AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

15 settembre 2015

I primi giorni di settembre.


Sono tornata più cattiva. 
Non so da cosa dipenda esattamente.
Forse i giorni di vacanza passati in un mood rilassato come poche volte mi sarà già capitato, invece di calare sui miei occhi i "famigerati" occhiali rosa, mi hanno fatto acuire la vista, l'udito e gli altri sensi.
Sopporto poco di tutti.
Mi infastidiscono le persone che ritengono di avere sempre ragione.
Quelle che hanno visto tutto e meglio di te.
Quelli che non vivono di dubbi, ma solo di certezze.
Che hanno le risposte ad ogni domanda.
Che scaricano sugli altri qualunque problematica.
Quelli che non dicono mai grazie.
I fancazzisti.
Gli opportunisti.
I qualunquisti.
Gli eterni indecisi.
Gli egoisti.

Quelli che usano i voli di stato per andare a vedere un'italiana vincere gli Open d'America. Perchè l'ha fatto anche Pertini. Giù le mani da Pertini.

Mi sto perdendo?
Sono scettica, intollerante a tutto e tutti. 
Polemica e poco conciliante.

Mi sono accorta che vorrei passare la vita altrove e non in quel luogo di lavoro triste e scellerato dove sono costretta ad accompagnarmi da quasi dieci anni.
E ogni tanto mi dico che dovrei cambiare nazione e continente.


Il che fare è un dramma.

Cambiare alla mia età non è mica una cosa facile.
Certo è che ci voglio provare.
E' uno dei buoni propositi del nuovo anno. Ai quali io non ho mai creduto. Mai fatti.
Ma se è vero come è vero che mi iscrivo in palestra (non ci posso ancora credere) sarà vero che è arrivato il momento di girare la chiave della vita lavorativa. SOLO?

Del resto un po' di movimento fa sempre bene.
E non è che debba essere sempre e solo orizzontale, no?

A bien tot.



46 commenti:

  1. Come ti capisco... E come mi piace quella canzone! :)
    Un abbraccio grande, carissima amica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la canzone dei tears for fears e'parte fondamentale del nostro retaggio musicale. Un abbraccio a te amico mio!

      Elimina
  2. Sono una gran castigatrice di indecisi cronici, e a volte vorrei essere anche io un po' più soft... però a volte bando all'esamone di coscienza... Magari ogni tanto è giusto che lo facciano anche gli altri?
    Un abbraccio in punta di piedi, Mari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu devi essere una vera e propria caterpillar!!! Bacio:)))

      Elimina
  3. Verticale e a testa alta.
    Credo di non far parte di quei tizi da te elencati e che neppure io gradisco.
    Un caro saluto anche da Pasquale,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azz, che posizione difficile :))) un abbraccio a te e un saluto a Pasquale!

      Elimina
  4. a parte la considerazione su Renzi che va a NYC, che secondo me questa volta ha ragione, mi rovo sulla tua stessa lunghezza d'onda.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha dato fastidio il paragone con Pertini. Oltre alle migliaia di minchiate che dice ogni giorno. Il signor "abbiamo detto e abbiamo fatto". Uhm periodo complesso Fra'...

      Elimina
    2. questo è, questo ci teniamo. in tutti i sensi

      Elimina
    3. Purtroppo. Io con i miei sensi di colpa...

      Elimina
  5. Non sai quanto io condivida questo post Mari!
    Avrei potuto scriverlo io...dico davvero...tutto!
    L'unica differenza? Anziché 10 anni, io sono "solo" 5 gli anni che mi accompagno in "questo " luogo"...
    Un'altra piccola differenza è che ...io sono già nella fase di decisione di cambiamento e l'unico ostacolo è "... Cambiare alla mia età non è mica una cosa facile." ma sono sempre più orientato a, come dici tu, "...Certo è che ci voglio provare..."
    Beh! dopotutto non sarebbe la prima volta...ma se lo dovessi fare (grosso dilemma e tormento!), spero sia l'ultima!

    Ciao Mari.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pino, cinque o dieci anni cambian poco se le situazioni precipitano. Io fino ad un paio di anni fa non ci avrei mai pensato a cercare altrove... Come dici tu (e come dico io) si può e si deve. Sull'ultima volta condivido pienamente. Anche perché di ricominciare nuovamente ne ho piene le scatole. Restiamo in ascolto. Ti abbraccio forte!

      Elimina
  6. Hai fatto un elenco delle persone che non sopporti… io li classifico tutti nella categoria TRITTAPALLE (tutto attaccato.)
    Mi fa piacere rileggerti e anche se rischio :-) ti abbraccio.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Enrico, TRITTAPALLE e' perfetto! Come rischi? Ahahah ma dai è sempre un piacere quando passi! Ti abbraccio.

      Elimina
  7. Ti appoggio, ti do ragione su tutto e so che tu (che sei poco conciliante) mi darai torto.
    .
    .
    .
    ^___*

    P.S.
    Ciao socia, un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavolta siamo sulla stessa lunghezza d'onda: miracolo napoletano ;) ciao amico caro. Ti abbraccio!

      Elimina
  8. Completamente d'accordo su tutti i rompi che non sopporti, li detesto anche io. soprattutto quel cretino che è dovuto andre a NY altrimenti non incominciavano, invece di andare alla fiera del Levante, dove poteva vedere con un maxischermo le due PUGLIESI darsele a NY. Ma quanto è scemo sto premier nostro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, quello è furbbbboooo altro che cretino. Poveri noi che siamo costretti a sta figura di politichino da strapazzo. E dovrei pure stare zitta visto che sto parlando del segretario (cazzo ma non si doveva dimettere appena salito al governo?) del mio partito. Boh, non so, sento di non appartenere più a nulla. Solo a me stessa. Ed è stata una conquista lunga e dolorosa. Enzo sei tornato? Tutto a posto? Ti abbraccio.

      Elimina
    2. Il segretario del tuo partito è uno stronzo, ma soprattutto stronzi quelli che gli danno spago e quelli -e sono tanti nel tuo partito- che la pensano come te ma che non fanno niente. La nostra democrazia è molto debole, se aggiungi che chi dovrebbe garantirla e garantire la Costituzione sono tutti uomini del re allora non si chiama più democrazia, ma regime.
      Sono tornato e sono a posto. Ci sentiamo in privato. Per ora ricambio l'abbraccio con vero piacere.

      Elimina
    3. Condivido. Sicuramente sono anche molto incazzata per la minoranza del partito nella quale ancora in parte mi ritrovo che soffia tramontana tutto il tempo e poi china la testa. A sentirci presto Enzo.

      Elimina
  9. uh a chi lo dici? anche io voglio andare via, ma sono invischiata su carta moschicida
    in più con il ricatto del mi figliolo e quello "morale" di mia madre malata...una storiaccia.
    Avevo deciso anche io di riprendere con lo sport, mi è bastato fare tre cosucce è si sono risvegliati i crociati dormienti ma
    scassati...ora mi tengo il dolore e niente,posso solo decidere di tornare a scuola di tango, ma nel frattempo ho sviluppato
    una certa insofferenza a stare in braccia altrui, con aliti altrui, dunque resto sul divano...lui si che mi ama ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm se poi ci si mette pure la vita privata a complicarci la vita. Mi spiace leggere che ci sono delle difficoltà e che tua madre stia poco bene. Comprendo perfettamente l'ansia e la paura di non riuscire a far fronte al futuro prossimo. Ti abbraccio forte, davvero. Il nostro divano ci ama moltissimo yeah!

      Elimina
  10. Considerazioni condivisibili.
    Baci e a presto! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovy, mi rendo conto che avendo quel marito li'... Sai che hai tutta la mia comprensione. Un bacio a te ;)

      Elimina
  11. Sono anche io poco tollerante per adesso cara, che ne so perché. Spero sempre che da una mia risposta, magari incazzosa salti fuori una evoluzione positiva. E invece.
    Non è mai tardi per cambiare secondo me sai?!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggendoti caro Pier, mi sono venute in mente altre due categorie che non reggo più: gli ipocriti e i vigliacchi. A proposito del fatto che si tenta in tutti i modi di provocare una reazione e non ci si riesce. Certo che appena giriamo le spalle... Ce la possiamo fare ecchecavolo. Ti abbraccio pure io e a vederci presto istagrammati :)))

      Elimina
  12. Io da spezzina me ne batto il belino di quello che mi gira intorno.

    RispondiElimina
  13. Tu che ti definisci "cattiva"... stona proprio, cara Mari :)
    Per il resto... punto forte sulla palestra, se è quello che desideri fallo assolutamente, ma ancor di più punta tu sulle novità che senti nel cuore, lavorative, di amicizia ecc... perchè non è mai troppo tardi per cambiare, noi e le cose attorno a noi, poi insomma quale "alla tua età", ma che stai a dì?!?!? ^^

    Quindi dai eh, segui il tuo istinto e il tuo cuore, sicuramente non sbaglierai :) Un grande abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah può darsi. Io non so come mai ma da quando ho questo blog mi circonda un'aurea di gentilezza e dolcezza della quale mi compiaccio, ma non è che sia davvero così in realtà. E ti assicuro che nella vita ho poco di angelitudine. Ma così è per voi e va bene! Sulla palestra, caro Mauri, punto il giusto. Qualche attrezzo (pochissimi) tanto pilates e tapis roulant. Comunque inizio la prossima settimana. Ne riparlerò! Grazie, un bacio!

      Elimina
  14. Sai, Mari, oggi come oggi non è difficile passare per "cattivi".
    Basta scrivere con sincerità quello che si pensa, senza trincerarsi dietro gli eufemismi del bon ton e del politically correct.
    In palestra che farai? Pilates, zumba o danza del ventre? Sono curiosissima.
    Forza, scatena la belva che è in te! ;-) Abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no, cara Annamaria. Sai che io non condivido lo scagliarsi con "sincerità" coprendosi con lo schermo. Non puoi conoscere per nulla la persona che è lì' dietro. E devi sempre ricordarti che, non conoscendo, non puoi sapere il passato e il presente di chi, senza scrupolo, stai attaccando. Se devo essere dura, preferisco farlo a viso aperto e occhi negli occhi. È' troppo facile altrimenti. Non tutti sono i grado di difendersi attraverso le parole scritte e mi stufano e mi infastidiscono quei personaggi ipocriti e velenosi che se ne fregano. Se hai qualcosa da dirmi dimmelo in faccia. Senza passare per l'eroe dei miei stivali e per il figo della situazione. Scusa ma tu sai molto bene quanto questo argomento mi infastidisca. E ti assicuro che di persona, se mi pestano i piedi reagisco con la stessa moneta, non mi faccio scrupoli. Ma se sono al di qua del video, ho la sacra abitudine di dare il giusto peso alle parole e all'effetto che potrebbero fare. Il mondo virtuale e quello reale sono diversi. Diamo loro le giuste proporzioni e limiti. Poi tendo a non avere manie di protagonismo. La vita la combatto sulla strada ogni giorno e non ho bisogno di dimostrare nulla a nessuno. Le meschinità e gli attacchi verbali conditi con furbizia li lascio ai veri deboli. Scusa la filippica, non era diretta a te sicuro. In palestra sarà corso di pilates e zumba. Poi "forse" qualche peso e come dicevo sopra a Maurizio tapis roulant. Ti abbraccio pure io.

      Elimina
    2. Sai Mari, di solito se una persona come te (e - forse - come me) si mette ad "attaccare" - non ad insultare - qualcun altro può farlo solo per due ragioni: a) per rispondere ad un commento volutamente provocatorio e in malafede; b) per manifestare il proprio disaccordo con le valutazioni di qualcun altro,
      Non credo che né io, né te abbiamo il tempo e la voglia di attaccare qualcosa o qualcuno solo per esibizionismo intellettuale o dialettico o semplicemente per dare sapore a una giornata vuota. (Parlo in generale, non sto alludendo proprio a nessuno).
      Per il resto, scusa di niente, sei a casa tua e ci metti pure la faccia. Dunque...piena libertà di "filipparmi" come e quando vuoi! Ciao e stammi bene.

      Elimina
    3. Io allora non lo chiamerei "attacco" ma nel primo caso - difesa - e allora userei le stesse armi. Nel secondo caso sarebbe scambio di opinioni ma con i dovuti modi e senza eccedere. Per cui va bene la sincerità ma quando non la so usa come alibi infido infido per far male. Come nei casi in cui sai come colpire. No, di sicuro non è né il mio, né il tuo modus operandi in internet. Un bacio grande a te!

      Elimina
  15. "Sì cambio son guai..." cantava Romeo er mejo der Colosseo.
    Ma chi dice che devi cambiare, Mariella?
    Sei diventata più cattivella? Magari significa che certi compromessi non ti vanno più a genio e hai voglia di dire qualche no in più.
    Che male c'è?
    Un abbraccio a te e ai tuoi nipoti!

    RispondiElimina
  16. Ah, il mio gatto preferito. Anzi no, il secondo mio preferito. C'è prima Gatto di Holly, hai presente? I compromessi mi stanno proprio sulle palle e, hai ragione, proprio non ne posso più. Toglimi una curiosità, sai la mia memoria fa cilecca a volte, ma sei March perché volevi essere Jo March pure tu? Un abbraccio stritoloso a te ed Anna.

    RispondiElimina
  17. Se decidi di cambiare continente e andare anche nel Togo, fammi un fischio che arrivo subito..Porto solo due cani , un po' ingombranti forse, ma non posso vivere senza di loro. I gatti li lascio a Brian, lui ha più feeling...Le pastiglie per l'intolleranza non le ho ancora trovate( tanto una più o una meno), ma quest'ultima cresce sempre a dismisura ogni volta che torno a casa o trovo un tipo che me la sta raccontando.Nedovrei fare un post, ma aspetto la conclusione del tutto!
    Buona notte fiorellino mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo saprai per prima. E i tuoi meravigliosi amici saranno i benvenuti. In quanto alle pastiglie per l'intolleranza, anche io sono alla continua ricerca... E le sorprese non finiscono mai. Ti abbraccio, buon sabato confidando nel sole!

      Elimina
  18. Cattivissima te, stronzissimo me... Una bella coppia :-)
    Donnina perchè devi cambiare? Mi garbi tanto come sei!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più cattiveria, più stronzaggine! Ci vuole ragazzo bello. Un bacio a te!

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)