AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

21 giugno 2018

MASSIMILIANO RICCARDI: TUTTO È TENEBRA








AUTORE: MASSIMILIANO RICCARDI
TITOLO: TUTTO È TENEBRA
EDIZIONI: CINQUEMARZO
PAGINE: 186
PREZZO EDIZIONE CARTACEA: 12,00 EURO
















Sinossi:
lo sceriffo Stark Dempsey è un uomo che ha perso tutto ma non la speranza di ricominciare. Questo grazie alla nuova compagna Joanne che piomba nella sua vita quando meno se lo aspetta. Ma quel sistema da cui voleva scappare lo riagguanta nel momento in cui si trova a dover fronteggiare una nuova sfida: un serial killer sta attentando alla sua vita e a quella della donna che ama.
E nella profonda provincia americana, ricca di contraddizioni e omertà, tra giochi di potere e corruzione, darà la caccia a chi tenta di distruggerlo.


Considerazioni:
Massimiliano Riccardi è al suo secondo romanzo. Il primo, Joshua, di cui ho parlato qui,  mi ha fatto scoprire un autore bravissimo che ha posto l'accento sul male e su quanto c'è di oscuro in ognuno di noi. Senza prendere posizione né dare giudizi. Nel secondo, il protagonista, che avevamo già conosciuto, ha uno spettro più ampio e tutto il romanzo mi appare più maturo, ancora più profondo del primo. L'autore conosce molto bene l'animo umano e ce ne parla senza mezzi termini coinvolgendoci con la sua scrittura chiara e precisa. Il thriller diventa più denso e raffinato.  Il racconto vivido ha il passo di un film. Ti trascina pagina dopo pagina. Un gran bel noir  da leggere e assaporare incuriositi,  fino al finale imprevedibile.


Incipit:
"Alle volte è necessario farsi sabbia. Lasciare al vento il compito di rimodellare le forme, creare nuovi scenari, portare in luoghi che non ci aspettiamo le scintille dei nostri intenti. La volontà non basta.Non sempre almeno.
L'imponderabile, quello che comunemente viene chiamato caos, spesso è solo una forma di ordine più grande che semplicemente non comprendiamo. Fermarsi, lasciar fare alla natura delle cose. Non è arrendersi, è adattarsi, rigenerarsi."



Concludo con le mie tre domande all'autore che ha accettato con piacere di rispondere al mio fuoco incrociato!

1) la maturità della scrittura appare in piena  luce leggendo la tua seconda fatica. Altro thriller  a mio parere più intimo del primo. Cosa ti ha spinto a dare un seguito a Joshua?

- Mi ha spinto la necessità di caratterizzare meglio la famiglia disfunzionale, anche qui ci sono padri e figli. Ovviamente non è un saggio di psicologia ma un romanzo noir, e come tale ho affrontato la tematica. Come per Joshua, ci sono personaggi realmente conosciuti, che ho decontestualizzato e romanzato ma reali più che mai.

2)  il bene e il male: un'eterna lotta.  Stavolta però sembra chiaro da che parte stare. Ma per un autore quanto è difficile mantenere il giusto distacco dai protagonisti delle storie? Ci si riesce davvero?

 - Eh bella domanda. Difficile dare una risposta razionale. Dovrei essere uno scrittore vero per darti una bella risposta ispirata. Diciamo che nella mia vita, sopratutto in gioventù, sono stato spesso a cavallo di quella famosa linea grigia, quindi posso raccontare senza darmi troppa pena nell'esprimere giudizi. Mi basta raccontare le cose come fatti accaduti senza metterci il carico da novanta delle mie emozioni. (poi, se preferisci in privato, mi racconti dell'episodio che ti ha colpito di più).

3) Sono curiosa: stai lavorando ad un nuovo romanzo? Puoi anticipare qualcosa?

 - Ho terminato un romanzo tutto italiano, un noir. Vedremo se otterrà una vita editoriale, boh. Il quarto è in fase di correzione ed è ad ambientazione storica. Ambientazione storica ma con componenti noir, amo il genere e per adesso l'estro mi dice così.


Di Massimiliano potete leggere nel suo blog. Scoprirete un uomo generoso, intelligente, ironico, unico. E uno scrittore vero. Altro che balle.



Note bibliografiche dalla quarta di copertina:
Nasce a Genova nel 1968, cresciuto nel centro storico ne assorbe gli umori e le contraddizioni. Coltiva l'amore per la storia e la letteratura in genere. Le sue esperienze professionali lo portano a tentare di analizzare i volti nascosti dell'animo umano. Leggere e conseguentemente scrivere, sono per lui un imperativo assoluto. I suoi personaggi non sono mai definiti, lo stile narrativo non esalta le luci e le ombre dei protagonisti ma il chiaroscuro di anime tormentate, in eterna lotta con l'io più profondo. 
Nel 2015 ha pubblicato Joshua.
Tutto è tenebra è il suo secondo romanzo pubblicato nel 2017.



44 commenti:

  1. Bell'intervista Mari! Mi piace l'idea dello scrittore di inserire tratti di personaggi reali in personaggi di una storia inventata e ambientata in un'altra realtà come la provincia americana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Riccardo, sei molto gentile.

      Elimina
    2. Ciao Riky anche a me è piaciuta moltissimo l'idea.
      E da curiosa come sono, dopo la risposta di Max, sto cercando di capire a quali personaggi si riferisce :-)

      Elimina
    3. Sì, avete ragione, mi riferisco a personaggi realmente conosciuti nel corso della mia vita. Ma anche a cose accadute a me.

      Elimina
  2. Molto bello il libro e bella l’intervista. Massimiliano scrive davvero bene. Complimenti a te e a lui.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa, in tutti e due i romanzi il nocciolo della questione parte dalla prima infanzia. Prova, partendo da Joshua.

      Elimina
    2. Cara Sinforosa, Max scrive bene, benissimo. E un autore da scoprire.
      Grazie e buona serata.

      Elimina
  3. Sono una fan di Massimiliano, uno scrittore di noir coi fiocchi e le frange.
    Se fosse negli Usa avrebbe già il successo che si merita.
    Ciao cara bella.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiana. Mamma mia quanta pazienza hai avuto prima di trovare Tutto è tenebra, per un periodo era sparito dal commercio.

      Elimina
    2. Oggi ho ricevuto questa mail

      Il titolo che stavi aspettando, Tutto è tenebra di Massimiliano Riccardi, è ora disponibile su IBS.IT!

      Ciao.

      Elimina
    3. Ma pensa te, va beh, almeno è anche lì. Amazon però lo vende a meno, vai a sapere, misteri dell'editoria.

      Elimina
    4. Accidenti Cri, non sapevo della lungaggine dell'attesa.
      Grazie alla ristampa ora potrai finalmente ricevere il romanzo.
      Attendo le tue considerazioni sulla lettura.
      Un abbraccio cara.

      Elimina
    5. Sono riuscita a riceverlo qualche tempo fa e mi ha conquistata come il primo.

      Elimina
  4. Ho scoperto il blog di Massimiliano da poco, proprio perchè avevo letto qualche suo commento qui da te, Mari.
    E' bello davvero consocere nuovi talenti e il fatto che poi sia tu a consigliarmelo come scrittore oltre che come blogger mi incuriosisce ancora di più: senz'altro leggerò qualcosa di suo, anche perchè il genere mi piace.
    Quando la scrfittura è buona, chiara, c'è introspezione dei personaggi e mistero ben congegnato fino al colpo di scena finale direi che c'è tutto ciò che occorre per rendere un libro un gran bel thriller :)
    Tu mi consigli di iniziare da Jhosua?
    Abbraccio stretto per te, amica mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, se te la senti di provare a leggere questi due romanzi, sì direi di incominciare da Joshua, il legame c'è. Dopo mesi di latitanza da parte dell'editore adesso Joshua e Tutto è tenebra sono scontati su amazon. Mi renderesti onore leggendolo e dicendomi cosa ne pensi.

      Elimina
    2. Concordo con l'autore :-) Parti da Joshua.
      Leggo che il noir è un genere che ti piace molto, allora sono sicura che la lettura sarà piacevole.
      Il romanzo, se posso anticipare qualcosina, si svolge su un doppio binario.
      Ahahah non dico altro, spero di avere accresciuto la curiosità.
      Abbraccio forte.

      Elimina
    3. @ Massimiliano: Allora inizierò da Joshua :) E quando l'avro letto senz'altro scriverò che ne penso, promesso.

      @ Mariella: L'hai accresciuta, sì :)

      Elimina
    4. Ma no, Maristella, non l'ho detto per questo. Non voglio che scrivi nulla, mi basta che tu mi faccia sapere privatamente, per soddisfazione personale. Grazie davvero.

      Elimina
    5. Ho preso su Amazon "Joshua" e mi è appena arrivato 😊👍

      Elimina
    6. @Maris: bene poi mi e ci dici :-)

      Elimina
  5. Mariella... sei impagabile. Mi hai fatto un bellissimo regalo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massi caro, sono davvero contenta che ti abbia fatto piacere il mio post.
      Il tuo libro, come sai, mi è piaciuto molto. Ti ricordi quando da Pat dissi che lo avrei letto con cura e attenzione?
      Vedi a cosa porta la cura?
      Ad innamorarsi delle parole, quando sono belle e arrivano giusto al centro.
      E sono felice che l'autore sia stato presente sulla pagina rispondendo ai commenti.
      Questo è il tuo regalo a me.
      Grazie.

      Elimina
    2. È il minimo, ci mancherebbe. Però hai ragione, io faccio pochissime recensioni sul mio blog perché preferisco parlare d'altro, di tutto e di più, ma quando mi sono impegnato mi ha un po' infastidito che alcuni autori non si siano nemmeno degnati, bah. Lasciamo correre.
      In merito a questo articolo, mi hai dato molta gioia, tra l'altro in un momento un po' difficile della mia vita quindi vale doppio, triplo, quadruplo, il sentimento di felicità 😉

      Elimina
    3. OH mamma, grazie di cuore.

      Elimina
  6. Massimiliano non se la prenderà a male, anche perché io non ho un conto aperto con Amazon per cui devo stare in Italia per acquistare i suoi libri -cosa che farò- ma non so se ammirare, in fiducia di Mariella, quello che lui scrive e che posso giudicare solo dal favoloso incipit, oppure scappellarmi per il modo in cui la nostra fanciulla ci presenta autore ed il suo -i suoi- libri e le domande che gli pone.
    Mi sbaglierò, ma secondo la mia modesta opinione, a Mariella manca solamente il coraggio di iniziarlo a scrivere lei il SUO libro. Mi ci gioco il pizzo della camicia ma sono pronto a scommettere che sarebbe un libro bellissimo. Giusto Massimilià?
    Leggi attentamente la sua risposta, Mariè. Poi mi dici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente concorde Vincenzo, Mariella ha innumerevoli qualità.
      Adesso ti fai paypal che è gratis e vale in tutta Europa e compri Joshua e Tutto è tenebra. Qui le chiacchiere stanno a zero Vincè 😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅. Poi ti dimentichi il mio libro dal tuo dentista tedesco o dove vuoi tu, un editore tedesco che legge l'italiano lo scopre e...

      Elimina
    2. Ma smettila Enzo, ti pare che io non sappia quali sono i miei limiti?
      Ci manca solo che inondi inutilmente un campo che invece ha bisogno di scrittori belli e pensanti e non di muffa inutile.
      E quando capita che uno scrittore bravo ( anche se lui si definisce uno scribacchino) si presenti al mondo con opere piene e intense, è giusto parlarne nel modo migliore possibile.
      Magari questo è il mio. Usare le parole per raccontare altre belle parole che mi sono arrivate al cuore.
      E invece di star lì a pensare di trovare il libro in Italia, ascolta il consiglio di Max, prenditi una prepagata e compra i due libri. Leggili.
      Che poi ti interrogo.
      Abbraccio grande.

      Elimina
  7. Ciao Mariella,
    In questo post ha delineato perfettamente il romanzo e le caratteristiche dell'autore! l'eterno dilemma dell'uomo, l'introspezione del bene e del male che si cela dentro di noi e restarne sullo sfondo da semplici osservatori ... interessante. Chiaro diretto e inequivocabile, soprattutto nelle risposte he considero molto interessanti. complimenti a MASSIMILIANO RICCARDI per questo suo romanzo noir e a te per questa intervista che ne mostra le doti e le qualità di scrittore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, davvero gentile. In merito a Mariella, devo dire... poche domande ma buone, e già 😉

      Elimina
    2. Ciao Stefania, grazie per avere letto e apprezzato il post.
      Non faccio troppe domande perché non mi va di annoiare o di risultare superflua. Mi sembra che due/tre domande centrate siano perfette per comprendere meglio la persona che c'è dietro l'autore, cosa che di solito resta un "mistero" quando si legge un libro.
      Un abbraccio cara.

      Elimina
  8. Complimenti Mariella per la tua recensione e per l'intervista ed un in bocca al lupo al mio concittadino per il suo nuovo romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele, so che tu già conosci e apprezzi Max ma sono contenta tu sia passato comunque a leggere il post.
      Un abbraccio.

      Elimina
  9. bella recensione, non lo conoscevo e ora provvedo visto che è anche delle mia città
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ernest, di che zona sei?

      Elimina
    2. Hai visto Ernest che sorpresa? Scopri un nuovo autore, bravo e della tua città! Fammi sapere poi. Un abbraccio.

      Elimina
  10. Ho apprezzato la recensione e anche l'intervista che hai fatto all'autore del libro.
    Tuttavia, non avendo mai letto uno dei suoi libri, non posso ancora esprimere un giudizio sull'opera.
    Mi spiace!
    Un abbraccio da parte mia e di Sole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amanda, grazie comunque per aver dedicato la tua attenzione a questo scribacchino ma sopratutto al bellissimo articolo di Mariella.

      Elimina
    2. Cara Amanda a me fa già tanto piacere che tu sia passata a leggere il post. Non è da tutti.
      Ti abbraccio forte. Un bacino a Sole.

      Elimina
  11. Mi ero persa questo post!!!!!!!!!!!! Assurdo!!!!
    Ho anche letto i due libri di Max e li ho trovati eccellenti. Per me è uno scrittore senza se o ma. Sa scrivere e sa quello che scrive.
    Aspetto i prossimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patri, sono felice. Questo è di nuovo uno di quei momenti in cui sono lontano dalla rete e quando mi arrivano le notifiche di cose belle mi risollevo. Sono molto contento delle belle parole che i lettori hanno speso per me. Bacio grande Pat. Hai visto la Mariella? Non scherza mica in quanto a domande eh?

      Elimina
    2. Ehi ragazzi, sono di colore rosso ciliegia.
      Grazie di cuore a te Pat per essere sempre generosa e a te Massi, di cui mi onoro essere amica.
      Vedi, ti aspettiamo tutti. Noi amiche di blog poi, con tanto tanto affetto.
      Un abbraccio.

      Elimina
    3. Ciao stelle!
      Max..non farci venire i capelli bianchi però... ahhahahah
      Mari :*)

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)