AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

I LIBRI DEL 2018















1)  Il primo libro dell'anno: MAURIZIO DE GIOVANNI - SOUVENIR - EINAUDI STILE LIBERO.
Iniziare bene, Maurizio De Giovanni non delude mai. VOTO 8.










2) LORENZO MARONE - LA TRISTEZZA HA IL SONNO LEGGERO - LONGANESI & C.
Il secondo romanzo dell'autore napoletano. Ho iniziato con tanti dubbi perché faticava a partire. Poi a metà romanzo, menomale che ho resistito il libro mi è arrivato. Mi è piaciuto ma, devo dire meno del primo e del terzo. VOTO 6.








3) MAURIZIO PAGANO - LE STAGIONI DI UN GIORNO - GRAUS EDITORE.
È il secondo romanzo dell'autore partenopeo che leggo. Mi sono piaciuti ambedue. Begli affreschi di famiglie napoletane che ci riconducono dal passato al presente con un battito di ciglia e leggerezza. VOTO 7.












4) PAOLO COGNETTI - LE OTTO MONTAGNE - EINAUDI
Ho aspettato quasi un anno prima di leggere il romanzo vincitore del premio Strega 2017. Volevo che l'onda d'urto passasse e si smettesse di parlarne. Bellissimo. La montagna che ti incanta e ti sovrasta diventando parte di te. Consiglio di leggerlo assolutamente. VOTO 9









5) ALESSANDRO MARI - CRONACA DI LEI - FELTRINELLI EDITORE.
Che fatica arrivare alla fine. Libro orrendo. VOTO 3
















6) SOFIA RHEI - ASPETTAMI FINO ALL'ULTIMA PAGINA - NEWTON COMPTON EDITORI.
Un libro da leggere per passare un bel pomeriggio. Niente di trascendentale. Storia banale e abbastanza scontata. VOTO 5
















7) LORENZO MARONE - UN RAGAZZO NORMALE - FELTRINELLI EDITORE.
La mia recensione sul libro la trovate nel blog. Da leggere assolutamente. VOTO 8
















8) PAUL AUSTER - FOLLIE DI BROOKLIN - EINAUDI EDITORE.
Con Auster non è stato amore. Mi sono persa nella sua prosa eccessiva, nelle sue lungaggini. Scriverà benissimo ma probabilmente non è in sintonia con ciò che piace a me.
Questo libro però, nonostante tutto vale la pena di essere letto. Se sarà uno dei più grandi autori contemporanei ci sarà un perché. Gli darò una seconda possibilità. VOTO 5
















9) PAUL AUSTER - IL LIBRO DELLE ILLUSIONI - EINAUDI EDITORE.
Seconda possibilità. Letto fino alla fine con grandissima fatica. Ok l'autore non fa per me. VOTO 5




















10) ALESSANDRO MILAN - MI VIVI DENTRO - DEA
Cosa posso dire su Alessandro, su Francesca, su chi ho conosciuto e ho amato. Leggete e amate come ho fatto io. VOTO 10










11)  CHIARA BARZINI - TERREMOTO - MONDADORI

Eccessivo. Non posso credere che sia in parte una storia vera.
L'autrice è troppo lucida e distaccata. Fredda. Nessuna partecipazione. Non mi è piaciuto. VOTO 4













12) BACIO FEROCE - ROBERTO SAVIANO - FELTRINELLI.
Non mi fraintendete eh. Ma comincio a stancarmi. Tutta questa violenza, questa mancanza di speranza. Questo vuoto. Non può essere che sia solo così.
Savino ormai è ripiegato su se stesso. Chiuso nella gabbia che si è costruito da solo. VOTO 6










13) MAURIZIO DE GIOVANNI - I GUARDIANI - RIZZOLI.
Qui cominciamo ad allungarci verso una nuova saga. E oggi ho appena scoperto che ha pubblicato un nuovo romanzo ed una nuova saga. Non ci sto più dietro. Mi è piaciuto molto meno. Superficiale. A volte così oscuro da brancolare nel buio. Non è il De Giovanni migliore. VOTO 6

4 commenti:

  1. Ciao Mari, Souvenir ce l'ho. E' arrivato pochi giorni fa. Devo ancora iniziarlo però perchè lo sta leggendo il marito.
    Volevo piuttosto chiederti, di De Giovanni SARA AL TRAMONTO, lo hai già letto?
    Io l'ho finito ora e sono titubante. Non ho ancora inquadrato bene la protagonista nuova. Se non lo hai ancora letto però non te ne parlo. Non vorrei rovinarti la sorpresa :)
    Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pat. la pagina dei libri la guardo molto poco. Solo quando aggiorno. Scusa per il ritardo.
      Non l'ho ancora letto, visto oggi in libreria. Intanto ho appena finito di leggere I guardiani. Abbastanza deludente.
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Non c'è problema tranquilla :)
      I guardiani non l0'ho comperato perchè ne ho sentito parlare molto male.
      Questo sì perchè speravo che il nuovo personaggio fosse un.. Personaggio.
      A me è sembrato piatto, quasi inconsistente. Problematico ma senza lo spessore e il carisma di Ricciardi. Statico in confronti ai bastardi. Non so... se ti capita di leggerlo poi mi dici cosa ne pensi?
      Buona domenica

      Elimina
    3. Lo leggerò sicuramente, ma aspetto che arrivi in biblioteca.
      Sì i guardiani è spento, insulso, piatto. Non coinvolge per nulla e anche la Napoli descritta non ha nulla a che vedere con quella che abbiamo cominciato ad amare con Ricciardi e con i Bastardi. Mi è sembrato un libro scritto quasi per dovere.
      Ti saprò dire cara poi, in merito al nuovo personaggio. Già quello che mi dici mi mette sull'attenti!
      Bacio.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)