05 febbraio 2019

PILLOLE DI SANREMO: 1978 - GIANNA.





Ecco le Pillole di Sanremo nate dalla costola del mio post dedicato alle canzoni preferite del Festival.



Da questa sera inizia il Festival della Canzone Italiana e ogni giorno gli dedicherò un pezzo, che trae spunto  dalle preferenze  che mi avete indicato nei commenti all'articolo di qualche giorno fa. In serata poi, contestualmente all'inizio della kermesse, si partirà con la diretta.
Si potrà fare qui  sul blog  o seguendomi su Twitter dove mi scatenerò come del resto faccio  tutti gli anni. Per seguirmi anche li, ecco il mio account (@acquamari).

Tornando alla canzone richiesta, la prima è GIANNA di Rino Gaetano, scelta da Riccardo Giannini.

Presentata al Festival nel 1978,vinse il premio della critica nell'anno in cui la vittoria fu dei Matia Bazar. Una canzone che travolse il tran-tran  festivaliero assestando un pungo in pieno viso al pubblico, con l'ironia tagliente delle sue parole. Molti negli anni si sono interrogati sul suo significato. Lo stesso Rino non amava molto questa canzone e pare avesse il timore che venisse fraintesa. Che si trattasse di una ragazza dai facili costumi o di un transessuale o ancora, di Gianni Agnelli, nessun è riuscito ad affermarlo con certezza. Chi vivrà vedrà, diceva la canzone. Io l'adorai e basta. E con la canzone scopri l'artista che mi diede la misura del cantautorato in cui, da quel momento in poi, mi volli riconoscere. 

Ringrazio Riky  per la bella condivisione.

La classifica finale:

1) posto MATIA BAZAR -  E DIRSI CIAO...
2) posto ANNA OXA -  UN'EMOZIONE DA POCO
3) posto RINO GAETANO - GIANNA



IL VIDEO:

 



IL TESTO:


Gianna Gianna Gianna sosteneva, tesi e illusioni
Gianna Gianna Gianna prometteva, pareti e fiumi
Gianna, Gianna, Gianna aveva un coccodrillo e un dottore
Gianna non perdeva neanche un minuto per fare l'amore

Ma la notte la festa è finita, evviva la vita!
La gente si sveste, comincia un mondo!
Un mondo diverso, ma fatto di sesso, chi vivrà vedrà!

Gianna, Gianna, Gianna non cercava il suo pigmalione
Gianna difendeva il suo salario dall'inflazione
Gianna, Gianna, Gianna non credeva a canzoni o UFO
Gianna aveva un fiuto eccezionale per il tartufo

Ma la notte la festa è finita, evviva la vita!
La gente si sveste, comincia un mondo!
Un mondo diverso, ma fatto di sesso, chi vivrà vedrà!

Dove vai? Con chi ce l'hai? di chi sei? Ma che vuoi?
Dove vai? Con chi ce l'hai?
Dove sei? dove stai? Fatti sempre i fatti tuoi!
Di chi sei? Ma che vuoi? Il dottore non c'è mai



E ORA VIA ALLA PRIMA PUNTATA DEL FESTIVAL DI SANREMO!

73 commenti:

  1. Restano ancora tanti interrogativi sul suo significato.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, nemmeno Gaetano ha mai voluto chiarire il mistero... Buona giornata Cav!

      Elimina
  2. Grande canzone, cantata, cantata e cantata. Grande Rino.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È tutta la mattina che la canticchio! Grandissimo Rino. Buona giornata Sinfo!

      Elimina
  3. Brava, ottima scelta! Rino era un grande e Gianna è straordinaria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scelta è stata fatta da Ricky,ma sarebbe stata anche La mia seconda dopo Elisa. Ognuno di voi avrà il suo spazio e presto toccherà a te😉 Grazie Dani, buona giornata!

      Elimina
  4. Grazie Mary!
    Secondo me "Gianna" non è altro che la classe politica. Ho letto anche un'interpretazione sul web che concorda sostanzialmente con la mia.
    La chiave è rappresentata dai primi versi: "Gianna Gianna Gianna sosteneva, tesi e illusioni
    Gianna Gianna Gianna prometteva, pareti e fiumi".
    Sono chiari i riferimenti alla campagna elettorale, pareti (case) e fiumi (acqua; da quel blog dove ho letto questa interpretazione, in Nuntereggaepiù il cantautore scrisse “mentre vedo tanta gente che non ha l’acqua corrente”).
    Rispetto a quella interpretazione, provo a migliorarla:
    il coccordillo non è altro che la parte della classe politica di fronte alle disgrazie (finte lacrime...i discorsi di rappresentanza ecc..), il dottore è la classe politica che promette di risolvere tutti i mali della società.
    Curioso quel "difendeva il suo salario dall'inflazione" (la casta...e i vitalizi).

    Il ritornello: "Ma la notte la festa è finita, evviva la vita
    La gente si sveste e comincia un mondo
    un mondo diverso, ma fatto di sesso"

    Il ritornello non riesco a contestualizzarlo bene..
    se sia una critica in generale alla società (l'importante è farsi una scopata e divertirsi la sera, poi il mondo può andare a rotoli), oppure se è ancora riferita a "Gianna" (la festa, la farsa è finita, i politici dismettono le loro maschere e si danno al divertimento più sfrenato).


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace molto questa interpretazione e credo sia quella più vicina alla realtà, visto tutto quello che scriveva. Ai tempi,e tieni presente che ero una ragazzina ina ina, il fatto che esplicitamente si PARLASSE di sesso era un tema già di per sé sconvolgente. Poi ricordo l'idea che fosse una presa in giro dell'establishment dell'epoca e del potere, per questo si pensava al "re" Gianni Agnelli. Sicuramente un atto di denuncia ampio. Grazie!

      Elimina
  5. Canzone che porta il mio nome...indecifrabile !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Gianna! Ahahah ma allora sei tu! Bacio grande💛

      Elimina
  6. Cara Mariella, io sono un vecchio sentimentale, amo le canzono melodiche di un tempo, nonostante tutto, guardo un po San Remo!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, io non mi perdo una puntata di Sanremo da quando ero bambina. Stasera sarà come quando gioca l'Italia ai mondiali di calcio, saremo lì a guardare e ascoltare. Poi domani ne riparliamo! Se mi hai dato anche tu il titolo di una canzone del Festival che ti piaceva in particolar modo, presto ci sarà un post dedicato a te. Bacio e buona serata!

      Elimina
  7. Per me Rino è un'istituzione! Tant'è che il mio profilo blogger viaggia su uno stralcio di canzone sua: Io scriverò se vuoi
    Perché cerco un mondo diverso, Con stelle al neon e un poco d'universo...
    Su Gianna, che dire? Ci sono cresciuta!
    Ti seguirò con gioia, Mariella *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io cara Irene, sono cresciuta con le sue canzoni. Seguimi durante le serate e presto ci sarà il post che ti ho dedicato con la tua preferenza! Bacio💛

      Elimina
  8. E su Gianna che aveva un fiuto straordinario per il tartufo che dici Ricky...?
    Credo fosse il primo 45 giri serio / adulto(, perché nel 78 avevo anche la sigla di Goldrake su vinile)
    che mi hanno preso i miei , perché piaceva a loro.
    Gaetano lo preferisco su altre canzoni.
    Comunque Gianna è storia , onore al merito.
    Anche se a mio modesto parere se ne parla più che altro perché Gaetano è morto giovane e tutto ha contribuito ad aumentare il mito .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sul fiuto straordinario dei politici a trovare il modo di guadagnare sulle "porcate", penso non ci siano dubbi, o no?
      Avevi Goldrake? Dobbiamo farci un post sui vinili... io ho tanto di quel materiale, che dici?
      Rino Gaetano ha scritto parole che, a mio parere, vanno al di là del clamore successivo alla sua morte. E se avesse avuto il tempo, sarebbe diventato uno dei più grandi, se non il più grande di tutti.
      E su questo non ho alcun dubbio.
      e ti lascio così... ( anche se ti aspetto più tardi)

      "I passi delle onde che danzavano sul mare a piedi nudi
      Come un sogno di follie venduto all'asta
      La notte quella notte cominciava un po' perversa
      E mi offriva tre occasioni per amarti e tu"

      Elimina
    2. E tu.. fatta di sguardi e tu...ed io...!
      Ahahha😀
      Più tardi?
      Intenderai domani..per parlare di Sanremo!

      Elimina
  9. Mi piace soprattutto Gianna, bellissima canzone ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco che abbiamo trovato la tua canzone preferita del Festival...

      Elimina
  10. Beh, ma aveva paura di essere frainteso proprio lui che ha fatto del nonsense una bandiera? XD
    Interessanti le interpretazioni, comunque. Brano storico.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che se siamo ancora qui a discutere del significato di Gianna, fraintendimento c'è stato. E poi a lui non piaceva in particolar modo, era la casa discografica che aveva puntato su di una canzone che riteneva minore e troppo commerciale...
      Vero, sai che alcuni hanno collegato Gianna ad un transessuale che all'epoca diede scandalo?

      Elimina
  11. Gran classifica quel SanRemo, tutte e tre molto belle. "Gianna" eccezionale come tanti pezzi dell'indimenticabile Rino Gaetano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marcaval e benvenuto da me!
      E dirsi ciao dei Matia Bazar pezzo sopraffino... come quello della Oxa, per la prima volta al Festival.
      Grazie!

      Elimina
  12. Canzone che è un mito, non si discute.
    Ma non sapevo nulla del fatto che si è pensato, tra le altre ipotesi, che parlasse di Gianni Agnelli!
    Mi domando sempre che altri pezzi così originali e d'impatto avrebbe potuto regalarci Rino Gaetano...

    Da oggi al via, dunque, il nuovo Festival. Io sarò lì sul divano ogni sera, lo dico :) Ma non garantsco di restare sveglia proprio fino alla fine... io crollo ad un certo orario. Ma non la serata finale. Quella lì anche fino alle 2 di notte la seguo sempre tutta tutta.
    Buona visione e a presto, per chiacchierarne... eh? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si era pensato a lui per logiche di potere e il "coccodrillo" di cui parla la canzone sarebbe un riferimento alle polo della Lacoste che indossava.
      Ecco, anche io mi faccio la stessa domanda, chissà cosa ci avrebbe regalato.
      Io sono sul divano, pc accesso, telefonino alla mano e vedrai che ci sentiamo, eccome...
      Bacio.

      Elimina
  13. Ma c'è Favino? Sorpresa! 😀😀😀
    Occorre un riassunto, ciao Mariiiii! Sono quiiiii...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il riassunto domani mattina sul post nuovo. Favino ha cercato di risollevare le sorti della noiosissima conduzione della prima serata.
      Ciaoooooo

      Elimina
    2. Ahahahah...andiamo bene!

      Elimina
  14. Ah ora ho capito!
    Stai in diretta!!
    Ciao anche a Pia.
    Anch’io fin’ora la trovo noiosa...la conduzione .
    La Turci ha messo una giacca senza niente sotto.
    Non mi sembra abbia poi tanto da mostrare no?
    La canzone al primo ascolto non sembra malvagia.
    Ma negli acuti sembra stonare bho?
    Mi è piaciuta anche quella della Berté.
    Poi son andato via e poi son tornato ...non ho seguito tantissimo.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max! La conduzione è orrenda, loro sono noiosi e sembrano poco in sintonia. La canzone di PAOLA TURCI è bella,lei ha sicuramente problemi di voce. Bertè strepitosa...
      Sono in diretta qui e su twitter...
      L'audio fa schifo, si sente malissimo...

      Ora la Pravo che ha avuto problemi ad iniziare...

      Elimina
    2. La Pravo sembrava la versione femminile di Tutankamon 😵😆 povera, però, con i problemi tecnici pure!

      Elimina
    3. Ma la panza? IO MUORO!

      Elimina
    4. La panza!!! 😆😆😆

      Elimina
    5. Ciao Piaaaa!!! 😘

      Elimina
    6. Conduzione orripilante 🤦🏻‍♀️... ma la comica, lì, la simpatia l’ha lasciata a casa? 🤔🤔🤔 bah

      Elimina
    7. Ciao Irene, la comica è catatonica e stasera ha fatto una di quelle battute orribilis che passeranno alla storia!

      Elimina
  15. E poi arriva Giorgia...

    RispondiElimina
  16. Risposte
    1. "Come saprei amarti io nessuno saprebbe mai...!!!!" 🎤🎵🎶💙

      Elimina
    2. Meglio le sue però, vero?

      Elimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. Emozionando sempre più...🎵🎶🎵🎶🎵

    RispondiElimina
  19. Preferisco la giardinetta...😁😁😁

    RispondiElimina
  20. O magari la mitica 500...ahahahah

    RispondiElimina
  21. Arisa avvolta in un asciugamano mi mancava...

    RispondiElimina
  22. Caspiterina mi son persa Cristicchi...sigh!

    RispondiElimina
  23. Comunque se non si inventano qualcosa domani, è la conduzione più noiosa di sempre. Peggio dei "figli di"...

    RispondiElimina
  24. Nice article as well as whole site.Thanks for sharing.
    clipping path

    RispondiElimina
  25. stupenda pure lei ... mitico Rino <3

    RispondiElimina
  26. Questa mi ricorda uno dei primi capodanni da adolescente, c'era una mia amica che la cantava e io all'epoca non la conoscevo, né sapevo chi fosse Rino Gaetano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno di noi ha ricordi evocativi con le sue canzoni! Bacioooo

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)