AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

05 novembre 2017

YOU'RE THE BEST THING ABOUT ME.


Forse l'ho già raccontato.
Avevo sedici anni e un mio compagno di scuola mi dedicò una canzone in classe.
Non sua, chiaro.
Si mise in ginocchio e mi cantò il celebre motivo di Gianni Morandi tra un'ora di lezione e l'altra.
Era, una scommessa fatta con gli amici.
La pagò cara.
Fu cacciato dal professore di storia dell'arte che sopraggiungeva non prima di averla cantata tutta e poi si beccò una nota.
La cosa divenne celebre nel mio liceo; ne parlarono per giorni.
Io lo avrei ucciso per quel momento di "celebrità"non richiesta che mi toccò di sopportare.
Lui pure, per avere perso la scommessa con gli amici (sarei dovuta capitolare secondo loro) e per la nota.
Chissà se oggi se lo ricorda ancora...
Secondo me sì e ci ride su, pensando che a noi bastava veramente poco per avere "qualcosa di cui sparlare".

Qualche anno dopo, un'altra persona mi dedicò una canzone.
Cantata con un filo di voce (bellissima) in una notte di pioggia.
Io sono una donna forte, temprata da anni e dolori.
Indipendente da quando avevo 19 anni. Mai chiesto nulla a nessuno, passo dopo passo. E ne sono orgogliosa, davvero.
Allo stesso tempo penso che, se non ci fosse stata quella canzone, che da il titolo al mio blog e quella voce, io non sarei la persona che sono oggi.

Perché lui, è la miglior parte di me.



Riflessione scaturita dopo l'ascolto  del nuovo singolo degli U2 YOU'RE THE BEST THING ABOUT ME (tu sei la parte migliore di me) scritta da Bono e dedicata alla moglie Ali. Non è la prima canzone che Bono le dedica, ma visto il percorso del gruppo, non pensate   che siano così tante. Lui dice che fa fatica a scriverle canzoni d'amore (LUI!).
Donna meravigliosa e sicuramente molto paziente per stare assieme ad un artista così intemperante e inaffidabile da oltre trent'anni.
Trovo la canzone bellissima, in pieno stile del gruppo e ciò mi fa ben sperare per quel che riguarda il nuovo album che uscirà il 1 dicembre.
THE SONG OF EXPERIENCE.
Pubblicato a tre anni di distanza dal vecchio lavoro dovrebbe concluderne il percorso. Diciamo che, il precedente mi era piaciuto "nì" come ormai capita da diversi anni. Questo sarà il loro album più intimistico e personale, dedicato alle persone e ai luoghi a loro più vicini e cari, ispirato alle opere del poeta inglese del 18esimo secolo, William Blake.
Per cui, speriamo bene.

Buona domenica a tutti voi amici miei e alla miglior parte di voi.



Sei la migliore parte di me
Sei la migliore cosa che sia mia successa ad un uomo
Sei la migliore parte di me
Sono il tipo di casino che a te piace
Sei la migliore parte di me
Le cose più belle sono quelle più facili da distruggere
Sei la migliore parte di me
Tu sei la migliore parte di me
Mi sono domandato quanto un bel momento possa trasformarsi in brutto
Urlando, questa è un’altra grande lato del mio carattere
Ho tutto ma mi sembra di non avere niente
Non c’è nulla da perdere per un uomo che è convinto di fallire
Sei la migliore parte di me
Sei la cosa migliore che sia mai successa ad un uomo
Sei la parte migliore di me
Sono il tipo di casino che a te piace
Sei la parte migliore di me
Le cose più belle sono quelle più facili da distruggere
Sei la parte migliore di me
Tu sei la parte migliore di me
Perché?
Perché me ne sto andando?
Perché me ne sto andando?
Posso vedere tutto chiaramente
Vedo quello che tu non vedi
Vedo che tu la ami in modo esorbitante
Quando lei ha bisogno solo del tuo appoggio
Sei la migliore parte di me
Le cose più belle sono quelle più facili da distruggere
Sei la migliore parte di me
Perché?
Perché me ne sto andando?
Perché me ne sto andando?







40 commenti:

  1. Bellissima sia la musica che il testo, non la conoscevo, ma non sono un'esperta di musica,
    colgo ogni tanto una canzone e l'ascolto a non finire.
    Sai a chi si riferisce quando dice "Vedo che tu la ami in modo esorbitante
    Quando lei ha bisogno solo del tuo appoggio " ?
    Buona domenica anche a te .
    cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Musicalmente sono un cesso scrostato, e lo sai. Le parole sono belle e pertinenti per chi voglia far capire alla sua donna che sì, malgrado i suoi casini (di lui) è lei la cosa pulita che lui ha.
      A quel punto Anna Maria se gliela dicessi in un giorno no mi sbatterebbe una padella di coccio in testa; in un giorno sì mi direbbe paro paro che la sto prendendo per il culo. Così siete voi, fanciulle in genere.
      Io comunque apprezzo molto il gesto del giovanotto che, in ginocchio con tutta la classe che guardava, per scommessa o no non conta poi tanto, ti ha cantato la canzone di Morandi.
      Penso si trattasse di "non son degno di te".
      Ci ha rimesso ma ce l'ha fatta.
      Io non avrei potuto con la mia voce da baritono tendente al basso. Avrei fatto ridere.
      Poi più tardi qualcuno ti ha cantato "You're the best thing about me" e ti ha conquistata definitivamente. O mi sono sbagliato di nuovo?
      Sei fortunata e mi fa piacere.

      Elimina
    2. @ per Cristiana:
      mi fa piacere averti interessata.
      Loro sono un monumento della musica anche se, negli ultimi anni si sono, come dire, inceppati.
      E hanno prodotto parecchia musica inferiore al livello a cui ci avevano abituati.
      La canzone è dedicata alla moglie, il passo di cui mi domandi, credo riguardi i figli, nello specifico una delle figlie.
      Sembra quasi Bono voglia dire alla moglie che li ama in maniera eccessiva anche nei momenti in cui può bastare solo l'esserci.
      Io l'ho interpretata così.
      Abbraccio.

      Elimina
    3. @ per Vincenzo.
      Diciamo che la musica contemporanea ti lascia moderatamente indifferente.
      Il "giovanotto" mi dedicò "In ginocchio da te" da qui l'effetto scenico.
      Ci ha rimesso ma non ce l'ha fatta, quello.
      La mia persona invece, mi dedicò "Doremifasol" di Claudio Baglioni.
      A volte sei troppo frettoloso nella lettura ahahah

      Elimina
    4. Brava la persona allora.
      Mi dispisce di aver letto così frettolosamente....avevo messo la ligua tra i denti e riguardato parola per parola per non fare una figuraccia con la trascrizione dell'inglese...e invece era così semplice...Doremifasol...mi ricorda qualcosa...ma cosa accidentaccio...??

      Elimina
    5. @Vincenzo ahahah
      sforzati dai e vedrai che ti verrà in mente!

      Elimina
  2. Bellissimi ricordi! :)
    Beh, è vero che una volta c'era più spontaneità ma è altresì vero che è difficile scrivere dei versi d'amore :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Moz!
      Una volta ci fregava meno del "giudizio" altrui.
      E non c'erano i social.
      Ti immagini oggi?
      Saremmo stati filmati e postati in ogni dove e insultati come pochi...

      Elimina
  3. Tempo adatto per i ricordi.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Non male come testo, anche se ho trovato canzoni d'amore più incisive (specie perché in questo periodo mi ronza sempre in testa Take me to Church, bellissima e spietata come poche).
    Belli anche questi ricordi e comunque mai farsi problemi se ti regalano un momento di celebrità positivo, anche se indesiderato.
    Pensa a chi, come la sottoscritta, a scuola ha vissuto un inferno non desiderato: baratterei il momento bello che hai avuto tu con tutti i giorni infernali che ho vissuto io.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La canzone di Hozier è splendida ma disperata.
      Non ti lascia speranza.
      Sai Franny, non è affatto un bel ricordo. Ero una ragazzina occhialuta e bruttina, molto timida e quel bel tomo lì si era messo d'accordo con i suoi amici per infastidirmi. Non era una dichiarazione d'amore, ma solo una scommessa da vincere.
      Il prof di arte che mi adorava (ed io ricambiavo) lo punì per questo, aveva compreso.
      La punizione inflitta è un bel ricordo.
      Ho vissuto gli anni di liceo come un incubo.
      Mi tengo alla larga da ex compagni e tutto il resto.
      Ti abbraccio anche io, comprendo bene il tuo disagio.

      Elimina
    2. Ok allora è tutto chiarissimo e hai la mia totale comprensione.
      Insomma, nssuna delle due si è divertita ma sai che ti dico?
      Che ci rifacciamo alla grande!
      Ti do un grande bacio, sei forte :-)

      Elimina
    3. Penso piuttosto che quella "ragazzina occhialuta e piuttosto bruttina" si vedeva lei così insignificante e brutta, per questo la sua timidezza. Poi sei cresciuta...hai cambiato le lenti dei tuoi occhiali...ti sei vista meglio e...ti ha visto meglio anche il tuo "lui".

      Elimina
    4. @Francesca:
      Il bullismo purtroppo è storia vecchia, non è nato con i social.
      Ti riabbraccio forte.

      Elimina
    5. @Enzo:
      Ma io ero "oggettivamente" un rospetto. In ogni caso però avrei meritato più rispetto.
      Sì, diciamo che oggi è tutta altra cosa, con gli occhiali rosa.
      Fa anche rima ahahahah
      Bacio.

      Elimina
  5. Che bellii ricordi del liceo, o meglio quanta tenerezza a distanza di anni!
    Certo quel povero ragazzo, si è preso pure una nota per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, come dicevo sopra a Francesca, "quel povero ragazzo" si meritava tutto il mio disprezzo e la nota.
      Non ho gran bei ricordi degli anni di liceo.
      Per fortuna è tutto lontano.
      E magari a distanza ci sono cose che mi fanno tenerezza, ma poche.
      Bacio.

      Elimina
  6. La bellezza dei ricordi lontani più belli o particolari è che restano nitidi. C'è qualcosa che si muove in noi e ce li rende vivi, come fossero accaduti ieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Luz, a parte quelli di liceo, condivido per quel che riguarda i bei ricordi lontani.
      La cosa più bella sono gli odori o la musica quando arrivano all'improvviso.
      Tutto è chiaro come se fosse accaduto un attimo prima.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  7. Troppo stonato per fare serenate. In compenso ho scritto tante lettere d'amore. E in quello sono bravino. Ma non sono state apprezzate neanche quelle. In entrambi i casi, dipende tutto dal pubblico. :)
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno le sue qualità. Mio marito è un musicista ed è stato un bravissimo cantante. Prima o poi ne parlerò del suo passato, se vorrà.
      Scusa amico mio se mi permetto:
      bisogna essere davvero dei grandi imbecilli per non riuscire ad apprezzare una lettera d'amore scritta da te.
      Hai ragione.
      Abbraccio.

      Elimina
  8. Un forte abbraccio Mari, quante cose non so di te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu eri ancora piccola e fragile, tante cose non te le ho dette per proteggerti.
      Bacio.

      Elimina
    2. Già...lo eravamo entrambe purtroppo...bacio a te.

      Elimina
  9. Hai scritto un post straordinario che è al contempo una bellissima dichiarazione d'amore per "lui"(quello del brano che da il titolo al tuo blog) e per te stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele per il meraviglioso complimento.
      Ci sono uomini speciali. Ed io sono stata fortunata.
      Abbraccio.

      Elimina
  10. Oh se il signore della seconda canzone è tuo marito, è una cosa super romantica da svenimento immediato, bellissima!
    Per quello della scuola... no va beh, che imbecille :-(
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Lucrezia.
      Yes è mio marito. Camminiamo insieme da tanto, tanto tempo.
      Grazie per il complimento!
      Quello della scuola un omuncolo, hai ragione!
      Abbraccio circolare.

      Elimina
  11. Ciao Mariella,se pur di Morandi,una dedica musicale è sempre piacevole,anche se finita male.Pazienza,l'importante è,che la seconda serenata sia andata verso il tuo cuore.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fulvio, la seconda serenata ci ha fatto costruire insieme la nostra casa.
      Ti abbraccio forte e grazie!

      Elimina
  12. Che sogno!Purtroppo nessuna serenata e praticamente nessuna lettera mi è stata dedicata,però un libretto con tanti meravigliosi collage si.Almeno ho una consolazione.
    Beata te Mari allora!
    Evviva la parte migliore di noi,bacione bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick!
      Ricordo che ne parlasti qui del libro collage.
      Chi dice che non arrivi anche per te il tempo delle serenate?
      Un abbraccio ragazzo e buona serata.

      Elimina
  13. Ho sempre sognato che qualcuno scrivesse una canzone per me...
    Puoi dirlo a D.?
    :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della serie: siamo rockettare dentro ahahah

      PS: nuovo album di Lorenzo Jova in arrivo, mi sembra di ricordare che ti piaccia molto, vanno bene le sue vero?
      :-)))

      Elimina
  14. Lascio perdere il ragazzo della scuola, è vero che ogni classe ha il suo fesso!
    Però mi complimento con tuo marito e il suo romanticismo, è bello vedere che qualche storia funziona e va avanti giorno dopo giorno.
    Ti saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' faticoso, questo andare avanti ma non me lo perderei per nulla al mondo, ti assicuro.
      Ti abbraccio ragazza e ti auguro parole e dediche future bellissime.

      Elimina
  15. Mariella mi lasci sempre senza parole *_*... Sei una persona straordinaria!!! <3
    Io Bono l’ho amato in adolescenza, dopo un pò è scemata. I loro testi sono sempre rimasti comunque magnifici. Questa canzone poi mi ha subito riconquistata.

    Io sono una che regala spesso canzoni d’autore con dedica, per me solo una volta è stata creata un’intera playlist con una motivazione per traccia: ed è stata una grande emozione! Pubblicizzo sempre la cosa, anche a casa... caso mai a qualcuno venisse la voglia di replicare :P sarei troppo felice!

    Un mega super abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regina cara, perdonami!
      Mi era sfuggito il tuo commento.
      Ma dai, vuoi farmi arrossire.
      Nessuna straordinarietà, solo una ordinary girl!
      Io Bono l'ho amato dai miei 18 anni in poi, quando lo vidi per la prima volta ammiccare al pubblico sdraiato per terra mentre cantava "With or without you" a fanciulle rapite dalla sua voce e dal suo sex appeal.
      E poi, non ci siamo più lasciati.
      Nonostante gli anni e i suoi alti e bassi (tipo predicare bene e razzolare malissimo).
      Uomo pieno di contraddizioni ma dal carisma e dal genio indiscutibile.
      Ho speranza che il nuovo sarà un grande album e sarebbe ora...
      Ma in che senso? Preparavi cassette con compilation?
      Lo facevo pure io e di solito rimanevano senza risposta...
      Poi per fortuna è cambiato il vento. E le dediche come le musicassette sono arrivate a me.
      Ahahah bacione.

      Elimina
  16. Attribuire a qualcuno il merito di averci cambiato (possibilmente in meglio) è il miglior apprezzamento che si può fare a una persona
    massimolegnani
    (orearovescio.wp)

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)