AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

02 luglio 2016

THE RIVER: 36 ANNI DI BOSS.






The River - Bruce Springsteen - 1980



Bando alle ciance è il mio quinto concerto del Boss.
L'occasione, questa volta, è celebrare con un tour mondiale un album che potrei definire SEMPLICEMENTE EPICO.
Erano anni difficili, e questo ragazzone del New Jersey  cominciava a diventare famoso. Pubblicò il suo quinto lavoro (si dice) proponendo brani che aveva "scartato" da quello precedente. Lui stesso lo aveva definito "buono ma non abbastanza grande". Già. Raggiunse per la prima volta nella sua storia, la vetta della classifica USA.
Un album dai due volti, con due anime che si contrappongono: una dolce e malinconica con ballate struggenti (Two Hearts) e una dal rock possente (Indipendence Day).

Io lo scoprii qualche anno più tardi, nel 1985, quando arrivai a Milano. In precedenza avevo ascoltato qualcosa e mi ero innamorata di "Hungry Heart".
Con il mio walkman della Sony e le cuffiette alle orecchie, giravo per la mia città preferita ascoltando e riascoltando la cassetta.
Persi il mitico concerto del 1985, non riuscii a convincere mio padre. Poi, non ne ho mancato più nemmeno uno.
La sua musica come una scossa elettrica, arrivava a scompigliarmi vita e sentimenti.
Si ficcò risolutamente lì dove sarebbe rimasta fino ad oggi. Al centro.

Dell'album poi, ho la versione CD ma cosa più potente è il vinile originale, preso ad un banchetto dell'usato e trovato per caso. O per destino.
A dirla tutta ho anche il cofanetto uscito lo scorso anno per celebrare i 35 anni. E' stato un regalo bellissimo. Anche se, l'album resta il dono fortuito più gradito.


Lo sapete, sono una nostalgica, e mentre mi preparo leggendomi la scaletta del tour e riascoltando vari pezzi, vi domando:
cosa stavate facendo nel 1980? Ve lo ricordate?
Io ero una ragazzetta magra come un chiodo e con una "capoccia" così di capelli ricci e dal cuore indomito.
Cacchio, a parte i capelli che ora so domare, sono rimasta uguale.
Per fortuna e per destino.






38 commenti:

  1. L'esame di terza media e sembravo Abatantuono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo superato lo scoglio del primo anno di liceo classico.
      Ed ero un'occhialuta, magra e riccia ;)

      Elimina
    2. Mi mancava questa chicca del liceo classico...ma non si può vedere una fotuzza? :)

      Elimina
    3. Perché chicca?
      Fotuzze del periodo orrido mai ;)

      Elimina
  2. Purtroppo non conosco (nemmeno) Bruce Springsteen, cara Mariella, e non posso partecipare al tuo entusiasmo, però posso dirti con precisione cosa facevo nel 1980: lo sfigato cosa che faccio tuttora.
    Buona domenica, amica mia.
    Un abbraccio.
    .
    .
    .
    .
    ^___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche allora, come oggi, ti guadagnavi da vivere vendendo trippa?
      Ahahah!
      Buona domenica, amico mio.

      Elimina
  3. Per me iniziava il periodo estivo di mare e vacanze! Bei tempi: lo stabilimento balneare con gli amici dell'estate (avevo (quasi)sette anni eh!), i miei libri adorati, le nuotate infinite ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me poi, dopo la scuola era prima campagna (dai nonni) e poi mare... felicità era nuotare per ore, anche per te vedo!

      Elimina
  4. Oddio nel 1980 avevo 11 anni! .. ti rendi conto? Ero una bambina con i capelli lunghi, magra magra e già all'epoca molto cinica, ma anche molto introversa.
    Anche io sono cambiata poco a parte l'essere introversa che col tempo ho trasformato in 'ma meglio stare soli checazzomenefrega di sorbirmi la compagnia di idioti .. ah! si ero anche un po' presuntuosa :D Grande Bruce!
    Buona domenica tesoro.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Marina anche io sebbene avessi pochi anni già di te, ero una che dava poco conto agli altri. Il mio mondo era circoscritto e me ne fregava poco di chi mi circondava. Passavo per snob, ero solo timida.
      Buona settimana a te, bacio...

      Elimina
  5. Ciao Mariella,
    io nonostante i 29 anni e il mio lavoro di insegnante di scuola dell'infanzia ero più vicina come età mentale a loro piccoli che ai giovani adulti coetanei e sono rimaste tracce d'infanzia anche adesso....Bruce l'ho conosciuto molto dopo, è un grande!:-)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna fai parte di coloro che "non hanno dimenticato di essere stati bambini" e lo saranno per sempre.
      Il concerto è stato magnifico. Un vero evento, quasi quattro ore assieme alla sua musica incredibile e alla sua voglia di dare sempre il massimo.
      E poi Milano gli è cara, lo dice sempre.
      Grandissimo Bruce.
      Un bacio Marinela.

      Elimina
  6. Cara Mariella..innanzitutto complimenti per la scelta,bellissimo pezzo!Nel 1980..io avevo appena 1anno!e come puoi immaginare iniziavo a muovere i primi passi e probabilmente ad articolare le mie prime parole..gli anni 80 sono stati gli anni della mia infanzia,pieni di ricordi indelebili (eh,si,anch'io sono una una nostalgica:))ma troppo piccola per poter avere conoscenza ma soprattutto esperienza diretta (esempio concerti come per te) di un periodo milioni di volte superiore (musicalmente parlando..ma non solo..)al panorama odierno davvero desolante!
    Grazie per la condivisione:)).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà per questo Rosy cara (il panorama musicale desolante) che i leoni degli anni '80 sono ancora così amati?
      Che il rock non sarebbe lo stesso senza Bruce e pochi altri? Chi lo sa, certo la scena ora la ruba gente che dice poco o nulla eppure di quel niente campa benissimo, visto la desolazione che ci circonda.
      Il pezzo scelto ieri sera è stato cantato all'unisono da sessantamila persone, in uno stadio strabordante di gente felice e festosa.
      Che stava assieme agli altri per condividere la musica, la grande e bella musica. Quanto ci sarebbe da imparare da eventi come questo.
      La musica unisce, rende migliori e forse, basterebbe seguirla per far sparire ogni incomprensione.
      Sogni?
      Un abbraccio a te e grazie!

      Elimina
    2. Sicuramente il fatto che oggi non ci siano cantanti o gruppi neanche lontanamente al livello dei grandi del passato (e mai ci saranno, se si continua così...)secondo me fa molto..sembra che la musica abbia dato il meglio di sè in quegli anni, oggi si assiste ad una sua banalizzazione..una superficializzazione..nel senso che si ha l'impressione che chiunque può affermarsi come cantante senza avere in fondo il talento e le doti
      necessarie...per fortuna che c'è chi ancora apprezza e segue la buona e vera musica come si può appurare
      dallo stadio strabordante di gente felice e festosa...
      un abbraccio anche a te:))
      Rosy

      Elimina
    3. Ci sono buoni gruppi musicali, alcuni cercano di fare qualcosa di nuovo, ma la maggior parte pesca a piene mani da chi ha fatto la storia.
      E i paragoni sono inclementi: il nuovo Springsteen, i nuovi U2, i nuovi Beatles (seeeeeeee)
      Sul talento e sullo studio oltre che sulla gavetta, sfondi un portone già spalancato. Si creano mode a tavolino, ormai non si cercano talenti nuovi, ma piuttosto li si crea per andare incontro al volere del pubblico. Un po' come avviene in editoria, dove c'è sempre meno spazio per i talenti veri, e molto mercato per quelli prefabbricati.
      Ti abbraccio forte e grazie Rosy bella.

      Elimina
  7. ...uh mama...
    nel 1985 nascevo io... ed "Hungry hearts" è sempre una delle mie canzoni del cuore... invidiosissima del concerto che ti appresti di vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, perché invidiarmi? Sei così giovane e farai tante esperienze,condividerai altrettanti momenti bellissimi...

      Elimina
  8. Nel 1980 io avevo 10 annie volevo fidanzarmi con miguel bose'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti, il mitico Miguel!
      Ma sai che ho lavorato per una sua fidanzata nei miei primi anni milanesi? Le curavo la bimba e guadagnavo qualcosa mentre andavo all'università!
      Mi raccontava di quelle cose...
      Come si cambia (parlo per lui) naturalmente...
      Bacio.

      Elimina
  9. Quinto concerto? caspita, io non sono un suo fan e non sono mai andato ad un suo concerto, ma le sue canzoni sono davvero stupende ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho perso solo quello dell'85. Poi tutti, non è che sia tornato così tante volte...
      Dai Pietro, sarebbe ora di godere di questa esperienza a maggior ragione se ti piace così tanto!

      Elimina
  10. Nel 1980... sono classe '89, credo di meritarmi d'essere esonerata dal rispondere! :)

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sei esentata Marina, e intanto pensa a quale musica ti piaceva da ragazzina e se vuoi torna a dirmelo!

      Elimina
  11. Un po' di voi ragazze le facevo più giovani, sì, pure te Mariella ;)
    Io nell'ottanta avevo un anno o anche meno, dipende dal mese ihih, quindi negli anni Ottanta ascoltavo solo le sigle dei cartoni animati, non avevo nemmeno la radio, cioè sì, ma era di mio padre e ci ascoltava solo la partita la domenica, non sapevo ancora che ci si potesse ascoltare musica. Poi ho avuto la radio e registravo pure le cassette, dopo aver opportunamente obbligato tutti a stare zitti, ché stavo registrando. Che ricordi.
    Subito dopomi sono fissata con le canzoni di Sanremo, mi piaceva Mina, poi ho scoperto che conoscevo tutto Battisti, lo canticchiavo senza sapere che fosse lui, infine il battesimo coi Ramones, attorno al '95, e col rhythm and blues e dance anni Settanta, e solo a vent'anni sono approdata alla musica anni Ottanta. Ci avevo fatto pure dei post, sui miei ricordi in musica e i miei percorsi arzigogolati :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi lo avrebbe mai detto eh, che avevamo in parecchie un piede già nella fossa? ahahah mannaggia a te!!!
      Giovani dentro, con la musica del re del rock nel cuore!
      Quindi, per capire, tu alla musica anni '80 sei approdata nel 2000. Per la musica di adesso attendiamo sviluppi tra un ventennio!
      Pensa che io, a cinque anni e mezzo canticchiavo Yesterday. E mi avevano soprannominata la "bambina Yetterdery" per come avevo storpiato il titolo. Non capivo nulla delle parole, ma di musica già me ne intendevo ;)
      Bella Elle, appena riesco faccio un giro da te per pescare i ricordi del passato.
      Un abbraccio forte da questa "vecchietta" ancora arzilla.
      E baci a iosa....

      Elimina
    2. Sì, sono sempre un po' sfasata e pure lenta, la vecchietta sono io :)
      A diciannove anni ho quasi ucciso un ragazzo, quando gli ho detto che non sapevo chi fossero i Pink Floyd; comunque in generale ho sempre ricevuto musica nuova dai ragazzi, ma indirettamente: gli scarti di amiche che non sapevano che farsene dell'ennesima compilation. In questo modo, per dire, ho conosciuto anche gli Smith. Brutta e antipatica, ma amica delle gnocche giuste :D
      E poi alla fine ho conosciuto Alli tramite il suo blog in cui parla di musica italiana indipendente: adesso sono al passo con tutte le uscite, ma se le nomino non le conosce nessuno, e ai concerti siamo in quattro gatti, musicisti compresi ;)

      Elimina
  12. Hungry heart un mito proprio! Anche io visto il mitico l'unica volta che venne a genova, mi sono ammazzata a cantare, il giorno dopo ero totalmente afona... ma lo rifarei tanto volentieri. Nell'80 ho cominciato a alvorare all'università... Sono ancora qui parto dopo ferragosto, vanno in vacanza le rubriche, a presto, baciotti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un uomo, un mito. Alla faccia di chi non capisce nulla di rock e non può comprendere...
      Io sono senza voce da domenica notte... Per non parlare dell'emozione al primo accordo delle mie preferite.
      Quindi tu sai... cosa vuol dire essere bruciate dal fuoco del Boss!
      Ah, allora avevo capito male, ti pensavo già in vacanza.
      Un bacio enorme, amica bella.

      Elimina
  13. Cosa facevo ? Adorabile creatura che non ho potute ne vedere ne abbracciare quando Saturno rema contro...e spero in una organizzazione più seria per la prossima volta.....sic....cosa volevi facessi Mariellina mia, che sventolavi e ti vedeva la signora accanto mentre io che sono cecata , agitavo senza sosta scrutando, ma quando sei cecata il destino ti vince...e la mia Mariellina , non l'ho abbracciata.Porca la pupazza!!!!
    Ero nel New Jersey alle prime armi, mentre mi buttavano nei cassonetti di immondizia vicino ala casa del Boss in notturna per scoprirne i segreti più intimi, io la più piccola, la più elastica e la più sciroccata! (non è vero di sciroccati ne abbondano ancora oggi!!!)
    E godevo di tutto quello che emanava da lui,dalla vera estreet e dai suoi primi successsoni, che in Atlantic City ci bevevamo con acqua di fonte...Questo facevo e ancora oggi faccio per lui, solo per lui( cassonetti a parte) Zio Bruce ti affascina così..Semplicemente completo il sentiero della mia vita.
    Bacio special

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei un mito esattamente come lui!
      Ma come si fa a vent'anni a buttarsi nei cassonetti vicino la sua casa per carpire segreti di Bruce? Only you my friend!!!
      Sapessi come ridevo mentre sventolavo il foglio di plastica color tiffany per farti capire dov'ero! Peccato per il ritardo, se solo fossi arrivata prima, mi sarei tranquillamente fatta tutto lo stadio ( mezzo a dire il vero) per venirti ad abbracciare. Ma poco dopo averti individuato, è partito lo spettacolo!
      Note di Morricone e viaaaaaaaaaaaa
      La prossima volta (ci sarà ne sono certa) ti aspetto fuori al varco ahahahah
      Per emozioni, sensazioni e altro arrivo da te. A tra poco.
      Bacio grande.

      Elimina
    2. Sono stata fermata da Ermanno La Bianca che anche lui era in incognito per la prima serata e ci siamo fatte quattro sganasciate isieme per depistare i giornalisti..ma qualcuno ci ha riconosciuto ..le donne soprattutto, e ci siamo finalmente goduti la serata ....senza lavoro!
      Dobbimao organizzarci meglio gioiellino mio..bacissimo vado a cena!

      Elimina
  14. 1980? Troppo lontano... ero quasi in fasce.
    :-P
    Un sorriso per la settimana.
    ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per la miseria, siete tutti così giovani?
      Vabbè, me ne farò una ragione :)))

      Un bacio.

      Elimina
  15. Per rispondere alla tua domanda... non ero nato ^^ però stavo per arrivare, non a brevissimo giro ma entro gli 80' ^^
    Comunque immenso Bruce, anche a me sarebbe piaciuto vivere concerti così, in quegli anni lì tanto speciali :)

    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di te lo so, caro il mio ragazzo!
      Suggerisco almeno un concerto di Bruce nella vita, tanto per capire l'effetto che fa!!!
      Bacio grande!

      Elimina
  16. Buon compleanno e tantissimi auguri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Aldo, tu non te lo dimentichi mai.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)