AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

19 aprile 2014

Una notte con la pioggia e la magia delle parole di Gabo


Anche stasera non si dorme.

Sono entrata nel blog di un amico (ciao Fra') e mi sono lasciata catturare dal bellissimo pezzo rock che accompagnava il suo ultimo post.
Mi ha fatto molto bene. Ha calmato mente e cuore.

Oggi mi sono svegliata con una pessima notizia.
La morte del mio scrittore preferito.
Lo hanno celebrato in tanti, il mio narratore magico.
Io sono riuscita solo a postare  una foto di quasi tutti i libri che ho letto di lui e che conservo gelosamente. Alcuni li ho prestati e non sono mai tornati.
Stamattina ho sfogliato quelle pagine. La maggior parte ingiallite dal tempo.
Mi accompagna fin dall'adolescenza.
Molti incipit dei suoi romanzi li conosco a memoria.
Ma le parole non mi vengono. Stranamente mi si blocca tutto in gola. 
E forse ho letto troppo di lui in questa lunga giornata.
Che tutto quello che il mio cuore mi detta diventa quasi superfluo.

Mi hai insegnato a correre lungo strade polverose,
a considerare la famiglia ricettacolo prezioso e misterioso,
a comprendere che la solitudine è un'amica, raramente una condanna.
Mi hai costretto a pensare ad amori interminabili sostenuti da parole 
vergate a mano pronte a catturarmi.
Ho cercato amici e dolori da interpretare e da cui poi fuggire.
Ti ho visto nelle canne e nelle capanne di argilla.
Un vecchio colonnello e un cane.
Sei riuscito a tirare fuori tutto di me.
A farmi scrivere, a vivere per raccontarla.

Ciao Gabo.






22 commenti:

  1. ciao amica mia, speriamo che oggi tu ti senta un pò meno inquieta. buona pasqua ed un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fra'. Meglio oggi; continua a piovere ma le ombre si sono diradate.
      Un abbraccio grande. Buona Pasqua.

      Elimina
  2. forza Mary! la pioggia non aiuta l'umore, ma i fiori ne hanno bisogno per diventare belli, esattamente nella misura in cui hanno bisogno del sole.
    E così siamo noi, che continuiamo a crescere e a fiorire tra giornate di pioggia e di sole! un bacio e buona Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi fai pensare ai fiori posso essere d'accordo. Ma la pioggia da sempre agita le metereopatica che è in me.
      Bacio a te e buona Pasqua.

      Elimina
    2. Oddio Mariella...allora non potrai mai venire a trovarmi :((

      Elimina
  3. Spero che tu oggi stia bene, carissima. E' stata una grandissima perdita e tanti suoi romanzi mi rimarranno sempre nel cuore, ti capisco. Certamente non è il post adatto ma ero passata anche per augurarti una Pasqua serena, gli auguri fanno sempre bene, no? Ti abbraccio forte, fortissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio grazie Ros!
      Come dicevo poco fa altrove, potrei smettere di respirare ma mai di leggerlo. E di leggere.
      Ti abbraccio e ti auguro una Pasqua serena.

      Elimina
  4. Gli scrittori passano ma la loro scrittura rimane eterna.
    Non penso sia di poco conto.
    Ciao Mariella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è cosa da nulla Nicola.
      Alcuni scrivono quel giusto da lasciare solchi perfetti sull'anima.
      Bacio.

      Elimina
  5. Ora sono sul mio pc lentissimo.
    Non capisco finalmente avevo trovato il modo di postare dall'iphone e la prova è appunto la mia prova invece mi trovo punto a capo.
    Ora si vede l'account ma non va la tastiera.
    SCRIVO E NON COMPARE NULLA.
    Ovvio che sono io che sbaglio qualcosa.
    Intanto Mari ti dico che ti leggo sempre.
    Il problema che posso commentare solo dal pc fisso...che allo stato attuale significa prendere l'ulcera.
    TENTERO' DI SMANETTARE ANCORA UN PO' CON IL TELEFONO E VEDREMO.
    uff...
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come si vedeva pure la fotina. Fai così: scrivi qualcosa e prova a pubblicare anche se non leggi.
      La seconda volta dovrebbe apparirti tutto chiaro. E riesci a leggere e a pubblicare.
      A volte, anche se raramente lo fa anche a me.
      Bella la fotina!!!

      Elimina
  6. Bel post, molto intenso. Un abbraccio, sono in ritardo per gli auguri ormai... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lara. Mi fa sempre molto piacere quando gli amici di blog mostrano di avere gradito le mie parole. Che sono semplici e forse proprio per questo arrivano dirette.
      Magari a qualcuno potrà sembrare ridicolo, ma sofferto per la morte di Gabo.
      Mi ha insegnato a sognare. E a credere nei sogni. E nella loro magia.
      Gli auguri sono sempre graditissimi.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. leggo ora spero che le cosa vadano meglio... un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì tutto a posto Ernest.
      Sta subentrando la malinconia. E ci metto un nano secondo a prendere in mano un suo libro e a ricominciare a sognare.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  8. Mari ho fatto e sembra funzioni.
    Ma è normale che ad ogni commento mi chieda sempre la password?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mica capito la storia della password. Ti serve per la foto?

      Elimina
  9. Ultima domanda.
    Non capisco perché non funzioni con anonimo!

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)