AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

16 marzo 2016

Quello che mi piace e non mi piace di questo inizio 2016.



Come i migliori ladri che si rispettino, torno sul luogo del delitto.
Ci ho preso gusto a considerare gli eventi degli ultimi tempi e a trarne delle conclusioni.


Non mi piace che il decreto Cirinnà sia stato stravolto per passare al Senato. Subendo il ricatto di una debole fronda che riesce a tenere per le palle un governo che, come quelli passati, non si decide a sdoganarsi dall'ingerenza della chiesa cattolica. Certo gli fa comodo.
Allo stesso tempo non mi piace il "doversi accontentare perché è già un piccolo passo e il resto lo farà la magistratura".
Non mi piace la rassegnazione che colgo nei discorsi dei miei amici, secondo me, ed è una critica che ho mosso a loro, non stanno facendo abbastanza per affermare i loro diritti. Gli stessi che ho io.


Non mi piace che si allunghi la lista  degli italiani rapiti e uccisi all'estero. Che come al solito, non si DEBBA conoscere il perché, cosa ha fatto il nostro governo (nulla) per riportarli sani e salvi a casa.
E se almeno ci ha provato...
Non mi piace il dolore e la rabbia che colgo nelle parole e negli sguardi dei familiari e il dover sentire le solite parole sull'assenza, sulla negligenza e sull'abbandono da parte dello stato.

Non mi piace il "solito" Salvini. Ma mi piace da morire non perdere l'occasione per dargli addosso sul mio blog. Prima o poi faccio un post intero tutto dedicato a lui!

Non mi piace che due ragazzi decidano di punto in bianco di ammazzare un loro coetaneo per il gusto di capire cosa si prova. 
E che poi provino a giustificare l'orrendo delitto con un astio immotivato nei confronti dei padri. Direi di smetterla di giustificare la propria bruttura riconducendola al vissuto e alla famiglia. Siete vermi, assassini, sostenete da soli il peso dello squallore.
Trovo terrificante, il disprezzo assoluto nei confronti della vita e la mancanza totale di principi. E ancor di più NON MI PIACE che i genitori di chi ha ucciso, perdano tempo e parole a sprecarsi in giustificazioni, ad apparire in televisione, a pronunciare proclami a destra e a manca. Quando l'unica cosa giusta, per rispetto nei confronti di chi è morto, sarebbe il silenzio.


Mi piace avere trovato più tempo per me.
Riservandomi pomeriggi e serate nel piacevole ascolto di Mariella, che legge un libro, ascolta musica, pensa.

Mi piace che si avvicini una nuova primavera; certo non abbiamo avuto un inverno tradizionale ma sono speranzosa per il prossimo futuro.

Mi piace che si avvicini il mio compleanno. Mi piace la data, mi piace il rotondo e dieci anni fa non avrei potuto nemmeno immaginare che l'avrei presa così bene.

Mi piace che ci siano ancora dei ragazzi pronti a mettere in discussione la civiltà
tecnologica che ci sta ammazzando a favore di una vita lontana da tutto a contatto con la natura.  E vorrei avere il loro coraggio.

Mi piace la nuova iniziativa del comune di Milano. Che riscopre l'arte del baratto in campo amministrativo. Mi  piace che si possa utilizzare  per saldare dei debiti lavorando. Voi cosa ne pensate?


Mi piace che ci siano dei mi piace. Ho spesso la folle paura di vederli diminuire drasticamente.

Ce la siamo cavata ancora, per questa volta.


28 commenti:

  1. purtroppo, sul piatto della bilancia i "non mi piace" hanno maggior peso specifico

    RispondiElimina
  2. ...lo ammetto i tuoi non mi piace hanno ben poco a che vedere con i miei... Eh sì che viviamo la stessa Italia nello stesso momento!
    Però il mio problema, se di problema si può e si vuole parlare, è che non sono mai abbastanza aulica ed elevata da far miei i problemi della società in toto...e così finisce che il mio egoismo prende il sopravvento nelle liste del tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo possa dipendere anche dall'età.
      Sei in un momento in cui, ancora e per fortuna, sembra che il mondo ruoti tutto intorno a noi.
      Bellissima sensazione.
      Poi, inevitabilmente, si cambia

      Elimina
  3. Condivido i tuoi punti, quelli positivi e negativi. Personalmente, l'anno s'è improntato alla difficoltà nella comunicazione con gli altri, ciò che patisco da sempre -_- E dunque al mese terzo di questo anno (merdosetto, sorry), me ne sto un poco defilata!
    Buona settimana Mariella, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora si attendono sviluppi. Speriamo positivi a livello di comunicazione.
      Bacio.

      Elimina
  4. certo, i tuoi di mi piace e non, rappresentano il 50% della società attuale italiana, pertanto rallegriamoci o sursum corda, come diceva il gestore della forca, ce la siamo cavata anche stavorta e prepariamoci ad aggiungere un'altra pasqua sulle notre esili groppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono una "normodotata" rappresentante del bobolo ;)

      Elimina
  5. Sono molte le cose che mi piacciono ma sono personali.
    Invece non capisco chi sostiene e vota persone che siano anche solo indagate e poi s’indigna se non fanno gli interessi del Paese. Certo per chi non è corretto è meglio fare la vittima e arrivare alla fine di eventuali processi con relativa decadenza dei termini.
    Felice giornata Mariella
    Un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido fortemente il tuo "non mi piace".
      Bacio.

      Elimina
  6. Condivido tutti i tuoi non mi piace. Io non mi accontento, sinceramente! E i mi piace sono pieni di gioia... "mi piace"... ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accontentarsi mai. MAI.
      Felice che i miei "mi piace" ti coinvolgano positivamente.
      Cara Lolita, è un po' di tempo che non passo a trovarti per vedere come stai...
      Scusami, arrivo.
      Bacio.

      Elimina
  7. Condivido appieno sia i tuoi non mi piace che alcuni mi piace dato che quasi tutti sono personali, ma sono contento per te ;)

    RispondiElimina
  8. non condivido molto, parte dei tuoi non mi piace e piace. Però "Mi piace che ci siano dei mi piace. Ho spesso la folle paura di vederli diminuire drasticamente" lo quoto moltissimo.
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, posso capire. Siamo estremamente diverse.
      L'ultimo punto si può solo condividerlo. Penso sia una paura comune.
      Come comuni sono i miei pensieri. Anche banali, certo.
      Ma a me piacciono molto.
      Ciao.

      Elimina
  9. Sono felice per i tuoi mi piace e condivido in pieno i tuoi non mi piace e credo che come me li condividano in tanti, aggiungerei che non mi piace il fatto che nessuno faccia niente per cambiare qualcosa e viviamo tutti con un senso di rassegnazione e di impotenza, ma tant'è.
    Un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina!
      Sono stata sul punto di aggiungere la rabbia che mi deriva dal fatto che ci lamentiamo sempre ma poi non facciamo nulla per cambiare le cose.
      Ma l'avevo già detto. Anzi direi che è un punto fermo per me.
      Sono arrabbiata pure con me stessa. L'UNICA ARMA resta la parola, anche scritta.
      Un bacio grande a te.

      Elimina
  10. Ed io Mariellina mia, in questo melting pot di mi piace e non mi piace..non riesco a cavarmela..
    Non riesco a dividere le due cose, trovo spesso tutto così superficiale , spesso orrido, raramente bello...
    Seri troppo brava ..io non ce la posso fare!
    Ma sei dell'ariete?
    Capisco tante cose allora , più una in comune , ancora di più..
    Ti strngo forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Superficiale, è la parola corretta.
      No, sono del cancro.
      Non ti sembro abbastanza dolce?
      Eheheheh sarà l'ascendente; in realtà è quello che comanda.
      Un bacio grande.

      Elimina
  11. La storia di quell'omicidio è davvero incredibile, mi è capitato di analizzarla e di informarmi in merito abbastanza... aberrante è poco.
    Passando ai "mi piace", prendersi tempo per se stessi è FONDAMENTALE, me ne accorgo più che mai in questo momento per me pienissimo (e infatti oggi che sono riuscito a ritagliarmi mezza giornata... oh che bello! ^^). Poi... anche il mio di compleanno si avvicina, mi piacerebbe viverla come te, a me "pesa" sempre, cioè boh, quasi mi scoccia ^^ ma sono strano io, lo so :))))

    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauri, avrei voluto parlarne più a lungo con voi dell'omicidio Varani.
      Ma capisco che, anche nei blog, non sempre si ha voglia di affrontare un argomento così scomodo e devastante.
      Vedi, a me ha dato fastidio tutto, dal padre che il giorno dopo l'omicidio fa presenza in un famoso talk show (?) per una difesa impudente del proprio figlio, all'altro genitore che sul suo blog usa tutte le parole possibili per raccontare il periodo difficile che attraversa assieme alla sua famiglia, senza spenderne nemmeno una di scuse nei confronti delle uniche persone a cui dare conto: i genitori della vittima.
      Non mi sono piaciuti i pennivendoli che sui giornali e in video, pucciano nel torbido, sapendo bene che la stragrande maggioranza degli italiani è particolarmente sensibile alle trame nefaste. Curiosi come bertucce al riparo nelle loro belle cucce.
      E la cosa migliore in questo caso, l'unica possibile, era rimanere in silenzio. Muti. Per rispetto. Per vergogna. Quella che nessuno si sente più addosso.
      E non comprendo come non si possa condividere ciò.
      E potrei continuare, considerando le ultime esternazioni del primo padre ai giornali, in cui racconta con grande enfasi, che suo figlio è etero. Come se fosse l'unica cosa importante, ricordare al mondo che il figlio è sano, è etero, se fosse diverso da così sai che vergogna. Già, meglio omicida che omosessuale.
      Ma dove possiamo andare noi...
      Cambiando argomento, direi che prenderci un po' di tempo per noi, deve diventare fondamentale, come dici tu, mai perderci di vista.
      Ma quando è il tuo compleanno?
      Presto? Allora lo festeggeremo sul tuo blog, un abbraccio.

      Elimina
  12. Non ti/mi piace.
    *Il decreto Cirinnà era abortito in partenza. I KattoKomunisti non smuovono una zolla del merdaio nostrano senza la benedizione di un qualsivoglia cardinale.

    *La lista degli italiani uccisi all'estero si allungherà ancora, ma anche di quelli trattenuti ostaggi come i due Marò perché sto governicchio non cià palle.

    *Salvini lo si tiene come guardiano dei cessi o lo si fa santo, ma come capo carismatico dell'opposizione, un'opposizione necessaria come l'aria da respirare, nasce monco e senza testa, anche se vuole sfoggiare sei palle e non due.

    *Ammazzare per divertimento avveniva al Colosseo duemila anni orsono. Lo facevano due soldati ben addestrati per far felici li romani gaudenti der cazzo. Oggi si gonfiano di robba (con due b non è un errore) e poi ammazzano...perché non sapevano come passare il tempo.
    Spalando merda, per esempio.


    Quello che mi/ti piace.
    *Te lo appoggio, Mariè, dai che vai forte.

    *Pure ammé. Viva la Primmavera der Botticelli.

    *Dimmi quando Mariè, magari in privato.

    *Sì, bravi loro e beati loro.

    *Saldare i debiti lavorando? Niente male come idea.

    *Pure ammé. Forse sono più le cose che NON piacciono, ma qualcuna che piace ancora c'è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciando perdere i primi due punti, cosa aggiungere, direi che Salvini, nella sua idiozia, a volte è perfino divertente. Il problema è che molti italiani hanno il cervello lobotomizzato come il suo, e si ritrovano nel suo "pensiero". Sono ancora più pericolosi della nostra debole sinistra, perché gente da dirigere come marionetta, è stata capace di sterminare milioni di persone durante le guerre e in epoche non troppo lontane. Spero che sarai d'accordo con me, visto che non ho la tua stessa opinione su Israele. Anzi.
      Per quel che riguarda Varani, pensavo che avessimo superato la barbarie dei romani, che si dicevano popolo civilissimo e "acculturato". Io lo chiamavo "il favoloso mondo dei latini" quando studiavo; barbari ignoranti e belligeranti, ricoperti di oro insanguinato frutto di deliri di onnipotenza e di campagne di guerra interminabili.
      Quindi tutto torna, ora che mister Tods ha pure restaurato il nostro bel Colosseo, non vedo l'ora che rimettano i tendoni e che si riparta con la cattura e la lotta. Da una parte i barbari ignoranti di cui sopra, dall'altra , omosessuali, donne, extracomunitari, profughi di guerra., cristiani. Vincerà il migliore.
      E si continuerà a spalare merda.
      Il mio compleanno? Il 9 LUGLIO prossimo Enzo. Nessun mistero.
      Sono nata il 9 come te.
      Un abbraccio circolare.

      Elimina
  13. Un post che da ottimi spunti di riflessione.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi di sì.
      Un abbraccio Vincenzo e grazie.

      Elimina
  14. Sono sincera, cara Mariella.
    Non so proprio cosa aspettarmi da quest'anno, da tutti i punti di vista.

    Ti abbraccio forte (che passo meno qui, ma la voglia di fare il bis del ns incontro c'è sempre)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente, nemmeno io.
      Solo molto preoccupata. Soprattutto per voi ragazzi. Che vi trovate ficcati all'interno di una bolla che se provate a pungere vi potrebbe far scoppiare.
      Io sono qui, tesoro bello. Quando vuoi, si rifà.
      Bacio.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)