AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

27 settembre 2013

Piccole manie casalinghe





Ma perchè proprio a me? ( dal web)

Ho appena finito di buttare una valanga di riviste che giacevano accatastate in vari angoli della mia casa.
Che io adori leggere non è una gran notizia, si sa.
Che io sia bulimica di parole e immagini, anche qui non è che vi stia dando la notizia dell'anno.
Che io sia leggermente maniacale in alcune cose che appartengono al modo di gestire casa e famiglia ecco, su questo magari possiamo ragionare insieme.
Sono piena di manie.
Alcune per fortuna le ho perse con il tempo? Altre invece le ho acquisite, come gli anni che, piano piano (ho detto piano piano) stanno ammucchiandosi sulle spallucce delicate di questo passerotto.
Che sarei io.

Manie perse.

Appena sposati si sa che c'è tutto da imparare nella gestione, visto che spesso ci trasciniamo dietro minime fissazioni inculcateci dalla nascita. Potenza delle radici familiari, per la maggior parte "colpa" di mamme e di nonne.

Lavaggio biancheria a 90° centigradi. 
Il bucato settimanale "cotto" in lavatrice.
E biancheria quasi nuova che mi ritrovavo lisa in vari punti, per l'aggressione dovuta ai lavaggi eccessivi. Manco fossimo due abituati a lottare nel fango e a camminare a piedi nudi, sui "pulitissimi" marciapiedi di Milano. 
Eppure.
Per fortuna, con il tempo e l'aiuto di amiche "compassionevoli" che a furia di sfracassarmi i maroni dandomi della pazza sono riuscite a convertirmi ai 60° centigradi, ho smesso.
Ora sguazzo anche nei 50°. Beh... sguazzo a fatica! E ancora oggi a volte mentre programmo la lavatrice, per qualche istante sfioro, quasi con nostalgia, il tasto 90.

Stirare tutti i giorni. 
Io odio stirare, eppure per molto tempo l'ho fatto. Non sopportavo che la biancheria una volta asciutta, sostasse a lungo ( oltre due giorni va ) in cameretta all'interno del suo cesto. E allora, pur stanca dopo 12 ore passate fuori casa, mi prendevo la briga di stirare almeno un'ora, ogni sera. 
Follie! Follie!

Oggi guardo il cesto che trabocca e, molto tranquillamente, torno a leggere il giornale o il libro.
Dopo avere chiuso con molta delicatezza la porta. SBAM.

Polvere sui mobili. 
Anche questa ce l'ho; mi ci dedicavo ogni due giorni. Vabbè, anche tutti i giorni. Provavo a chiudere gli occhi ma appena ne vedevo l'ombra sui mobili, ero capace di catapultarmi come una furia sulla superficie incriminata e  pulire fino a consumarmi il palmo. Avevo ed ho ancora molte superfici di cristallo in casa. Una vera ossessione.
Faccio lo stesso come per la biancheria da stirare ADESSO; sinceramente la ignoro.



Manie sopravvissute.

Vanity Fair.
E' difficile staccarmi dalla mia rivista preferita.
Lascio che le copie si accumulino per settimane, mesi. Poi, minacciata da  Francesco che mi intima di sbarazzarmene con il sacco della carta in mano, CON LA MORTE NEL CUORE, dedico una mattina intera alla selezione naturale.
Perchè comunque alcune le conservo. E non ci sono santi. Interviste, servizi, interventi sulle pagine del direttore di amici, copertine strabelle e dedicate alle mie passioni; insomma ci sono parecchie variabili.
E le rispetto tutte.

Ordine.
Rifaccio il letto tutte le mattine. Ogni giorno da quando ero bambina. Odio i letti sfatti.
Non riesco ad uscire di casa, altrimenti. Letto a posto, cucina pulita e riordinata, cuscini della sala perfetti.
E su questo potete insultarmi se volete; non ce la faccio proprio. Non è nel mio DNA.
Ma attenzione, su tutto spiccano in bella vista e un po' ovunque, i miei amati libri.
Loro sono liberi di circolare in perfetta armonia, ovunque ne abbiano voglia.
Sono i veri proprietari di casa mia.
L'unica cosa che possa crescere e aumentare di volume, in "OGNILUOGO".
Ricchezza assoluta.


E le vostre manie?
Non mentite, che le avete, eccome se le avete.
Uomini dico anche a voi.
Sparate.






PS: avete visto? Non ho accennato a scarpe e borse. Sto migliorando.

57 commenti:

  1. asciugo accuratamente le stoviglie: odio gli aloni di calcare.
    Non sopporto che qualcuno mi sgualcisca i libri: solo io posso farlo
    Anche io devo uscire di casa con il letto rifatto, ma ogni mattina devo arieggiarlo per almeno 45 minuti.
    Sono particolarmente fissato con la riga dei pantaloni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordi uno di famiglia: non solo asciuga le posate perche odia il calcare, ma i bicchieri li lava accuratamente a mano e se sente odore di calcare non ci beve più.
      Per i libri e le manie conseguenti vi rimando ad un post ad hoc

      Elimina
    2. Aggiungo che quando rifaccio il letto al mattino le finestre restano spalancate per mezz'ora, anche in pieno inverno.
      Tutto il tempo che io ci metto per prepararmi prima di andare al lavoro.
      La riga ai pantaloni è qualcosa su cui cade sempre il mio occhio quando guardo un uomo.
      Come alle sue scarpe. Mi dicono molto dell'uomo che mi sta di fronte.
      Abbraccio!

      Elimina
  2. Commento partito prima che ti salutassi.
    Abbracci stiraemmira

    RispondiElimina
  3. manie ne ho diverse ma non tante.

    su tutte l'abitudine di tenere le cose sempre nello stesso posto. quando viene qualcuno a casa mia (nella principale fattispecie mia mamma) e sposta le cose dal loro posto (per me) naturale mi viene una sincope. non so stirare quindi non corro alcun rischio. detesto la polvere ma anche spolverare. invece faccio un sacco di lavatrici, almeno due alla settimana, anche per poca roba. poi credo che tu sappia che in un file word annoto da 15 anni libri letti, film visti e partite a cui ho assistito allo stadio. ai libri do anche il voto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissimo Francesco, anche io un tempo davo il voto e segnavo il mio commento, inoltre annotavo eventuali errori e facevo un riassunto generale per la "me" da vecchia diciamo così, nel caso avessi ripreso un libro per rileggerlo non mi imbattevo poi nella delusione del "ma questo lo conosco già"!. Ovviamente ci sono anche i "questo lo puoi leggere ogni volta che vuoi "(sempre scritto per me stessa) e "con questo ti sei fermata a pag...e non l'hai + toccato"

      Elimina
    2. Mumble mumble, sta storia di tenere tutte le cose al medesimo posto non sarà una caratteristica di chi si chiama Francesco per caso? No perchè mi è molto familiare.
      E guai, dico guai a spostare di un millimetro qualcosa, tanto ve ne accorgete di sicuro!
      Sì, so tutto dei tuoi file e dei voti che dai a libri.
      Io non ho mai dato voti ma, annoto sempre qualche pensiero a matita sulle pagine. E quando lo riprendo magari dopo qualche anno, mi piace ritrovare un po' di me passata.


      Strepitoso poi, come si comporta Ai con i suoi libri.

      Elimina
  4. Peró ne hai di manie singolari, io l'unica cosa che faccio tutti i giorni è cucinare per il resto si va a momenti e a voglia.

    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto! Ma non sono singolari, diciamo che la maggior parte delle fanciulle ne soffre di questi piccoli tic domestici.
      Non ho capito se per te cucinare è una mania e se ti piace farlo.
      Io la considero una passione.
      Pensa che, posso essere stanchissima o incazzata nera ed è l'unica cosa che riesce a rilassarmi.
      A presto!

      Elimina
  5. Da bambino (giocando) facevo il medico, prescrivevo pillole per guarire i miei amici.
    Questa mania mi perseguita ancora adesso: non faccio il medico ma scrivo pillole...
    Ciao Mariella,
    Nicola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà perchè, caro Nicola ho sempre pensato che fosse la tua professione, il medico.
      Mi sarò lasciata condizionare dal nome del tuo blog?
      Tu dispensi pillole di saggezza.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  6. Bello quello che dici sui libri: sono il documento d'identità delle case intelligenti abitate da persone intelligenti.
    Al troppo ordine invece sono allergico (ci pensa già mio padre, che infatti a volte invece di Pierluigi chiamo Piermetapost... :D)
    Manie mie? Ne ho poche e me le tengo per me :)
    Anzi, una la dico: sono stramaniaco della privacy. Cellulare sempre spento e da usare solo in casi particolari, e se vivessi solo eliminerei anche il telefono fisso e metterei un congegno per disinserire il campanello esterno quando non voglio essere disturbato. L'unico mezzo di comunicazione che considero accettabile, perché silenzioso, discreto e non invadente, è la posta elettronica, benedetta invenzione. Ovviamente uso molto l'antispam e i sistemi di bloccaggio mittente: chi mi rompe i coyotes una volta non lo farà una seconda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ZIO!
      Grazie, per davvero i libri sono la parte più importante della mia casa e la fanno da padroni. Finchè li avrò con me mi sentirò sempre ricchissima.
      Senti ma non mi starai diventando un po' misogino?
      Non esagerare con la privacy, una cosa è la riservatezza un'altra è chiudersi il mondo alle spalle.
      Ecco sulle mail dovrei cominciare anche io a utilizzare i sistemi di bloccaggio mittente.
      Davvero a volte mi ritrovo sommersa da emerite cazzate.
      Ti abbraccio forte e scrivi, scrivi, scrivi!

      Elimina
    2. ehm... forse intendevi misantropo... non difendo la privacy dalle femmine, ma da tutti... in realtà difendo e sempre difenderò il mio spazio vitale e creativo... ma sia chiaro che lo difendo dai rompicoglioni, non certo dagli amici: se c'è uno che risponde sempre con piacere a chi gli scrive quello sono proprio io... ma disturbarmi con un coso che si mette a suonare mentre sono nel bel mezzo di una frase, questo no, questo non lo permetterò mai (e voi Lettori mi ringrazierete... :-))
      Ciao! :)

      Elimina
    3. Ma io ero convintissima di avere scritto misantropo!
      Non so se è la dislessia o la vecchiaia che avanza...
      Mi butto sui ceci e mi perdoni vero?
      Bacio.


      Elimina
    4. Perdonatissima. Senza ceci. :)

      Elimina
  7. non credo di avere manie, semmai accumulo cosmetici, questo si, in ceste debordanti.
    Per la casa un tempo mi facevo più il mazzo, ora cerco di gestire meglio la situazione, del resto il tempo sprecato nei lavori domestici e tempo di vita perso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una mia cara amica è come te. L'abbiamo soprannominata "creme e cremine".
      Lei le prova tutte e se vuoi avere un consiglio su quale sia la migliore al momento noi non abbiamo dubbi ci rivolgiamo a lei e poi andiamo in profumeria a colpo sicuro.
      Bellissima fissazione però!
      Anche come te ho imparato a gestire un po' meglio sta cosa della casa. A parte che mi faccio anche aiutare da una meravigliosa fanciulla che soprattutto stira. Per questo posso chiudere la porta della cameretta senza troppi affanni.
      ghghghgh

      Abbraccio

      Elimina
    2. Anch'io mi faccio aiutare, ma lo stiraggio me lo sbarco da sola, stiro tutto.
      Da un paio di giorni sto facendo uno sbaraccamento di quelli periodici, con divisione di abiti, scarpe etc. per farne meritorie opere di beneficenza o per sbatterli direttamente via.

      Elimina
  8. Cara Mari
    questo post mi ha fatta ridere.
    Ti ci vedo alle cinque di mattina a fare il letto e sbattere giù Francesco...ghghgh
    Tuttavia anch'io ho la medesima mania.
    Non esco di casa se non c'è letto fatto e se la cucina non è in ordine.
    Poi fa niente se nel soggiorno,ormai regno di ma figlia,regna il caos assoluto.
    Bambolotti passeggini palloni...
    C'è chi quando ha un problema o una giornata storta svuota l frigorifero.
    A me date uno strofinaccio e vi faccio brillare casa.
    Ottimo modo per scaricare le tensioni.
    Altra mania è quella delle salviette da bagno.
    Mi piace siano sempre in ordine.
    In realtà comunque il più delle volte faccio gran poco.
    Ma se c'è ordine secondo me lo sporco si nota meno...ghghghgh
    veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo.
      Riguardo la lavatrice.
      All'inizio invece io lavavo tutto a freddo perchè mischiavo bianchi e colorati.
      ghghgh
      veru

      Elimina
    2. Pensavo a Francesco....quel povero Francesco durante la settimana già di suo si butta giù dal letto che deve scendere presto per andare a lavoro e ha tanto rispetto da parte mia già solo per questo, ma penso che nel w.e. non venga buttato giù dal letto perchè se non sbaglio nella casa di questa blogger vige una regola molto romantica, (lui le prepara il caffettino e glielo porta fino al comodino prima di farla alzare, mi pare ne abbia parlato anche nel blog). Ed anche in questo caso a Francesco mi inchino.

      Elimina
    3. Veru cara, io come dicevo di sopra a Topo ho un metodo infallibile per farmi passare l'incazzatura: cucino.
      In questi ultimissimi giorni però non mi passa neppure con questo metodo.
      Siamo andati oltre la frutta lo sai.
      Poi credo che le mamme imparino grazie ai propri pargoli a superare le fissazioni per la casa ordinata e pulita.
      Volente o nolente si devono rassegnare. Secondo me è il metodo giusto." Metti a posto i giochi, rimetti a posto i giochi, cazzo vuoi mettere a posto sti giocattoli di m...?"
      ghghgh

      Elimina
    4. Ai, di San Francesco ne abbiamo avuto solo uno.
      Poi ci sono uomini di indubbio valore che al sabato e alla domenica preparano la colazione alla moglie.
      Verissimo.
      Ma guai a spostargli un trenino o un CD.
      Potresti sentire le urla fino a Napoli :-)

      Elimina
    5. hahahahaha, non voglio proprio immaginare il trenino spostato hahahahaha

      Elimina
    6. Mari non so se è il metodo giusto,ma da me viene spesso utilizzato...ghghghgh
      Certo è che a 19 mesi sarebbe meglio non dicesse cazzo e merda.
      Comunque la strategia è ignorare ignorare ignorare.
      Smetterà da sola.
      Smetterà????????
      veru

      Elimina
    7. Lo so, sono stata un po' eccessiva con il linguaggio...
      Smetterà? Scordatelo!

      Elimina
  9. Ok, sono maniaca della pulizia e dell'ordine.
    Ma non sono tanto esagerata, ho un marito che condivide le mie stesse manie e quindi mi sento fortunella.
    Tanto tu mi conosci, "e che te lo dico affà???"
    Baciosssss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio Spia :-)
      veru

      Elimina
    2. Beh beh beh ................lavorerei sul "non sono tanto esagerata!"
      hahahahahaha

      Elimina
    3. @ veru ciao ti abbraccio anch'io ed anche la piccola.
      @Ai se non la smetti vengo a Napoli e ti prendo a calci OK!!! Ribadisco, non sono esagerata!
      Scusa Mari, baciiiiii

      Elimina
    4. No qui bisogna precisare.
      E anche sputtanare sulla questione del non essere esagerata.
      Mi sembra di ricordare che ti sei cucita a mano tutte le tende di casa. E la tua casa è parecchissimo grande.
      Hai porte finestre ovunque.
      Dovevano essere come dicevi tu, misura del bordino perfetta.
      E mi fermo qui.
      Altrimenti parliamo anche del compagno di vita.
      Che mica scherza pure lui.
      Abbraccio circolare.

      Elimina
    5. Adesso non esagerare anche tu!
      Ciaoooooooo

      Elimina
    6. penso che i calci di Spia dovrebbero arrivare fino im quel di Monza, per par condicio....

      Elimina
    7. E va bene, me ne prendo una parte...

      Elimina
  10. Ciao Mari!!!
    Appartengo alla categoria nonescodicasasenzaaverpulitocasa!!!!!le polveri? Dopo anni sono rimasta tale e quale.. Ogni giorno, ma ora ho il filippino bianco,pensa a tutto luiiiii ma sai che spasso??? Lui è in pensione ora e ha tempo da dedicare a me,appunto,,gestisce casa dicendomi che rientro stanca dal lavoro.L'ho promosso principe azzurro!!! Ghghhhghg
    Abbraccio grande cara amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il filippino bianco lo affitti alle amiche?
      Magari in qualche momento di difficoltà?
      Meraviglia di marito, e meraviglia di amica.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  11. Dunque anche io sono tra quelle del letto sfatto assolutamente no, può capitare talvolta che non ne abbia voglia allora ricorro all'arma segreta: mio marito (che ha la mia stessa mania) per cui gli dico "oggi non lo faccio tanto stasera si va a dormire di nuovo", gli vengono i brividi e dopo 5 minuti il letto è fatto.
    Accumulate riviste di cucina ritaglio le ricette che sicuramente preparerò anche una sola volta nella vita e le incollo su dei maxi quadernoni, ne ho 3 uno per i primi e zuppe, uno per i secondi e contorni, uno per dolci e rustici. poi butto le riviste, o meglio le lascio al portiere c'è sempre qualcuno che le prende.(non ho il coraggio di buttarle).
    Conservo tutti i Turisti per caso, mentre da Donna Moderna ritaglio tutti i siti internet consigliati,e li incollo su un altro quadernone, perchè possono sempre servirmi per vari regali, e ritaglio inotre le 5 pagine fisse legate ai viaggi e le metto in un raccoglitore ad anelli (anche perchè 2 generalmente sono di consigli burocratici o nuovi siti geniali.

    Pulisco il pianoforte 10000 mila volte al giorno, ma siccome e nero laccato ed è anche in posizione controluce i miei sforzi sono sempre vani e quindi è sempre pieno di polvere e macchie che gli procura il mio piccolo, macchie che fa felicemente anche alla mia cucina, anch'essa laccata come il piano, ma rossa. Sono le macchie che non sopporto, non la polvere. Così il sto tipo sceriffo del west con Vetril a sinistra e pezza a destra, ma mio figlio è più veloce di me (non vi dico quando apre il frogorifero, quasi mi fa piangere!) .
    Adoro stirare, ma no di 5 pannetti al giorno, io adoro accumulare e fare una tirata o meglio una stirata così siamo io-il ferro e la tv ed in quel pomeriggio nun vulimm sapè nient'. Addirittura non paga dei panni di noi 3 vado a prendere anche tutta la cesta di casa famiglia (8 bambini....non so se mi spiego!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai sai mi fatto ricordare che anch'io amo stirare, ma forse questa non è una mania (oppure si?). Bacio

      Elimina
    2. Ma le impronte del mio nipotino adorato non sono macchie. Sono nuvolette amorose...
      ghghghgh
      Mi pare di vederti mentre mani sui fianchi parti all'attacco di polvere&company.
      Ti passerà, dai tempo al tempo.
      Per quel che riguarda lo stirare, solo il pensiero di passare ore a tu per tu col ferro mi manda in crisi depressiva.
      Il cesto della casa famiglia? ARGHHHHH
      Abbraccio!

      Elimina
    3. Ai se vedessi i miei vetri...
      Un disastro.
      Ammetto che io me ne infischio allegramente.
      Le vedo e poi faccio finta di non aver visto nulla.
      Provaci anche tu ;-)
      veru

      Elimina
    4. hahahaha grandiosa Veru!

      Elimina
  12. A leggerti mi è venuto di pensare che se mi trasferissi da te, Francesco permettendo, non noterei nessuna differenza tra te e Anna Maria: stesso strapazzamento dei marroni tutto il giorno, tipo "togli quel vassoio di lì- non lasciare le stoviglie fuori posto- chiudi la porta del gabinetto una volta uscito- spegni la TV se non la guardi- fai la piscia seduto che schizzi dappertutto- eccetera.
    Le mie non sono manie, cara Mariella, sono abitudini, sono le mie me le coccolo e non te le dico. Anzi no, una sola: quando leggo, e leggo spessissimo quasi tutto il giorno, mi gratto dappertutto anche se non mi rode niente. Mio padre diceva che gli sembravo uno di quei randagi pieni di zecche....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò Vincè che Francesco è abbastanza preciso.
      Poche volte mi è capitato di dovere stare attenta a quello che fa. Certo quando ho bisogno di aiuto per qualcosa, allora devo cominciare a ricordarglielo dal mattino per ottenere che sia fatto alla sera.
      Pensa che non ho mai dovuto mettergli via nulla. Camicie, golf, pantaloni ci pensa lui con l'ordine che lo contraddistingue.
      Figurati che da della disordinata a me!
      Bella questa cosa delle abitudini. Con il tempo diventano parte di noi e non riusciremmo mai a farne a meno.
      Ci caratterizzano.
      Ti immagino mentre leggi, se ti piace un grattino come una coccola; se non ti piace ed è una cosa che ti manda in bestia ( diciamo che un po' ti conosco e ti immagino andare su tutte le furie quando leggi una gran boiata) ecco allora scatta il grattarsi furiosamente.
      Un cane o un gatto randagio?
      Forse un bel cagnone.

      Abbraccio circolare!

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Letto sempre rifatto, sportelli di qualsiasi armadio/scaffale rigorosamente chiusi (poi dentro può anche regnare il caos!), odio la luce accesa se non serve ed l'acqua che scorre senza essere usata ... per il resto vorrei essere precisina e ordinata ma ahimè non lo nacqui!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono uguale per l'acqua e pensa che poichè mio marito la fa scorrere spesso a vuoto non ti nego che più volte mi è capitato di gridare "CHIUDILA-CHIUDI IL RUBINETTO" a mò di Tarzan, prima o poi imparerà.
      Il contrario avviene per la luce, o meglio per il computer e la luce della mia scrivania, talvolta li lascio accesi a vuoto e lui me lo fa notare, ma per il resto della casa tendiamo spesso a spegnere, talvolta anche quando c'è l'altro dentro, hahahaha.

      Elimina
    2. L'acqua è il bene più prezioso che abbiamo.
      Divento una furia quando vedo che va sprecata.
      Vi abbraccio, ragazze.

      Elimina
  15. Sui libri sono perfettamente d'accordo con te.
    Ho la mania dell'ordine questa sì. Pensa che come terapia devo prendere 12 (dico dodici) compresse al dì e le ho messe in perfetto ordine d'orario dell'ingurcitamento (si dice così, boh): tale pillola all'ora x e l'altra all'ora y, e così via. Però confesso le ho messe in ordine su un ripiano della libreria che ho di fronte per evitare che ad una determinata ora ne prenda due dello stesso tipo invece che in orari diversi come prescrittomi. Cosa vuoi sono le gioie della quinta età.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio padre ha un taccuino in cui annota ora e pillole da prendere. Parte alle sette del mattino e va avanti tutto il giorno.
      Suppongo sia una terapia simile alla tua.
      Siete molto bravi. E noi figli fortunati ad avere dei papà come voi.
      Per i libri mi state tutti segnalando cose carine, sto pensando di farci un post.

      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  16. Io ne ho solo una:gli olii essenziali da mettere nei luoghi dove dormo!che ultimamente non corrispondono mai alla mia camera ;) prove di convivenza ragazze!!!!
    Abbracci e baciotti,Nick

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Nick, prove di convivenza?
      Uellà questa sì che è una notizia meravigliosa.
      Tu non potresti avere manie, sei uno spirito libero.
      Ti abbraccio ragazzo.

      Elimina
    2. Ciao Nick!
      Fantastici gli olii essenziali.
      veru

      Elimina
  17. Non sono mai stata una maniaca delle pulizie e dell'ordine. Secondo me il troppo storpia... e allora dedico alla casa il giusto tempo non tralasciando cosi' i miei hobby e i miei spazi fuori casa. Manie?? Non penso di averne, cerco di dare a tutto il giusto peso.
    Notte e baci cara Mariella

    RispondiElimina
  18. Grande Francesca, hai raggiunto lo stato Ommmm. Io ne sono ancora ben lontana. Ma sto lavorando; vedrai che tra diciamo una manciatina di anni, qualcuna delle mie manie la perderò. Sperando che nel frattempo non si aggiungano altre.
    Ma tu hai hobby meravigliosi altrochè!

    Bacio grande.

    RispondiElimina
  19. cara mari, io sono un diversamente ordinato. nel senso che all'apparenza è quasi tutto ok. all'apparenza.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho sempre detto Matiu, che ci batti tutti di almeno una spanna.
      PS: allora quando ci regali una nuova perla di saggezza dello zio Metiu?
      Abbraccio

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)