AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

23 aprile 2014

Avere tempo.



Quante cose riuscirei a fare se il tempo non fosse sempre contro di me.
Vorrei giornate di sole da trascorrere sdraiata su erba morbida e profumata, mentre scivolo 
tra le parole che si  rincorrono veloci, sulle pagine di un libro da domare e fare mio.
Che i libri da domare a volte riservano attimi così intensi che ti ripagano della fatica e dell'attenzione.

E pause da passare immobile, il volto rivolto al cielo e al sole.
Sentirei il calore attraversarmi le membra a volte troppo stanche.
E passerei istanti pieni di luce a cercare anche le ombre.

Poi camminerei lasciando viaggiare le gambe senza alcuna meta.
Nella mia città d'adozione, che adoro. Negli angoli nascosti di quella che è una "signora" molto riservata e che si mostra nel pieno della sua bellezza spesso solo alla luce della luna. Quando il clamore della vita si spegne lentamente e tu ti incanti alla meraviglia di una strada piccola e nascosta, in fondo alla quale appare un palazzo antico in tutto il suo splendore.
A volte accade quando è splendente di giornata limpida e tersa, come se fosse adagiata sulle Dolomiti.
E mi sembra di essere altrove.

Respirerei profondamente, salutando ogni persona che incontro. E sorriderei a tutti come mi capita con le persone anziane e con i bambini.
Quando al mattino nella mia folle corsa incontro mamme affaticate  e nonne stanche di anni.
E rimane naturale donare quel poco che posseggo.
Un posto, un momento di rispetto, un sorriso di ringraziamento.
Poi mi sento leggerissima, grazie ad un gesto semplicissimo.
Un regalo che è possibile concedere a tutti, facendo vibrare le corde di uno strumento delicatissimo qual è  il nostro cuore.

E guarderei indietro e al mio fianco. Tutto a posto mi direi. E aspetterei con serenità i giorni che verranno.

Se avessi tempo?
Io avrò tempo.








35 commenti:

  1. insomma, ce l'hai o non ce l'hai 'sto tempo ????? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sto riprendendo :-)

      Elimina
    2. E aggiungo: tutto quello che serve.
      Bacio.

      Elimina
    3. Oh ecco. Così va bene.
      Tirarselo fuori il tempo, a costo di scavare con le unghie.
      Niente rimpianti, mai mai.
      Che poi, non sono desideri straordinariamente ordinari??? Cose piccole e grandi.

      Elimina
  2. Quando ero ragazza non ho mai dato molta importanza al tempo. Non ci pensavo, la strada mi sembrava infinitamente lunga, non dovevo accellerare mai, mi sembrava di aver modo di poter fare tutto quello che desideravo. Come mi sbagliavo. Adesso posso ritagliarmi degli spazi tutti miei per fare quello che desidero come leggere, ascoltare musica, oziare. Prendermi del tempo proprio per non fare nulla, niente figli, casa, lavoro, genitori anziani, invece ecco che scatta qualcosa dentro di me che mi impedisce di farlo perchè mi sento in colpa. E' un atteggiamento stupido lo so che danneggia soltanto me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Anche io. Però ero sempre di corsa, indaffarata. Facevo milleuna cosa. Anche se la strada era lunghissima. Poi pensavo a costruire ero piena di sogni. Ora, che molti si sono realizzati ed altri no, vorrei recuperare un po' di quel tempo speso in qualcosa di inutile. E anche di quello speso a soffrire per qualcuno che non se lo meritava. Che c'è stato.
      More, io sto provando a prendermi del tempo per me. Dobbiamo. Senza sentirci in colpa. Il tempo per noi non toglie nulla all'amore e alla dedizione per i nostri cari. Solo ci renderebbe più serene anche per affrontare tutti gli affanni che ci si pongono davanti, nel quotidiano. Se stiamo meglio, possiamo affrontare meglio il mondo.
      Ti abbraccio cara.

      Elimina
  3. Carissima Mariella, sento dalle tue parole un profondo senso di stanchezza, tu dici fisica, ma forse anche psicologica.
    Senti che il tempo scorre e vorresti fermare quegli attimi che ti danno conforto, come uno scambio di sorrisi oppure un gesto gentile.
    Ti dico che anche se poco è già tanto se riusciamo a darlo o a riceverlo quel sorriso o gesto.
    Quindi non farti ingannare dal tempo e fai sempre ciò che ti dice il cuore.
    Bacioooooooo... infinito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì cara. E' un periodo che sono stanca a 360 gradi. Il tempo mi sembra pari alla sabbia dentro una clessidra e a volte ho paura che scorra prima che io abbia fatto in tempo a dare un altro bacio e a fare un'altra carezza.
      Insomma è dura.
      Ma il cuore lo ascolto sempre.
      Bacio.

      Elimina
  4. Il tempo dedicato a questo post è già tempo meraviglioso, come quello che avrai per goderti ciò che sai percepire cosi bello e che sai farci leggere come un regalo che scartiamo voluttuosi nel nostro risicato tempo che, felicemente, ti dedichiamo. Grazie per le rivelazioni... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco, grazie!
      Mi ritengo molto fortunata ad avere amici che spendono il loro di tempo per leggere e commentare le "stupidaggini" che a volte scrivo. Sperando che comprendano la sincerità delle mie parole.
      Che scorrono così, come portate dalla marea.
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  5. Tempo tiranno!!!
    A volte la cola è nostra, la frenesia del fare.
    Se ci pensi ci sono momenti anche piccoli in cui ritrovarci anche per stare sedute su un prato.
    Dobbiamo darci delle priorità e ridimensionare i nostri spazi.
    Che non siamo mica Renzi noi ahag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, prepara la copertina e scegli il prato. Che quando vengo a Berghem e non da sola, lo facciamo. Seduti a chiacchierare.
      Certo che eviteremo l'aria fritta!
      ahahahah

      Elimina
  6. "Il tempo viene per chi sa aspettare."
    Ciao Mariella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto aspettando da tanto tempo. Ora è "tempo" di prenderselo.
      Abbraccio.

      Elimina
  7. Il tempo non è mai abbastanza tempo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sante parole Lyla. Ma vediamo di farlo durare il tempo giusto.

      Elimina
  8. L'importante è non rimandare, prendercene ADESSO il più possibile. Perché davvero oggi il tempo è l'UNICA vera ricchezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso! Sì è arrivato il tempo.
      Bacio Nick.

      Elimina
  9. credo sia davvero importante ritrovare il tempo per fare ciò che ci piace e ci fa stare bene... ci sto provando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono con te. Pur faticosamente me lo sto prendendo.

      Elimina
  10. io sono sempre di corsa, mi dispiace in modo speciale trascurare le mie amiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ci far pensare, è uno dei miei crucci.

      Elimina
    2. Ah Sara.
      Che bella la tua nuova fotina. Adoro le peonie.

      Elimina
  11. Meno male inizia il periodo "Mariella esiste e si prende cura di se stessa" :) sai che ti striglio se non lo fai eh!che ti tengo d occhio e lo capisco da come scrivi.I tuoi post sono sempre bellissimi,che tu parli di questo o quest altro,hai proprio una dote.
    Invece il mio tempo non è mai stato così bello,convivere con una meraviglia è una fortuna enorme..
    Bacio bellezza,Nick

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pensa Nick, mi hanno appena detto che non so scrivere.
      Sai cosa ho fatto? Ho scrollato le spalle e sono andata avanti.
      Grazie ragazzo. Tu appari e scompari come un mago.
      Sempre contenta quando passi da me e mi metti al corrente della tua vita.
      Felicissima di sapere che il tuo "ammore" va avanti e lo fa splendendo.
      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  12. Ma che bel post Mariella, prendersi tempo per sè... un buon proposito che non riesco però a rispettare. Mi manca, ma a volte sono io che non riesco a ritagliarmelo, a volte sono gli altri che mi assorbono ogni energia. E forse se ci riuscissi tornerei a sorridere a tutti, un tempo lo facevo, mi veniva naturale... Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Io che di solito non faccio mai buoni propositi, nè ad inizio d'anno nè alla fine, mi sono imposta di sorridere più spesso.
    Poi il tempo che vorrei, piano piano arriverà. Senza fretta.
    E tu, cerca di fare lo stesso. Perché le prime persone che hanno bisogno di tempo e di cura siamo noi.
    E se siamo più forti e serene saremo in grado di darci meglio agli altri.
    Un abbraccio grandissimo.

    RispondiElimina
  14. Leo Ferrè cantò per gran parte della sua lunga vita "Avec le temps" (Col tempo).
    Leggendo questo tuo bellissimo scritto mi sembrava di sentir echeggiare, in sottofondo, le note di questa canzone.
    Col tempo...anche se il vivere è proprio quello che descrivi, incontrare gente solo apparentemente anonima, vivere momentii solo apparentemente usuali.i.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata ad ascoltarla, la canzone che hai suggerito.
      Molto suggestiva.
      La quotidianità può essere una scoperta emozionante.
      Grazie Costantino.

      Elimina
  15. Ciao Mari!
    Ecco brava,se cominciamo a sorridere a noi stesse hai voglia poi quanti sorrisi distribuiamo!! Io mi sorrido pure nello specchio dell'ascensore e nel percorso verso il lavoro in moto canto,si perché a volte l'accoglienza del mattino è un gnè gnè al posto del buongiorno...almeno il buonumore me lo sono creata di mio..ecco
    Per il tempo da avere..beh ne avrei anche né ma a volte mi viene ridimensionato da fenomeni improvvisi ai quali non posso dire no,anche se poi il no non lo so pronunciare nemmeno quando è possibile farlo sono altruista! ghghghghghghg
    Ti abbraccio amica mia bella,buona Domenica :))))

    RispondiElimina
  16. Sai, sto sorridendo mentre leggo le tue parole.
    E ti vedo mentre al mattino ti guardi allo specchio e sorridi.
    Bella la mia Claudia.
    Così si fa.
    Ti abbraccio amica.

    RispondiElimina
  17. A volte mi sembra di sprecare il tempo, anche quando ne ho un po' di più.
    Vorrei avere più tempo per stare con chi sta fuggendo via, vorrei dedicare più tempo a me stessa ed alle mie passioni, vorrei capire cosa voglio veramente.
    Ma poi mi rendo conto che tutto quel pensare a cosa fare del mio tempo mi fa solo stare male.
    E allora penso, che vorrei avere il tempo di non pensare per niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non pensare più a niente.
      No, mi fa venire i brividi...

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)