AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

31 agosto 2012

Viaggio nelle Marche




(Eccomi di vedetta sulla spiaggia di Porto San Elpidio all'inizio delle vacanze!)





Siamo appena rientrati e la magia delle vacanze appare già lontana.
Travolta dalla pioggia che ci ha dato il suo benvenuto a Milano.
Triste come ogni fine estate, questo tempo mi induce a ritrovare il sorriso facendo un salto nel periodo appena trascorso.

Quasi tre settimane di stacco, ci volevano.
Abbiamo visto, camminato, viaggiato, mangiato, amato.
Abbiamo riso, cantato, ascoltato, parlato.

Sono state vacanze stupende.

Prima puntata le Marche, dove non eravamo mai stati insieme.
Io da ragazzina ci ero stata in gita scolastica per quel che può valere, ma ricordo poco a parte i bagordi di notte.

Il nostro approdo è stato l'agriturismo La Coccinella  di Emanuela e Virgilio a Monte San Pietrangeli, qualche chilometro di distanza da Porto San Giorgio.
Un'oasi, il posto ideale per chi come noi deve rinfrancarsi dalle fatiche di tutto l'anno e ha bisogno soprattutto di quiete e di relax.
Il tutto condito da una location splendida e dalla cura che la proprietaria mette nel far sentire a casa i propri ospiti.
Lo so, che sembra uno spot pubblicitario, ma dopo essere stati li, avere assaggiato la cucina di Emanuela e le sue crostate e torte fantastiche, essersi impigriti a bordo piscina e passato delle serate magnifiche al suono dei grilli e delle cicale, che avevo quasi dimenticato, beh questo è il minimo.

Ecco cosa vedevo al mattino affacciata alla finestra della mia camera.

In quei giorni a cavallo di Ferragosto, abbiamo visitato tantissimi luoghi che non conoscevamo o che io ricordavo poco.
Abbiamo avuto la fortuna di goderci Il Palio dell'Assunta di Fermo, che secondo me non ha nulla da invidiare a quello più famoso di Siena.


(Un momento della sfilata di Fermo " I tamburini ")

(Un particolare dell'acconciatura di una "Madonna")
(I bimbi che portano le reti preziose.)


Visitare, tra gli altri posti, Recanati terra di riminiscenze scolastiche e le Grotte di Frasassi, tra le più belle d'Europa.

(Recanati: a sinistra il palazzo Leopardi e la piazza del "Sabato del Villaggio")


(Recanati: il colle dell'Infinito.)




Godere della vista di un antichissimo borgo medievale, Torre di Palme, che ci ha lasciato a bocca aperta.

(Torre di Palme: vista panoramica.)
(Torre di Palme: uno scorcio del borgo.)


E il mare delle Marche, strepitoso, libero, naturale, con Porto San Giorgio e Porto San Elpidio.
E Numana, con le sue spiagge che sono piccolissimi gioielli.

Non ci siamo fatti mancare nulla, compreso la sagra del porcellino.
Costine di maiale e vino marchigiano a volontà.

Torneremo perchè la regione è splendida e troppi sono i luoghi che abbiamo dovuto tralasciare.
E poi, perchè avrei voluto abbracciare un'amica di blog che vive lì ma non è stato possibile.

Ciao YRAM!


(Fuochi d'artificio sulla spiaggia di Porto San Giorgio la sera del 14 agosto.)






22 commenti:

  1. ciao Mary come sempre bel post, invitante la vacanza, condivido in pieno i borghi medievali, come sai, così come i pali, le sfilate medievali e le sagre, soprattutto se c'è la birra, poco meno mi attirano i fuochi che invece piacciono molto a mio marito.
    Che dire ormai siamo al 31, siamo tornati al lavoro ma almeno io già mi porto avanti pensando alla prossima meta (in questo caso Londra e la difficoltà di trovare un albergo a Piccadilli), ma sempre col pensiero del Castello di Neuschwanstein in Germania (e tra un paio di anni disneyland tutti insieme). viva le vacanze e le persone che ci tengono compagnia, abbasso le tasse per il soggiorno come quelle trovate a Firenze: 4 € a persona al giorno....un pò troppo direi...
    Le Marche sicuramente splendide ma per ora sono state solo un punto di passaggio in autogrill non ci siamo mai fermati in nessun luogo marchigiano.
    Baci baci

    RispondiElimina
  2. Infatti, è proprio il tipo di vacanza che piace a te.
    Dura trovare un albergo in pieno centro, perchè non vi spostate in zona KING'S Cross che è molto ben collegata?
    La linea metropolitana è la stessa che vi porterebbe in centro.
    Prova a dare un'occhiata su Tripadvisor.

    Bacio

    RispondiElimina
  3. Dev'essere proprio una bella regione,come tutte quelle che sono in quella fascia geografica!
    Permettimi di dire che mi è andato il sangue alla testa..nessun palio con gli animali è bello!Quello di Siena è un massacro legalizzato (ancora per poco)
    Nick

    RispondiElimina
  4. Hai ragione Nick, il Palio di Siena è un vero massacro, all'interno della Piazza con quei poveri animali che vengono torturati seguendo quel percorso circolare e infido, rischiando anche la vita.
    La Cavalcata dell'Assunta ha un percorso diverso, per la città, non è in un ambiente circoscritto.
    Ora non so se in questo modo, visto che era una corsa come quelle inglesi, gli animali subiscono vessazioni.
    A me è sembrato ci fosse molto rispetto per gli animali, però parlo da profana.
    Mi è piaciuta in particolar modo la sfilata, in costumi d'epoca e divisa per i contrade, ognuna con il suo Confalone che ricorda l'attività del quartiere, tutti mestieri antichi.
    E la partecipazione della gente del posto, enorme.

    Mariella


    RispondiElimina
  5. Ciao Yram!

    Grazie per essere passata.

    Bacio grande.

    RispondiElimina
  6. Allora probabilmente è molto più bello e sensato rispetto al più famoso (tristemente) Palio di Siena!
    Baci,Nick

    RispondiElimina
  7. Ciao Mariella,
    ti volevo far notare che nella fotina, il vestitino a fiori non è che si veda molto.
    Un bacio.
    La Spia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla Mariella piace prendermi per il culo: ecco spiegate le ragioni del vestitino a fiori immortalato a distanza siderale.
      Vecche storie, spia.

      Paolino Pap

      Elimina
    2. Comunque, Mari, la prossima volta che posti una foto da bagnina indossa un costume rosso da baywatch.
      Ma ricordati di depilarti anche la zona gambe sopra le ginocchia.
      Certo che la Veru al mare... poveri vicini di ombrellone.

      Paolino Pap

      Elimina
    3. Veramente la foto, se fossi riuscita ad ingrandirla, avrebbe avuto un effetto diverso.
      Le promesse vanno mantenute, ed era l'unica col vestitino a fiori.
      Nessuna presa per i fondelli, ho provato a postarla due volte ma rimane ridotta.
      Come quella fatta sul muretto del colle di Recanati.
      Vediamo cosa succede con le prossime.

      Paolino, guarda che io non so cosa voglia dire avere peli superflui, mai avuti.
      E pelle di velluto.


      PS: Ho sentito Veru oggi, ti saluta.
      Le ho detto che mi hai chiesto chi era "sto pelosina" ghghghghghghghhghghgh

      Elimina
  8. Cara Mari ,ho abitato per qualche anno a Civitanova Marche quando ero bambina.Ho un ricordo molto dolce di quella città e della sua gente.Ricordo l'estrema disponibilità e l'affetto che non ci hanno mai fatto mancare.Eravamo quasi negli anni sessanta e pochissimi avevano la televisione e molti andavano la sera al bar a vedere il telegiornale o magari Sanremo.I miei vicini avevano la tv e invitavano tutto il vicinato in salotto per guardarla era divertentissimo.Mi dispiacque che mio padre comprasse la tv quelle riunioni mi mancarono tanto.Il tuo post mi ha fatto andare indietro nel tempo ed è nato in me un grande desiderio di ritornare a visitare quei luoghi. baci

    RispondiElimina
  9. Anche noi siamo rimasti piacevolmente colpiti dall'ospitalità della gente del luogo.
    Partendo dai proprietari dell'agriturismo, estremamente disponibili e cordiali, fino alla gente incontrata per caso.
    Ad esempio, a Porto San Giorgio, abbiamo chiesto ad una edicolante dove fosse una strada (cercavamo il ristorante dove poi siamo stati a cena la sera) ebbene, trascurando praticamente la clientela, ha preso la cartina, si è messa a cercare la strada, ci ha dato indicazioni meticolose, scusandosi più volte di non riuscire, senza cartina, ad indicarcela a memoria.
    Alla fine, quando è stata in grado di individuare il posto, si è assicurata più volte che avessimo capito bene.
    Fantastica.
    Ma abbiamo trovato la stessa attenzione ovunque.
    Proprio vero, gente di altri tempi, con altra educazione e rispetto.
    Così sono anche gli umbri, ve ne parlerò più avanti.

    Che belli i tuoi ricordi, si sente la malinconia.
    Spero tu possa realizzare il desiderio di vederli nuovamente.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Ciao Mari!
    In agriturismo ci sono stata alcuni anni fa a Grosseto e la vacanza la ricordo ancora oggi,bellissima esperienza,indimenticabile,il clima famigliare che si respira rende il soggiorno ancora piu' piacevole
    Nelle Marche non ci sono mai stata ma ho conoscenze, persone di questa regione anche se trasferite mantengono sempre la loro caratteristica ospitalita'e la gentieizza nell'approcciarsi agli altri.
    Non mi piace il Palio di Siena e nessun altro palio similare,per non parlare della corrida in Spagna trovo terribile sottoporre gli animali a tale tortura per divertimento o tradizione..
    Le vacanze sono finite purtroppo con la pioggia,ma giovedi torna il sole e ci portera' ancora giorni estivi ottimo! eheheh
    Buona Domenica cara,ti abbraccio


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia.
      Hai proprio ragione è il clima di casa, senza le pressioni di casa ghghghghghghghghghgh!
      E poi la natura, sarà che io vivo in città e tutti quegli spazi aperti, la luce, gli animali che scarrozzavano allegramente in giro, mi facevano sentire su di un altro pianeta.

      Come dicevo a Nick non si tratta di un vero e proprio Palio anche se lo chiamano così, ma di una sfilata medievale e di una cavalcata.
      Poi, concordo con te, tutto quello che costringe gli animali con la forza a fare qualcosa solo per il puro piacere degli uomini (vedi alla voce corrida che aborro) lo respingo.

      Ti abbraccio, cara.
      Buona domenica a te.

      Elimina
    2. Ciao Mari!
      Buon inizio settimana cara
      Bacio e sorriso!

      Elimina
    3. Ciao cara Claudia.
      Buon inizio settimana anche a te, il rientro spero sia soft!
      Abbraccio e sorriso.

      Elimina
  11. Eh si, siamo un popolo ospitale, ma chi non lo è in questa bellissima Italia?
    Mi dispiace tanto non esserci viste, eravamo vicinissime .. va beh, ci sarà una prossima volta!
    A Torre di Palme di solito gli innamorati si fanno grandi promesse, di notte sulla balconata che da sul mare il romanticismo s'impenna!
    Oggi anche qui cielo grigio, ombrelloni chiusi, e un pò di fresco finalmente.
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  12. Cara Yram, non preoccuparti torneremo presto nelle Marche.
    Non sapevo che Torre di Palme fosse un posto da innamorati, certo che con quella vista lì, diventa tutto più facile,
    Non c'è bisogno di parole, anche perchè è così perfetta che proprio non ti vengono, meglio occuparsi di altro, ghhghghghghhghgh!

    Da noi sono giorni che il cielo e grigio e piove ce la siamo dimenticata subito l'estate.

    Buona settimana anche a te e bacio grande.

    RispondiElimina
  13. Cara Mary,
    nel mio personale Palmares delle vacanze, mancano le Marche. Non fatico a credere che meritino tutte le parole di encomio che hai loro riservato, perché una delle mie zie acquisite è originaria della provincia di Ascoli Piceno ed è proprio come l'Emanuela che descrivi: ospitale e cuoca eccellente. Nomen omen, in questo caso, non vale: io so fare solo le uova al tegamino (bruciandole)!
    Magari ci faremo un pensierino per un week end. E di certo sapremo a chi chiedere ospitalità grazie alle tue indicazioni :-)

    RispondiElimina
  14. Sai fare delle meravigliose insalate?
    Sai che partendo da questo può essere tutto in discesa il tuo apprendistato in cucina, Manu?
    Scherzavo, so della tua innata passione per l'arte culinaria!
    Non conoscevo quasi per nulla questa fantastica regione, ma devo dire che mi ha entusiasmato.
    E come detto torneremo.
    Felice di aver sostituito Tripadvisor!

    Bacio

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)