AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

21 febbraio 2015

Avere vent'anni.







Foto privata di Mariella S.


Se stasera ti scrivo è perché per caso ti ho ritrovato in fondo ad  un cassetto.
Sai,  sto ancora mettendo a posto gli scatoloni dell'ultimo trasloco.
Chissà se avresti avuto testa  di pensare ad una casa e ad uno spostamento...
Che comportasse ben di più di  portare via con sè abbastanza cose da riempirci una borsa e  qualche paio di scarpe; sì eri maniaca anche a vent'anni.
I tuoi libri. I preferiti  che ti sono rimasti addosso incollati con il bostik.
Era così facile per te muoverti.
Passavi i fine settimana a casa di amiche o di qualcuno molto più che amico.
In giro per la Milano che piano piano andavi scoprendo.
Il tuo grande amore.
Oppure via, verso le montagne vicine, i laghi e qualche volta pure il mare.
Una compagnia di spostati e  incorreggibili cialtroni.
Pronti allo scherzo e alle risate. 
Anche a scapito di qualcun altro. Un branco ridanciano però; non violento.
Il lavoro era la moneta di scambio per il divertimento.
Avresti dovuto pure studiare. Si capisce dal sorriso che pensavi ad altro?
All'orizzonte il mondo intero. Pensavi che niente e nessuno avrebbe potuto limitare la tua sete di libertà e l'entusiasmo assoluto che mettevi in ogni cosa in cui ti applicavi.
Bevevi alla fonte del futuro.
Era un miraggio?
No, era VITA.

La vita che ti eri scelta per i tuoi vent'anni e che ti regalavi ogni singolo giorno.
Mi ha fatto così tanta tenerezza rivederti.
Ti vorrei sfiorare il viso con la punta delle dita. Così intenso, così proteso verso quel futuro a cui aspiravi ad ogni costo.
Sai, sono arrivate tante cose belle. Hai realizzato molto di ciò che volevi. Raggiunto diversi obiettivi.
Su qualche duna ti sei incagliata. Hai trovato  paludi e sabbie mobili.
Ma non sei affondata.
Ecco, vorrei dirti proprio questo stasera.
La paura di non farcela, che si leggeva nella profondità del tuo sguardo, a volte ti faceva tentennare.
Vorrei dirti che non è scomparsa. C'è sempre.
Hai imparato a dominarla: le curve che arrivano dopo il rettifilo, s'impara a conoscerle e a superarle.
E rassicurarti perché, quel sorriso non l'hai perso.
E' sempre vivo tra il cielo e il mare, tra la terra e il cuore.

Ti voglio bene. E' la lezione più importante che ho appreso negli anni, quella di imparare a volerti bene. E ti dedico una canzone speciale...

"Questa notte questa città mi sembra bellissima... chissà se stai dormendo, a cosa stai pensando..."



Foto privata Mariella S.








47 commenti:

  1. *__* Mariella ti abbraccio, non serve dire altro! ^_^

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa lettera a te stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è venuta d'istinto come spesso mi accade...

      Elimina
  3. Tra un bocciolo e la rosa, preferisco la seconda. Bella Mary!
    (Le orchidee infrascale tra altre piante, sono epifite, gradiscono la compagnia altrui.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la rosa con tutte i suoi segni del tempo. Grazie per i consigli sulle orchidee...

      Elimina
  4. Mi piacerebbe che la G del futuro mi rassicurasse un po'...
    Che bel sorriso dolce, Mariella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me sarebbe piaciuto. Ho cercato di riparare ora...
      Ciao G.

      Elimina
  5. E' importante ogni tanto fermarsi a fare un piccolo bilancio della propria esistenza, per stabilire se il cammino percorso è stato quello giusto. A volte si scoprono cose molto interessanti, ad esempio, che tutto è andato bene e allora si può ripartire a gonfie vele verso il futuro da vivere.
    Un affettuoso abbraccio.

    P.S.
    Tranne gli occhiali, non c'e' gran differenza fra le due foto *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro NIGEL, non lo chiamerei bilancio ma solo tenere per un momento la mano di una persona giovanissima e molto insicura ai tempi. Sai era così sola e qualche parola di incoraggiamento non le avrebbe fatto male...
      Il mio è il tentativo di dirle che i suoi passi lungo la strada non sono stati passi perduti...
      Ma grazie!

      Elimina
  6. Le due Mari si sono fuse per dar vita alla Mari di oggi, una splendida donna sotto tutti i punti di vista. Sei grande amica mia... e anche bonazza :-)

    Xav

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sono perfettamente d'accordo. La penso come te. Ma ci ho messo così tanto tempo a realizzare.
      Pure figonza? Ahahah grazie ragazzo bello.

      Elimina
  7. Se mi guardo indietro scopro casini a non finire, ma proprio da quelli a volte scocca la scintilla per riguadagnare terreno e costruire cose nuove (o rincasinarsi ancora perché questo è il tuo dna.. ).
    Bellissima la tua autodedica, una Mariella che non ha paura, che non può averla. Questo il trucco, in fondo.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pure io FRANCO. Sono convinta che rifarei gli stessi errori e ricombinerei gli stessi casini...
      Grazie, non bisogna avere paura, questo è il segreto.

      Elimina
  8. Ammazza quanto eri carina...minuscola...graziosissima...si vede che eri una ragazza per bene, ma....
    ti preferisco adesso con qualche ruga e con gli occhiali da professora....ma ridi sempre uguale.
    Non ci siamo mai guardati negli occhi. Quando avverrà...perché avverrà...io so quello che capiterà subito dopo: una gran risata.
    Ciao bellissima sorella grande della sorellina di Maria, buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh minuscola mica tanto. Lo sembro dalla foto?
      Anche io mi preferisco ora. Con i segni del tempo che hanno fatto di me esattamente quella che sono.
      Credo anche io che rideremo ALL'INCONTRO, fragorosamente.
      Un abbraccio ENZO.

      Elimina
  9. Concordo con le opinioni dei signori maschietti: a parte gli occhiali sei sempre la carinissima e dolcissima Mari. Anzi no, sei un po' diversa: gli anni ti hanno conferito esperienza e saggezza. Giusto?
    E' bello comunque guardarsi indietro ogni tanto, cullarsi nei ricordi. Ma non troppo spesso, la nostalgia gioca brutti scherzi ed è meglio guardare avanti. Buona giornata carissima! More

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MORENA cara, esperienza sicuro, saggezza forse non ancora. Ma non voglio essere saggia.
      Voglio essere una ragazza matura a volte folle e con lo stesso luccichio negli occhi di allora.
      Meglio non farsi prendere la mano dalla nostalgia; un pochino fa bene, tanto potrebbe distruggere.
      Buona domenica amica bella.

      Elimina
  10. Ciao Mariella.
    Che dirti? Che ogni tanto dovremmo ritrovare e guardare nostre vecchie foto? Cercare di capire se quello che avevamo nel cuore e si rifletteva nello sguardo c'è ancora?
    Sì! Dovremmo farlo.
    Anche se la vita a volte ci cambia, le esperienze ci segnano. La speranza nel futuro che avevamo a vent'anni, quello sguardo aperto sul domani, dovremmo mantenerlo sempre. E' la forza per superare gli ostacoli.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao PATRICIA.
      A me fa tanto bene guardare le foto di tanto tempo fa. Le conservo tutte insieme in un contenitore che per ora nella nuova casa non ha ancora trovato il suo posto. Ma non ho mai perso la vecchia abitudine di lasciarne qualcuna nei cassetti. Così, a volte, mi capita davanti un pezzetto di vita passata.
      Mi piace ricordare quello che ero. Pensare che sto solo facendo un viaggio.
      Mantenendo lo stesso sguardo. Proprio come dici tu.
      Abbraccio a te.

      Elimina
  11. DorianGray22/2/15 4:51 PM

    Inutile soffermarmi a scrivere quanto sia colpito dalla tua capacità di introspezione.
    Sarò superficiale e dirò solo che eri splendida nonostante la cotonatura anni 80! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amico mio, tu riesci sempre a colpire al cuore.
      Cotonatura? Erano naturali! Pensa a quanto tempo risparmiato nel periodo del look alla Madonna.
      Smack.

      Elimina
  12. Bel post belle parole e bella l'autrice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autrice ringrazia e arrossisce. Le viene ancora bene nonostante l'età ;)

      Elimina
  13. Ciao Mari!
    Chissà come mai le foto di quando si era giovani a me non piacciono mai,le mie ancor meno haha,sarà' che la femminilità era inesistente forse dovuta alla moda di un tempo dove tutto veniva coperto tanto da renderti goffa oppure dagli obbiettivi che non sapevano cogliere il meglio di noi,comunque sia io mi ci faccio di quelle risate rivedendomi,bella questa lettera a te dedicata,amarsi sempre anche nelle nostre incertezze e riconoscersi dentro un sorriso che non muta mai,bellissimo!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao CLAUDIA!
      Molte delle mie foto sono da sghignazzarci sopra; e lo faccio criticando i look e le pose.
      Alcune invece mantengono intatta l'anima della ragazza ritratta.
      Sono quelle che porto con me.
      Con tutte le nostre incertezze. sì. E meno male che riusciamo ancora a sorridere e a pensare che il tempo potrà lasciare dei segni visibili ma lascerà nitida la consapevolezza di noi.
      Bacio.

      Elimina
  14. Ti stringerei forte forte a me , sia leggendo il tuo post, sia guardando le tue foto che se hanno uno spazio di tempo tra di loro, io vedo sempre la stessa persona, con gli occhi sognati e volitivi, il sorriso accattivante e sornione..
    Avrei voluto essere con tutti voi, mi sarei divertita tanto , ne sono certissima....
    Ciao adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto NELLA, ci siamo abbracciate.
      Come è successo tanto tempo fa in una delle nostre scorribande, ricordi?
      Bacio grande.

      Elimina
    2. E come potrei dimenticare!
      Ti stringo forte adorabile!!!!!

      Elimina
  15. Nella prima foto si vede che sognavi in grande e che sentivi dentro di te la forza di trasformare i sogni in realtà.
    Tuttavia (posso dirlo?) ti preferisco nella divertita consapevolezza dell'oggi...
    OT: il capitano Solo ora è (ben) accompagnato.
    E io che credevo che "Gabriele Romagnoli" fosse lo pseudonimo di Corto Maltese in incognito...
    Tu ti sei ripresa? Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ANNAMARIA, pure io preferisco il mio essere oggi.
      Ma se sono così lo devo pure ai sogni della ragazza di allora. Che dovevo ringraziare.
      Eh già, il Capitano Solo ha trovato il porto a cui approdare.
      Mi permetti di dire che sono contenta per lui?...(dopo i primi minuti di sconforto egoista mi sono ripresa)...
      Le ultime pagine di Vanity mi avevano lasciato amarezza; mi era sembrato triste e quasi rassegnato. La notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno, mi restituito l' immagine solida che ho di lui: una persona forte abbracciata alla vita.
      E mi sono venute in mente delle parole tratte dal uno dei suoi libri, forse quello che mi piace di più:
      " Ci si converte all'amore solo vivendo" - Gabriele Romagnoli - L'Artista.
      Sta vivendo, sta amando.
      Auguri.
      Un bacio a te.

      Elimina
  16. Nella prima foto si vede che sognavi in grande e che sentivi dentro di te la forza di trasformare i sogni in realtà.
    Tuttavia (posso dirlo?) ti preferisco nella divertita consapevolezza dell'oggi...
    OT: il capitano Solo ora è (ben) accompagnato.
    E io che credevo che "Gabriele Romagnoli" fosse lo pseudonimo di Corto Maltese in incognito...
    Tu ti sei ripresa? Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace si verifichi ancora il problema della duplicazione dei commenti.
      Aribacio.

      Elimina
  17. E io che mi aspettavo una tua disquisizione sul film (zozzo) "Avere vent'anni" :D
    Ora però voglio il numero di telefono della prima Mariella :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che c'è pure il film sozzo? Mi dovrò informare...
      Se ritrovo il numero te lo passo, non preoccuparti ;)

      Elimina
  18. Nella bella bellissima donna seduta al tavolo io vedo la ragazza che aveva vent'anni, con un bel pò di saggezza in più ma con lo stesso dolce sorriso pieno di determinazione.
    Mari, se fossi stata della mia sponda ti avrei invitata fuori, altrochè!
    Bacissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, ne sarei stata onorata, MEL cara.
      Grazie, quella foto di cui prima o poi vi racconterò rappresenta la Mariella serena; l'immagine al di là dello specchio. Certo, in una delle sue giornate migliori eh...
      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  19. Che bel post Mariella :) Parole dolcissime e tanto vere rivolte... a te da te, wow che bell'idea :) E il tuo sorriso, di allora e di oggi, a far da filo conduttore. Splendido, davvero, sei un bellissimo esempio di consapevolezza, saggezza ma anche tanta voglia di vivere e di essere felice, oggi come ieri :)

    Buonissima settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao MAURIZIO!
      Prima o poi mi beccherete pure a parlare da sola, tra me e me.... e poi sarete costretti a rinchiudermi!
      La cosa più importante è vivere. E non dimenticare mai che farlo sorridendo è meglio.
      Ti abbraccio e buona settimana a te.

      Elimina
  20. Complimenti per la scelta dei tuoi pensieri e per la freschezza delle fotografie.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le foto sono più fresche di me, questo è sicuro!
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  21. Molto bella questa lettera che ti sei scritta. Cosa importante è che ora tu ti senta realizzata.
    Certi tuoi ricordi sono anche i miei, gli sudi, gli amici, il lago, le corse domenicali al mare. Weee anche io ho avuto 20 anni il millennio passato, il primo millennio :-)
    Ciao buona giornata un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ENRICO. Mi sono resa conto camminando che ogni passo fatto mi portava nella direzione nella quale volevo andare. Qualche volta ho pure dovuto cambiare strada, ma è stata crescita. Realizzare me stessa sì questo è il vero obiettivo.
      Un abbraccio e buona serata.
      PS: ma che millennio fa, dai è solo una manciata di anni dietro le nostre spalle ;)

      Elimina
  22. Sei una meraviglia, a venti e a quaranta <3

    (ex Wannabe)

    RispondiElimina
  23. Mi hai fatto venire i brividi. Molto bella questa lettera.... Leggo con gioia che molti obiettivi li hai raggiunti e che, nonostante le insicurezze che ancora ci sono (ma chi non ne ha?), sei cresciuta bene e hai imparato da te stessa. Non è cosa da poco. Un bacione

    RispondiElimina
  24. Ciao ROS. Avevo diversi obiettivi e alcuni a cui tenevo molto sono rimasti lontani da me. Altri li ho raggiunti faticosamente. Altri ancora li devo ancora raggiungere. Che non mi fermo. Un abbraccio ragazza bella.

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)