AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

04 dicembre 2018

SENTIRE L'ARIA SULLA FACCIA.





il vento mi accarezza piano, ma quando è più violento  sembra portarmi via.
Il viso lo accoglie, il corpo lo accetta senza opporsi.
Mi piace di giorno e di notte, quando soffia forte e lo sento bussare alle imposte.
Mi cerca e mi trova.
Mi piace al mare, mentre guardo le onde che si ingrossano e sembrano essere sul punto di portarmi via.

Mi piace in montagna, quando ulula forte ed io mi stringo a chi sa sempre come accogliermi.

Pulisce completamente i miei pensieri, li rende liberi, li fa esondare altrove.
Lo sento addosso e canto.

Mi chiede di restare appoggiata sulla spalla amata e addormentami cullata dalla quella voce.

(MariellaEsseci aprile 2018)

39 commenti:

  1. Una vera e bella dichiarazione d’amore. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Bellissima lirica. Di solito il vento può portare a sentimenti d'inquietudine ed invece tu hai ribaltato il tutto ed hai dichiarato il tuo amore per il vento e per l'uomo che ami con cui vuoi condividere questo elemento atmosferico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me il vento piace.
      E lo associo a momenti di riflessione e di decisione.
      Se soffia forte mi stringo più forte dove posso trovare riparo e attenzione.
      È l'amore che guida tutto anche il vento.
      Grazie Dani hai compreso perfettamente.

      Elimina
  3. Vero, ha questo potere: non sempre è negativo, il vento.
    Spesso è libertà.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, anche io respiro libertà e mi faccio trascinare in maniera bella e positiva.

      Elimina
  4. Un vento amico che aiuta a vivere nel giusto modo.
    Bacio Mari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, a volte porta la soluzione al problema o ti guida nella direzione giusta.
      Bacio a te.

      Elimina
  5. Ma che belli questi tuoi pensieri...
    Anch'io amo il vento , in tutte le stagioni
    E a te , sussurra piano ... di rimanere dolcemente accanto a chi ami
    Ciao Mariella , buon mercoledì : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marinetta, sei come me allora, il vento lo consideri un amico che sussurra al nostro cuore.
      A volte è irruento ed impetuoso, come l'amore.
      Una buona settimana a te!

      Elimina
  6. hai colto l'essenza del vento: 'carezze' e 'sberle', a seconda dell'intensità.
    A me piace molto d'estate, quando rinfresca, ma più delle volte d'estate riscalda ulteriormente l'atmosfera.
    Sono più uno da...calma di vento:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si perché lo amo molto.
      E ti dirò, mi piace in ogni stagione anche e soprattutto d'inverno. A Milano, di solito, spazza via le nubi e porta un cielo così azzurro che sembra incredibile vederlo così bello.
      Le rare volte che mi riesce di essere al mare, sempre d'inverno, vado sulla spiaggia a passeggiare. Il cielo azzurro e il vento che mi scompiglia i capelli, lo adoro.

      Elimina
  7. Il vento è uno dei linguaggi della natura. Hai ascoltato la sua voce ed è bellissimo come tu ne abbia colto tutte le sfumature, di libertà, di gioia, di forza indomabile ma anche di tenerezza da condividere con la persona amata.
    Mi piace leggerti e scoprire i tuoi pensieri 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È simile alla natura umana, ci hai fatto mai caso?
      Fa la voce grossa e ti spaventa, sussurra e ti accarezza calmando il cuore.
      A volte mi piace lasciarvi i miei pensieri e scoprire un po' di più il mio mondo.
      Bacio grande.

      Elimina
  8. Forse volevi scrivere una poesia, forse volevi solo dichiarare il tuo amore a chi sai tu. Hai ottenuto tutto:
    questa è una lirica molto bella, ed è contemporaneamente una profonda dichiarazione d'amore.
    Sto pensando al tuo Lui: è appagante sentirsi rivolgere questa leggere ma profonde parole, gratifica credimi.
    Ti auguro di potenziare questi tuoi sentimenti e queste tue sensazioni. E di potertici sempre cullare dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so bene cosa mi passasse per la testa quella sera quando buttai giù queste righe.
      Ho solo segnato quando l'ho scritta come fa un poeta che conosco. E poi l'ho lasciata tra le bozze.
      Ieri sera mi è parso fosse arrivato il momento giusto per farvela leggere.
      Mio marito non viene mai a curiosare nel mio blog e quindi non conoscerà questa poesia fino a quando io non gliela farò leggere.
      Magari non succederà mai chissà. In realtà non è stata scritta perché lui la leggesse. Io scrivo per me.
      Perché ho bisogno di mettere nero su bianco le emozioni quando arrivano.
      Non so se è il caso di parlare di poesia , sono piuttosto righe libere, così mi piace di più.
      Io ti ringrazio per l'augurio, in realtà spero solo che il cammino insieme duri il più a lungo possibile.
      Grazie.

      Elimina
  9. Ah il vento, io invidio la sua libertà e la forza di far muovere anche ciò che sembra irremovibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe bello avere la stessa forza anche noi.
      Bacio!

      Elimina
  10. Io lo odio terribilmente. Perchè non riesco a gestirlo e mi incazzo.
    E i capelli si increspano e si annodano.
    E la frangetta sparisce.
    No, il vento non fa per me, ma con questa poesia quasi mi sta un po' più simpatico.... :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voi giù avete quel "benedetto" maestrale che scombussola tutto.
      Ah i capelli! A me al mare e con l'umidità succede che i capelli si trasformino. Per cui li lascio selvaggi... e il vento ne approfitta :-)
      Mi fa piacere ti siano piaciuti i miei versi in libertà.
      Bacio.

      Elimina
    2. Magari.
      Il maestrale è una figata.
      Ma qui c'è quasi sempre lo scirocco che rende i capelli gonfi, appiccicosi e deformi.
      Ecco. Sarà per questo che non lo sopporto. 😉

      Elimina
    3. Allora è vero che vivi in Africa ahahahah

      Elimina
    4. Non farmi bestemmiare anche qui..
      E tira le orecchie al tuo amico!

      Elimina
    5. Non ti preoccupare, che poi posterò anche le mie di cartellate! Così lo sistemiamo a dovere...
      (mie in senso lato, le compro nel forno di fiducia di mio marito e le porta a mio padre e a mia mamma che ne vanno pazzi)

      Elimina
  11. Che bella dimostrazione d'amore , queste tue parole.
    Del resto, chi ha accanto una donna sensibile come te , non può che sostenerti in ogni occasione.
    Ma il vento no, è un maleducato e mi rende nervosa.
    Un bacio su quella tua bella testolina.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri, credimi ci vuole anche tanta pazienza con me. E chi mi conosce bene lo sa.
      Lui mi conosce bene sopporta e sostiene. La mia roccia assoluta.
      Mi prendo il tuo bacio e lo terrò stretto.
      Ricambio, cara amica mia.

      Elimina
  12. Amo il vento, per quello che è e per quello che rappresenta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io oggi, lo amo un pochino di più, dato che mi ha fatto il gran regalo di portarti di nuovo tra le mie pagine. Abbraccio grande😋

      Elimina
  13. Il vento in un contesto di natura può essere davvero catartico.
    Ricordo qualche anno il vento tra gli alberi di un bosco a san casciano dei bagni... sembrava quasi di sentire cantare, sentire musica, pura magia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, la natura e il vento sono un connubio perfetto. Magico, hai ragione. Bacio

      Elimina
  14. Dalla quella ?
    Ma è corretto?
    Non son poeta...ma forse sta bene così 😀
    Complimenti per la poesia ,il vento e tutto il resto.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa MAX se intervengo: Mariella scrive sempre bene, come me; ma a volte -a me più spesso- scappano due battute in più. Io so che voleva scrivere non "dalla quella" ma più semplicemente da quella, se non altro in omaggio alla grammatica che la nostra amica conosce perfettamente.

      Elimina
    2. Che pignolaggine, non la tua, ovviamente.
      Cri

      Elimina
    3. Max, è un refuso e non mi sono nemmeno accorta pur avendola riletta prima di postare😆 grazie per i complimenti e per tutto il resto😁

      Elimina
  15. @ Iacoponi grazie assai💛
    @Cri bella, grazie anche a te💛
    I miei due avvocati del cuore!

    RispondiElimina
  16. Mi appello alla facoltà di non rispondere😀ai tuoi due avvocati del cuore.
    C’hai subito chi ti difende a spada tratta...però!

    Un rifugio?
    Speriamo almeno non sia posto su un sentiero impervio e soprattutto che ci si mangi bene!!

    Dalla quella volta mi sei sempre più simpatica..
    Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto che roba Max?
      Dovresti frequentarli un po' ti accorgeresti ancor di più di che persone speciali siano!
      Non mi far ricordare però cosa si mangia nei rifugi che io sono a dieta stretta prima del Natale arghhh
      Dalla quella volta anche tu mi sei sempre più simpatico ma proprio "assai assai" come dicono dalle mie parti!
      Baciooooo

      Elimina
  17. Si sì leggo spesso i loro commenti qua e anche su altri blog.
    Sembrano simpatici.
    Vincenzo m’ha fatto sorridere una volta che ha commentato su un blog “ecclesiastico “😀 qualcosa riguardo la prostata e annessi.
    Cristina l’ho “vista” per la prima volta ripetutamente in un blog dove compariva più volte ripetutamente per ricordare al gestore di quel blog di passare da lei a ritirare un premio.
    Però questo non le rispondeva ...almeno finché commentavo io! Spero alla fine sia passato 😀
    Passerò anche da loro ...ciao


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vincenzo è così, diretto senza sovrastrutture. Cristina e meravigliosa. Passa e non te ne pentirai😆😁

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)