AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

29 luglio 2014

Da Ricky Cunningham a Meredith Grey: I TELEFILM della mia vita.


Avevo promesso.
Sul mio blog sempre sul filo del retrò, avremmo prima o poi parlato dei nostri telefilm preferiti.
Partendo dall'infanzia e arrivando ai giorni nostri.
A differenza delle telenovelas argomento che ho già affrontato, citerò serie televisive che hanno fatto epoca ma che anche oggi non smetterei di rivedere e ringrazio un canale Sky (Fox retrò) che mi consente di farne una bella scorpacciata ogni volta che ne ho bisogno.
Non potrò elencarli tutti: stiamo parlando di un filone immenso. Ho deciso che  ne nominerò tre per ogni decade a partire dagli anni '70.
Ma confido in voi e nei vostri preferiti. Per ampliare poi, nei commenti, l'elenco e i ricordi.
Lascerò per ognuno di loro la sigla. Ogni singola nota ci consentirà di tornare indietro nel tempo.

ANNI '70

E parto con Happy Days.
Chi non avrebbe voluto un fratello come Ricky Cunningham, una sorellina rompiscatole (anche no) come Joanie, una mamma meravigliosa come Marion, un padre imbranato come Howard e soprattutto un amico figo come Fonzie? Ha praticamente segnato tutta la mia infanzia e mi ha insegnato molte cose: ad esempio che il "chiodo" va bene con tutto!


Tre Cuori in Affitto.

Primi anni '70 e Los Angeles. Due amiche condividono un appartamento. Da poco è andata via la terza conquilina e si vedono costrette a cercarne un'altra.
Alla loro porta bussa Jack, che studia per diventare chef. Per loro nessun problema ma per i proprietari di casa, i coniugi Roper, sarebbe sicuramente un problema la convivenza di due ragazze e un ragazzo. Allora Jack si finge gay.
E', credo, uno dei primi telefilm che affronta la tematica omosessuale sia pur in maniera leggera. Le situazioni che si verranno a creare saranno esilaranti anche perché poi, la signora Roper scoprirà ben presto la natura etero del protagonista ma lo proteggerà agli occhi del marito.





I Jefferson.

George e Louise Jefferson con la loro lavanderia e la loro domestica Florence (a dire la verità molto poco impegnata nel suo lavoro), mi hanno fatto ridere per molto, tantissimo tempo. E tra una risata e l'altra di affrontavano tematiche importanti quali il razzismo, la lotta all'analfabetismo, il possesso di armi.






ANNI '80


Mork & Mindy

La serie televisiva che lanciò nel mondo cinematografico Robin Williams.
L'alieno Mork e la commessa Mindy vivono insieme. A dire il vero Mork vive nella soffitta di Mindy. Quest'ultima ce la mette tutta, episodio dopo episodio, nel cercare di introdurre agli usi e costumi terrestri il candido Mork. Ma per fortuna sua e nostra, non ci riuscirà mai. Resta uno dei telefilm più amati al mondo e ancora oggi alcuni gesti e abitudini di Mork sono spesso presi ad esempio. Come il famoso movimento delle dita.





Fame - Saranno Famosi.

Sono più che certa che ognuno di voi, almeno quelli della mia generazione o poco più, ricordino a memoria molte delle puntate. E si siano immedesimati nelle storie di vita di Leroy, Bruno, Danny, Coco, Doris e Julie. Solo per citare alcuni dei protagonisti (tra gli studenti) della serie televisiva. E che abbiano amato molti dei professori da Debbie ad Albert a Carol. E la serie cult resta un pilastro amatissimo.





I Robinson

La famiglia Robinson vive a Brooklyn. Padre ginecologo Cliff (Bill Cosby) e madre avvocato Claire (Phylicia Raschad). Cinque figli, tra cui l'attrice Lisa Bonet prima moglie di Lanny Kravitz che interpreta Denise. Un grande affresco nel quale con ironia si affrontano temi importanti dell'epoca. Dall'aborto, all'uso di droghe e così via. Serie famosa anche per le sue guest star. In un episodio anche Stevie Wonder.







ANNI '90



F-R-I-E-N-D-S.


Beh, essendo stato il mio telefilm cult degli anni 90, la prima volta che sono stata a New York non ho resistito dal fare una puntatina negli studi di NBC al Rockfeller Center. Portando come souvenir ad un mio amico, che ha tutte e dico tutte, le puntate di ogni  stagione in dvd, il famosissimo divano (in miniatura claro)  di Central Perk; proprio quello dove si spaparanzavano i quattro mitici amici a ciacolare del più e del meno tra una crisi amorosa e l'altra. I miei preferiti erano Chandler, Phoebe e Joey. Un contabile ironico che con i numeri sembrava non c'entrasse nulla (quasi come me) una meravigliosa cameriera eccentrica e sconclusionata, autrice di canzoni assurde e senza senso e un donnaiolo italoamericano non sveglissimo, ma ingenuamente meraviglioso.

E non sopportavo Rachel, i suoi capelli perfetti, il suo sorriso e la faccia da ebete di Ross quando la guardava. Stendendo un velo pietoso su  quando è riuscita a  portarsi all'altare Mr. Pitt (nella vita eh). Che poi c'è sempre una Jolie a ristabilire gli equilibri.
Infine Monica; rimane nel limbo di quelli che vorrebbero ma non possono. Con le sue manie e la smania di controllo riusciva a farmi passare velocissimamente dall'irritazione alla tenerezza.






ER


Dico solo che il mio preferito era il dottor Carter (Noah Wyle). Non sopportavo Doug Ross (George Clooney) troppo scupafemmine annunciato per poterci credere fin da allora e  ho pianto quando Mark Green (Anthony Edwards) è morto alla fine dell'ottava stagione. Mentre in precedenza, l'uscita dal programma del  suddetto dottor Ross mi aveva lasciato del tutto indifferente. Ho seguito fino all'ultima puntata, ma devo riconoscere che la morte di Green e l'uscita finale di Carter, hanno contribuito a dare il colpo di grazia al proseguimento della serie. Gli attori protagonisti erano diventati troppo famosi e poco alla volta se ne sono andati tutti, lasciando dietro di loro il vuoto. Resta una delle più belle serie di tutti i tempi. Del resto nasceva da un'idea di Michael Cricthon.





WILL & GRACE

C'è qualcosa che non ho amato in questa coppia di coinquilini fuori da ogni schema? Penso di no. Adoravo Will, l'avvocato interpretato da Eric McCormack con tutte le sue manie e allo stesso modo Grace, interpretata da Debra Messing; l'arredatrice con la quale divideva l'appartamento. Ma non era minore la passione per i loro migliori amici e comprimari della serie, Jack e Karen. Gli attori Sean Hayes e Megan Mullaly. Ma Karen, tra le due donne, resta la mia preferita. Alcolista piagnona e miliardaria, dotata di un cuore enorme, che vive perennemente all'interno della sua Rolls sopportata dalla domestica Rosario che spesso e volentieri la raccoglie ovunque nei bar dell' Upper West Side di Manhattan. E le fornisce anche denaro in prestito.
Pure di questa serie credo di avere visto tutte le puntate e alcune più volte. E il finale mi è rimasto pesante come un macigno sullo stomaco.







ANNI 2.0


LOST 
Non sono mai riuscita a capire come abbiano potuto degli sceneggiatori inquietanti e allucinanti a far finire in una maniera così insulsa e banale uno dei maggiori successi della storia televisiva degli ultimi dieci anni. La nebbia avvolge la mia mente quando cerco di ricordare le battute finali della sesta stagione. Sarà perchè non ho mai accettato che sia potuta finire?
C'è forse da aggiungere che il mio personaggio preferito era Sawyer (Josh Halloway). No vero?






GREY'S ANATOMY

Tutto mi piace della serie. I protagonisti, Meredith Grey e Derek Sheperd (gli attori Ellen Pompeo e Patrick Dempsey) e i comprimari.
Da Christina ad Alex a Izzie. E poi Il dottor Webber, Addison, Owen, Arizona.
Ma soprattuto Mark Sloane. Il famigerato dottor Bollore interpretato da Eric Dane, dalla cui morte noi fan ancora non ci siamo ripresi del tutto.

Sono ormai nove stagioni che il lunedì sera mi piazzo sul divano e... mi godo la puntata. Che fuori sia bello o che ci sia la tempesta. E quando non ci sono riuscita ho goduto in differita. Che poi fin dalla prima puntata è stata soprattutto una valle di lacrime.
Certo, l'ultima stagione appena finita ci ha costretto ad un altro addio, quello di Christina. L'hanno spedita in Svizzera. E per Meredith perdere l'altra metà di sè è cosa dura da sopportare. Cosa si inventeranno gli sceneggiatori prossimamente?
Staremo a vedere...






SEX AND THE CITY: FUORI CATEGORIA 

Cosa pensavate, che avrei lasciato fuori dal post la mia serie preferita?
Le quattro ragazze delle meraviglie, che danno il nome anche al gruppo delle mie amiche con cui da enne anni condivido affanni e gioie?
Io che ho costretto mio marito, la prima volta a NYC, a fare i "sepolcri" ovvero a visitare ogni luogo mitico che le "fanciulle" hanno reso immortali negli episodi?
Sono stata ovunque.
Al  Magnolia Bakery ad abbuffarmi di dolcetti al cioccolato.

Alla Public Library per poter scendere le medesime scale che Carrie percorre piangendo, il giorno del suo non-matrimonio con Mr. Big.

Al Bryant Park, il mio parco preferito, alle spalle della Libreria Pubblica.
Dove lo scorso anno ho assistito alla programmazione di E.T. seduta sull'erba e piangendo a fontana. E mi sembrava di averle tutte e quattro vicine.

Al 66 Perry St. del Greenwich Village, per potermi sedere esattamente su quelle scale dove molteplici volte Carrie rimaneva a pensare a Big o alla sua vita. ( Che poi era uguale).

Da Manolo Blahnik nella 54th street, dove ho osato entrare con le mie infradito  argentate, pensando che mi avrebbero messo alla porta. E invece nulla, ho potuto spaziare in tutta tranquillità beata, in quello che per me è un vero e proprio paradiso sulla terra.


Basta per capire come sono messa?
Sì vero? 
O devo aggiungere che nei primi anni 2000 sono pure andata a Parigi per mangiare i famosi macarons  di Laduree di cui Carrie si ingozzava mentre aspettava in solitudine il suo artista pazzo Aleksandr Petrovsky?






Bene, dopo avere rimestato fino in fondo al baratro delle mie "vergogne", vi lascio la parola.
Sono sicura che come sempre mi stupirete.
E vi domando poi, a parte le vostre serie preferite, del nuovo che avanza, cosa buttereste scaricando l'acqua e cosa invece salvereste?

Io vi segnalo The Leftlovers.

Secondo me è da tenere d'occhio.





91 commenti:

  1. Scusate i refusi. Stasera correggo...

    RispondiElimina
  2. Ma ce ne sono altri, bellissimo post che mi fa divertire il tuo: da Fox retro ne cito alcuni che vedevo da piccola come McGyver e l'A Team, ma ora sto vedendo anche Cuore e batticuore che è bellissimo!
    Anni 90, non dimenticare Beverly Hills 90210 e verso la fine del decennio Streghe.
    Per il 2000 ti cito NCIS, il mitico CSI in tutte le salse e miniserie come Luther o Those who kill.
    Scarto il Grey's Anatomy che non sopporto a favore di due serie che per me sono evergreen come Sex and The City: Queer as Folk (UK e USA) e The L word!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E lo so Melinda. Io sono una telefilm addicted come la mia amica Morena.
      Solo che come dicevo nel post se li avessi elencati tutti avrei fatto un post di una lunghezza esasperante.
      Per cui decisione a freddo e radicale: tre per ogni decade.
      Poi confidavo in voi e non mi avete deluso.
      A- Team lo vedevo anche io, come La Donna Bionica, L'uomo dai sei miioni di dollari, e le favolose Charlie's Angels.
      Pure Beverly 90210 e Merlose Place che gli preferivo.
      Streghe? Tutte le stagioni ma proprio tutte.
      Invece non ho passione per le serie a sfondo poliziesco, quindi niente CSI o NCIS.
      Quelle investigative invece sì: adoravo Ellery Queen ma tu forse sei troppo giovane per ricordarlo.
      Non ho citato Queer as Folk perché ero certa che due dei miei amici lo avrebbero fatto.
      Ma ho visto molte puntate. E tutta la prima serie di L word.
      Bacio a te.

      Elimina
  3. Dei programmi elencati ho visto soltanto "Saranno famosi" e "I Robinson"; degli altri ho solo sentito parlare; e questo non perché appartenga alla schiera dei telespettatori con la puzza sotto al naso, ma perché non ho molto tempo da dedicare alla tv. "Saranno famosi" mi piaceva tanto, era uno dei primissimi serial-reality, in cui gli episodi si dipanavano in un'atmosfera edificante e costruttiva.
    Analogo clima si poteva ritrovare ne "I Robinson", una serie divertente, scoppiettante, ben recitata, direi imperdibile, in cui non mancava l' intento didascalico, intenso però nel senso più alto e meno retorico del termine.
    Purtroppo il "nuovo che avanza" non è dello stesso livello. Vi sono alcuni programmi che definirei ributtanti "Geordie Shore", "Pranked", etc. su cui non vale nemmeno la pena di soffermarsi.
    Per quanto riguarda l'omologo italiano di "Saranno famosi" è partito benino e poi ha cominciato a connotarsi di scontri, litigi, pettegolezzi, rivalità fra alunni e professori, per cui non lo seguo più da diversi anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Antonio, concordo sul fatto che Fame fosse un serial innovativo.
      Si affrontavano diversi argomenti, si parlava di differenze razziali, di ceto, di cultura. Ma soprattutto si parlava di passione e di studio faticoso da intraprendere per coronare il sogno.
      Che fosse ballare, recitare, scrivere o fare musica.
      Il massimo impegno.
      E la massima cura da parte dei professori nel riuscire a far realizzare ai loro alunni quei sogni.
      L'intento formativo e morale era enorme.
      E con la scusa del telefilm ( come è simile a Cuore vero?) si trasmettavano giusti valori.
      Ambientati poi in un mondo "L'ammerica" che da sempre è crogiuolo di speranze, per molti.
      Questo induceva noi ragazzi a prestare la massima attenzione.
      Sai che non me lo ricordo l'omologo italiano?
      Ti abbraccio.

      Elimina
    2. L'omologo italiano s'intitolava proprio: "Saranno famosi", poi in seguito a problemi di copyright è stato chiamato "Amici".
      Cordialità e a presto ;-)

      Elimina
    3. Ma stai parlando del programma della De Filippi? Oh mamma mia, non ci avevo pensato.
      Vero, il primo anno si chiamava "Saranno famosi".
      Ma è una gara. Niente a che vedere con il telefilm da cui ha preso in nome...
      Ciao e grazie.

      Elimina
    4. Hai ragione: si tratta di format diversi: "Saranno Famosi" d'oltreoceano era un telefilm, dunque una storia di fantasia; quello italiano era un reality e nacque sull'onda dell'altro; tuttavia il programma di Mediaset avrebbe potuto essere veramente costruttivo, se non fosse scaduto nella competizione esasperata - che farà pure cassetta in fatto di audience, data l'attuale tendenza per la rissa - ma secondo me è diseducativo.
      Buona giornata, amica.

      Elimina
  4. happy days, tre cuori in affitto, il primo ER ed il primo LOST non si discutono. le famiglie nere amricane non mi hanno mai appassionato. io ci aggiungerei perchè ne sono un estimatore il genere fantascientific: da spazio 1999 a star trek, da visitors a battlestar galactica, da falling skies a taken.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E A come Andromeda? Te lo ricordi?
      Falling skies l'ho visto. Tutta la prima serie; a dire il vero non mi ha entusiasmato, ma c'era Noah.

      Elimina
  5. Fino a Fame concordo, quelli che seguono proprio non mi hanno mai appassionato. Aggiungerei tuttavia alla tua preziosa lista Moonlighting, con un Bruce Willis prima maniera, onore al merito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome se me lo ricordo Moonlighting, ogni tanto lo becco su qualche canale ad orari da spostati.
      Adoravo la colonna sonora oltre a Bruce e Cybill Shepherd.

      Elimina
  6. Wao, eccolo qui il post che dicevi da me! :)
    Anche io presto. come sai, farò una lista dei serial (anche animati!) con cui sono cresciuto... ti dico già che... non ne condividiamo nessuno XD
    Tre cuori in affitto lo stavo rivedendo di recente su un canale del digitale... Lost lo seguivo su Rai4 ma sinceramente dopo qualche stagione mi ha annoiato (e so cosa si prova ad avere i finali insulsi... me l'han fatto con Distretto! ;___;)
    Hai fatto il tour si Sex and the City, praticamente... ahaha!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora Moz.
      Se poi il tuo elenco sarà diverso dal mio tanto meglio. Il mio non poteva essere esaustivo. Ho dovuto limare parecchio ma sono davvero dipendente. Sono pochissimi quelli che non conosco. O di cui non so proprio nulla.
      Ho fatto il tour "fai da me".
      Ma sai che chiedono un botto le agenzie che l'organizzano?
      E io avrei dovuto pagare qualcuno per vedere cose che conosco meglio di loro? Ma daiiii
      Ahahahah
      Bacio Moz.

      Elimina
    2. Sì, almeno avremo due elenchi e quindi due serie di ricordi differenti^^
      Il tour a pagamento immaginavo esistesse... anche io lo organizzerei, se nella mia zona girassero un (tele)film.
      Io prima o poi farò quello a Snoqualmie (ossia Twin Peaks) e dintorni^^

      Moz-

      Elimina
  7. Sono troppo giovane per conoscere tutti questi telefilm... Tranne Sex and the City che mia mamma guarda e riguarda ogni volta che lo trasmettono... Troppo giurassici :-)
    Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi ragazzino, stiamo calmi!
      Che a me giurassica ancora ci devono provare a dirmelo ahahah
      E comunque l'intento era anche quello di farvi dire i vostri di preferiti.
      E lo so che tu ce li hai!
      Ciao Ciaoooooooo

      Elimina
  8. oh, Fame! Quanto mi piaceva! Ero innamorata di Gene Anthony Ray (Leroy)...
    E George & Mildred te li ricordi? io li adoravo!
    (invece ultimamente non riesco ad appassionarmi alle serie tv, inizio a seguirle e dopo un paio di stagioni al massimo mi annoio...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leroy era grande. Il più bravo. E ancora ci penso ad un bravo attore che abbiamo perso all'improvviso.
      Girando pagina: me li ricordo benissimo George & Mildred. Che quando lo chiamava metteva la bocca a culo di gallina e diceva: Giooorge!


      Elimina
  9. Allora, andiamo per ordine:
    1) mi congratulo con te per come hai didascalizzato (si dice? Boh?) tutte le serie televise sopra elencate;
    2) mi complimento con te per avere dimostratto tutto il tuo entusiasmo per le sopraddette;
    3) mi dispiace perf te (o per me?) ma non amo vedere serie televisive;
    4) mi scuso con te perché ho detto testé una piccolissima bugia in quanto qualche puntata di "saranno famosi" l'ho vista;
    5) mi permetto di salutarti molto calorosamente.
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Aldo.
      I tuoi saluti sono sempre preziosissimi, come i tuoi interventi.
      Dici che sono troppo entusiasta quando propongo qualcosa che mi piace? Eh, lo so.
      Ma che ci posso fare, è il mio carattere. Non cambierò mai,
      E così lo guardavi Fame?
      Ragazzaccio!

      Elimina
  10. Cia Mari!
    Li ho seguiti tutti,tranne uno Sex and the city e aggiungo il mio preferito che non c'è nella lista Deperate Housewives tutte le serie in totale otto di recente visione
    Tre cuori in affitto sui canali del digitale qualche mese fa lo hanno ritrasmesso i Jefferson su Sky e nonostante gli anni passati ancora ricordavo le battute..
    Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le casalinghe disperate, certo.
      Ti dirò, ho visto le prime due/tre serie poi mi sono stufata.
      Avevo una sola preferita, che mi ricorda una nostra non-amica comune: Bree Van de Camp.
      Non trovi? ahahahah
      Bacio.

      Elimina
    2. Ahahahahahhahhahaha
      La battuta merita un applauso!!

      Elimina
  11. Sex and the city e Grace Anatomy a parte (proprio nn le reggo queste due serie tv) direi che mi sciropperei un we con te a rivedere una a caso delle altre.
    Ah, ma io di fronte la tele dormo.
    Ok, mi resta solo di andare a zonzo, anche silenziose, senza meta, io te e Gioia.
    Chissà .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gelato, televisione, pettegolezzi e confidenze sul divano?
      Io lo farei di corsa. Con te e Gioia.
      Comunque, per la serata da passare insieme, direi che potremmo iniziare a buttare giù una data, o un periodo.
      Tipo settembre...

      Elimina
    2. Settembre ...aggiudicato,
      Sentiamo altra pulzella che dice. Magari prima metà ;-)

      Elimina
  12. Condividiamo questa passione Mari: serie televisive. Da Happy Days, Mork & Mindy al mai dimenticato Saranno Famosi. Io aggiungo, visto che sono più vecchietta, Attenti a quei due, e Spazio 1999. Mamma mia che tuffo nel passato. Ricordo anche una serie che mi appassionò tantissimo, me la sono andata a cercare su Youtube: Il Tesoro del castello senza nome, avrò avuto si e no dieci anni, non ricordo, ma ancora adesso ho in mente tutti i personaggi e la sigla. Io che a malapena ricordo quello che ho fatto due giorni fa...Proseguo dicendo che ho amato tantissimo X-files, sarà che la coppia funzionava, sarà che l'argomento era nuovo, non mi sono persa un episodio. ER mito in assoluto e condivido pienamente l'analisi dei personaggi. Ed in tema ospedaliero, ho visto tutte le stagioni di Dr. House e Gray's Anatomy. Quanti pianti... Cambio genere. Adoro Criminal Minds e tutti i personaggi della squadra FBI in particolar modo il Dr. Reid. Ora però il mio chiodo fisso è Games of Thrones. Una serie che per genere non avrei mai guardato di mia spontanea volontà, il primo episodio l'ho guardato, per far contenti i miei figli, quando in tv passava già la terza stagione. Ora non vedo l'ora di vedere la quinta stagione e nel frattempo leggo i libri. Lo so, lo so Mariella, ne sono consapevole, sono serial addict! Un bacio

    Morena Ferrari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi vecchietta. Guarda che anche io guardavo quei due matti di Curtis e Moore. Così come non mi persi una puntata delle avventure del comandante Koening, la dott.ssa Helena e Maya ( dalle sopracciglia incredibili molto prima di Spock).
      Praticamente seguo i telefilm dalla culla.
      E vogliamo parlare di Arsenio Lupin?
      Mentre del tuo "Il tesoro del castello senza nome" non ricordo nulla.
      X-FILES era in ballottaggio con FRIENDS. Alla fine ho ceduto al secondo. Tanto ero sicura che avremmo parlato di Dana Scully e Fox Mulder.
      Credo sia stata la serie più bella, incisiva e interessante del filone paranormale-fantascientifico. Prendeva spunto in molti episodi a situazioni davvero accadute negli Stati Uniti o comunque studiate. E poi la storia d'amore. Dovremo arrivare alla nona stagione per vederli insieme. Felici? Chissà. Certo Mulder ci lascia dicendo che bisogna sperare.
      Bah, io avrei preferito che la volta del rapimento da parte degli alieni non fosse più tornato. Insomma una serie che è terminata in una maniera così ovvia da sfiorare il ridicolo.
      Invece "Il trono di spade". Non lo seguo.
      Ne vedo parecchie altre però, che non sono ancora state nominate.
      Bacio ragazza.

      Elimina
  13. Mariella bellissimo post.
    Adoro tutte le serie da te citate.
    Viste tutte.
    Tuttavia sebbene delle ultime Grey's anatomy e sex and the City mi siano piaciuti molto i miei preferiti restano quelli vecchi.
    Dai avevano qualcosa in più, forse maggiore semplicità e genuinità.
    Fra questi metto Happy Day e i Jefferson in particolare.
    Ma pure i Robinson.
    Poi c'era quella serie in cui c'erano alcune ragazze che stavano in una sorta di collegio con una sola adulta?
    Cavoli non ricordo il titolo.
    Saranno famosi invece è stata davvero una serie fantastica.
    Ogni volta che la ripropongono me la riguardo tutta.
    Bacio veru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano più allegri, ingenui e spontanei. Erano un po' come eravamo noi allora...
      Caspita, me la ricordo quella serie che dici, ma mi sfugge il titolo. Erano un gruppp di ragazze mi pare orfane, la mia preferita amava le moto; vivevano in questa casa con una tutor bionda dalla crocchia incredibile.
      Non avrò pace fino a quando non mi ricorderò come si chiamava.
      Ma sono tante, troppe.
      Pensavo a tutte quelle del filone supereroi. Da Wonder Woman all'incredibile Hulk.
      E poi quelle horror.
      Ancora nessuno di voi che me le abbia nominate...
      Bacio ragazza.

      Elimina
    2. Trovato: L'albero delle Mele!!!
      E mi sono ricordata dove avevo già visto la governante. Era la mitica domestica di Arnold!
      Era un college. E naturalmente, la mia preferita si chiamava JO.

      Elimina
    3. Mariella ricordo benissimo i due supereroi da te citati.
      Pero vedevo le puntate sporadicamente, non ne andavo matta.
      Aggiungo riguardo alle serie che quelle dei nostri tempi erano visibili ad ogni età, piacevano ai bambini dai 8 anni in su fino ad arrivare agli adulti.
      Davvero che nostalgia.
      L'albero delle mele? non mi sarei mai ricordata.

      Elimina
  14. Tra i nominati Happy days e Friends su tutti, ma dovendo sceglierne uno, Colombo non conosce rivali.. ;) p.s. c'è una serie televisiva che consiglierei: Buttafuori con Giallini e Mastandrea.. certo più una sitcom che un telefilm.. magari materiale per un prossimo post.. ma a mio avviso vale mille Lost.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colombo, tra i miei "investighescion" preferiti...
      Ma dove fanno sta serie televisiva con Giallini e Mastandrea? No, perché lì adoro tutti e due e mi manca!
      Ah, aspetta era quella sit-com su Rai2. Orario impossibile per me...

      Elimina
    2. .. la ripeschi su Yuotube senza problemi.. me-ra-vi-glio-sa!!..

      Elimina
    3. Ahaha appena posso me ne vedo qualcuna! Sono sue bravissimi attori. Pensa che per vedere Giallini all'opera, anni fa guardai tutta una serie televisiva sulla Rai ambientata in un ospedale romano. Era una cosa quasi inguardabile eppure vidi tutte le puntate praticamente solo per lui...

      Elimina
  15. Ghghgh ecco un'altra tua amica serial-addicted che risponde all'appello...
    Dunque fra tutte le serie che hai citato ce ne sono molte che conosco ed ho seguito anch'io, come Friends e Grey's Anatomy (anche se le ultime stagioni sono un bel po' calate secondo me). In quanto a finali rovinosi devo citare due serie che ho amato molto ma dal finale terribile e inaccettabile: Dexter e How I met your mother. Sigh. Sceneggiatori del cavolo.
    invece ho amato molto Breaking Bad, bellissima. E un gioiellino come The Killing soprattutto per la terza stagione che è fantastica.
    Poi ci sono mille altre cose che vedo. Game of Thrones perché adoro i libri da cui è tratto. House of cards per Kevin Spacey e Robin Wright. Scandal perché Shonda sa come renderti dipendente nonostante le mille assurdità con cui infarcisce ogni puntata...
    E di certo mille altre (ma per ora mi fermo qui ghghgh)
    Baci,
    Arnika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto te mancavi all'appello.
      Dovrei fare un post sui finali deludenti delle serie televisive...
      Ho visto qualcuna delle puntate della nuova con Kevin Spacey, ma non sono riuscita a seguire tutto. Che lui da solo vale il "prezzo del biglietto" come si dice.
      Invece Olivia Pope, non riesce a catturarmi. Ci sono degli episodi (che ho visto) sfioranti l'assurdo. E lei non mi convince fino in fondo. O sarà la sceneggiatura chissà...
      E Revenge? No dico, quanto è stata delundente l'ultima stagione? L'hai vista?
      E poi, non abbiamo parlato di Glee...
      Bacio a te, bimba.

      Elimina
    2. Sono all'ultima serie di Breaking Bad, è la serie più geniale che io abbia mai visto!

      Elimina
    3. DorianGray3/8/14 2:22 AM

      Anche io consiglio alla grande House of Cards (recitata magistralmente).
      Mari DEVI dare un'altra chance a Scandal, se non altro per i look Max Mara e Armani di Olivia Pope (inoltre avete una passione comune: borse Prada).

      Elimina
    4. Non parlaimo di Glee... quella cosa che va in onda ora non è più Glee. Per me Glee è finito alla terza stagione. Da lì in poi, solo tanta noia purtroppo. E sai quanto io l'adorassi: leggera, frizzante, nuova... Ma lo spirito della serie si è perso, probabilmente inghiottito dagli introiti commerciali.
      Mentre Revenge ormai è diventata TROPPO telenovelas. L'ultima puntata della terza stagione mi ha fatto decidere per l'abbandono definitivo: hanno decisamente raschiato il fondo del barile.
      Però, Breaking Bad dovresti provare a guardarla: è un ottimo esempio di grande sceneggiatura, dalla prima all'ultima puntata. E Bryan Cranston ed Aaron Paul sono bravissimi.
      Baci
      Arnika

      Elimina
  16. sappi due cose:
    1- ti copierò il tema del post
    2- anche per me "Sex & the city" è fuoriquota

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il punto uno: non ho il copywriter sull'idea ahahah. Fai pure, poi vengo a dare un'occhiata ai tuoi!
      Per il punto due: fuori da ogni contest S&TC.
      Semplicemente THE BEST.

      Elimina
  17. mi rendo conto di essere un po' malinconica ultimamente ma questo post sui vecchi telefilm che hanno caratterizzato la mia formazione mi hanno fatto provare un moto di rabbia, perchè sai mi hanno illusa. Mi hanno fatto sognare e sperare e credere in un mondo che si è rivelato al contrario. Dove non ci sono più le famiglie della mulino bianco e anzi si è circondati da separazioni e solitudini varie...altro che Happy Days... però hai dimenticato "la casa nella prateria" che ha fatto molti più danni di Happy days.

    Che ti devo dire? Io ancora vedo Grays Anatomy e seguo le serie dei vampiri - Truee Blood e Il diario del vampiro - ... il trono di spade e Spartacus. Meglio questi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma io non ci ho mai creduto al Mulino Bianco, se non per quel breve periodo in cui vedevo le avventure della famiglia Ingalls.
      Ecco spiegato il motivo per cui "volutamente" sono fuori dall'elenco. Laura Ingalls e family (La Casa nella Prateria).
      Ci vuole un post solo per raccontare le rovine psicologiche che ha causato a molti di noi.
      Mica ci siamo del tutto ripresi, poi.
      Maledette treccine...
      Finalmente qualcuno che cita True Blood. Io adoro... e devo dire che ogni anno la nuova stagione è sempre più interessante. Gli sceneggiatori non soffrono della crisi da "già visto". Che dire poi sul mio vampiro preferito (Eric) che al suo rientro alla grande,(ritrovato grazie alla sua fedelissima Pam), al via ci fa assistere alla più bella scena di sesso della stagione con il fratello di Sookie!
      Grandissimi!!!

      Elimina
  18. Saranno famosi lo adoravo... e Will & Grace nei più recenti... Simpaticissimo il tuo post, bel tuffo nel passato mi hai fatto fare. Ciao Mari e buona estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara cara, son contenta se ti sei divertita a leggere le mie baggianate sulle serie televisive. Del resto sono state un punto fermo importante nella nostra infanzia e durante l'adolescenza. Io non credo che ci sia alcuno che possa dire " io no".
      E ognuno di noi ha i suoi personaggi preferiti che porta con sè.
      Ah, il mio avvocato preferito. Stai seguendo la nuova serie con Mc Cornack? Perception? Io continuo a seguirlo con la massima soddisfazione...
      Bacio a te.

      Elimina
  19. Vedi, Mari, non è questione di dire "io no". E' questione di situazioni.
    Quando avevo l'edicola (che ho gestito per quindici anni) ero fuori tutta la santa giornata e guardavo giusto il "Beautiful" del venerdì sera che durava ben due ore, assieme a mia madre.
    Per il resto, qualcosa ho visto qua e là, ma senza mai avere il tempo di seguire le varie serie con regolarità.
    In questi anni mi sono rifatta con "L'ispettore Barnaby" replicato all'infinito sulla 7.
    Ho visto diverse puntate del "Trono di Spade" grazie a mio figlio e di recente ho cominciato a sbirciare anche i libri. Però sono davvero tanti e vorrei leggerli in ordine, quindi dovrò ripiegare sull'usato.
    L'altra serie che ho seguito con una certa continuità è stata la "Signora del West". Onestamente, mi piace molto Joe Lando, non solo perché è un bell'uomo, ma anche per come riesce davvero a dar l'impressione di essere veramente innamorato della dottoressa (ero addirittura convinta che stessero assieme anche nella vita!)
    Ma di solito evito le serie perché poi con i turni non riesco a seguirle e poi... preferisco leggere!
    Tu Mari, sei un fenomeno: riesci a lavorare, leggere (tanto, e di tutto) viaggiare e persino a guardare la tv! (Per non parlare dei blog). Io non potrei mai farcela e ti ammiro molto anche per questo. Un abbraccio. nessie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire che da ragazza mai visto telefilm? Non ci credo!

      Elimina
    2. Cara Mari, da "ragazza" (mi sono sposata a 18 anni), frequentavo la scuola alberghiera a Salsomaggiore, che era a tempo pieno e richiedeva un'ora di treno sia all'andata che al ritorno. In più, ai tempi, ero in un gruppetto di "Comunione e Liberazione", quindi entravo in casa, appoggiavo i libri ed uscivo di nuovo.... per la disperazione di mia madre!
      E anche adesso, quando torno dal lavoro, ho ancora tanto nelle orecchie il frastuono dei macchinari (pur usando le dovute protezioni acustiche) che spesso accendo la tv solo se c'è un film o un programma che mi interessa (per le notizie, ormai c'è internet). Sono fatta strana, lo so! Un abbraccio. nessie

      Elimina
    3. Ahahah ci credo che la mamma fosse disperata! CL ha fatto di quei danni... Prendilo con leggerezza il mio commento ma sappi che non ne ho una buona considerazione! Quindi niente sit-com. Non oso chiederti informazioni sui cartoni animati. Meno male che ne abbiamo già parlato:-) Sei strana? Un po' come ognuno di noi a suo modo lo è. E per fortuna... Bacio.

      Elimina
    4. Tranquilla, Mari, sono molto cambiata da questo punto di vista.
      Allora, però, ero in buona fede e ci credevo davvero.
      Quando penso ai raduni di Rimini, dove un giovanissimo Formigoni predicava un nuovo modo di fare politica...
      No comment, è meglio! Bacio. nessie

      Elimina
    5. Ma anche allora usava quelle orribili camicie a fiori? Ghghgh

      Elimina
    6. No, ma forse all'epoca guardava Magnum P.I.! :-) nessie

      Elimina
  20. Mi piace molto guardare le serie tv, e devo dire che lo streaming e mysky aiutano parecchio.
    Ultimamente sono in fissa con Breaking Bad, genere totalmente diverso ma di una genialità assoluta.
    Il mio telefilm storico è "I Robinson", so tutto a memoria e ogni tanto la sera li guardo sul canale 41. Poi metto Friends, peccato per il finale, e le 4 amiche di Sex and the city. E Will e Grace? Va beh, Karen mi fa morire dal ridere!
    Ora però mi fisso a guardare The big bang theory, 20 minuti di puro svago mentale fanno bene alla salute!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Breaking Bad non ce la
      posso fare. Alcune devo proprio saltarle altrimenti scoppio! Tutto a memoria I Robinson? Ma sei un mito... Bacio bimba bella.

      Elimina
  21. Mariella, ma perché hai scritto che ci sei rimasta male??

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moz, l'ho scritto perché hai fatto riferimento a qualcosa che è successa da me ma che pensavo si fosse già chiusa sempre qui da me. Avere letto il tuo commento e anche quelli dei tuoi amici in tua difesa (che poi non sanno nulla dimquanto accaduto) mi ha fatto pensare che fosse stato recepito in maniera più forte rispetto a quello che pensavo. Mi sento sempre responsabile di quanto accade nel mio blog anche se ritengo che tutto noi sappiamo ben comprendere i limiti. Per cui ti ho scritto che ne soffrivo e che mi dispiaceva. Ciao Moz.

      Elimina
    2. Perdona gli errori:-)

      Elimina
    3. In realtà, ti rassicuro, quell'ultima frase è messa con molta ironia.
      Per me è una cosa che davvero è chiusa: ma volevo un finale a "chiusura del cerchio", e siccome è capitato contemporaneamente alla questione qui che le ho cantate a una tizia che per me si comporta male, mi piaceva citare anche questo episodio dove il cazziatone l'ho preso io... come dire che gli "avanzi" sono davvero per tutti, per me in primis.
      Ma, ti giuro, era sempre con estrema ironia! :)
      Un abbraccione!

      Moz-

      Elimina
    4. Meno male! Certo che con l'altra storia pure ci hai incuriosito! Abbraccio a te!

      Elimina
    5. Ti dico: c'è in giro per i blog una blogger che nel 2011 lasciava commenti come ad esempio
      ":)" o "bello", così, davvero commenti che Paolino Paperino ci si sarebbe sbizzarrito! :D
      Quindi chi si ritrovava quel commento, al 90% cliccava per accedere al blog della tizia (una sorta di racconto/vita vissuta a puntate).
      Di colpo nel 2011 sparì.
      Poi la si è rivista nel 2013, stesso trucchetto e che scopri? Che sul suo blog, dopo due anni di nulla, pubblicizza il suo e-book.
      E quindi niente, siccome la vedo in giro continuamente per i blog, appena mi è capitata l'occasione di parlarci direttamente gliel'ho cantata XD

      Moz-

      Elimina
    6. PAOLINO PAP

      Il Giornalino di Gian Burrasca, Emil, Pippicalzelunghe.

      Elimina
    7. Sei proprio vecchio...

      Elimina
    8. PAOLINO PAP

      Sei proprio troppa...

      Del resto avevi sofferto terribilmente con soli tre libri.
      E ti sei rifatta con il listone di telefilm, dagli anni 60 ai giorni odierni.
      Che spezzando in decadi ti uscivano cinque post.
      E sei proprio stronza...
      Pronta ad accorrere subito se nel gruppo facebuc il tuo amicone Bert pubblica qualcosa, ed i miei post manco li hai visualizzati ( non dico commentati) che stavano lì pure loro.
      Ma vedo che hai ignorato pure i post della Veru.
      Ohhh, il tuo blog.
      Il blog di Mariella.
      E quando parlate di me, qui, non giratemi intorno.
      Fatelo, il mio nome.
      Echecazzo.
      Sai che non le sopporto queste cose ambigue ficcate tra le righe

      Elimina
    9. Vero che sono troppa. Sia per i miei eccessi passionali nel blog che di natura ahahah. Tu mi avevi castigato con la storia dei tre libri, quindi mi sono rifatta. Che poi mi sono nel mio "piccolo" pure limitata a tre per ogni decade dai... Ma che dici? Io non frequento tanto il posto e lo sai, pero' ho subito commentato il tuo post di rientro parlando di cromatismi. Sei tu che non mi hai neppure cagato di striscio... Poi passo poco
      vero ma li ho letti tutti. Come non li ho visualizzati? A meno che tu non abbia scritto ancora tra ieri e oggi. Che ancora non passo... Echecazzo!!!

      Elimina
    10. Qui non era necessario che si facessero nomi. Era chiaro che stessimo parlando di te. La prossima volta metto la targa. E sono stronza il giusto. Ma se fossi meno stronza non mi vorresti meno bene?

      Elimina
    11. PAOLINO PAP

      Mariella, quando sei accorsa per il Bert nello stesso momento circolavano un paio di miei post successivi al primo; e pure quello della Veru.
      A questi si è aggiunta ulteriore postatura.
      E tu non compari mai nelle visualizzazioni, a parte il primo mio e quello del Bert
      E non è che vale solo il post capolista.
      Che poi varia di situazione: infatti passa capolista quello che riceve l' ultimo commento.
      E l'hai vista la copertina Vanity di Veru?
      E non le hai scritto niente?
      Dici che passi poco.
      Appunto: è questo disinteresse che lascia perplessi.
      Almeno passare per leggere, visto che fai parte del gruppo.
      Ma se posta il Bert...

      Elimina
    12. Paolino Pap

      E fateli, i nomi, qui: che a girarci intorno, in quello scambio con il Moz, avete fatto girare la testa a tutti.
      Che poi sono andato, dal Moz.
      E non fare la stronza: vai a leggermi!
      Poi, se non commenti, non importa.
      Ma una buona blogger deve anche essere informata su quello che succede intorno.

      Elimina
    13. PAOLINO PAP

      Ma che stronza!
      Ci sei già stata...

      Elimina
    14. Ahahah, ti ho fregato.

      Elimina
    15. Ho spiegato in passato che per me viene prima il blog. E gli amici di blog. quali te e Veru. Questo è il mondo a cui presto maggiore attenzione. L'ho creato io e ci tengo. Poi in quel luogo, per me incerto, oggi ci sono, domani chissà.
      Copertina di Veru? Poi andrò a vedere... forse.
      Non ci ho capito un cazzo con la storia del capolista ecc...ecc...ecc...
      Sto preparando un nuovo post.
      Altra lista, altra corsa.
      Dai, che presto parti e forse questa te la perdi.
      Che a te le liste infastidiscono!

      Elimina
    16. PAOLINO PAP

      Capra!
      Quando entri nel gruppo facebuc, non devi guardare solo il primo post che appare. Ma dietro quello, facendo scorrere la pagina a ritroso ce ne sono altri. Il primo che compare è solo l' ultimo in ordinecronologico che ha ricevuto un commento od un " mi piace".
      Comunque ti fa davvero poco onore non avere la curiosità di ammirare la copertina Vanity di Veru.
      Poi... forse ... ma vai a cagare!
      Fai davvero tristezza quando parli così.
      Dovresti correre, cazzo!
      Che lei è anni che viene a triturarsi le palle nel tuo blog.

      Elimina
    17. Ma sono passata. Mica l'ho vista! Ma quando l'ha postata? Va bè torno...

      Elimina
    18. Trovata. Comuque Pap, non mi stressare con sta storia. Ci passerò quando mi pare e piace. FATTENE UNA RAGIONE.

      Elimina
    19. Io non misuro le amicizie dalle "polliciate" e nemmeno dalle volte che passate dal mio blog. E sei tu che non fai onore a lei e me se pensi che sia questo quello che conta per noi.

      Elimina
    20. PAOLINO PAP

      E chi ti ha detto che devi polliciare?
      Nemmeno io, pollicio.
      Tuttavia non riuscivo a spiegarmi perché dal Bert sei corsa subito: ma non sei passata neanche a LEGGERE (e si vede nelle visualizzazioni chi guarda il post) altre cose.
      Capra!
      Ma siamo all' ABC!
      Possibile che in questi mesi non ti sei accorta che non esiste solo il post capolista ma ce ne sono altri contemporanei che ruotano?
      E che capolista compare semplicemente l' ultimo post dove qualcuno ha commentato?
      E sempre - sono mesi, ormai - a prendere scuse che sei poco pratica.
      Ma quando mai!
      Sono anni che gestisci in modo ottimale la grafica ed il funzionamento di questo blog: per cui non sei una sprovveduta in questioni informatiche.
      E vuoi continuare a fare la figura dell'asina, là?
      Se fossi più curiosa, interessata, stimolata, e attratta dalle cose che scrivono e mostrano i tuoi amici, impareresti in un momento l' ABC L' ABC L' ABC.
      Asina!
      È solo snobismo per una concezione rigida che hai riguardo facebuc.
      E la consapevolezza che in quel gruppo ti senti come il due di bastoni quando la briscola è coppe.
      Che là mica c'è il tuo Cerchio Magico.
      Non ti interessa questa storia?
      Allora vaffanculo.
      E misuralo, di quanto ti ho mandato.

      Elimina
    21. Pap, sei noioso. E qui, l'unica persona che sta facendo una brutta figura sei tu.
      Nel mio blog dove sei stato accolto e sei accolto a braccia aperte.

      Elimina
    22. PAOLINO PAP

      Ha parlato Miss brillantezza.
      Fottiti!
      Ohhhh, che brutta figura che sto facendo davanti ai tuoi amici.
      Ma proprio brutta.

      Elimina
  22. eh che tempi con i nostri telefilm! come dimenticare Happy Days e i Jefferson, Hazzard e gli altri che hai citato.
    Io francamente li preferivo a quelli di ora... adesso se perdi una puntata di questi sei rovinato..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma nessuno mi aveva ancora nominato Hazzard! Ed era una serie mitica specialmente per i maschietti. A me sinceramente annoiava. Probabilmente hai ragione Ernest, adesso cambia tutto così velocemente che se perdi una punta rischi di non capire più nulla. Escluso Beatiful eh... Bacio

      Elimina
  23. Un bel post ricco di ricordi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio blog spesso si parla di ricordi. E' un modo molto bello, a mio parere, per staccare dalle tristezze quotidiane che mordono ai fianchi. Ciao Cavaliere!

      Elimina
  24. Commento in ritardissimo!

    Allora, ecco i miei: Happy Days, Star trek, Spazio 1999, Tenente Colombo (lo adoro tutt'ora!!!), Visitors, La signora in Giallo, Quantum Leap (lo rivedrei di corsa!!!).
    E, confesso, mi sono guardata anche Beverli Hills 92010 (credo!). Ero una ragazzina e mi piaceva molto. Poi, col tempo, mi e' venuto a noia...

    Altri telefilm in Italia molto noti non li ho praticamente mai guardati: tipo Grey's Anatomy o il Dr House (1 o 2 puntate?) o Sex and the city (mai visto). Lo so, sono attempata, ma proprio non mi fa voglia. Lo stesso Friends. Alla mia migliore amica piaceva un sacco (la sua preferita era Phoebe), io non sono mai riuscita a guardarlo. Mi irritava. Boh!

    In compenso ho guardato una serie-quasi-spazzatura tedesca (nemmeno la nomino, ma l'ho guardata con interesse perche' connessa al paese-che-mi-ospita... era in un certo senso una serie di stereotipi sugli emigrati di qui in germania... bah! non la rivedrei nemmeno morta!)

    E che mi dici dei cartoni animati? Li guardavi? E quali? Fai un post se hai tempo/voglia! :)
    Abbracci!!!

    RispondiElimina
  25. Ma io ti aspettavo B.! Non avrei cambiato post se prima non ti vedevo postare il tuo commento? Ti è piaciuto allora? Ma davvero ti annoiava Friends? Io non me me perdevo una puntata. E dato che lo facevano la sera prima del telegiornale, correvo a casa (letterarmente) per non perdermelo. Spero che prima o poi rimandino in onda le stagioni. Su Fox retrò sarebbe il massimo. Vedremo.
    Paese che vai serie televisive che trovi. Io,anni fa, scoprii, andando in vacanza a Londra, che programmavano una serie sui vampiri di cui per tutto il tempo non ho perso una puntata. In lingua originale; pensa che fatica per me. Eppure ero soggiogata.
    Poi è arrivata in Italia e ho visto le prime due stagioni. Poi mi ha annoiato. Si trattava di Vampire Diaries.
    Sui cartoni animati ho già dato, ma durante l'estate riproporrò vecchi post... vedrai!

    Bacio ragazza e ben tornata a casa.

    RispondiElimina
  26. DorianGray3/8/14 1:54 AM

    Mari sui telefilm abbiamo gusti divergenti ma condivido la passione per Friends e Will&Grace (Karen Walker forever).
    E poi c'è FAME - Saranno Famosi, io quel telefilm l'ho proprio amato. Ringrazierò sempre RaiDue per le continue repliche pomeridiane trasmesse fino a qualche anno fa. Una sola puntata di FAME non vale tutte le serie di preti, carabinieri e mafiosi che abbondano negli attuali palinsesti italiani.
    "Voi fate sogni ambiziosi. Successo, fama… Ma queste cose costano, ed è esattamente qui che si incomincia a pagare. Col sudore!"

    RispondiElimina
  27. DorianGray3/8/14 2:05 AM

    E ovviamente Sex and The City, anche se ormai più che un telefilm è uno stile di vita (che tu incarni alla perfezione :-) )

    RispondiElimina
  28. Dagli anni '90 in poi abbiamo avuto la compagnia degli stessi telefilm, Grey's Anatomy a parte. Quanto ho pianto con ER e quanto invece ho riso con Friends e Will & Grace (soprattutto con Karen, la mia dorata Karen!!)!
    Sex & The City, invece, non mi ha mai "presa" più di tanto, forse perché preferisco altri generi.

    RispondiElimina
  29. Che splendido post che mi sono persa a luglio, ed anche se il mio commento non lo leggerà nessuno, scrivo ugualmente. Penso di aver iniziato con i segreti di Twin Peaks (che stranamente vedeva anche mia madre, che non è una che vede molta televisione, neanche serale) e BeverlyHills 90210 ad appassionarmi ai telefilm, ero adolescente. Durante l'infanzia ho anche visto la famiglia Addams, i Robinson ed i Jefferson ma non li comprendevo fino in fondo, invece con BH90210 ogni settimana ero spiaccicata al televisore, ed ho anche completato la collezione di figurine, i miei personaggi preferiti Brenda, Brenda e sempre Brenda; motivo per cui anni dopo mi sono appassionata a Streghe, che ho continuato a seguire anche dopo la morte di Prue e l'arrivo di Paige. Brendon non lo sopportavo proprio ed ho iniziato a non sopportarlo neanche nella serie di True calling, di cui non ho visto molte puntate. Ma tra l'una e l'altra serie ci sono stati, in ordine sparso, xfiles, Melrose Place, l'esilarante Will & Grace, Happy days, Dawson's Creek, Desperate Housewives ( mi piaceva Susan, ma adoravo anche il super controllo di Bree, che era un po' come Monica di Friends) Buffy l'ammazzavampiri, adoravo Angel, che proprio un angelo non era, visto che era stato un feroce vampiro, ma non sono riuscita affatto a seguire la serie di Angel nata dopo Buffy, non mi ha presa. Quali sono stati i miei preferiti ? FRIENDS prima di tutti, ho tutti i dvd di tutte le serie e non so quante volte li ho visti, poi Ally Mc Beal, Csi (soprattutto Las Vegas, poi NY e Miami) e Dottor House, adoro le sue risposte secche e veloci, per non perdermi neanche una puntata quando ero in ospedale in attesa di partorire noleggiai la televisione (ebbene sì al policlinico si noleggia altrimenti in stanza non ti spetta!) e la domenica da fidanzata non si usciva, riuscii a coinvolgere e far appassionare anche Antonio. Anni fa ad orario di preparazione cena sono riuscita a seguire quasi tutte le puntate di Una mamma per amica, e quando avevo Sky seguivo Medium, ma giusto perchè le puntate non erano collegate tra loro. Quando avevo sky e decidevo di stirare ( e per stirare intendo cataste di panni, anch della casa famiglia) il mio tv era puntato su fox e foxlife, ora su rai4. Mio marito mi ha fatto vedere Star Trek e conoscere il Dottor Who, che vedo volentieri in maniera sparsa, passando da un protagonista all'altro, visto che quasi ogni serie ha il suo attore, ma si chiamano tutti Who (ha il potere di rinascere, poverino!) e mia cognata, una sera che mi trovavo a Milano anni fa, mi fece vedere una puntata di Grey's anatomy e la sera dopo una di Sex & City, con relativi riassunti generali e purtroppo per mio marito, mi feci scaricare le serie da un mio amico vedendole in un tour de force serale, recuperando alla grande come se stessi mangiandomi un libro. Non sopportavo per niente la dottoressa Grey ma avevo, come molte il mio debole per il Dottor Bollore; nell'altro la mia preferita era Charlotte, facilmente intuibile da chi mi conosce.Un paio di anni fa iniziammo a vedere c'era una volta, ma abbiamo visto una sola serie perchè poi l'hanno sospesa su rai due e rifatta tempo dopo su un altro canale e non l'abbiamo + seguito, e Visitors, la nuova serie, anche questa sospesa per mancanza di audience. Cosa vedo ora? Durante il pranzo per non deprimerci con l'ennesimo tg con mio marito vediamo Scrubs e The big Bang Theory (quando lo fa, purtroppo ora l'hanno sostituito con una schifezza di telefilm), il martedì sera stiamo rivedendo, e sottolineo rivedendo, Sherlock, perchè con lui c'è sempre qualcosa che sfugge, e la domenica pomeriggio, salvo complicazioni in casa famiglia, vedo Bones.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi dice che il tuo commento non lo leggerà nessuno? Tutto letto e condivido in parte alcune delle tue passioni. A quanto pare ti ho pure convertito a Grey's Anatomy e a SeC. Anche io non ho mai sopportato Meredith. Sono nove serie che spero sparisca lei e il suo buonismo del tutto inappropriato. Io preferivo Christina. Con tutti i suoi difetti. E ora che non c'è più (tolta di mezzo?) mi tocca vedere almeno le prime puntate della nuova stagione prima di decidere il da farsi! Buona giornata e come vedi si è sempre in tempo a recuperare!!!

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)