà sogare

    Fantasie lontane di un mondo antico
    la poesia che torna da quel passato
    storie che noi viviamo che viviamo tutti con Ryu

    Ryu... "

    Bè pensandoci bene forse non è proprio tanto strano,
    è la mia fantasia che non si ferma mai!

    La Spia

    RispondiElimina
  15. Altra canzone:
    "Somewere over the rainbow..."

    Baciotti

    La Spia

    RispondiElimina
  16. La prima canzone è da dimenticare.
    La seconda è indimenticabile.

    http://youtu.be/PSZxmZmBfnU

    Ciao tesoro mi ero persa il primo commento.

    RispondiElimina
  17. Bello il tuo blog, tra l'altro ne ho uno col nome simile al tuo :-D

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)