AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

16 novembre 2015

I libri del mese: NOVEMBRE




Nuovo capitolo e nuovi libri da consigliarvi. Perché  la vita continua e noi non smetteremo di leggere, di correre e di vivere. Respirando a pieni polmoni.


Nancy Mitford - L'AMORE IN UN CLIMA FREDDO 

Per chi ama la Austen come me, arrivare alla Mitford diviene un processo naturale. Le sorelle Mitford sono la trasposizione nella realtà delle mitiche sorelle Bennet. Una di loro, Nancy, diventerà la brillante scrittrice che conosciamo. E il romanzo che vi propongo ha la capacità di farci ritrovare l'ironia e la brillantezza dei romanzi della Austen spostando l'epoca di qualche decina d'anni. Lo "humor" tutto inglese nell'irridere la loro società, è identico. I personaggi  illustrati hanno lo stesso candore e sono raccontati con un maggior cinismo. Ambientato tra le due guerre, racconta in maniera scintillante la vita londinese dei Montdore al ritorno dall'India dove Lord Montdore aveva ricoperto il ruolo di Viceré. E così conosceremo l'insulso e banale Lord, la prosaica e arretrata Lady e le vicende dell'unica figlia Polly, raccontate dalla migliore amica Fanny. Che con lo stile lucido e malizioso della scrittrice non ci risparmierà nulla dei particolari sulla loro vita. Davvero una lettura divertente e appassionante.

"Con un orecchio ascoltavo quell'avvincente conversazione, e con l'altro Lady Montdore. Dopo avermi lanciato quella sua tipica occhiata che ben ricordavo, dall'alto in basso, un'occhiata  che mi informava di ciò che sapevo fin troppo bene, e cioè che la mia gonna di tweed faceva una borsa sul sedere e poi chissà perché non portavo i guanti (già perché? Dovevo averli lasciati in macchina, ma avrei mai avuto il coraggio di chiederli indietro?). Lady Montodore osservò con grande cordialità che in cinque anni ero cambiata più di Polly, anche se Polly era molto più alta di me. Come stava zia Emily? E Davey? Era quello, il segreto del suo fascino. Proprio quando sembrava che stesse per azzannarti alla gola, diventava improvvisamente gentile: il fascino di un puma che fa le fusa. "

Autore: Nancy Mitford
Titolo: L'amore in un clima freddo
Edizioni: Adelphi

Traduzione: Silvia Pareschi
Pagine: 280
Prezzo: 18 euro













Fabio Genovesi - CHI MANDA LE ONDE 

"Siamo tutti normali finché non ci conosci abbastanza". Un libro che ho rincorso per parecchio tempo. Avevo bisogno di trovare il momento giusto per leggerlo. Ogni volta che entravo in libreria guardavo la copertina e leggevo qualche pagina. Mi rimaneva dentro l'amore per il mare e il senso di speranza. Sapevo che il viaggio assieme all'autore toscano mi avrebbe fatto bene. Se si parte dal mare si arriva a conoscere se stessi. Le onde di cui parla il titolo, possono sembrare piccole, leggera spuma di mare. O possono travolgerti quando il dolore arriva all'improvviso e tu non sai bene come lo affronterai e come ne uscirai, se succederà. Ma il mare è lì sospeso come un sogno, a ricordarti che la vita è vera, è amara. Ma è tutta da vivere. Da leggere per trovare il disegno giusto per noi. Per rimanere colmi di tenerezza.


"Tutte le cose finite in mare da quando è cominciato il mondo, da quando c'erano i dinosauri fino a stamattina, nate nell'acqua o cadute dalle barche o strappate alla terra dai fiumi in piena, stanno sul fondo a ballare di qua e di là, ma una volta ogni tanto qualcosa prende una corrente, si aggrappa all'onda giusta ed ecco che arriva qui sulla sabbia, pronta a stupirmi".











Autore: Fabio Genovesi
Titolo: Chi manda le onde
Edizioni: Mondadori
Pagine: 390
Prezzo: 19 euro












Jon Kalman Stefansson - LUCE D'ESTATE ED E' SUBITO NOTTE

"A volte nei posti piccoli la vita diventa più grande".  E quando ci sembra di essere lontani dagli accadimenti del mondo è allora che troviamo la spiegazione al moto perpetuo del vivere. Il microcosmo di cui è fatto un piccolo paesino è solo una lente d'ingrandimento necessaria per comprendere meglio l'animo umano e le sue debolezze. Lo scrittore islandese ci avvicina al suo mondo con un linguaggio poetico e semplice, che lascia sbalorditi. Sono talmente tanti i momenti in cui, durante la lettura, ti fermi respirando un'aria così intensa e ampia, che diventa difficile scegliere.  Ma scrivo qualcosa di questa bellezza così riuscirò a conservarla.

"Il mare, una tazza di caffè, l'edredone che cicaleccia, le rocce che s'immergono, e poi riemergono a respirare. Due sono le cose che faccio - respirare e pensare a te. Manca ancora una storia da raccontare, o meglio, un destino particolare da adempiere, fatti successi nella primavera e nell'estate prima che Elisabeth staccasse le lettere e Aki arrivasse in paese, non ci interessa rispettare la giusta sequenza temporale, o forse non ne siamo proprio capaci. Ancora una storia, e poi è finita, eppure no".






Autore: Jon Kalman Stefansson
Titolo: Luce d'estate ed è subito notte
Edizioni: Iperborea
Traduzione: Silvia Cosimini
Pagine: 290
Prezzo: 16 euro






46 commenti:

  1. Sto finendo Chi manda le Onde, e devo dire che è stata una lettura sofferta, forse a causa del poco tempo di qualità che ho dedicato al libro... Penso che mi rimarrà per sempre la riflessione sulle cose che riemergono dai dimenticatoio, dal passato, dall'ignoranza, dal mare, che sta per tutto e per tanto altro, e che ci appaiono in una prospettiva nuova.
    Mi piace che il mare sia presentato come dimensione di purificazione e rinnovamento.
    Un abbraccio forte, Mari... Proprio oggi ho visto una viola del pensiero e, appunto, ti ho pensato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono ancora arrivata a metà. Ma fin dalle prime righe sono stata catturata dalla marea di parole...
      Fin da quando ero bambina per me il mare è stato rinascita. L'ho sempre visto come compagno, amico. Noi ci siamo sempre fatti tanta bella compagnia. E so che lì, lungo la riva viene fuori il meglio di me. E viene fuori anche l'idea di me. Appare tutto chiaro, tutto più semplice. Per me il mare è la vita.
      Potevo non amare un libro così?
      Una viola del pensiero... ma grazie G. Un bacio speciale.

      Elimina
  2. ho letto "orgoglio e pregiudizio" 4 volte in due anni. ti ho detto tutto :P
    terro' presente questo testo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora questo ti piacerà un casino. E' molto più stridente e ironico. Quattro volte in due anni, mi hai battuta. Smack.

      Elimina
  3. a novembre finora sono a quota 3 libri letti. contento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuol dire che ti sono piaciuti eh...che non è mica facile con te.

      Elimina
    2. direi solo uno su tre

      Mariella, ti ho accontentato stasera mi sa, vieni a leggermi, solo che devi prenderti del tempo......

      Elimina
  4. Ah, al momento ho letto anche Noi di Zamyatin, tutt'altro genere, ma molto bello, e ho riletto Lord of the Flies per la terza volta, per quanto mi disturbi e mi affascini non riesco a starne lontana!
    Bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Mi piace molto l'idea che questo appuntamento fisso diventi un modi di scambiarci impressioni e consigli su quello che leggiamo.
      Intanto mi informo su i due titoli che mi hai indicato...

      Elimina
  5. Chi manda le onde incuriosisce anche me (e direi per ovvi motivi... :D)
    Le mie ultime 5 tutte grandiose: Cane giallo di Martin Amis e poi due splendide accoppiate (doppio Richler, doppio Gary.)
    Un abbraccione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E te credo! Corradino ringrazierà!
      Ecco, come sopra con G. magnifico questo scambio di informazioni e consigli letterari. Si potrebbe ripetere tutti i mesi ad ogni nuovo appuntamento con i libri.
      Ma doppio Richler e doppio Gary? Fuori i titoli!!!
      Bacio amico mio.

      Elimina
    2. Ti dovevo i titoli. Doppio Richler: La storia di Mortimer Griffin e Meraviglie di St.Urbain Street; doppio Gary: Cane bianco e poi Educazione europea, che sto finendo giusto adesso.
      Baci. :)

      Elimina
    3. Educazione Europea è nella mia wish list, uno dei prossimi. Grazie a te ho scoperto Romain Gary. E infatti, nella mia libreria, i suoi libri sono accanto ai tuoi.
      Vado a curiosare i tuoi titoli che non conosco. Smack.

      Elimina
    4. Che onore mi fai, mettendomi vicino a lui. Grazie! (I miei preferiti di Gary restano La vita davanti a sé e Mio caro pitone, ma voglio arrivare a leggerli tutti.
      Smack.

      Elimina
    5. Sei peggio di me. Anche io ho il "vizio" che, se mi piace un autore, poi voglio leggere tutto, ma tutto ;)

      Elimina
  6. Ottime segnalazioni, senza dubbio tutte da considerare.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

    RispondiElimina
  7. sono tentata da Chi manda le onde...farò arrivare il messaggio subliminale per un regalo di natale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi tu, non solo con la sola imposizione delle mani, anche col messaggio subliminale... e brava!
      Ma dimmi, cosa stai leggendo?
      Sto trasformando il mio blog in un salotto letterario...
      Bacio.

      Elimina
  8. Mariella insegnami a trovare il tempo per leggere perché dai sempre ottimi spunti!

    Ps: quanto al blogroll, non so aiutarti. Alcune persone mi hanno detto che hanno problemi col mio blog. Su altri funziono. Non so bene quale sia il problema, credo, ma è un azzardo, sia dovuto al mio template.
    Mi spiace per l'inconveniente. Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non funzioni nemmeno dal mio, Pier :-(

      Elimina
    2. Ma non ho mica una ricetta Pier! Se ti dicessi che leggo ovunque perfino in bagno... ( lo so a questo punto mi depennerai dalla lista delle amiche di blog).
      Grazie eh, dopo passo da te. Prima ho letto la tua wish list e devo dire che approvo in pieno De Silva. Amo l'avvocato Malinconico (uno dei suoi personaggi cult) e sicuramente anche Modesto, il protagonista del suo nuovo romanzo, ci farà ridere e riflettere. E' già sulla mia lista d'attesa.
      Per il blog riproverò ancora a riportarti. Ma ormai sei nella mia lista dei preferiti sul cell. Ti raggiungo sempre. Smack.

      Elimina
    3. Pier dimenticavo: cosa stai leggendo?

      Elimina
    4. Girls non so come aiutarvi in fatto di blogroll, mi spiace. Io utilizzo l'elenco lettura di Blogger per cui non so nemmeno come sia fatto il blogroll XD
      Credo dipenda dalla formattazione del testo o dal template.
      Non ti depenno perché anche io leggo in bagno, ma vivendo in famiglia ho tempi ristretti anche lì XD
      Sto leggendo ( o meglio, fra le letture iniziate ho) Osho, e Clara Sanchez. Finisco questi due loro libri (anche se credo che abbandonerò Osho) e poi inizio qualcosa.

      Baci!

      Elimina
    5. Ci riprovato ancora, ad inserirti nel mio blog-roll, ma niente. Il mio elenco blogger non lo aggiorno da una vita... Osho proprio non lo conosco, credo non sia per me. La Sanchez prima o poi...
      Bacio a te.

      Elimina
  9. Così a pelle ed ex abrupto direi "Chi manda le onde" perché il senso di mistero che il mare dà a chi sa intenderlo è immenso e affascinante. Quasi ogni giorno della mia giovinezza andavo a sedere sulla scogliera artificiale dell'antimurale, la fronte del porto della mia città, dove le onde s'infrangono con più fragore sussurrando ed urlando idee. Ci passavo delle ore. Leggere sto libro credo che mi farebbe ringiovanire, Vedremo. Comunque grazie della dritta, come sempre buona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a G. sopra, anche io sono fatta di carne e mare. Certo tu potevi guardarlo e sentirlo tutti i giorni? Non ti manca? A me sarebbe mancato immensamente. Mi fa piacere se i miei consigli vi interessano: Anche a te chiedo la stessa cosa che agli altri: cosa stai leggendo? O cosa stai scrivendo? Abbraccio.

      Elimina
    2. Il mare e il vento marino e il sapore di salsedine acre sulla pelle sono le cose che più mi mancano. Ci sono nato lì in mezzo. Sono un impasto di vento sole e salsedine. Il mio papà mi portava in braccio non ai giardinetti ma al porto, dalla parte del mare aperto, poi la passeggiata per tutto il lungomare fino a Borgo Odescalchi. Credo che avessi un anno o giù di lì. Pensa tu quanto tutto quello mi possa mancare.
      Cosa sto leggendo? Il Corano, pensa tu. Poi un bel romanzo in tedesco dove si parla di un ragazzino ebreo salvato dalla camunità di un piccolissimo paese che lo adotta. Bello. In un tedesco non cattedratico, molto efficace.
      Cosa sto scrivendo? Mi gingillo con un'idea per un romanzo e me ne frego a prescindere se nesun editore me lo pubblicherà. Se volessi essere pubblicato mi infilerei sotto le lenzuola nel letto di un alto prelato per descrivere cosa succede là sotto. Stai certa che un libro del genere arriverebbe ad avere l'onore della presentazione dall'immane leccaculo Bruno Vespa in prima serata. Abbraccio equatoriale, nel senso dell'ampiezza.

      Elimina
    3. Ahah, ti vedo seduto in poltrona da Vespa, mentre presenti il tuo libro "rivelazione". Meno male che invece sei come sei e stai veleggiando, vento in poppa, verso il porto di un nuovo romanzo. Chissenefrega se poi non lo pubblicano? Deve servire a calmare il cuore, e lo farà.
      Il Corano non l'ho mai letto, però mi incuriosisce. A vent'anni mi ero letta tutta la Bibbia, Antico e Nuovo Testamento. Ne ho ricordi confusi e contraddittori. Tutta quella bellezza sprecata per gli esseri umani.
      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  10. Ciao Mariella... mi segno anche questi titoli ;-)
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  11. Ho da parte, lì pronto per essere letto, il titolo Iperborea *__* Mi piace molto la CE per l'attenzione alle proposte inserite nel catalogo e ho un debole per gli autori dell'estremo nord Europa.
    Genovesi mi è stato suggerito da molti lettori, ma mi sembra una lettura "estiva" (non sono normale, lo hai capito ormai, vero Mariella? :P), quindi attenderà.
    Il primo titolo mi incuriosisce moltissimo *__*
    Bei consigli, prendo sempre nota! Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Genovesi lettura estiva? Beh no, non ci siamo proprio. Ha poco di lettini da spiaggia e di sole. Arriverà il suo tempo anche per te. I libri arrivano quando vogliono.
      Mi racconterai le tue impressioni su Luce D'Estate? Ci tengo davvero.
      E la Mitford? Direbbero i giovani: che ganza! Grazie Glò, sempre gentile. Ti mando un bacio.

      Elimina
    2. No spiaggia! XD Intendevo più in senso climatico, lettura "estiva", non di svago ecco :D (l'ho detto che non son normale XD)
      Sicuramente parleremo di Luce d'estate! ^^
      Un bacione a te! A presto Mariella ^_^

      Elimina
    3. Ah ecco! Anche se preferisci il "clima freddo" non disdegni letture impegnative d'estate eheheheh.
      Buona giornata, Glò.

      Elimina
  12. Mi piacerebbe trovare il tempo per leggere un bel libro, seguendo uno dei tuoi tanti, ottimi, consigli letterari.
    Il tempo però per lasciarti un caro saluto, quello lo trovo sempre per fortuna! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stato occupato negli ultimi giorni? Ahahah tra un volo e un treno ci credo!
      Mauri, sto pensato ad una carta fidaty per gli aficionados del blog!
      Un bacio e grazie, come sempre!

      Elimina
  13. Che bel blog, cara Mariella! Vario e profondo. Ti ho scoperto tramite la comune amica virtuale Nella Crosiglia e ora non ti lascio più! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvana, bene arrivata. La nostra Nella, un vero tesoro. Grazie per le belle parole, in fondo il mio blogghetto è anche il mio mondo, mi descrive appieno.
      A rileggerti presto!

      Elimina
  14. Sempre preziosi i tuoi suggerimenti, anche se - lo confesso - i miei interessi sono orientati più sulla saggistica.
    Un abbraccio cara socia
    .
    .
    .
    ^___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nigel. C'hai una capoccia così. Io sulla saggistica ci sbattevo la testa durante il periodo universitario. Diciamo che non mi sono mai applicata a fondo. Ma si accettano suggerimenti, eh.
      Un abbraccio amico caro.

      Elimina
  15. Tesoro mio ho letto " Chi manda le onde" di Genovesi e mi sono commossa.Perchè dico io, ma perchè?
    Perchè dentro questo mare così bello così calmo, ci sono caduta e non ho fatto caso alle correnti .infide traditrici che mi hanno portato lontano... troppo.
    E ora sono stanca perchè faticosamente sono riuscita ad arrivare a riva. Ma so già che tenterò l'attraversata!
    Ti stringo forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io rischio sempre di affogare in questo mare. Ma mi rende libera, di continuare a provare e a sperare.
      Ti abbraccio forte. Il libro è bellissimo, una delle letture più intense di questo mio 2015.

      Elimina
  16. Ma che bello, ottimi consigli, ho già adocchiato una cosina che potrebbe interessarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenta di avere suscitato la tua curiosità, nel mio modesto mondo.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)