07 gennaio 2021

[RIFLESSIONI] LE DIPENDENZE ALLE QUALI NON RIUSCIAMO A RINUNCIARE

 

DAL WEB

Io sono una persona tenace. Sotto l'aspetto gentile e cortese e il sorriso con il quale vi accolgo in casa mia, celo un'anima diretta e decisa. Di solito scelgo velocemente, individuo d'istinto cosa e chi mi piace o meno e  non mi sbaglio mai. Vabbè, quasi mai😎Ma come tutti noi ho i miei difetti. Alcuni piccolini, altri un po' più considerevoli😇

E soffro di dipendenze di vario genere😛

Grazie al carattere che mi ritrovo sono riuscita a rinunciare al fumo. Ebbene sì, sono stata una fumatrice. Accanita. Per qualche anno, dalla fine dell'adolescenza fino alla giovinezza conclamata, ho fumato. Parecchio.

Come ho smesso? Grazie al mio carattere di ferro. Dal giorno alla notte. Solo così si riesce e lo dico per esperienza. Che se provi a diminuire un po' alla volta, basta niente per tornare ai ritmi precedenti.Invece io ho detto basta. Ho smesso due dozzine di anni fa e non ho più ripreso. Un gran bel risultato mi dicono alcuni, spalancando gli occhi quando apprendono la notizia. 

Ma ci sono altri piccoli vizi che non riesco a perdere.

Mangiare cioccolata, Nutella, in particolare. Per fortuna, ho degli attacchi solitari, brevi e diluiti nel tempo. Altrimenti chissà in che condizioni avrei il fegato.

Patatine fritte e junk food. In questi mesi di dura rinuncia e smartworking ho evitato i fast food. Uno in particolare è ubicato di fronte al mio studio: si chiama Hamerica's. Fa degli ottimi hamburger e non vi dico le patatine. Mi mancano da morire.

Soffro di acquisto compulsivo di libri. Quando entro in libreria, non esco mai a mani vuote. E poi mi godo la bella fila di libri nuovi da leggere sul tavolino della sala, con gli occhi splendenti di felicità.

Comprare borse. Non ridete, durante l'ultimo trasloco, mia cugina, che mi ha aiutato a preparare le scatole, ha contato circa 150 borse, mentre le metteva via. Pensate che sono passati sei anni e sicuramente abbiamo abbonamento superato le 200 unità.


Leggendo in giro ho scoperto che ci sono alcune dipendenze assurde come mangiare rotoli di carta igienica o sniffare l'odore delle gomme da masticare.   C'è  chi ingerisce cucchiai di benzina ogni giorno oppure mangia sapone. 

Non penso che tra di voi ci sia qualcuno arrivato a tali vette. Ma sicuramente ci sarà qualcosa che vi piace al punto tale da non riuscire  a farne a meno. Oppure siete stati bravi quanto me e siete riusciti a superarle. Che non è mai facile. E inoltre volevo ripartire da un post leggero per " aprire" il nuovo anno. Spero vi faccia piacere.

Avete voglia di parlarne?

Vi aspetto!



73 commenti:

  1. Guarda, così su due piedi posso dirti che di tanto in tanto ho sentito voglia di farmi un cocktail o un whisky... ma ad esempio NO birra NO vino.
    Un altro paio di volte, avevo proprio voglia di dolci: intendo schifezze tipo snack.
    Però vizi veri e propri non credo di averne... ogni tanto fumo un sigaro se me ne passano qualcuno di davvero buono (ma tra una fumata e l'altra possono passare mesi se non addirittura anni...!)
    Amo l'odore della benzina, della carta stampata... ma non che siano vizi.
    Insomma, ho mille e un vizietto (il caffè, per esempio) ma nessun vizio irrinunciabile/invalidante a cui sono assuefatto...^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai superalcolici mi concedo molto raramente, non reggo molto. Ma la benzina la sniffi o la bevi? Tanto per sapere😄😄😄

      Elimina
    2. Ahahah MISTERO :)

      Moz-

      Elimina
  2. Cara Mariella, mi sembri praticamente quasi normale, una persona umana come tante. Scusa, scherzavo. 😁
    Fumavo come un turco ma poi ho fatto un piccolo infarto e ho smesso. Dopo molti anni ho riprese cautamente ma è difficile mantenere la misura.
    Grazie per la segnalazione culinaria (Hamerica's). Per quanto riguarda la carta igienica, la benzina e le saponette, ci proverò alla prima occasione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembro normale ma in realtà sono una sociopatica molto brava a girare la frittata o le frittelle🤣🤣🤣 ti fidi troppo della mia apparente normalità😁 ma perché hai ripreso a fumare? Eri stato così bravo a smettere! Ma da bambini abbiamo provato tutti a dare morsi alle saponette soprattutto quelle al profumo di frutta e fiori. Io ci ho provato anche con il Badedas, lo ricordi? Quello verde a strisce. Ho perso il vizio da adulta😄

      Elimina
    2. Fumavo innumerevoli sigarette e qualche pipa, ora solo qualche sigaro.
      Ora però ho un altro problema, 2 Hamerica's a eguale vicinanza a casa mia. Come faccio a sapere qual è quello che tu decanti?

      Elimina
    3. Ma sai che anche io ho provato a fumare la pipa grazie a mio marito? Scusa Cesare, ma tu sei di Milano? Perché se così ti dico di quale Hamerica's parlo😉

      Elimina
    4. No, parlo di Padova. Speravo in qualche caratteristica del tuo Hamerica's che si ritrovasse a PD (ipotizzando una catena come i McDonald's). La pipa è buonissima ma un po' laboriosa. I sigari sono il giusto mezzo! 🤞


      Elimina
    5. Sei veneto come Max. Il Veneto è una regione che mi è molto cara. Mi piace la tua città e ho un particolare affetto per Verona e Cortina. A proposito di Hamerica's hai provato a cercare sul link che ho lasciato se c'è anche a Padova? Essendo una catena sono fiduciosa sulla sua bontà ovunque😉

      Elimina
    6. La pipa è così laboriosa che mio marito, dopo averne comprato a decine, compreso il tabacco in varie profumazioni, ci ha rinunciato! A me piaceva un sacco, era così sexy😍

      Elimina
    7. Alcuni tabacchi squisiti, come il Balkan Sobranie hanno smesso di essere prodotti. E' stata la morte per le mie pipe.

      Elimina
    8. Hamerica's è una catena, hanno tutti lo stesso menù. Stasera per me cena messicana (ultimamente mi stuzzica).

      Elimina
    9. Questo lo so bene, allora non ho capito il senso della domanda... lo so benissimo che Hamerica's è una catena.
      Odio il messicano!!!

      Elimina
    10. Aveva senso se non era una sola catena. Il messicano, gnam gnam... slurp.

      Elimina
  3. Io purtroppo sono una fumatrice, ho iniziato quattro anni fa, l'anno scorso, dopo un ricovero in ospedale, ho smesso di fumare per quattro mesi, poi ho ripreso.
    Non sono una che fa schopping, non amo i dolci, non bevo, ma adoro la pizza...la mangerei più volte al giorno.
    Ero diventata una conservatrice di "cjapa frubi", come li definiscono i miei figli e i piemontesi, poi in questi mesi ho liberato la casa, facendo un bel riordino e non ci crederai molta gente li ha comprati.
    Forse sto cambiando con l'età, non so.
    Buona giornata VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono dimenticata della mia dipendenza dalle pizze e focacce! Come ho fatto a dimenticare, se proprio devo scegliere tra dolce e salato (a parte la Nutella) non ho dubbi: pizza tutta la vita😄😄😄 ma cosa sono i "cjapa frubi"? Bacetto😘

      Elimina
    2. Sono i soprammobili che raccolgono la polvere...per i miei figli, sono tutti quegli oggetti che negli anni ho creato e che sparsi per la casa dovevo sempre spolverare...tu non ci crederai, ma la gente quando hanno saputo che me ne disfavo, li hanno comprati...senza bancarella a pochi euro...io ne sono contenta:)

      Elimina
  4. Allora, un vizio che non riesco ad eliminare è quello del fumo. C'ho provato tante volte ma da quando ho 13 anni ho fallito in maniera misera (oggi ne ho 34).
    Anche io faccio acquisti impulsivi di libri e fumetti ma è una cosa che va a periodi per fortuna, altrimenti non avrei nemmeno un letto su cui dormire. XD
    Devo dire che grazie agli ultimi decreti anticovid sono riuscito a tenermi lontano dall'alcol, infatti sto bevendo molto ma molto di meno rispetto a prima, passo anche intere settimane senza toccare una birra e questo per me è stato fondamentale.
    Ho bisogno di mangiare continuamente qualcosa di dolce, specialmente cioccolato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, quando io ho smesso di fumare, ho sostituito i pacchetti di sigarette con le stecche di cioccolato. Quando impazzivo per l'astinenza mangiavo fondente alle nocciole. Non vorrei dire ma ci sono riuscita e visto che a te piace il cioccolato, ci riproverei😁😁😁

      Elimina
    2. eh, poi dovrete levarmi il cioccolato dalle mani!!! XD

      Elimina
    3. Ci ho provato a perdere il vizio, ma è impossibile! Ma che goduria leggere un bel libro, e sgranocchiare un pezzetto di cioccolato alle nocciole😉

      Elimina

  5. ciao, allora... sono stato fumatore ed ex fumatore ed ora sono di nuovo fumatore. (ma ho promesso a me stesso di tornare ad essere un ex....) .
    acquisto compulsivo di libri ? ooohhh... assoluatmente si ! sto lontano dalle librerie, ma nel mio e-reader ne ho 1500 circa.....
    Borse ? no ; zaini... ne ho da vendere !!!
    Il cioccolato npon mi piace... già sono fatto così, sono invece un pastasciuttaro, di qualsiasi formato e fattura la pasta mi piace tutta, persino in bianco con un filo d'olio.
    Quando non so cosa fare, va là due spaghettini aglio olio e peperoncino... wow !!!!! e sono in pace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono mai riuscita a convertirmi all' ebook. Non ce la faccio e ci ho pure provato a scaricare libri sul pc. E niente, perdono tutta la magia, ma probabilmente è un mio problema...
      Anche io ho "qualche" zaino, adoro pure quelli ahahahah
      E a proposito di spaghettini aglio, olio e peperoncino, per caso fai come me, quando hai questa voglia e prepari uno spaghetto veloce di mezzanotte?

      Elimina
  6. Credo che le dipendenze siano solo un modo per essere felici, tentare di essere felici e comunque introdurre piacere nella nostra vita. E' per questo che sono personali e molte volte incomprensibili a chi ci conosce. Purtroppo nessuno che in verità si permette di giudicare, conosce le ferite e le cicatrici che ti porti dentro... e allora fai una selezione. Sniffare o mangiare la Nutella mi fa stare da Dio! Che posso farci? niente... Leggere libri, stare nel silenzio, sentire musica (alcune cose), sentirmi accarezzare dal vento e stare nella natura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul silenzio e leggere mentre la musica va, ti rimando a fra qualche giorno qui da me;)
      Sulle dipendenze, sì credo che possano aiutarci a stare meglio, anche se, alcune di loro, le peggiori che per fortuna non ci toccano, sono devastanti e spesso punto di non ritorno.
      Chiaro che io, nel mio blog, volevo suscitare un sorriso e voglia di scherzare tra di noi. Che poi è l'anima di questo luogo, sempre positivo e pacifico.

      Elimina
  7. Non ho vizi, a parte quello di mangiare, perché certo sto sempre attento ma ogni tanto vado di Nutella a iosa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che, possiamo mai rinunciare alla Nutella?

      Elimina
  8. Anche a me piace comprare borse !!! Non ho tutte quelle che hai tu, ma ne ho diverse. Il problema è che non faccio neanche in tempo ad usarle tutte e ne vorrei sempre una nuova !!! Mi piace molto acquistare i libri, anche qui , ci metto il mio tempo per leggerli ma ne vorrei spesso di nuovi. Patatine fritte e altri pasticci simili... altro tasto doloroso.... Sto cercando di impormi delle regole sia per l'acquisto di borsee libri, che per il consumo di patatine fritte. In questo il lokdown mi ha aiutata e le pattine fritte ho smesso di mangiarle per via di un grosso calcolo da operare.. Altri vizi, non mi pare di averne. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è capitato anche di desiderare una nuova borsa mentre avevo il sacchetto dell'ultimo acquisto tra le mani. E come sei messa con le scarpe? Ho preferito evitare ma si sa che i due oggetti del desiderio di solito vanno in tandem!
      Caspita, mi spiace per il calcolo, come va?

      Elimina
  9. Una mia dipendenza è quella da dolciumi. Non uno specifico, però qualcosa di dolce va a finire che lo mangio ogni giorno, spesso anche in modo casuale (tradotto: non per fame ma solo per gola...)
    Un altro vizio che ho e al quale non riesco proprio a rinunciare è scrivere storie. Tra racconti e fumetti sono sempre attivo, se mi chiedessero di smettere penso proprio che non ne sarei capace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ariano, i dolci mi piacciono ma come dicevo sopra, preferisco il salato;)
      Ma per capire meglio: per qualcosa di dolce cosa intendi? Che mangi tutti i giorni fette di torta o ti basta un quadretto di cioccolata?
      Racconti e fumetti non sono una dipendenza, sono un magnifico pregio!

      Elimina
    2. Il quadretto di cioccolata purtroppo no, ahimé, proprio non posso per altri motivi. Però un paio di biscotti tipo wafer o cuori di mela, oppure della marmellata, o frutta secca, o una crostatina (in questo periodo anche il panettone e il torrone ;-) ne consumo ogni giorno, a volte uno a volte l'altro... (in certe giornate non solo uno ma anche due o tre degli articoli succitati, lo ammetto ;-)

      Elimina
    3. A proposito di crostatine, hai mai assaggiato le crostate alla frutta con la farina integrale di Tre Marie? Sono eccezionali, una droga... siiii ti tento ahahah
      In quanto al torrone, sappi che provengo dalla terra campana patria di questa specialità per cui qui spalanchiamo un portone😆😆😆

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'ho capita...

      Elimina
    2. Ma perché hai cancellato? Io sono una frana con le freddure, non le capisco mai...

      Elimina
    3. Sono sempre stata piuttosto moderata, un po' di vino ai pasti, una vodka o un whisky ogni tanto . Il mio vizio sono sempre state le sigarette, ma scaccio il pensiero pensando ad una simpatica storiella. Un uomo di una certa età riesce finalmente a smettere di fumare e festeggia l'evento invitando degli amici a cena. Tra i brindisi gli amici a turno si alzano per fargli i complimenti per essere riuscito finalmente a liberarsi di quel brutto vizio che provoca molte vittime a causa di gravi malattie, come i tumori e le bronchiti croniche che causano difficoltà respiratorie per mancanza di ossigeno. Ad un tratto si sentono strani rumori provenire dal piano superiore e gli ospiti si scambiano sguardi preoccupati, ma il festeggiato li rassicura :"non abbiate paura, è mio padre novantenne, un po' brillo, che cerca l'ennesima sigaretta della giornata"


      Elimina
    4. UGUALE A MIA FIGLIA, sarà il '66.
      Ma ora c'è la versione facile

      Elimina
    5. Ora l'ho capita😆 Si abbiamo molto in comune tua figlia ed io😘💛

      Elimina
  11. Mi mangio le unghie, anche se a ritmi ridottissimi rispetto a secoli fa. Poi non fumo, bevo pochissimo. Ecco, se non potessi più ascoltare musica, allora si, cadrei in depressione e furiosa crisi da astinenza. Me la mettevo anche in ufficio, tra clienti e colleghi, di sottofondo ovvio, a volume umano. Ora scasso la consorte in smartworking ..ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io, in ufficio, non posso ascoltare musica ed è un enorme sacrificio. Immagina come sarebbe stata la tua vita lavorativa senza nemmeno il rito consolatorio della radio...
      Mangiarsi le unghie? Ecco a questo non sono mai arrivata, penso sia una cosa davvero orrenda!!!

      Elimina
  12. Caffè... caffè... caffè... ne bevo svariati al giorno. E senza vado quasi in crisi d'astinenza :D
    Per il resto, ahimè (o per fortuna) condivido con te l'acquisto compulsivo di libri. Ultimamente però sto andando meno spesso in libreria... ma tanto c'è Amazon 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il caffè è un altro vizio che sto cominciando a perdere pur amandolo moltissimo perché negli ultimi mesi ho iniziato a soffrire di reflusso gastrico e se ne bevo troppo mi fa male. La cosa mi pesa parecchio visto che per me l'odore del caffè che si spande per casa, è una delle cose che amo di più al mondo. Certe mattine sono come un cane da tartufo: annuso perfino dalla tazzina di mio marito... in quanto alle librerie ci hanno fatto quasi perdere il vizio, per colpa del lockdown😥

      Elimina
  13. Anch'io sono un ex accanitissimo fumatore: ho fumato come due turchi dai 14 ai 47 anni (sono trentatrè anni, per chi non ha voglia di fare i conti ^___^). Anch'io come te ho smesso da un giorno all'altro: sono tredici anni che non fumo e credo di esserne definitivamente uscito.
    Ho una dipendenza da dolci: essendo vegano ho imparato a fare dolci vegani buonissimi, ma ne esistono di buonissimi anche in commercio. Purtoppo, come puoi immaginare, questa dipendenza influenza molto la mia figura. Che è tonda. Dovrei perdere peso, per motivi di salute, ma non so proprio come fare, amo troppo mangiare e amo troppo i dolci.
    Altra vera e propria dipendenza è la musica. Non è solo una passione immensa, è una vera dipendenza, che sono però felice di avere. Certo, se diventassi sordo mi suiciderei; per questo spero non accada mai.
    Anzh'io - e questa invece è un po' preoccupante - acquisto compulsivamente libri. Questa è una dipendenza non bellissima, perché è proprio compulsiva: mi sembra "di non poter vivere senza QUEL libro!", lo compro e poi magari lo leggo tre anni dopo (o mai). Quindi, non va bene! Inoltre non abbiamo più spazio in casa! Su questa dipendenza sto seriamente cercando di lavorarci: la cosa crea problemi, anche economici.
    Mi mangio le unghie delle mani (specifico, perché so che c'è anche chisi mangia quelle dei piedi...), ma non a livelli che se mi guardi le mani inorridisci, una cosa mediamente moderata: questo è un visio che amo molto e che non ho alcuna intenzione di interrompere! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora concordi con me che il metodo migliore per smettere di fumare sia quello di dare un taglio netto! Inutile girarci intorno con il oggi ne fumo di meno e via...
      Ma che dolci prepari? Sono sempre curiosa e mi piace sperimentare, suggeriscimi qualcosa... anche io impazzirei senza musica, devo già sopravvivere al silenzio in ufficio, logico che poi a casa, in macchina e ovunque sia possibile, la mia vita sia scandita dalle note. Ho un marito che la ama come me forse anche di più perché è un musicista e la nostra vita ne è piena. Ma sai che anche io spesso, mi dico che se non potessi più sentire o vedere ne morirei! Il massimo per me è leggere un buon libro ed avere un vinile che crei l'atmosfera giusta come sottofondo. Ma tu sei tra quelli che leggono in silenzio o preferisci come me accompagnare la lettura con la musica?
      Ps: non avevo notizie di persone che riescono a mangiarsi le unghie dei piedi, sono contorsionisti🤣🤣🤣

      Elimina
    2. Per i dolci vegani ti consiglio tantissimo il canale youtube "Cucina Botanica", le prime ricette le ho prese da lì e ormai sono diventato bravissimo! :)
      Per quanto riguarda la lettura, io leggo moltissimo, ma pochi romanzi (mi spiace...) quindi i numerosissimi saggi che leggo richiedono abbastanza concentrazione (anche perché io non sono proprio una cima ^____^): quindi quando leggo saggi, silenzio assoluto. Quando leggo cose più leggere, tipo fumetti o articoli non troppo impegnativi, musica. Anch'io nel mio piccolo sono (stato) un musicista :) Quindi posso ben capire tuo marito.
      Dedico comunque molto tempo all'ascolto puro della musica, cioè ascolto musica, spesso a occhi chiusi, e non faccio nient'altro. E viaggio...

      Elimina
    3. Ma quand'è che si smette di essere musicisti? Anche mio marito ne parla al passato ed io penso che sia solo una vena malinconica che vi avvolge quando pensate ai momenti belli e soddisfacenti che avete vissuto. Ma la musica è dentro di voi, continuerà a spingere, non vi lascerà mai😁 grazie per il consiglio andrò subito a dare un occhiata al canale. Troverò qualche ricettina facile per iniziare. Ti abbraccio💛

      Elimina
  14. Ah..la nutella..booonnnaaa!
    Ma la mia cistite mi fa desistere dopo il primo cucchiaino..mai fumato..non mi piaceva..non per divieti o altro..
    Vestiti o altro ..avendo lavorato per più di 20 anni tra scarpe. Accessori..e abbigliamento..spesso cose lusso e superlusso..lo tratto per quel che è: un modo per coprirsi..magari confortevole con ottimi tessuti pellami ..ma il tutto minimal..
    Però i capelli..ah i capelli COLORE!!
    Rossi ..e qualche ciocca blu
    Poi amo i libri..entrare in libreria..anche senza comprare è una goduria ..sentire il profumo dei libri ..sfogliarlo.. .a caso.. bellissimo!!
    ..ah e le patatine..se le compro pacchetti PICCOLI...adesso x qualche tempo bandite dalla dispensa ..:(( detox post natale..

    Ciao
    Ah il caffè..ripreso dopo anni in cui mi faceva schifo ..ma questa è una storia lunggaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna non soffro di cistite altrimenti guai! Caspita chissà quante cose belle ti sono capitate tra le mani, io sarei impazzita a lavorare in quel mondo😉 ahahah anche io compro le confezioni di patatine da più pacchetti così mi sembra di peccare di meno e ora ho fatto come te: bandite perché ho cominciato il periodo disintossicante dopo le feste😆😆😆 a me non riesce a fare schifo il caffè e ora che ho moderato il consumo mi rendo conto che è una droga, appena sento il profumo, mi si apre il cuore. La storia lunga me la devi raccontare, sono qui!!!😘

      Elimina
  15. Ognuno ha le proprie dipendenze e vizi, nessuno è immune.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
  16. AAAARGh io ho una dipendenza soprattutto d'inverno verso praticamente tutto quello che è cioccolato o lo contiene in qualche modo, meno però della Nutella. E poi adoro la pasta. Non fumo e non bevo caffè in compenso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So già cosa regalarti quando ci incontreremo😘

      Elimina
  17. Con le scarpe vado bene, non sono particolarmente attratta (cioè ,ne ho comprato un paio un momento fa , ma solo perchè ci sono i saldi e mi servivano) . Io , poi, prendo solo scarpe senza tacco , perchè sono alta e non vorrei sembrare più alta ancora !! Passavo perdirti che ho pubblicato il mio post sui miei luoghi del cuore . Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono diventata "grande" sul tacco 12. Che continuo ad adorare anche se, ora lo uso meno. Sino di statura media ma supero abbondantemente il metro e 70 con quello! Chiaro che, non è tra le cose più comode da usare al lavoro, ma ho sempre un paio di ballerine nel cassetto. Hai pubblicato il post col mio meme? Che bello grazie, arrivo subito da te💛

      Elimina
  18. Nonostante il nome del blog (Diario di una dipendenza), di dipendenze grandi non ne ho. Libri a parte chiaramente.
    Mi salva il fatto di essere molto oculato e, per ora, di non avere uno stipendio mio. Sono magro e piccino, però a tavola sono di compagnia: mangio e bevo di tutto. Quando capita di essere a casa da solo molto meno, non sono bravo a coccolarmi, però ogni tanto mi avvento sui dolci con una voracità bestiale: chi resiste?
    Dipendenza positiva, forse, sono le passeggiate. Non sono un tipo sportivo, tutt'altro, però cerco di percorrere almeno sette chilometri al giorno: sono momenti che mi concedo per stare con me stesso e non pensare a niente, in compagnia di buona musica (ultimamente sono ossessionato dai Pinguini tattici nucleari, che non avevo mai considerato: una botta di vita).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le passeggiate e il camminare in generale, sono una delle cose che mi sono mancate di più durante gli ultimi mesi. Come te cammino tantissimo. A Milano mi sposto a piedi ovunque nella cerchia cittadina. Purtroppo i vari lockdown mi hanno costretto ad una immobilità che mi sta sempre più stretta, perché abito in Brianza e da quando lavoro in smartworking sono circoscritta al mio comune. bello ma piccolo.I Pinguini sono bravissimi, io li adoro, comprendo perfettamente la tua ossessione!

      Elimina
  19. In certi periodi potrei ritenermi dipendente dai computer e da Internet, ma a volte sto un giorno intero senza farne uso e non ne soffro.
    Forse ho una dipendenza dalle mie collezioni di libri, fumetti, DVD: tipo zio Paperone con le sue monete, solo che nel mio caso si tratta di un ingombro minore e di oggetti preziosi magari soltanto per me o per chi è del settore e ne capisce il valore.

    Sebbene mi piacciano molto, non mi ritengo dipendente dagli snack salati, tipo patatine o tarallini: ne tengo sempre un pacco in casa di ciascuno ma mi soddisfa assaporarne qualcuno/a, e un pacco mi dura tranquillamente vari giorni. Stesso discorso per i formaggi: almeno un pezzetto al giorno non deve mancare a pranzo o cena, ma non ho mai avuto quelle manie compulsive che ne affettano un pezzo dopo l'altro.
    Se ne disponessi ogni giorno, sarei dipendente dalla parmigiana di melanzane, vegetariana o addirittura vegana che sia. Mia mamma arrivava a farne anche due alla settimana, io saprei prepararla ma nell'attuale situazione il tempo per dedicarmici scarseggia, e comunque mi scoraggia che dopo l'impegno e la cura nel prepararla e assemblarla, poi mi deve toccare anche lavare tutte le stoviglie utilizzate, che non sono certo due o tre.

    RispondiElimina
  20. Lo guardato le tue foto, veramente belle! Le sigarette? Ogni giorno (26 anni fa) un pacco e mezzo con la mia forza e non fumo più. Buona notte Mariella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Francesco, ci hai rinunciato anche tu? Bravo. Buon sabato😘

      Elimina
  21. Direi che assolutamente non potrei rinunciare all’autoerotismo😂
    Dipendenza fisiologica che spero di portarmi fino alla tromba..hmn scusami tomba.
    Rilassa e stai bene con te stesso.
    Poi pizza , pizza e pizza!!!
    Rum dei babà.
    Dolci alle mele.
    Ho rinunciato al fumo ormai dal 1996 ma ho fumato relativamente poco cinque / sei anni.
    Mi mancano le Malboro rosse e anche quelle light gialle.
    Quando ho deciso di smettere l’ho fatto per saldare un pegno con la Madonna, non so come si dice fare un fioretto , si dice così?
    Le ho chiesto che se avesse esaudito un mio desiderio avrei smesso di fumare.
    E l’ha fatto.
    Quindi ho smesso.
    Ma la voglia rimane.
    😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me qualche volta, ormai raramente, manca la mia Muratti del mattino. Più che altro è il rito. Ma non ho smesso per fioretto bensì per scommessa. E ho vinto😉 della tua dipendenza da pizza ne avevamo già parlato ahahah.
      In quanto all'autoerotismo c'è chi ne fa uso e chi mente😁😁😁

      Elimina
  22. Diplendenze? Siediti ahhaahha
    Caffè ristretto eh,non lungo se no mi arrabbio.
    Sigarette perchè smisi per 33 giorni e poi.... son ripartita.
    Borse come te. Non arrivo a quei numeri ma ne ho una per colore, tranne nera.
    Libri a quintalate! Sono diventata cliente platino su ibs il che significa che ho fatto 600 punti (superati) e siccome c'è un punto per ogni euro.....
    Piante grasse. Ma la colpa qui non è mia. Se esco e le vedo quelle mi saltano in mano e vuoi offenderle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Mari. Ho dimenticato di indicare i quadernetti per scrivere. Copertine e colori, a quadretti, a fiori, vistose

      Elimina
    2. I quadernetti li amo anche io, come le agendine da riempire di appunti, parole, piccole frasi, pensieri ecc...
      Mentre le piante grasse non mi durano, ho il pollice verde con tutto ma con loro no, mi insegnerai qualche trucco?
      PS: ho conosciuto pochissime donne che non amavano le borse ahahahah
      Baciooooo

      Elimina
    3. Grasse? Circa 150 😁
      Terra buona e poi le dimentico. Ehm.... Mi amano anche così

      Elimina
    4. Ahahah è con le piante grasse che fai concorrenza alle mie borse😆😘

      Elimina
  23. Ciao una mia dipendenza è quella di comperare almeno un libro quando entro in una libreria. Adoro i quadernetti, le agende, gli oggetti di cartoleria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Robby, come ti capisco. Anche soffro della stessa malattia e dalle librerie non esco mai a mani vuote. Secondo me è incurabile😉 buona giornata😘

      Elimina
    2. Scusate se intervengo ma mi viene da dire una cosa.
      Dipendenza da libreria e libri? Peccato che non sia malattia contagiosa 😁

      Elimina
    3. Patri, altro che Covid, sarebbe un contagio bellissimo!

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)