AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

11 maggio 2016

MERYL STREEP: LA REGINA.







Ho da poco visto uno degli ultimi film di Meryl Streep, ovvero Dove Eravamo Rimasti (Ricki and the Flash nella versione originale - come non sopporto quando in Italia ci toccano i film con un titolo diverso rispetto alla versione originale). Un melò americano diretto dal regista premio Oscar Jonathan Demme, che , pur stroncato dalla critica, mi ha sorpreso positivamente e devo dire mi ha fatto anche tanto ridere.Vi suggerisco di vederlo e di prestare attenzione alla colonna sonora davvero speciale. La maggior parte delle canzoni sono cantate da lei. Cover di grandiosi brani dai Rolling Stones a Bruce Springsteen agli U2. 
L'attrice recita al fianco di uno suo storico partner, Kevin Kline e dell'attrice Mamie Gummer che interpreta sua figlia.
Ed è sua figlia per davvero. Aveva già recitato con sua madre da bambina in Heartburn e pure lì era la figlia di Meryl e di Jack Nicholson.
Guardavo Mamie, che a onor del vero non è una donna bellissima (ma molto brava) e mi veniva in mente che sua madre fu rifiutata da De Laurentis per la parte che fu poi data a Jessica Lange in King Kong perché definita "brutta".
E nemmeno un granché come attrice a sentire una pietra miliare del cinema coma Katherine Hepburn.
Già.
Davvero una lenticchia con 3 premi Oscar all'attivo, 8 Golden Globe, mi pare 2 David di Donatello, 1 Orso d'oro a Berlino. E poi 19 nomination all'Oscar ecc...ecc...ecc...
Davvero modesto il palma res. A livello della sua bravura direi.
Un'attrice con la A maiuscola. Un vero camaleonte, capace di calarsi fino in fondo nel personaggio, trasformandosi completamente.
Lei che da ragazza studiò per diventare un soprano lirico. Sono sicura che sarebbe divenuta la più brava, vista la sua capacità di perseguire la strada prescelta senza alcuna remore. E invece poi, decise di darsi al teatro e al cinema. E noi la ringrazieremo sempre per questo.
Non ho visto tutti i suoi film. Sarebbe impossibile, non ne ho ancora avuto il tempo. Ma la maggior parte sì.
Da Kramer contro Kramer, a La scelta di Sophie. Da Innamorarsi (il mio preferito) a I Ponti di Madison County. Da Il Diavolo Veste Prada a The Iron Lady a I Segreti di Osage Coutry (dove recita con Julia Roberts). Fino agli ultimi, passando per i musical come Mamma Mia.
A quale prova cinematografica si è sottoposta senza emergere come la migliore? Ha imparato a suonare la chitarra prendendo lezioni da Neil Young per il suo ultimo film. Ma aveva imparato a suonare il violino per La Musica del Cuore.
A questa perfezione artistica risponde anche nella vita privata: mai uno scandalo e un solo marito Don Gummer. 4 figli di cui ben due si sono cimentati e con successo nella sua stessa arte.
Quando la osservi, mentre dall'alto della sua bellezza non convenzionale, ti dedica il suo famoso ed enigmatico sorriso  come una novella Gioconda, tu pensi che ci dovrà pur essere un difetto in tutta quella perfezione. Ma per quanto ad oggi io mi sforzi non l'ho ancora trovato.
Magari è una mamma tiranno, una iena con i suoi collegi di lavoro, con mille e una pretesa per i suoi collaboratori. Una schiavista, una perfezionista, una a cui bisogna donare sangue fresco per poterci lavorare assieme.
Certo se è piena di difetti, davvero è bravissima a coprirli o a nasconderli, perché in tanti anni che è al centro dell'attenzione mondiale nulla mai è trapelato.
Ed ora con il suo ultimo film Suffragette, la scopriamo femminista e umanista. Altra medaglia da aggiungere...
Poi però la senti parlare di sua nonna e di sua madre, che a suo dire sono la risposta a quanto di buono c'è in lei.
E allora mi dico che non è poi così diversa da noi, semplici donne senza stelle nella Walk of Fame.
E sarà la vera ed unica ragione del suo successo. Essere in realtà un camaleonte al cinema ma sempre se stessa. E i suoi difetti sono pure i nostri. Niente di più niente di meno.
Una grande piccola donna nata a Summit nel New Jersey il 22 giugno del 1949. Speciale, unica, vera. Come tutte le donne che nella vita non si sono mai fermate e non sono mai rimaste lì dove si voleva. E come tutte le donne che per raggiungere i loro obiettivi piccoli o grandi che fossero hanno lottato con le unghie e con i denti, non arrendendosi mai. 
Sarà questo il suo unico segreto. E pure il nostro. Lei come noi.


Vi lascio con Meryl che canta My love will not let you down di Bruce Springsteen, tratto da Ricki and the Clash. Fantastica. La REGINA CHE CANTA IL RE.




47 commenti:

  1. Ho visto il film, non posso perdermi una pellicola con lei,troppo brava, troppo simpatica, troppo carismatica, e avesse anche tutti i difetti del mondo( dubito) sarebbe fantastica lo stesso.
    Adoro questo suo modo camaleontico di calarsi in ogni parte possibile e immaginabile, mi piace questo viso asimmetrico diverso dagli altri, è veramente una regina tra tante brave attrici.
    E poi sentirla cantare la canzone dello zio Bruce, spesso le sue cover sono cantate da molti, e restano irriconoscibili, mentre lei la resa benissimo!
    Complimenti ancora..fantastica Meryl e fantastica Mariellina mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi prendo tutti questi complimenti e me li tengo stretti.
      Da piccola fan non posso fare altro che ringraziarti amica bella.
      ps: mi sono venuti i brividi a sentirla cantare Springsteen e intanto il 3 luglio si avvicina. See you soon...

      Elimina
    2. Se you soon darling..niente Muse? imperdibili...

      Elimina
    3. No, niente Muse. Avrei dovuto vederli qualche anno fa quando Bellamy scriveva cose bellissime. Ora mi piacciono di meno.
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. bellezza giunonica, con quel portamento da matrona non mi ha mai ispirato pensieri fecondi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai mai visto "La scelta di Sophie"? Caterve di sensualità, altro che giunonica...

      Elimina
  3. l'ultimo film che ho visto con lei è "the iron lady", e lei è spettacolare

    RispondiElimina
  4. Piace molto anche a me *__* Hai visto il "terribile" A Cry in the Dark? Lì la Meryl, bravissima, inquieta assai :O E citerei anche Silkwood!
    Vedrò anche questa sua ultima prova ^^
    Ciao Mariella, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Glò li ho visti tutti e due. La sua superba freddezza nel primo che citi, come il coraggio nel secondo, hanno reso i due personaggi femminili che interpreta eterni.
      Brava poi mi dirai se ti è piaciuta.
      Un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  5. La adoro, sono cresciuta con i sui film, è sicuramente quella che io defnisco una 'Diva', ma nonostante questo se ne parla sempre troppo poco o forse è lei che non ama far parlare di sè e anche per questo l'ammiro. Diffetti? Indubbiamente li avrà come tutti noi, ma evidentemente non da destare scalpore .. Mi piace pensare che nella sua vita privata sia esattamente come nei film che interpreta: una donna eccezionale!
    un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Marina, se dobbiamo utilizzare l'aggettivo "Diva" per un attrice contemporanea anche a me non viene in mente nessun'altra a parte lei.
      L'adoro anche io.
      Un bacio grande.

      Elimina
  6. Concordo pienamente, Mari cara, e mi complimento per l'esauriente e appassionata recensione.
    Come vedi, a volte, siamo allineati alla perfezione.
    Bacioni
    .
    .
    .
    .
    ^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente siamo spesso sulla stessa lunghezza d'onda. Davvero stupefacente ;)
      Come non si può apprezzare Meryl, davvero difficile.
      Un abbraccio forte, amico caro.

      Elimina
  7. Mi piace tanto Meryl Streep, è una grande interprete. Ho visto quasi tutti i suoi film e il mio preferito è I Ponti di Madison County" credo perché lei è una grande attrice e anche perché sono un'inguaribile romantica e voglio credere che esistano delle storie d'amore che durano per tutta la vita e oltre.
    Bella recensione che apprezzo particolarmente perché ha aggiunto nuovi dettagli biografici su Meryl che non conoscevo.
    Ciao Mariella e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nou! Se vogliamo parlare di un caposaldo tra i film romantici è impossibile non citare "I Ponti di Madison County". E se pur a me non piaccia Eastwood, non si può negare che una storia d'amore così possa essere in grado di far tracimare la più dura e pragmatica tra le donne.
      Grazie per i complimenti, ho cercato con qualche piccola chicca, di rendere più interessante e gradevole il mio post. Ti abbraccio forte.

      Elimina
  8. bello quello che hai scritto e leggerti è veramente un piacere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sei un tesoro.
      Un abbraccio.

      Elimina
  9. Di film con Meryl Streep ne ho visto tanti. Camaleontica è poco. È una grande vera attrice. Che per un altro mito come Katherine Hepburn fosse una mezza sega si può spiegare solo con l'invidia tra attrici, tra una donna oramai vecchia per una giovane. Io la ricordo in un film dove stava in Australia e veniva accusata dell'omicidio di un figlio, che invece veniva portato via da un coyote se non sbaglio animale e poi sbranato miglia lontano. Film assai intenso, credo preso dalla realtà, done Meryl è semplicemente grandiosa.
    Credo che la sua grandezza stia nel fatto che è una donna come tante. Ti rassomiglia pure un po'. Il suo sorriso è identico al tuo, tu mettile gli occhiali e vedi un po'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto un bellissimo complimento Enzo, grazie.
      Il solo pensiero di poter essere paragonata, seppur con un piccolo particolare fisico a Meryl ,mi inorgoglisce.
      Il film a cui ti riferisci è "Uno grido nella notte" ovvero " A Cry in the dark" che ha citato pure Glò sopra.
      Un film drammatico che difficilmente si può dimenticare, per la storia e per la bravura di Meryl. Il fatto che lei, nella sua grandezza, riesca a sembrare una donna tra le tante, la rende immensa.
      Ti abbraccio.

      Elimina
    2. Di questi tempi un tuo abbraccio è prezioso.

      Elimina
    3. I miei abbracci sono preziosi come solo quelli degli amici sinceri possono essere.
      Buona serata Enzo.

      Elimina
  10. Regina è la parola giusta. Attrice fantastica. Brava Mariella, articolo molto bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero eh? Non riuscivo a trovare altro aggettivo :)))
      Grazie Max, ti abbraccio forte.

      Elimina
  11. Grande attrice, oltre alla bravura sul set (in più ruoli) mi ha anche fatto sempre una naturale simpatia :)

    Ciao Mari! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra le altre cose è pure simpatica. Davvero bisognerebbe trovarle un difettuccio, magari piccolo piccolo, così da farci pensare ad un po' di imperfezione.
      Invece niente...
      Ciao Mauri, un bacione!

      Elimina
  12. Sublime questa descrizione di una delle attrici che prediligo. La ragione? Probabilmente quel suo modo di essere, che la fa sembrare la donna della porta accanto e, comunque, una ben lontana dagli stereotipi patinati dello 'star system'. Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, potrebbe essere benissimo la nostra vicina di casa. Apri la porta e toh, Meryl!
      Ahahah ma ci pensi? Io ci pianterei le tende a casa sua. Attrice fantasmagorica.
      Grazie Silvana, un abbraccio circolare!

      Elimina
  13. Ha quell'eleganza intesa come aurea femminile, che è impossibile da ritrovare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccetto, pure l'eleganza, la leggiadria, quell'aura di cui parli che la circonda rendendola speciale.
      Ciao bellezza!

      Elimina
  14. Non mi fa impazzire.. anche se porto in palmo di mano Kramer contro Kramer.. sicuramente poi, essere protagonista di uno dei film che odio di più, I ponti di Madison County, non alimenta certo le referenze... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come Franco, davvero? Dai dicci qualche difetto, perché non ti fa impazzire...
      Ahahah su "I Ppnti di Madison County" ho già dato sopra... ma a me è piaciuta pure lì!
      Bacio.

      Elimina
    2. Così lagnosa e stucchevole nei Ponti da cancellare tante buone (se non ottime) performances.

      Elimina
    3. Sì in alcuni momenti è davvero lagnosa.
      PS: ti confido una cosa, in Kramer contro Kramer l'ho davvero odiata. E' questa la sua grandezza.

      Elimina
  15. Ciao,non ho visto questo film,ma ho avuto modi di apprezzarla in tanti altri suoi lavori.
    Un caro saluto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che il mio post possa invogliarti nella visione.
      Grazie a te Fulvio, buona serata.

      Elimina
  16. Una grande attrice e sono di curioso di guardare il suo ultimo film Suffragette.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo, spero ti piaccia.
      Un abbraccio e buona giornata.

      Elimina
  17. Credo che sia stata anche fortunata ad avere in sorte una bellezza non convenzionale e aristocratica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto più affascinante lei che tante donnine dello spettacolo "belle" secondo canoni standard ma assolutamente inespressive.
      Bacio Sara!

      Elimina
  18. Attrice eccezionale, tra le più talentuose di sempre.
    Un sorriso per la settimana.
    ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto, perfettamente d'accordo.
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  19. Ho visto e ascoltato molto di lei, talento a piene mani, perfezionismo di gran livello e quella bellezza "non convenzionale" come la definiscono molti. La trovo di una antipatia enorme, fredda e acuta, il tipo di donna che scruta analizza e colpisce in virtù di una intelligenza superiore. Attrice sempre per cui non sapremo mai com'è in realtà nel suo quotidiano e credo che a lei interessi esattamente questo. Nascondersi fino in fondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enzo, benvenuto! Ho letto con molta attenzione il tuo punto di vista e devo riconoscere che sì, molto spesso appare distante tanto da poter essere definita antipatica.
      Me l'hai fatta vedere da un altro punto di vista e ti ringrazio.
      Come dici tu, non sapremo mai com'è in realtà. Esattamente quello che vuole. Un abbraccio e a presto.

      Elimina
  20. è sicuramente la mia attrice preferita... l'unica per la quale un film vale la pena sempre...
    ciò posto io la trovo anche affascinante, forse non canonicamente bella, ma dato che non lo sono nemmeno io, penso di stare dalla parte giusta facendo il tifo per quelle come lei...
    il film che hai visto, come suo ultimo film, non è uno dei miei preferiti, e francamente sua figlia non è un granché, ma lei da comunque un pizzico di paprika in più al tutto... come suo solito

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)