03 giugno 2020

NONNO PASQUALE E IL MARE



DAL WEB

Il giorno in cui i confini regionali della nostra Italia si riaprono a tutti e mentre tiriamo un respiro di sollievo al pensiero che presto potremo riabbracciare i nostri cari (parlo per chi, come me, non li vede da parecchio tempo) la mente corre alla sostanza della nostra vita: la famiglia.
E al suo Patrimonio dell'Umanità: i nonni.

E mi sembra non del tutto causale ciò che ho letto sul mio sito preferito dedicato alle buone notizie.

Pasquale ha 93 anni ed è abruzzese di origine. La sua più grande passione è il mare. Non a caso gli abitanti di Giulianova lo hanno soprannominato "nonno di mare".

Ogni mattina prende la macchina (yes alla sua veneranda età) e dal suo paese, Poggio San Vittorino, raggiunge la spiaggia più vicina a circa 30 chilometri.
Prende la sua sediola, portata da casa fin lì e si siede sulla riva a guardare le onde che calmano immediatamente il suo cuore portandogli tanto benessere. E lo capisco benissimo, è lo stesso effetto che fa a me.

Nei mesi del lockdown ha dovuto interrompere questa sua bella abitudine, e come potete bene immaginare, ne ha sofferto moltissimo. Così, appena ha potuto tornare al suo mare, sapendo che avrebbe trovato la spiaggia in condizioni pessime, si è armato di sacchi, guanti e mascherina ed è andato a ripulirla.  Rendendosi conto che presto ci sarebbe stata un'altra ondata di inquinamento legata ai rifiuti da coronavirus, non ha voluto perdere tempo.

Da nonno di mare a nonno plastic free.

A lui sembra di non avere fatto nulla di eccezionale, sebbene la "sua impresa" sia finita su tutti i giornali locali e i suoi concittadini lo hanno fotografato tra i sacchi neri raccolti e con la sua sediola. EH, nulla di eccezionale, ha solo avuto cura del suo ambiente, del nostro ambiente. Se tuttI ne avessero cura e rispetto come lui...

I nonni: sempre più esempio di vita e di ecologia.

Ti vorrei abbracciare con tutto l'affetto che ti meriti, grazie Nonno Pasquale. Ti meriteresti una poltrona altro che sediola.


Fonte: POSITIZIE.IT

44 commenti:

  1. Che bravo il nonno mare: a volte gli anziani hanno tanto da insegnare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato una così grande tenerezza quando ho letto la notizia, non potevo non parlarne! Vero, quanto possono insegnare con il loro esempio e la loro esperienza.

      Elimina
  2. Grande, è un nonno rock&roll all'ennesima potenza, e non musicalmente parlando^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah certo! Nonno rock abruzzese, uno sballo!

      Elimina
  3. Per questo genere di persone, che danno un valore alla propria vita, certe abitudini e certi gesti sono indispensabili ed è così che mantengono sempre il loro equilibrio.
    Lunga vita a Nonno Pasquale!
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, a me ha fatto tanta tenerezza perché mi ricorda papà, che mantiene tutte le sue abitudini. Sono quelle che lo tengono in vita e gli danno forza per affrontare ogni giorno.
      Lunga vita a tutti i nonni d'Italia.
      Bacio.

      Elimina
  4. Non ne sapevo nulla sai? Che tenero questo nonnino.
    Mi hai fatto anche un tantino rattristare ma non è colpa tua. Mi hai fatto ricordare i tanti nonnini e nonnine che questo periodo terribile ha voluto sottrarci... li abbraccio tutti con affetto, spero gli arrivi. ♥️
    Bacio Mari, alla prossima. 😗😙😗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io, le buone e belle notizie non sono in bella vista sui giornali.
      Bello il tuo pensiero dedicato a tutti gli anziani che abbiamo perso, grazie di cuore.

      Elimina
  5. Bello questo tuo post. Ci hai fatto conoscere una persona, non sono capace di vederlo solo come un nonno, che ama il mare e non è capace di starne lontano. Me lo immagino: si siede e sospira soddisfatto; osserva e riflette, ascoltando il sussurro del vento e lo sciabordio delle onde che, nel loro eterno andirivieni cullano i suoi pensieri e i suoi ricordi. Un'immagine suggestiva quella che hai saputo suggerire tra le righe del tuo post. Grazie Mariella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vivì, chissà che pensieri gli attraversano la mente mentre si sofferma a guardare il mare. Penserà alla sua vita, penserà alla morte, chi lo sa.
      Bello però che non perda la voglia di salvaguardare il suo angolo DI MONDO.
      Grazie a te per la bella riflessione.
      Ti abbraccio e buona serata.

      Elimina
  6. i nonni ci insegnano il passato ,il loro trascorso ..poi andiamo insieme verso il futuro..anche pulendo la spiaggia !!!
    serenità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tissi, parlo spesso dei nonni nei miei post perché i miei, hanno avuto un'importanza fondamentale per la mia crescita morale.
      Come dici bene tu, ci insegnano e dal passato riescono a proiettarci verso il futuro.
      Grandissimi.
      Ti abbraccio e buona serata.

      Elimina
  7. Che bell'esempio per tutti noi! Questo nonno ci ha insegnato che l'amore per il mare va di pari passo con il rispetto per la natura :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, un esempio importante, un tesoro di cui avere cura, speriamo che le generazioni future non li dimentichino.
      Un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  8. Bellissima storia quella di Nonno Pasquale. Mi auguro che non debba più stare lontano dal suo mare. Bravissimo a ripulire tutta la spiaggia ma agli altri il compito di non sporcarla !!! Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirty, anche io me lo auguro, deve avere sofferto enormemente a stargli lontano.
      Speriamo che la notizia si propaghi e faccia proseliti di tutte le età:-)
      Buona serata.

      Elimina
  9. Ecco, ripulire la spiaggia gli fa onore, bravissimo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E speriamo che i suoi concittadini oltre a far girare la notizia a mezzo web, gli diano pure una mano;)

      Elimina
  10. Da prendere a esempio per tutti i nipoti d'Italia.

    RispondiElimina
  11. I nonni! Ho dedicato 2 post a loro! Sono la vita! la cosa più bella!! E quando mancano... è straziante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Corinne, benvenuta da me.
      Anche io parlo spesso di nonni e degli anziani in generale, a mio parere sono troppo spesso dimenticati.
      Eh, lasciamo stare quella ferita rimane sempre aperta.
      Un abbraccio, passo a trovarti!

      Elimina
  12. com'e' profondo il mare
    com'e' profondo il mare

    RispondiElimina
  13. Un esempio per tutti.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si.
      Un abbraccio e buona serata.

      Elimina
  14. Già avere 93 anni e guidare ancora l'automobile è una cosa eccezionale.
    Tanti auguri Nonno mare.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero,
      non lo dico a mio papà che ultimamente è un po' distratto alla guida, altrimenti chi lo sente;)
      Tanti auguri di cuore a Nonno Mare.
      Un abbraccio Fulvio, buona serata.

      Elimina
  15. Ce bne vorrebbero a migliaia di Nonni così !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me ci sono migliaia di nonni così, sono i nipoti all'altezza che mancano:-)

      Elimina
  16. Lo guardo il mio mare davanti alla mia finestra. Ciao nonno!

    RispondiElimina
  17. Lui dimostra semplicemente la differenza tra il fare e il dire. Anche una persona sola fa la differenza ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma penso che non perda tanto tempo a parlare, lui agisce. Speriamo che l'esempio arrivi lì dove deve arrivare...

      Elimina
  18. Dovrebbero farlo i giovani quel lavoro, al posto della movida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, invece di accoltellarsi di notte...

      Elimina
  19. I nonni spesso sono quelli che hanno salvato le famiglie italiane, non solo in tempi di crisi e di lockdown.
    Fortunati quelli che se li possono ancora godere, i miei purtroppo sono morti anni fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nonni sono da sempre la ciambella di salvataggio dei figli e di conseguenza, dei nipoti.
      Con il Lockdown si sono ritrovati soli, alla mercè di una malattia che li ha decimati.
      Mi auguro che di questo il nostro stato non si dimentichi.
      Come te, anche io li ho persi tanti anni fa, ma rivivono negli occhi dei miei genitori, nonni felici a loro volta.

      Elimina
  20. I nonni sono sempre i nonni.
    La loro generazione è quella da cui abbiamo più da imparare.
    Speriamo che il suo sia un esempio, magari per qualche giovane a fare altrettanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anche Stefania, a partire dai suoi concittadini che lo hanno fotografato e filmato, vediamo se qualcuno si decide a dargli una mano...

      Elimina
  21. Questa sì che è una POSITIZIA!
    Mari, ma che bello, che grande questo nonno 🤗
    Non potevi trovare parole più appropriate: i nonni sono un Patrimonio da preservare, coccolare, amare, gratificare e ringraziare.
    Ti abbraccio, sono stata di nuovo un poco assente ma il pensiero non manca mai, lo sai amica mia 💙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il più grande Patrimonio dell'Umanità sono loro.
      Cerco sempre di attirare il vostro interesse mettendo in campo le belle notizie, quelle che allargano il cuore e che ci fanno riflettere su quanto ci sia di bello in Italia, nonostante il malcontento diffuso.
      Ti abbraccio anche io, so che ci sei.
      Buona serata.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)