24 marzo 2019

I VINILI DELLA DOMENICA: WHITNEY HOUSTON

Whitney Houston - 1985


Ritengo che amare la musica non sia qualcosa che si possa improvvisare. Sgorga dal cuore, emoziona, travolge, ci catapulta in un universo in cui  rimanere impassibili è assurdo. Amare la musica è amare l'universo, nelle sue infinite variazioni.  Salvifica.
Il mio amore per la musica è antico. Risale a quando avevo cinque anni e mezzo e mi innamorai di una canzone (YESTERDAY) che poi per me è rimasta un simbolo a cui richiamarmi sempre. Ne ho già parlato e ne parlerò ancora. 
Riflettendo sulle mie tante passioni e collezioni, qualche giorno fa ho dedicato un post a quella che ritengo la più eccessiva per quel che mi riguarda: BARBIE.
Ma discutendone con voi nei commenti, mi sono resa conto che sono davvero tante le mie "fissazioni". 
Da ragazzina, quando l'amore per la bambola icona di tante generazioni si allentò, lasciò il campo a quella per la musica. Che non mi ha più abbandonato.
Ho frequentato il Conservatorio di Benevento e contemporaneamente, ho cominciato a collezionare vinili. Per celebrare questa mia ennesima passione, oggi inauguro una nuova rubrica che affollerà, di domenica, le pagine del mio blog.

Con che cosa partire è stato un argomento complicato che mi ha fatto riflettere a lungo. Ma poi ho pensato che era giusto dedicare la prima domenica alla cantante che ho amato più di tutte. Che mi ha accompagnato nei miei primi mesi a Milano e poi per sempre.

WHITNEY HOUSTON

L'album fu pubblicato nel 1985 e venne prodotto e arrangiato da Narada Michael Walden. Le canzoni furono scritte da Michael Masser, Raymond Jones, Jeffrey Osborne, Gerry Offin, La La, Kashif, Peter McCann, Steve Dorff, James Dunne, Pamela Philips, Raymond Jones. 
Nei cori e nei duetti apparvero John Barnes, Natan East, Ed Greene, Jermaine Jackson, Paul Jackson Jr, Tim May, Teddy Pentergrass, Richard Marx  e molti altri. La sua affermazione a livello mondiale avvenne però l'anno successivo. Anche per me fu il 1986 quello della scoperta.

Le canzoni dell'album:

  1. You Give Good Love 
  2. Thinking About You 
  3. Someone for Me 
  4. Saving All My Love for You
  5. Nobody Loves Me Like You Do
  6. How Will I Know 
  7. All at Once 
  8. Take Good Care of My Heart 
  9. Greatest Love of All 
  10. Hold Me 

Il giovane usignolo di Newark, apparve al mondo in tutto il suo splendore. L'immagine in costume da bagno bianco sul retro della copertina, divenne iconica. La sua voce, unica e perfetta riuscì a far dimenticare completamente anche quella di sua zia, Dionne Warwick. Nasceva e si affermava il talento più impetuoso degli anni a venire che nemmeno la sua morte, avvenute in circostanze non ancora chiarite, è riuscita ad offuscare.

Ricordo che ballavo e cantavo How Will I Know in casa, con una fascia argentata tra i capelli e gli stessi ricci ribelli che aveva lei. Ricordo i chili di lucidalabbra che mettevo, e il fard con i brillantini che le avevo copiato. Ricordo che impazzii cercando un costume bianco sgambatissimo come il suo e alla fine ne trovai uno stupendo, bianco a pois verdi e azzurri,  senza spalline e con i volant.




Whitney Houston - 1985 - lato B

Ricordo che cantavo a squarciagola tutte ma tutte le canzoni e non arrivavo a finirne una senza che la mia voce si spezzasse. Non sono stonata ma provateci voi se ci riuscite!
Ricordo la sua bellezza, il suo candore, il suo sorriso. So bene che non ci sarà più nessuno capace di regalarmi tante emozioni mentre ascolto una canzone. È un dato di fatto.

E voi, cosa ricordate di lei e a cosa collegate quei ricordi?






PS1: per quel che mi è stato possibile, ho cercato di linkarvi video live risalenti all'epoca per farvi piombare in un baleno nel bit originale anni '80! Una delle chicche meravigliose è sicuramente il live dal David Letterman Show in cui canta Saving All My Love For You...

PS2: vi auguro una buona domenica accompagnati dalla voce di Whitney.

49 commenti:

  1. Whitney la ricordo da bambino soprattutto per l'incredibile successo di "Guardia del Corpo".
    Più del film, la canzone: un cult.
    "How Will I Know" è un altro brano che non può davvero mancare nello sterminato "greatest hits" degli anni '80.
    Come ti dissi qualche tempo fa, anche la mia passione per la musica nasce nei primi anni di nascita.
    E tra i vinili dei miei genitori, la primavera di Vivaldi e Obladì obladà..dei Beatles :)
    Ma in vinili erano già passati di moda, iniziavano a spopolare le cassette. Ma questa è un'altra (lunga) storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora abbiamo qualcosa in comune: tra i 45 giri di mia mamma, Yesterday;)
      Le cassette, ah che bei ricordi... il mio walkman ed io soli mentre attraversiamo Milano in lungo e in largo!

      Elimina
  2. Cara Mariella, premesso che anch’io ho tanti L.P., data la mia età! questa è una delle voci più straordinarie. Quando si è spenta nel 2012 siamo rimasti tutti un po’ orfani, i miei ricordi? Tanti e legati alla leggerezza della mente. Buona domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sinforosa, hai ragione.
      Siamo rimasti tutti un po' orfani di Whitney. Ogni volta che l'ascolto e ti assicuro avviene molto spesso a casa mia, mi assalgono meravigliosi ricordi.
      Allora ti piacerà questa mia nuova rubrica: ma il tuo LP preferito?
      Bacio e buona domenica!

      Elimina
  3. Cara Mariella, purtroppo non ho ricordi di questa famosa cantante, in quei tempi io avevo altri problemi da risolvere!!!
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino Tomaso, con la vita che hai avuto!
      Sappi che se vuoi ascoltare qualcosa, basta entrare nei link che ho lasciato nel post. Un abbraccio e buona domenica🌻

      Elimina
  4. L'ho conosciuta attraverso I will Always love you e poi ascoltata sempre con grande emozione. Hai ragione, aveva una voce che arrivava alle stelle , impossibile da raggiungere e te lo dice una che si è sempre dilettata a cantare, anche durante serate speciali , io. Testavo la voce con una canzone di Caterina Valente, che aveva tonalità molto alte.
    Mi ha addolorata la scomparsa di Whitney come anche quella di Amy Winehouse, grande interprete anche lei , a mio parere.

    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Testavi la voce con Caterina Valente? Caspita una se non la voce più bella che l'Italia (e anche il mondo intero) abbia mai avuto.
      Tristemente dimenticata!
      E cantavi? Meraviglia di donna!

      Elimina
  5. La sua interpretazione di "I Will Always Love You" è inarrivabile e la riascolto sempre emozionandomi.
    Felice domenica, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente uno dei suoi brani più celebri: faceva parte della colonna sonora di The Bodyguard. Era una cover in realtà. La canzone era stata già portata al successo da Dolly Parton negli anni 70. Certo che la versione di Whitney è quella che in assoluto ricorderemo per sempre.
      Un abbraccio a te!

      Elimina
  6. Cosa mi rimane di quela che fu la più straordinaria interprete della musica istintiva americana: la voce, il suo viso, il suo corpo da favola. La voce, uno squillo acutissimo di tromba inarrivabile fin sopra le vette del cielo, voce del mondo, che lo tiene sospeso in una via lattea di suoni, dove la sua bellezza potrebbe essere stata, dato il colore della pelle, la voce secolare vecchia di mille millenni delle nostre prime sette Eve -sette sono le razze umane, nacquero centinaia di migliaia di anni fa inconsapevoli di essere voci che eruttavano tutte tra i mille miracoli che allora queste popolazioni avevano in dono alla nascita -e non potevano capirlo- ma che rimasero eterne e baldanzose, finché divennero sole, non più sette ma UNA, quella emessa da Whitney Houston, che come tu dici oscurò quella favolosa di sua zia, impresa che poteva riuscire solo a lei.
    È morta non si sa (?) come, o non si vuole dire per non sporcarne il mito e la memoria. Per quel che mi riguarda questo è impossibile, a meno che non si voglia scarnificare il mondo e gettarne ai mostri marini la meravigliosa sua pelle.
    Grazie per averla postata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre pensato che la voce di Dionne Warwick non sia eccezionale. È dotata di una gran tecnica ma è davvero un filo. Diciamo che avere avuto avuto come pigmalione Burt Bucarach che ha composto le sue canzoni più celebri, l'ha aiutata. Li ho visti dal vivo e assieme (lei che canta e lui che suona il pianoforte) sono una bomba. Invece lei, Whitney, non ho potuto mai vederla cantare dal vivo e resta uno dei rimpianti più grossi. Come sia morta in realtà interessa poco ormai. Quel che rimane di lei è tutto il resto. TANTO DAVVERO TANTO.
      Grazie a te che l'hai dipinta in un modo meraviglioso.

      Elimina
  7. Mi piace tantissimo whitney, e spesso Vado su YT a rivederla e risentirla.
    Splendida voce <3 e canzoni che fanno parte della mia adolescenza, e non solo.
    Buona domenica :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ascolto molto spesso.
      Soprattutto la domenica sera, che sono più malinconica.
      Buona domenica a te Angela e grazie!

      Elimina
  8. L'ho conosciuta tramite il film, poi ho scoperto le sue canzoni, belle canzoni, peccato com'è finita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato davvero Pietro. Ma erano anni ormai, che la sua voce non era più la stessa. Troppi abusi di ogni genere.
      Rimane il mito e la bellezza che ha donato alla musica.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  9. Una donna splendida, un'artista unica, uccisa da un amore malato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte, noi donne per amore, ci condanniamo al peggio.

      Elimina
  10. Mai avuto predilezioni particolari nel mondo musicale femminile, ad eccezione, forse, di Mylene Farmer, cantante francese pazzesca, ma comprendo come alcune passioni possano divenire colonna portante di tanti momenti particolari, e rimanere nella memoria come una costante imprescindibile..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco solo di nome la cantautrice francese ammazza eh... la magia della musica l'hai descritta benissimo.

      Elimina
    2. Provala su Youtube Mylene... potrebbe stupirti.. chissà.. ;)

      Elimina
    3. Infatti mi hai incuriosito e andrò a cercarla!

      Elimina
  11. Grande ed unica. Ciao Mari, buongiorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma anche tu non hai risposto alle domande!

      Elimina
    2. Hai ragione Mari. In realtà gran parte dei miei ricordi è legata a lei ed alla sua musica e poi sai benissimo che difficilmente parlo delle mie cose. Comunque una te la dico, tra i ricordi più belli c'è quella in cui tre sorelle si sfidano a duello per cantare al karaoke molte delle sue canzoni. Ovviamente a me la voce non si spezzava mica eh! Ahahahahah...Bacio e buona serata!

      Elimina
    3. Ahahah dai io faccio il coro e tu canti1

      Elimina
  12. Questo era il primo di una lunga serie di post amarcord dedicati alla musica e ai nostri ricordi a cui spesso la colleghiamo. Mi avete soddisfatto ni, ve lo devo dire🤔😁😁😁 mi aspettavo di più, conoscendovi😉

    RispondiElimina
  13. A parte le canzoni più famose devo dire che non l'ho mai seguita molto, però ho un bel ricordo legato a un cd con i suoi più grandi successi che metteva sempre la mia coinquilina ai tempi del primo anno di università, lo ascoltavamo spesso mentre studiavamo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The Greatest hits. È il cd che ascoltavi con la tua coinquilina uscito nel 2000. Resta uno dei miei preferiti quando non ho voglia di prendere i vinili e preferisco ascoltarla passando da un anno all'altro senza sosta!
      Grazie Sara, bacio!

      Elimina
  14. Ciao .
    Ben arrivata a questa tua nuova rubrica.
    Allora punto uno : non sono un fan del vinile.
    E sinceramente non capisco questa voglia di tornare a comprarlo.
    Lascio stare chi lo ama per collezionarlo ovviamente ,ma questo ritorno al passato da parte delle case discografiche di pubblicare per dischi nuovi ancora il formato in vinile non mi convince e mi lascia abbastanza perplesso.
    Che senso ha?
    Con gli standard più che ottimi che si hanno ora per riprodurre il suono in digitale senza perdere in qualità.

    Punto 2 Whitney.

    Ma di usignolo non c’era solo Celine Dion ?
    Come hai detto te con l’abuso che ha fatto di sostanze , vicissitudini personali ecc...la sua voce ha perso colpi negli anni.
    O forse non ha trovato più le canzoni giuste.
    Sai che penso?
    Quando una arriva ad avere una carriera come la sua costellata di tanti successi indimenticabile ( naturalmente per i fans) ma che coprono solo un certo arco di tempo , la cosa comincia a puzzarmi.
    Dopo The bodyguard almeno per il sottoscritto l’unica canzone che ricordo è My love is your love.
    Un po’ pochetto per una cantante come lei.
    Poi credo sia facile dare la colpa a tutto quello che ha passato come causa di un declino musicale...però io credo solo che si sia adagiata dopo un certo momento.
    Ed è un peccato , quasi una mancanza di rispetto verso chi ti ascolta e ti ha sempre amato.
    Soprattutto per lei che ha avuto sempre dietro i migliori produttori e musicisti del mondo oserei dire.
    Nel senso che i mezzi pure lì aveva ma non li ha sfruttati e dare la colpa solo alle botte che prendeva dal marito o alla droga che assumeva mi sembra un po’ banale.’
    Tra le canzoni migliori ricordo quelle del tuo disco ma anche I’ m your baby tonight o One Moment in time .
    Il duetto con Erique Inglesias e appunto My love is your love la considero una piccola poesia, squisita.

    Stranamente I will always love you è la canzone che mi piace meno.
    Anzi sono letteralmente innamorato della versione che si sente nel film , quando loro due ballano nel locale.
    Ed è cantata pure da un uomo, non son mai riuscito a sapere chi è!
    Se penso ad una sua erede, molto più sveglia ( perdonami ma lasciami dirlo) mi viene in mente Beyoncé...:che preferisco nettamente.
    Poi gusti son gusti




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max.
      Sai pensavo non ti saresti fatto vivo su questo post! Grazie, speriamo che sia gradito anche perché è impegnativo proporvi ogni settimana un vinile diverso. Ci vuole preparazione e tempo.
      Capisco che non piacciano a tutti e ci sta. Capisco meno il ritorno, ma chissenefrega.
      Perché amo il vinile? A parte che ho continuato a comprarlo quando le case discografiche lo proponevano e ne valeva la pena, lo amo per le imperfezioni. Perché il suono del CD è troppo preciso e freddo. Perché la puntina che struscia e il piatto che gira, mi fanno pensare alla manualità, al passare del tempo, all'essere umano imperfetto. A me. Non sono una da standard ottimi. Anzi, io odio lo standard.Mi fa pensare ai miei 15 anni, quando alle feste in casa c'era sempre qualcuno che si sacrificava e passava le serate a mettere i dischi guardando gli altri ballare. Sono una nostalgica, che non si capisce?
      Per me invece, Whitney HOUSTON è stata il top. Allora e per sempre. Non capisco cosa è che "puzza" dell'appannarsi del suo successo. Che poi mi citi Dion quella di una sola canzone e poi basta nello stesso commento...
      Io invece lo comprendo benissimo. Quando suo marito Bobby Brown cominciò a fare di lei tutto quel che voleva, violentandola psicologicamente e tenendola in ostaggio grazie all'abuso di alcool e droghe, lei venne meno a tanti di quegli impegni con la casa discografica che la mollarono. E più lei veniva abbandonata più si abbandonava al peggio. Ad un certo punto nessuno voleva scommettere su di lei figurarsi perdere tempo e denaro cercando il modo di rilanciarla. Per non parlare della sua bellissima voce che riuscì a distruggere. Poi nel 2009 grazie a l'ultimo tentativo di riscatto venne fuori quel piccolo capolavoro di I look to You. Lo ha mai ascoltato? Io innumerevoli volte. Certo la voce non era più la stessa, ma il suo carattere sì. Poteva tentare di diventare qualcosa di diverso, del resto sua zia Dionne ci ha marciato tutta la vita con il carattere e la tecnica, grazie a grandi autori e con un nulla di voce. Non so bene poi, cosa sia successo. Ho sempre sperato che potesse rimettersi in carreggiata. Ma ci sono persone destinate a non superare mai i loro fallimenti. Costrette al mito.
      E il film è una grandissima "cagata" giusto per far guadagnare qualche milioncino di dollari a tutti e far fare il "figo" a quell'insulso essere di Kevin Costner.
      Su Beyoncè posso dirti che è brava. Ma non mi ricordo una che sia una delle sue canzoni. Di Whitney molte le conosco a memoria.
      Il tempo ci dirà!

      Elimina
    2. Perché pensavi che non passassi qua?

      Cd versus vinile...bho?

      Alla fine anche qua è una questioni di gusti.
      I cd hanno raggiunto per me chiaramente una qualità molto alta , intendo come riproduzione di frequenze basse che non han niente da invidiare al vinile.
      Non ragiono sulla perfezione ma sulla praticità, per uno che ascolta musica soprattutto in macchina ...mettermi su un giradischi con puntina sarebbe un po’ scomodo 🤣😀!!!
      A parte gli scherzi vedo il vinile adatto ad uno che vuole dedicare tempo ad ascoltare la musica a casa .
      Rilassato sul divano ...ecco io ci potrei anche pensare ma con un cd!

      So della tigre di Cremona, della pantera di Goro ma non ho mai sentito associare la Houston ad un usignolo.
      Al contrario della Dion , l’usignolo del Quebec!
      È come dici te , non è riuscita a rialzarsi dai suoi fallimenti.
      Non ha voluto ...non ha potuto , se ne è fregata ...mha non lo sapremo mai!
      Resteranno le sue canzoni .
      Si ricordo un po’ I look to you e pensavo fosse la volta buona per la rinascita...non era al massimo nemmeno li ( ma non parlo della voce) però dopo qualcosa è andato storto.
      Peccato.
      Beyoncé è un esempio ...ma sulla stessa riga della Houston potrei dirti la Carey ....( mi sembra pure che avessero duettato assieme).
      Se ti posso consigliare una canzone di Beyoncé ascoltati Ave Maria.
      Della Carey son fermo al remake di Without you e ne passato di tempo , so che ha fatto altro ..ma?
      Ciao

      Elimina
    3. Ma in macchina non sarebbe meglio una bella chiavetta Usb con tutta la musica del mondo senza cambiare cd? Lo vedo ancora più comodo che spaparanzarsi sul divano ad ascoltare un bel vinile.
      Ahahah vabbè dai, per farti contento proverò ad ascoltare AveMaria, che già il nome è tutto un programma eh, dico per la modestia!

      Elimina
    4. C’è l’ho usb in macchina...preferisco il CD .
      Ho bisogno ancora di un “contatto fisico” , di sentire della sostanza.
      L’usb è più mordi e sputa 😜 registro e cancello..ho le mie manie🤗

      Elimina
    5. uh mamma, mai avevo pensato all'Usb come a qualcosa da mordere!
      Ahahahah

      Elimina
  15. Una grande artista, indimenticabile.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
  16. Anch'io , da ragazzina, ho amato molto la musica e l'ho amata per molti e molti anni. Poi questa passione è un pò venuta meno e , ultimamente , ascolto raramente musica e prediligo le canzoni italiane perchè, di quelle in inglese, non ne capisco il testo. Witney aveva una voce meravigliosa. Io la ricordo soprattutto nel film "Guardia del Coprpo", con Kevin Costner.Forse, nonostante il successo, non ha avuto una vita facile ed è morta troppo giovane. Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa Mirtillo, che io ho imparato quel poco di inglese che so, traducendo le canzoni inglesi dei miei gruppi preferiti fin dagli anni '80. Quando racconto questa storia mi prendono un po' in giro ma assicuro che è la verità. E poi ci ho fatto l'orecchio per cui, capisco molto bene cosa dicono molto di più di mio marito, ad esempio che le lingue le ha studiate all'università.
      Il film invece, come dicevo anche a Max sopra, non mi è mai piaciuto ma comprendo che qui si tratta di gusti.
      No, non ha avuto una vita facile e per di più ha avuto un rapporto amoroso che l'ha distrutta.
      Grazie e un abbraccio.

      Elimina
  17. Grande artista dalla voce indimenticabile con una vita difficile alle spalle che l'ha condotta ad una morte prematura. Per certi versi mi ricorda l'immensa Mia Martini.
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, non ci avevo mai pensato alle similitudini con la grandissima Mia Martini!
      ti abbraccio.

      Elimina
  18. Ciao Mariella passo di qua per farti un saluto.
    È stato bello frequentare il tuo blog.
    Mi son divertito un casino con i post su Sanremo , non ho capito cosa succederà ad Aprile con Google plus , probabilmente spariranno tutti i miei commenti e me ne andrò senza lasciare traccia.
    Tornerò a trovarti ma per un po’ ho voglia di staccare la spina.
    Salutami Pia.
    Baci e ti auguro tutto quello che vuoi dalla vita😘

    RispondiElimina
  19. Ciao Max. Mi spiace leggere che ti assenterai dai blog per un po' di tempo. Se la decisione è legata a motivi personali ne prendo atto e ti auguro di tornare al più presto appena ti sentirai perché e ci dispiacerebbe perderti sei una persona intelligente ed equilibrata e non è facile trovarne in questo pazzo, pazzo mondo. Se la decisione è legata al discorso di Google plus, è molto semplice passare ad un profilo blogger andando sulla tua pagina mail. A me mancherai tanto sia per quel che riguarda il divertimento (vedi post Sanremo giustappunto😁😁😁) che per quel che riguarda i commenti "generalisti e di spessore"; sempre interessante e costruttivo il confronto con te. Spero davvero di rileggerti presto. Ti abbraccio forte forte😘❤

    RispondiElimina
  20. Una grande voce ed una bellissima Donna Whitney Houston .
    Quante Emozioni ha donato con le sue canzoni ed il suo film.

    Impossibile dimenticarla , resterà sempre nei Cuori di chi l'ha stimata come artista completa.

    Buona notte un abbraccio

    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy cara, sai che l'unica cosa che ha fatto e che mi piace di meno è proprio il film?
      Ma sarà sicuramente colpa di Kevin Costner che proprio non reggo.
      Impossibile dimenticarla.
      Ti abbraccio forte.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)