13 marzo 2020

POSTITIZIE: TAMMURRIATA DI CASA MIA PUR PICCINA CHE TU SIA





Ieri mattina, in un quartiere della mia città di origine che conosco molto ma molto bene, dei ragazzi si sono affacciati al loro balcone e hanno improvvisato una TAMMURRIATA  contro il coronavirus, strumenti tipici alla mano.

Credo, per tutti quelli che erano presenti e anche per chi come me, ha visto il video qualche ora più tardi, sia stato un modo per riconoscersi, per dire a tutti RESTIAMO UNITI.  Per farci forza. Per dimostrare che pur distanti siamo vicini.
E che diamine, sto periodo di emme passerà. Deve passare.

PS: Guardate il video dura poco più di tre minuti, ma vi lascerà nel cuore una bellissima sensazione.



Benevento,  via Piermarini, 12 marzo 2020




36 commenti:

  1. ce la faremo, ma la gente deve capire che non si può andare in giro per nulla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo a casa, magari ci affacciamo sui balconi per farci compagnia, ma stiamo a casa!

      Elimina
  2. Il popolo campano non conosce le origini di questa particolare ballata. O forse si?
    Devo ammettere che ho sempre avuto una specie di antipatia/simpatia contrastante per essa. È un ballo contadino, ballo istintivo, un ballo che ha origine greco/romana e che allietava i famosi riti dionisiaci dedicati alla madre terra.
    Però in seguito i cristiani se ne impossessarono e la tamurriata divenne una ballata per le feste dedicate alla Madonna. Ecco perché, forse ancora oggi, tanto amata e praticata.
    Ma essendo una musica istintiva, è bello vedere come esce fuori nei momenti più tristi, come quello che stiamo vivendo tutti. Pronta ad allietare e far gioire chi l'ascolta o la balla.
    Questi momenti gioiosi bisognerebbe viverli dal vivo per comprendere fino in fondo, specie se scoppiano in modo così spontaneo. Felice di leggere questo post Mariella e comprendo il tuo senso nostalgico per tutto ciò.
    Ti abbraccio fortissimo in attesa di vederci per scambiarcelo senza paura. Buonanotte, ciao. 💓

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io conoscevo molto delle sue origini. E ho pensato di fare cosa utile inserendo la pagina di Wikipedia per chi volesse informarsi.
      Buona serata e grazie.

      Elimina
  3. Una boccata di aria fresca un momento di grande emozione. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'iniziativa si sta espandendo a macchia d'olio. Ormai ovunque, si balla, canta e suona sui balconi. Con ogni strumento. Davvero bellissimo.
      Buona serata!

      Elimina
  4. Bello come si rispondano da un balcone all'altro, tutti... *___*

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, c'è sempre stata l'abitudine al sud di parlarsi da un balcone all'altro. Da qui a cantare, il passo è breve. Bello yes!

      Elimina
  5. Questo è un popolo meraviglioso, ricco di fantasia ed ottimismo. Buongiorno Mariella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì. Siamo unici.
      Buona serata a te.

      Elimina
  6. Risposte
    1. Meraviglioso come la canzone di Mimmo Modugno.
      Buona serata cara.

      Elimina
  7. Un bel modo per restare uniti, facendoci compagnia. Saluti cari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gliela faremo vedere noi al virus!
      Buona serata cara.

      Elimina
  8. Messaggi positivi che danno speranza, e sono sempre ben accetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unione che corre da un balcone all'altro e sparge armonia e fratellanza.
      Buona serata Pietro.

      Elimina
  9. Restiamo uniti e responsabili.
    Sereno sabato.

    RispondiElimina
  10. Bravi!io mi sono affacciata oggi a mezzogiorno per un applauso ai nostri eroi della sanità ma c'era solo la mia vicina in pigiama, che ho bloccato sull'uscio di casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non è tra poco alle 18?
      Ieri sera tutti fuori a cantare l'Inno di Mameli!
      Buona serata!

      Elimina
  11. Sai spiegarmi il motivo per cui al mio paese se esci con il cane ti fermano mentre alla stazione centrale vige la regola del liberi tutti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che io sappia puoi portare il cane a spasso nei dintorni di casa, senza allontanarti troppo. Non dovrebbero fermarti.
      Invece, quello che è successo lo scorso sabato e sta succedendo ancora, è roba da trogloditi irresponsabili. Da emeriti imbecilli e mi sto ripetendo.

      Elimina
  12. La più bella danza popolare italiana e, per me, europea.
    Sono riti antichi, che scendono giù fino in fondo all'anima, archetipici.
    Brividi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so dirti se sia la più bella, non sono competente.
      Ma è quella a cui sono più legata, parla di origini, di casa.
      In fondo è quello che sta succedendo adesso, la casa e la famiglia tornano ad essere il centro di tutto.
      Certo, non doveva essere necessario che arrivasse una pandemia per capirlo.
      Buona serata.

      Elimina
  13. Certo che ce la faremo, Mari. Sarà dura ma ne usciremo. Magari con lle ossa un po' rotte ma come sempre ci riprenderemo
    Io ci credo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono speranzosa anche io, cara Pat.
      A parte qualche troglodita irresponsabile, l'Italia e gli italiani stanno rispondendo bene.
      Buona serata.

      Elimina
  14. Cara Mariella, sono momenti molto difficili, noi dobbiamo essere forti e superare tutto questo!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce la possiamo fare, anche se sarà dura.
      Abbi cura di te caro Tomaso.
      Buona serata.

      Elimina
  15. Hello, I loved this post, as it is, the world is very complicated, I hope that you will soon overcome this bad stretch. CHEER UP.
    I loved your post, I did not know your blog, do you want us to follow each other? you tell me Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dear yono, thank you so much.
      It's a complicated moment but we'll make it.
      I hope that life will soon start again in the best possible way.
      I'll go find you.
      Cheers!

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)