AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

11 maggio 2014

Io che sono mamma dentro





E' una ricorrenza che mi tocca profondamente.
Alla mia mamma. Quattro figli e 70 anni d'amore senza fine.
A mia sorella Daniela. Due meravigliose pesti. E la lotta  per non soccombere alle mille difficoltà che una vita di mamma e donna lavoratrice, ti pone  davanti.
A mia cognata Aicha. in realtà la quarta sorella. Al suo bambino di sangue e ai suoi bambini d'amore. Tutti uguali.
Alla mia amica Veruska. Alle sue unghie e al suo coraggio. All'istante in cui stava cedendo. E al dono inatteso, la sua bimba, arrivata come il sole all'improvviso.
Alla mia amica Maria. Anche per lei due pesti. E la stessa lotta, lo stesso sorriso con il quale affronta i giorni di sole e quelli di ombra.
Alla mia amica Raffa. Al suo tesoro bello. Alle sue corse, ai suoi affanni per riuscire ad esserci sempre, nonostante la vita da manager. Che si è mamme anche in sala riunioni.
Alle mie amiche Claudia e Lucy. Che sono mamme e sono nonne. Meravigliose.
Alla mia amica B. che è lontana. Ma che se non ci fosse io dovrei inventarmela, bella com'è.
A tutte le altre mamme, mie amiche di vita e di blog. Che ammiro profondamente.

A mia sorella Pia. Leggera come una farfalla. Generosa come solo le zie riescono ad essere.
Alle mie amiche Stefy e Luisa. Presenti sempre. Le foto ovunque. Cellulari pieni di sorrisi e di amore.
Alla mia amica Evalyn. Con un sogno nel cuore da realizzare. Che arriverà, sono sicura.
A tutte le altre amiche di vita e di blog. Che coltivano un desiderio. E a volte ne parlano, altre volte si trattengono. Di cui ho raccolto lacrime in un cestino profumato alla rosa. E sorrisi carichi di speranza.

A me.

A tutte le altre donne che sono mamme dentro.

Auguri.






35 commenti:

  1. Ciao Mari!!!!!
    Grazie grazie infinite per questi meravigliosi auguri,è bellissimo essere Mamma ed altrettanto sentirsi Mamma dentro la gioia infinita capace di donare Amore senza limiti alcuni
    Non si abbandonano mai le speranze,crederci sempre... te lo auguro di cuore
    Un abbraccio circolare amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, amica mia.
      Io credo che la mia fortuna sia la mia famiglia. Mi basta.
      Bacio.

      Elimina
  2. Grazie Mariella.
    Le lacrime sono sgorgate senza che neanche me ne accorgersi.
    sei una mamma/zia meravigliosa e quando i nostri nipoti cresceranno se ne accorgeranno e non vorranno più saperne di stare altrove se non con la propria zia preferita.
    Buona festa della mamma, abbraccissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, perché le lacrime?
      Lo stesso vale per te. Noi siamo fortunate. Loro pure eheheh!
      Li vizieremo da impazzire, ed essendo zie non oseranno dirci mai nulla.
      Bacio.

      Elimina
  3. Cara Mariella, grazie!
    Mi hai commossa sai?
    Sottoscrivo in pieno il tuo post.
    Sei una persona speciale.
    Auguri a te!

    B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, allora ti sei riconosciuta?
      Quello che ho scritto è esattamente quello che penso.
      Siamo due persone speciali.
      Bacio.

      Elimina
  4. Auguri a te Mariella che sei mamma "dentro".
    La fortuna dei tuoi nipoti è smisurata ad averti come zia, bella, intelligente e "rock".
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri anche a te, mamma e amica di blog.
      Per ora.
      Fino a quando non arriverà il momento che ci abbracceremo.
      Dicono che abbracciami dia soddisfazione!
      Ahahahah
      Bacio.

      Elimina
  5. Mari approdo ora nel tuo blog e cosa trovo?
    GRAZIE per le tue parole.

    RispondiElimina
  6. Scusa non ho finito.
    Volevo aggiungere.
    So cosa si prova Mari, rabbia frustrazione dolore.
    A volte mi sento in difetto.
    L'unica cosa che posso dirti è di utilizzare la tua riserva d'amore per te stessa le persone che ti vogliono bene.
    Amici parenti nipoti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica poteva finire così!
      So benissimo che lo sai.
      Ma guai a te se ti sentirò ancora dire che ti senti in difetto.
      E' solo vita. A tutti regala qualcosa.
      A me, ha regalato la mia famiglia.
      E tu sai quanto sia preziosa.
      E poi gli amici sinceri.
      Quelli che ci sono sempre. Nonostante le baruffe. Nonostante il vento.
      Quelli che per sempre potrò guardare negli occhi e riconoscermi.
      Come te.
      Bacio.

      Elimina
  7. Scusa ho problemi con il cellulare.
    Mi hai commosso davvero.
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io.
      Ti abbraccio. Forte ma forte.

      Elimina
  8. Ma quanto bella sei, ragazza????
    Un abbraccio, grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che penso lo steso di te, vero?
      Bacio.

      Elimina
  9. auguri in ritardo a tutte

    RispondiElimina
  10. Scelgo questo per rientrare, dato che sul capitano mi tengo le mie idee dentro, il mio dolore per non vederlo più in campo e poi non si parla troppo di un mito.
    Mi piace questo tuo esser madre dentro. Ecco, fosse successo con una come te, che si sente madre dentro, quel che è successo con Mia Euridice con te non succedeva di sicuro. Mamma mia -la prima donna della mia vita, bellissima e troppo intelligente, che mi ha insegnato i valori della vita e di tutto e che mi ha fatto capire quanto voi donne siate importanti e che mi ha fatto amare a prescindere tutte le donne del mondo- si incazzava come una bufala furiosa con mio fratello e con me. Mi correva dietro strillando Ti ammazzo, poi quando mi pigliava non riusciva a menarmi, le venivano le lacrime agli occhi e si metteva a piangere. A me quelle sue lacrime facevano più male delle botte che mi aveva minacciato e mi giuravo che non l'avrei più fatta arrabbiare....fino alla prossima volta. Quella signora non si sente madre dentro, questo è il suo guaio, Mariella.
    Io penso di avere incontrato sul web tanta gente che altrimenti mai avrei potuto incontrare, gente come te, come Silvia, come Claudia, come S.Pia come Cristiana come Nicola Pezzoli come Xavier quel ragazzo giovane e malato che adoro.
    Per questo ringrazio la rete. Se poi capita di incontrare gente come Mia Euridice che finché le cose vanno bene è grande amica e appena sente una parola di troppo -bruttissima sono d'accordo, ma non una coltellata- non chiede ragione, non si pone il quesito se volessi veramente offenderla o dire una stronzata ma attacca con male parole, colpisce, ferisce, uccide e abbandona sul terreno.allora si sta male, ma come lei c'è solo lei e mi consolo con quelle come te, che scrivono post sulle mie poesie, che non dimenticherò mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rientrare da dove?
      Sei partito per un lungo viaggio?
      Il post del Capitano è precedente. Ed è giusto quello che dici, ognuno reagisce agli addii come riesce.
      Io ho pianto. Che ci vuoi fare, quando è partito con i saluti non ce l'ho più fatta. Vent'anni sono vent'anni. Una vita intera passata a vederlo correre con quella maglia. Nel bene e nel male.
      Non ne verranno fuori più così.
      L'unica certezza, purtroppo.

      Elimina
    2. Poi. Sull'episodio incriminato ho già detto abbondantemente da te. Aggiungerò qualcosa, ma sempre da te.
      L'amore per tua madre traspare da ogni parola che hai pronunciato su di lei in tutti gli anni in cui ho frequentato il tuo blog. Lo stesso vale per il tuo amore per l'universo donna. Per questo ritengo assurda tutta la situazione.
      La tua impulsività mi è nota. Se ti fosse successo sul mio blog (cosa che non credo) avremmo avuto modo di incrociare le spade e di sbudellarci a vicenda. Poi avremmo fatto pace.
      Ma sappi che la rete facilmente crea delle trappole. Per chi, come te e me, non vede troppa differenza tra i blog e la realtà. Se ci fidiamo la facciamo buttandoci interamente in un rapporto. E a volte si prendono delle gran cragnate. Mi è successo e forse mi succederà ancora. Ma essendomi già scottata, la prossima volta soffrirò di meno.
      Allo stesso tempo ti da la possibilità come dici bene tu, di conoscere persone che sono belle. Che sono vere. Che ci sono. Amici. Tienteli stretti. E se magari qualcuno di loro talvolta ti rimproverà il troppo pessimismo, dovuto in parte all'esperienza e all'età, non prendertela.
      E' il modo che ha per scuoterti e per dirti che ti vuole bene.
      Grazie per le parole.
      Quel post mi è caro.
      Come il poeta celebrato.

      Elimina
  11. Dalle mie arti c'è un detto bellissimo: chi ha mamma, non trema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo conoscevo. Vero e profondo.
      Bella Sara, grazie!

      Elimina
  12. C'è la conferma che tu sei veramente una "mamma dentro": l'affetto, l'amicizia, l'amore che nutri verso il prossimo a qualsiasi livello.
    Un caro saluto.,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aldo. Io ci provo.
      Ma non sempre si riesce a volere bene a tutti eh!
      Abbraccio amico, che bello vederti di nuovo da me.

      Elimina
  13. Credo ci siano molte più madri senza figli di quelle che si possano immaginare. Sono donne colme d'amore che, tracimando, si avventura su chi capita - fortunato - nei dintorni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una metafora bellissima.
      Spero di riuscire a non travolgere tutto.
      Sai a volte riesco ad essere un tocco possessiva.
      Franco ti ringrazio. Davvero delle parole che conserverò.

      Elimina
  14. non c'entra nulla, ma le parole di Bersani che hai citato sono bellissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo Fra.
      Continuo a considerare Bersani l'ultima pagina onesta, schietta e leale di quella "povera" sinistra che ormai siamo.
      Sulla frase avevo la mia "spia" all'Avana, Veruska.

      Elimina
  15. Mamma, che gran bella parola.
    Sarebbe bello sentirsela dire, ma è altrettanto bello dirla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La parola è bellissima. Da qualunque angolazione la si guardi :-)

      Elimina
  16. Con molto ritardo ricordo la canzone che dedicai a mia madre (peccato non conosca una sola parola in inglese): http://www.youtube.com/watch?v=VsNbhwSXDB8
    (in attesa di un prossimo post che in qualche modo ha a che fare con la figura materna)

    RispondiElimina
  17. Grazie alla mia Mari. In realta' piu' che sorella sei sempre la mia mamma e amica. Io sono stata fortunata ad avere avuto te nella mia vita! Ti voglio tanto tanto bene. Dani

    RispondiElimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)