18 marzo 2019

UNA RAGAZZINA DI NOME GRETA


Bisognava che ci fosse una ragazzina di poco più di sedici anni affinché il mondo intero comprendesse appieno i pericoli che il cambiamento climatico sta apportando alla Terra.
Bisognava che questo scricciolo (alla Dylan Thomas), con l'impermeabile giallo e le trecce da Pippi Calzelunghe, cominciasse la sua marcia per cambiare le cose perché noi poveri e imbambolati esseri umani ne prendessimo coscienza.
Non erano bastati anni di conferenze Onu, documentari, film horror, vicepresidenti americani ambientalisti, alluvioni, maremoti, tsunami, e quanto di più orrendo stia già  capitando all'intero pianeta.
No.
Ci voleva Greta, il suo manifesto e i suoi scioperi.

Sciopero della scuola per il Clima


Se alla sua età mi fossi permessa di scioperare ogni venerdì per il clima, mi avrebbero mandato a scuola con una summa di scapaccioni tale che al secondo venerdì non ci avrei nemmeno più pensato. 
Non penso che sarei riuscita a coinvolgere prima i miei compagni, poi la mia nazione e di seguito, il mondo intero, lanciando il movimento studentesco Fridays for Future.
Sarà che alla fine degli anni '70 la cosa più importante era andare bene a scuola. Imparare a memoria le declinazioni di greco e latino e conoscere a menadito la storia e la filosofia. Roba morta e sepolta. Devo dire che tutta questa cultura ha fatto di me quel che sono ora, ovvero una lenticchia. Sarà che il massimo degli scioperi che facevamo erano rivolti a quella "stronza" di ministro dell'istruzione di allora (vediamo chi si ricorda il nome e cognome della signora in questione tra quelli della mia generazione) e per la maggior parte erano finalizzati a "bigiare" e a bighellonare in giro per tutta la mattina...
Invece. Se solo mi avessero preso sul serio quando protestavo animatamente contro il governo italiano. E contro la DC dell'epoca, quando Berlinguer era il mio mito assoluto. Vabbè, ancora lo è.

Ora sarei ministro del lavoro ahahahah o premio Nobel per la pace(non scherziamo Greta è candidata sul serio).

E non mi sarei sicuramente fermata, perché affetta da una malattia quale la Sindrome di Asperger (malattia che fa parte dello spettro autistico).  Sarei  invece stata io per prima,  a passare senza alcuna pietà più e più volte sul corpo di quella pennivendola che si è permessa di fare una battuta pessima su chi vale diecimilioni di volte più di lei. 

Forza piccola GRETA, salva il mondo.





52 commenti:

  1. Cara Mariella, hai detto bene, il mondo intero ha aspettato che una ragazzina alzasse la testa, per dire dove stiamo andando.
    Se voglio essere sincero credo che sia già troppo tardi, solo che spero di sbagliarmi!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, caro Tomaso ho una gran paura che sia tardi. Soprattutto sono preoccupata per i giovani e per quello che li aspetta. Speriamo di sbagliarci. Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  2. Ma hai letto gli haters dei social?
    Sono allibito dalla tanta cattiveria verso questa ragazza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ho letto.
      Di chi l'ha attaccata come simbolo demoniaco, degli altri che le hanno rimproverato di mangiare banane in inverno, senza sapere che è un frutto che lei mangia per superare all'affaticamento quotidiano e lo stress che le procura lo stare assieme a tanta gente.
      Ma non sono stupita. Nel mondo social, ormai è consuetudine creare gruppi fake per attaccare con violenza e idiozia, chi si distingue per la forza delle proprie idee e azioni. Certo che non si possa fare nulla per fermare questa escalation a me pare assurdo. Evidentemente non si vuole. Tu che ne pensi?

      Elimina
    2. Anche questa domanda è cascata nel vuoto. Vabbè, smetto di fartene...

      Elimina
  3. Io ho solo paura della grande manipolazione che potrebbe esserci dietro tutto questo.
    Però credo che comunque la questione è reale e Greta potrebbe anche chiamarsi Giorgio o Valeria o Franck ed avrebbe comunque ragione. Il mondo sta morendo e noi con lui. Punto.
    Ciao Mari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso che Greta si stia facendo manipolare, La sua storia mi ricorda una fiaba di Andersen: I vestiti nuovi dell'imperatore.
      Tutti zitti fino a rasentare l'assurdo fino a quando l'innocente ( guarda caso sempre un bambino) grida che l'imperatore è nudo.
      Ha ragione. Cerchiamo di stare tutti al suo fianco.

      Elimina
    2. Eh, grande fiaba quella...
      E speriamo di non peccare d'ingenuità. 😘

      Elimina
  4. Dobbiamo imparare dai bambini e soprattutto pensare al loro futuro: questa umanità è malata di egoismo ed ha vedute corte, nessuna lungimiranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto ci hanno insegnato ad educare i bambini, trasformandoli in persone comuni, attente al proprio tornaconto. Egoisti, come dici giustamente tu. E facendo perdere loro l'aura di innocenza con la quale individuano sempre la verità.
      Non a caso era un bimbo il Piccolo Principe. Colui che vedeva l'invisibile ai più solo con la forza del suo cuore.

      Elimina
  5. Hanno fatto un gran parlare in merito a chi la spinge, la finanzia, la porta avanti, insomma tutta una ridda di dietrologie. Il problema è che a prescindere da tutto, dovremmo basarci sul messaggio e distogliere l'attenzione dai perché e i per come. Insomma, guardare la Luna piuttosto del dito che la indica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si pare che sia lo cosa più importante capire chi ci sia dietro.
      Meno quello a cui si cerca di rivolgere l'attenzione. QUANTE PAROLE E TEMPO SPRECATI.

      Elimina
  6. E meno male che incominciano ad ascoltare qualcuno nella speranza che dalle parole passino ai fatti, anche perché è sotto gli occhi di tutti quello che siamo riusciti a combinare a questa nostra povera terra. Bel post. Ciao Mariella e buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Sinfo.
      Ma non ho sentito che pochissime persone ammettere gli errori che abbiamo fatto. Figuriamoci ringraziare e aiutare una ragazzina che sta tentando di salvare il mondo. Che utopia.
      Grazie e buna serata.

      Elimina
  7. Mi fa emozionare sempre ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Greta dici? È una forza della natura💛

      Elimina
  8. Greta ha saputo unire i giovani di tutto il mondo su un tema che molti politici e semplici adulti non considerano importante ma che invece è vitale per salvare il pianeta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che razza di idioti gli adulti. Del resto questo mondo lo stanno distruggendo loro.

      Elimina
  9. Se vuoi ti do una mano con la PENNIVENDOLA.
    Cri

    RispondiElimina
  10. toglimi una curiosità..ma che vuol dire essere una lenticchia??

    io trovo sia nobile e coraggioso l'impegno di questa ragazzina.e ci riguarda tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un modo con cui mi definisco. Dato che non sopporto i presuntuosi e sul web siamo pieni di quelli che sono bravi,intelligenti, fanno questo e fanno quello, si autocelebrano in continuazione, falsi modesti; io invece, sono una piccola lenticchia.Un legume povero ma gustoso😉 la lotta di Greta riguarda tutti. Esatto. Bacio Juliette.

      Elimina
    2. Ah capito.grazie per la delucidazione.
      e bacio anche a te.

      Elimina
  11. Bisogna avere il coraggio di andare contro corrente sempre, anche se gli altri non ti supportano. Tra l'altro in questo momento me lo dovrei ripetere tipo mantra, per questioni personali, ma a parte questo ovviamente sto dalla parte di Greta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quel che mi riguarda, nella vita come sul web, da tempo sono una che va controcorrente e me ne vanto. Forza Greta e forza Sara💛

      Elimina
  12. Ne ho già accennato su Facebook, se pure fosse manipolata, spero che questi "manigoldi" manipolino il mondo intero!!
    p.s. ce l'avevi con la Iervolino per caso?! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Facebook non posso leggerti, ma hai ragione. Ci fosse dietro chiunque quel che conta è che vada avanti! No, sono più vecchia😉

      Elimina
  13. La ministra era la Falcucci, vero? Forza Greta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, era lei. Che poi, pensando al delirio successivo della scuola forse non era così male come la dipingevamo. Forza Greta!

      Elimina
  14. La piccola Grata ha dato una lezione a tutta l'umanità.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci tocca chinare la testa e sostenerla il più possibile. Un abbraccio Cav!

      Elimina
  15. Greta Thunberg ha sedici anni? Incredibile. A parte le trecce alla Pippi sembra una dodicenne. Ha la sindrome di Asberger? Benissimo! Questo le toglie la paura di parlare davanti ad una massa di adulti senza paura e di dire cose che nessun altro potrebbe con tanto effetto dire. Serissima e non perché abbia timore di tradirsi, me per la certezza delle sue idee.
    Leggo da te, come lessi ieri quallo che vorrebbe farle Maria Giovanna Maglie, che si rivela certamente più stupida e egocentrica di quel che credessi. Possibile che sia così GretTa? Così vorrebbe arrestare una che lotta per il futuro del pianeta questo quintale e mezzo di grasso merdoso e ballonzolante?
    Amica di Salvini? Che vuol dire? Salvini si tiene tranquillamente al largo da queste stronzate. Amica di Donald Duck, pardon Trump? Può andarci insieme a minacciar lo monno infame sta barbona, ma lasci stare senza offendere il prossimo -si spera- Nobel per la pace. Piuttosto VOI giovani e ancora giovani non state lì a fragarvi le mani mentre una ragazzina vi salva le chiappe pronunciando parole di sdegno, lei sola contro tutti i bamboccioni che assistete alla morte prematura del poaneta. Dimenate le chiappe, alzatevi e mettetevi bene in vista per farvi contare. Fatelo adesso finché c'è tempo, altrimenti sarà troppo tardi ed eliminate fisicamente Donald Duck, che a nessuno occorre oltre ai pazzi schifosi di cui gli USA son pieni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi commenti, Vincenzo, sono sempre una goduria

      Elimina
    2. Dieci minuti di applausi. Ho riso amaro mentre ti leggevo. Hai ragione dobbiamo tirare su le "chiappe" tutti e darle una mano. Anche partendo da un post come il mio. Che se sciopero tutti i venerdì per il clima, mi licenziano😁😁😁

      Elimina
    3. @ IRENE Z. Grazie, almeno faccio godere e sorridere.
      @ MARIELLA. Da te mi prendo volentieri gli applausi. Il riso era amaro: non poteva esser dolce. Ti voglio dire poi che non alludevo alle tue chiappe: so come le pensi e come sei messa, e come hai sempre difeso determinate posizioni con fermezza e convinzione. So come siamo noi italici: buoni soltanto a saltare sul carriolo del vincitore, a gridare andate, fate, dite, datevi da fare, poi al primo colpo di schioppo tutti a chiudersi dentro il ben sicuro cesso di casa.
      Vedi il caso: mentre crucchi, bulgari ed europei vari italiani compresi si lamentavano e piangevano i francesiasalivano la Bastiglia. Liberté, Egalité, fraternité, olé.
      Adesso tu non puoi scioperare e loro ogni sabato mettono Parigi e ferro e fuoco.
      Quelli han le palle e noi? Gomme americane.
      Ciao bella, a risentirci.

      Elimina
    4. Enzo, questa volta ci stava tutta l'idea di smettere di parlare e provare a fare qualcosa. E pensavo proprio ai francesi. Non mi piace la deriva di queste ultime settimane ma è anche vero che quando si mettono in testa qualcosa si fanno sentire forte e chiaro!
      Bacione.

      Elimina
  16. Documentari sì, vedi la seconda stagione di Marte e probabilmente anche tu sfileresti insieme a Greta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se posso suggerirti anche io ti consiglio di guardare "Una scomoda verità" film documentario del 2006 vincitore di due premi Oscar. Sono pronta da anni a sfilare con Greta😉

      Elimina
  17. Avevo sentito parlare di sfuggita di questa ragazzina portento che manifesta per salvare il pianeta. Leggendo te, Mariella, ho un'idea più chiara del movimento rivoluzionario che ha avviato.
    Certo, bisogna anche avere alle spalle una famiglia di una certa cultura e di un certo spirito per portare avanti a 16 anni una cosa simile: mica solo negli anni 70-80 la cosa importante era andare bene a scuola, pure adesso secondo me ci vuole una certa tenacia per scioperare tutti i venerdì e far valere le proprie motivazioni.
    A proposito della sindrome di Asperger, sto guardando su sky la serie The good doctor, suppongo che anche il medico in questione soffra nel film della stessa malattia. Sono rimasta sorpresa, non pensavo che l'autismo comprendesse più disfunzioni della categoria neuro-sviluppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autunno comprende uno spettro molto vasto di patologie, compresa quella di
      Asperger. E qui mi farebbe piacere l'intervento di Maris del blog Cara Lilli, da sempre impegnata su questo fronte. Nessuno meglio di lei. Si, concordo con te a proposito del fatto che sicuramente dietro di lei c'è una famiglia competente che le fa da spalla e da scudo, visto anche tutte le malignità che il web le spara addosso. Mi pareva che parlarne, pure nel mio piccolo fosse un bel passo. E tu mi confermi che il mio post è stato utile. Ti ringrazio😘

      Elimina
  18. Si dice che "l'Unione fa la forza" ed allora coraggio piccola Greta per la gioventù che lotta con te , per tutto il Mondo che lotta con te . ( almeno ci prova )

    Splendido post cara Mari , una buona giornata con un abbraccio.

    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi auguro che il movimento abbracci sempre più persone, visto che il problema coinvolge tutti. Grazie mille cara, di cuore😘

      Elimina
  19. Brava bambina! Ha fatto proprio un ideale rispettabilissimo e combatte per sostenerlo, meglio di come farebbe un adulto. Pensa che bello quando sarà grande pensare di essere cresciuta con questo spirito, con questa passione già scritta nel DNA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ai miei figli raconterò che alla sua età stalkeravo Tiziano ahahah

      Elimina
    2. Mi stava venendo una battuta su Tiziano ma mi sono trattenuta ahahhahah che poi mi banni! Chissà cosa resterà di tutto questo fra qualche anno. Spero sinceramente che sia stato possibile invertire la rotta. Con l'aiuto di Greta e di tutti noi.

      Elimina
  20. Spero che molti giovani seguano l'esempio di questa ragazzina che tanto si sta dando da fare per il bene della nostra Terra. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che i ragazzi di tutto il mondo stanno prendendo sul serio il suo impegno. Speriamo serva. Grazie per essere passata da me, nonostante il momento difficile. Ti abbraccio.

      Elimina
  21. Questa è meravigliosa: "Le scaldo il panino?!" Greta Thunberg picchia barista dell'autogrill ;)

    RispondiElimina
  22. davvero vergognose le dichiarazioni di certi politii e non solo su questa ragazzina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma a dire il vero l'hanno massacrata cani e porci. Per dire...

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)