AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

11 novembre 2014

Del perché non posso fare a meno di Erri De Luca e Amos Oz.



PASSEGGIATA CON AMOS OZ



Lungo le mura esterne di Gerusalemme
dove prima del '67 passava il confine
e le armi da fuoco cercavano corpi da abbattere, 
andiamo e mi accenna le pietre che pesano piombo.
E' un limpido mattino di febbraio,
non si parla di sangue, invece di acqua.
Racconto il pozzo scavato sul mio campo
la felicità del primo getto sparso sul terreno,
acqua divisa tra gli alberi e l'uso di casa,
poca, dosata e resa, non fare che si sciupi.
Lui ricorda quella per lavarsi i denti, 
dopo l'uso raccolta dentro un secchio
serviva per pulire il pavimento
e poi strizzata dallo strofinaccio
si versava sul solco piantato a cipolle.
E così ci fermiamo per fare un sorriso.
Siamo due persone che hanno tenuto da conto le gocce.



(Erri De Luca - Solo Andata)



Appuntamenti per BookCity Milano:

Erri Del Luca - sabato 15 novembre 2014; ore 16,00.
Teatro Elfo Puccini - Corso Buenos Aires  33 - Milano.

Ho cantato tutta la vita.
Incontro con Erri De Luca, Nicky Nicolai, Stefano Di Battista, Lucio Bardi.

Amos Oz - domenica 16 novembre 2014; ore 15,45.
Sinagoga Centrale - Via Della Guastalla - Milano.

The Times they are a changin'.
Incontro con Amos Oz e Fabio Vecchi.



41 commenti:

  1. Che meraviglia! *__*
    Erri De Luca rientra tra i miei scrittori italiani preferiti, Oz non l'ho ancora letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giò.
      La poesia di Erri e la prosa di Amos si completano.
      Non riesco a spiegarlo meglio di così.
      Ruvidi ed ermetici in egual misura. Sospesi.
      Potresti cominciare con Oz!

      Elimina
  2. Un caro saluto a te che da tanto non sento,un caldo abbraccio e tanti sorrisi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucy cara, ciao!
      Che bello ritrovarti su questa pagina.
      Grazie per essere passata a trovarmi. Ricordo che ti piace De Luca, vero?
      Abbraccio grande.
      Spero tutto bene.

      Elimina
  3. Te lo dico io, cara Mari, perché non puoi fare a meno di De Luca ed Oz, perché hai delle strane idee per la testa e sei convinta che siamo tutti uguali; ma io non mi sento affatto uguale a te...
    .
    .
    .


    infatti io sono un maschietto e tu un femminuccia ^___*

    Buona giornata e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì lo so, viviamo di illusioni. Loro, io, noi.
      Ma che ci posso fare. Non potremo mai smettere di essere così.
      Abbraccio caro Nigel.

      Elimina
  4. E' un piacere soffermarsi tra le intense pagine del tuo variegato blog
    Trascorri uno spensierato mercoledì, un caro saluto, Mariella,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia cara, grazie per le belle parole.
      Tu che sai apprezzare la poesia...
      Una splendida serata a te.
      Abbraccio.

      Elimina
  5. io mica l'ho capito perchè non puoi fare a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché mi ritrovo nella conta delle gocce.
      Ciao Saretta.

      Elimina
  6. A me succede, ma con Vecchioni: ogni volta che scrive non riesco a farne a meno!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che siamo drogate di parole?
      Di sicuro non quelle sempre uguali, ma quelle diverse che in poche righe ti raccontano e ci raccontano.
      Abbraccio a te.

      Elimina
  7. Anche io stimo molto Erri de Luca, è un interprete attento e fedele del nostro tempo e spesso mi riconosco in ciò che scrive.
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così attento che la sua amarezza, ci percuote forte.
      Ti abbraccio forte anche io, cara Giovy.

      Elimina
  8. Forte l'immagine dell'acqua ri-utilizzata, anche più e più volte... "sa" di tempi che furono, pensando agli sprechi di oggi.

    Ciao ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sa di un mondo che dovrebbe essere rivalutato, riportato a nuova vita.
      Un mondo fatto di attenzione e cura dei particolari, lontano, che dovremmo riscoprire. Ma noi che siamo diventati così superficiali, potremmo essere in grado di farlo?
      Guardare un muro e ricordarsi bene perché è lì. E sperare che un giorno lo si possa abbattere.
      Forse.
      Io li leggo per avere ancora la speranza.
      Ciao Maurizio e grazie.

      Elimina
  9. Erri De Luca... mi pento di averlo letto sempre poco, perché secondo me è un grande scrittore!
    Tenere da conto le gocce... significa dare importanza alle piccole cose ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Miki, prova a leggere qualcos'altro di lui.
      E poi mi racconti.
      Concordo. Significa dare importanza ad ogni cosa, perché ogni cosa ha la sua ragione. E poi cercare con l'esempio delle loro parole, di far arrivare il senso della ricerca pure agli altri.
      Chiaro che consiglio anche di leggere Oz. "Contro il fanatismo" ad esempio.
      Bacio.

      Elimina
  10. Adoro Erri, lo sai. Oz l'ho tentato...ma non mi è entrato dentro. Da cosa iniziare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Quando comincerà il viaggio? Michael? Sono stanca di aspettare. Le tue braccia sono immobili sul volante.Ti sei assopito o stai pensando? Non saprei dirlo:tu sei sempre così calmo e controllato. Svegliati Michael. Svegliati per l'amor di Dio. Io sono pronta, aspetto da anni."

      Comincia da qui: Michael Mio.
      Bacio Gioia.

      Elimina
  11. Ad Amos potrei rinunciare, ma nessuno tocchi il mio Erri.. (tanto per citazionare profanamente.. )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Di questo sono fatto: di pagine sfogliate e poi riposte".
      Oz è mio(MAGARI), ma Erri appartiene a tutti e due.

      Elimina
  12. Cavolo da Erri ci andrei volentieri, ma non pozzo -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa sarà la mia seconda volta.
      Vado carica di parole.
      Le sue, quelle che mi grondano dentro.
      Ciao bimba bella.

      Elimina
  13. Bellissimo il brano, soprattutto quando parla di acqua riciclata, dai denti alle cipolle, passando per pavimenti.
    Dovrò reinventarmi il concetto di Erri De Luca, perché il primo impatto non fu trionfale, affatto. Lo farò in onore tuo, e del tuo gusto, delle tue scelte.
    Bene, per questa volta siamo ai saluti, cara sorella grande della sorellina di Maria e di un'altra lasciata in mezzo ad una coltivazioni di carciofi tenerissimi.
    Anche questa una sorellina di Maria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico caro mi fa immensamente felice il tuo avvicinarti a De Luca.
      Ti dedico una sua poesia.

      "Vince' al tempo degli inferociti
      i nostri nervi sottoghiaccio scattavano da soli
      più veloci degli occhi, prima dei pensieri.
      Che razza d'imboscate erano pronte
      per noi, e da noi per gli altri.
      Vince', gli anni c'imbiancano senza addomesticare,
      da qualche parte sotto la corteccia
      un serpente s'inarca d'improvviso.
      La sua spina dorsale è quella nostra.
      Oggi siamo sfiatati,
      se uno c'insulta sorridiamo a mezza bocca,ma cogli occhi no,
      gli occhi vanno a guardare la sua gola,
      se due volte insultati sorridiamo
      finchè quello non smette
      ma cent'anni di schiena piegata
      non hanno insegnato a leccare la mano."

      (Erri De Luca - Gli inferociti)

      Elimina
    2. Bella. Sai chi è il Vincenzo cui allude?`
      Quale Casa editrice pubblica le sue poesie?
      Ciao sorellona di sorelline varie, un bacio

      Elimina
    3. la poesia è dedicata a Vincenzo Andraous, ergastolano.
      Lo so, puo' sembrare forte da dedicare a te. Ma è bella, importante e va oltre il personaggio.
      Sarebbe troppo lungo da spiegare ora il perché. E dovrei parlare di Erri scavando nel suo passato politico.
      Ma Erri poeta e scrittore sono oltre questo.
      Se hai voglia troverai tutto sul web.
      Caro amico, le poesie e tutti gli scritti di De Luca sono pubblicati da Feltrinelli.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  14. Incontri interesanti, peccato abitare lontano
    cuona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano.
      Questa è la "fortuna" di abitare in una città tentacolare.
      Nonostante tutto offre spunti e attrazioni sempre molto interessanti.
      Grazie per essere passato.
      Una buona serata a te.

      Elimina
  15. Oh no. Mai letto nulla di EdL, ma corro a rimediare su Amazon :-)

    RispondiElimina
  16. Come sai non ho mai letto nulla di Erri e non conosco Oz. Cercherò di rimediare quanto prima, anche se, una mia cara amica che come te adora Erri, mi ha detto che non è facile facile, che bisogna essere psicologicamente pronti ad affrontare la sua poesia, che ti assorbe completamente. Non è questo il momento, ma non demordo. Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è facile. Ma neppure esageratamente complicato. Io l'ho conosciuto per caso e di sicuro non ero predisposta in alcun senso. L'ho aperto e mi ha subito accarezzato. Era qualcuno che aspettavo da tempo. Parlava di me, di noi, di tutto il tempo trascorso in cui l'ho cercato. A mia misura forse. Non so. Giusto però che tu faccia ciò che ti senti. Un consiglio però: la prossima volta in libreria vai alla sezione economici di Feltrinelli e prova ad aprirlo uno dei suoi libri. Prova... Bacio
      Amica bella.

      Elimina
  17. Come si fa a non amare Erri De Luca, sarebbe un po' come non amare se stessi..
    Pensandoci bene , più facile non amare se stessi..
    Ciao amorevole creatura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola qua la mia amica Nella. Sulla stessa lunghezza d'onda. Certo parla di noi e dovremmo amarlo proprio per questo. Ma non è che ci dipinge benissimo a volte. Di sicuro non mente. E allora pure noi
      attaccati alle sue parole riusciamo finalmente a vederci al di la' dello specchio. Ad occhi aperti. Bacio grande amica.

      Elimina
    2. Bella Mariellina, a vedere al di là dello specchio..ce la faremo...
      Ti stringo forte!

      Elimina
  18. due " amori" comuni..su Erri, io abitante di Montedidio, come potrei non amarlo?
    ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avresti potuto di sicuro.
      Impossibile.
      Ti abbraccio cara S.

      Elimina
  19. Non ho mai letto né l'uno né l'altro, devo assolutamente rimediare a questa mancanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola e benvenuta nel mio blog.
      Ho fatto una nuova proselita?
      Allora prova a guardare il post successivo che ho scritto sull'ultimo libro di Amos Oz.
      Un abbraccio e a presto!

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)