27 giugno 2022

[DIRITTI] La lezione di Cristina di Belgiojoso




“Vogliano le donne felici e onorate dei tempi avvenire rivolgere tratto tratto il pensiero ai dolori e alle umiliazioni delle donne che le precedettero nella vita, e ricordare con qualche gratitudine i nomi di quelle che loro apersero e prepararono la via alla non mai prima goduta, forse appena sognata felicità!”

25 giugno 2022

[SABATO DI POESIA] Tieni viva la memoria di Caterina Alagna

La libertà insudiciata, stuprata,

circondata da un filo spinato,

con le mani imbrattate di sangue e di fango, 

con la pelle aderente alle ossa, 

osservava sorgere il sole oltre la fossa, 

anelando che un raggio di luce 

trapassasse quel buio atroce

in cui l’onda del male triturava

la carne umana. 


Le tenebre regnavano sovrane

su quelle povere teste umane. 

Dalle squallide bocche dei carnefici 

esalavano fetide parole di zolfo e di cenere.

L’innocente pianto dei bambini, delle donne 

e degli uomini, 

polvere nel vento,

si spargeva nei campi coltivati,

si posava sui tetti delle case 

dove le persone vivevano ignare. 


Nudi, malati, marchiati e torturati

per la colpa di non essere ariani,

perché erano ebrei, rom o omosessuali. 

Cosi pensavano i loro aguzzini

artefici di quel male insulso

che nella più ostinata ignoranza  trova gusto, 

che sfocia le sue voglie disumane 

nella  ferocia più brutale. 

 

Quella ferocia che in alcune anime,

quiescente, sempre riposa, 

come un vulcano addormentato

è pronta ad esplodere ancora.

Per questo bisogna tener viva la memoria, 

affinché mai più sfoderi i suoi artigli

quell'orrido avvoltoio di nome Odio.

(Caterina Alagna - 2022)

24 giugno 2022

[CRONACA] Nettuno: il questionario della vergogna

Fanpage.it

 

Ho letto una notizia su fanpage.it che mi ha fatto rivoltare lo stomaco.Il comune di Nettuno, provincia laziale, ha inviato un questionario alle famiglie con persone colpite da disabilità per aggiornare la documentazione sulle  istanze di contributo  per la disabilità gravissima.

19 giugno 2022

[FAMIGLIA] Praticando l'allegria: ricordo di zio Luciano

 

Mamma E zio Luciano - foto privata


La sera della Vigilia e quella di Natale da noi è consuetudine giocare a tombola. Tradizione famigliare,  di cui ho smarrito la conta. Mi rivedo bimbetta accanto ad un cartellone enorme con su tutti i numeri della smorfia napoletana. 

18 giugno 2022

[SABATO DI POESIA] Here, there and everywhere (Ovunque) di Paul McCartney







Testo originale
To lead a better life
I need my love to be here
Here
Making each day of the year
Changing my life with a wave of her hand
Nobody can deny that there's something there
There
Running my hands through her hair
Both of us thinking how good it can be
Someone is speaking, but she doesn't know he's there
I want here everywhere
And if she beside me I know I need never care
But to love her is to need her
Everywhere
Knowing that love is to share
Each one believing that love never dies
Watching her eyes, and hoping I'm always there
I want her everywhere
And if she's beside me I know I need never care
But to love her is to need her
Everywhere
Knowing that love is to share
Each one believing that love never dies
Watching her eyes and hoping I'm always there
I will be there
And everywhere
Here, there and everywhere

16 giugno 2022

[POSTITIZIE] Eva e i Red Hot Chili Peppers

 

Eva e Frida - Repubblica.it


Eva ha otto anni e uno dei suoi più grandi desideri è quello di poter ascoltare e e vedere dal vivo il suo gruppo musicale preferito: RHCP. 

11 giugno 2022

[SABATO DI POESIA] Ricordo del padre di Sibilla Aleramo

 


Sempre che un giardino m’accolga
io ti riveggo, Padre, fra aiuole,
lievi le mani su corolle e foglie,
vivo riveggo carezzare tralci,
allevi rose e labili campanule,
silenzioso ti smemorano i giacinti,
stai fra colori e caldi aromi, Padre,
solitario trovando, ivi soltanto,
pago e perfetto senso all’esser tuo.

(Sibilla Aleramo - Poesie - 1929)

08 giugno 2022

[RIFLESSIONI] Aggiornamenti




Non ho perso di vista l'attualità. Non mi sono allontanata dalla cronaca. Continuo ad aggiornarmi sulla guerra, che non è finita, anche se non è più notizia da prima pagina.

04 giugno 2022

[SABATO DI POESIA] La vita in versi di Giovanni Giudici




Metti in versi la vita, trascrivi
fedelmente, senza tacere
particolare alcuno, l'evidenza dei vivi.

Ma non dimenticare che vedere non è
sapere, né potere, bensì ridicolo
un altro voler essere che te.

Nel sotto e nel soprammondo s'allacciano
complicità di visceri, saettando occhiate
D'accordi. E gli astanti s'affacciano

Al limbo delle intermedie balaustre:
applaudono, compiangono entrambi i sensi
del sublime - l'infame, l'illustre.

Inoltre metti in versi che morire
e' possibile più che nascere
  e 
in ogni caso l'essere è più del dire.

(Giovanni Giudici - La vita in versi- Mondadori - 1965)