13 dicembre 2020

CUCINA: RICETTE TRADIZIONALI - GATEAU DI PATATE (GATTÒ)



Foto privata
Altra ricetta della tradizione napoletana che amo fare spesso e volentieri perché è un piatto unico nutriente che non ha grosse difficoltà nel procedimento. Si mangia volentieri anche freddo e ben coperto in frigo dura qualche giorno.

La passione dei napoletani per questo piatto è antica. Loro addirittura lo chiamano gatò piegando il francese al "francesismo" napoletano😎 Pare che ne fosse ghiotta la regina Maria Carolina d'Asburgo, moglie di Ferdinando  di Borbone re di Napoli.  I cuochi di corte  trasformarono  lo sformato di patate francese nella prelibatezza che è arrivata fino a noi.

Ed ecco a voi:

Ingredienti: dosi per  4/6 persone

Un chilogrammo di patate;

300 grammi di mozzarella (fiordilatte)/ provola bianca;

150 grammi di salame Napoli/ prosciutto cotto;

2 uova;

burro;

latte;

parmigiano;

sale/pepe;

noce moscata;

rosmarino;

Procedimento

Lessare le patate in abbondante acqua. Toglierle appena cotte e spellarle ancora calde. Passare nel passapatate almeno due volte così il composto resterà più compatto e morbido. In una terrina unire alle uova, la mozzarella tagliata a dadini, il salame o il prosciutto cotto, il parmigiano, il latte, il burro, sale, pepe e un pizzico di noce moscata. 

Foto privata

A parte imburrare  bene una tortiera soprattutto  attorno ai bordi. Spolverare con pane grattugiato e unire il composto livellando bene. Un altra spolverata di pane grattugiato sopra e qualche ricciolo di burro. Decorare con un rametto di rosmarino.

Infornare a 180°  in forno caldo preriscaldato. Far cuocere per circa 30/45 minuti. A cottura ultimata lasciare raffreddare fuori dal forno per circa un'ora. Mai mangiare il gatau caldo, perde di gusto e di fragranza. 


Foto privata


Una meraviglia di piatto unico. Io la preferisco nella versione più leggera con il prosciutto cotto. Ma la tradizione partenopea impone più carattere al gusto,  per cui salame Napoli e provola!  Uso abbinare con un vino bianco frizzante: un prosecchino Valdobbiadene andrà benissimo.

Voi lo conoscete? Lo avete mai cucinato?


BUON APPETITO!

55 commenti:

  1. Molto mangiato (versione light) mai cucinato.
    Cesare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece mangio e cucino, cucino e mangio😄 buona domenica Cesare!

      Elimina
    2. Ottimo abbinamento! Buona domenica!
      Cesare

      Elimina
  2. quanto mi piaaaaace!! *_* preparato per cena un sacco di volte e gustato boccone per boccone.
    ma del resto io amo le patate, in tutti i modi in cui è possibile cucinarle :-P

    ti auguro una serena domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici, io le patate le mangerei anche crude se potessi😉 Un abbraccio e buona domenica💛

      Elimina
  3. Questa la devo fare vedere a mia figlia che ha l'hobby della cucina... Così magari la prepara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio e benvenuto da me!
      È una ricetta buonissima e semplice. Le dosi giuste ti permettono di gustarlo al meglio. Se poi la preferite più saporita basta modificare alcuni ingredienti e magari usare del pecorino grattugiato al posto del parmigiano! Fammi sapere😉

      Elimina
  4. SLURP! Farò la versione più saporita (sono una GOSSONA -golosona , ma di salato), e voglio trovare il salame di Secondigliano; sai, una volta tempi antichi, in una via laterale di Corso Vittorio Emanuele, a Milano, c'era una bottega con tutte le specialità napoletane, una delizia, ogni tanto ci andavo proprio per gustare un panino col salame o una fetta di pane con la salsa cotta al sola.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il negozio, enorme, si chiamava De Gennaro

      Elimina
    2. Ho cercato se esiste ancora perché non me lo ricordo, ma pare di no.
      Altrimenti sarei andata a prendertelo, ci puoi scommettere!
      Col salame napoletano è TOP! Mia cognata Aicha, ci fa il "casatiello" con quel salame, una roba strepitosa!

      Elimina
    3. Te l'ho detto, tempi antichi.

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ottimo, poi mi dici come è venuto, gradite le foto;)

      Elimina
  6. La conosco si!!! E purtroppo (si fa per dire) prediligo la versione più carica, e comunque abbondiamo sempre con il "compatatico".. ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente tu e Lulù fate la "bomba" non il gateau ahahah

      Elimina
  7. Conosco sì, cucinato no, mangiato nì, troppo "carico" per me, comunque scommetto che è buonissimo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma fatti preparare la mia versione, che è più leggera e poi mi dici!

      Elimina
  8. È un tortino salato buonissimo se preparato a regola d'arte, patate, uova, formaggio a piacere e odori ma
    spesso viene rovinato da un carico eccessivo di ingredienti.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le dosi sono fondamentali, chiaro che, chi come me, lo cucina da sempre, ormai non ha più bisogno di pesare nulla!
      Prova la mia ricetta che è più leggera!

      Elimina
    2. pensa che, anche per le patate ormai so esattamente quante ce ne vogliono per un chilo;)

      Elimina
  9. Da piccolo a casa mia non mancava mai nelle occasioni di festa e noi piccini aiutavamo mia madre con le patate. Anni fa appena trasferito in Veneto lo preparai per la mia ragazza padovana di allora che impazzì letteralmente per la ricetta. Adesso mia moglie che è casertana me lo cucina tutte le volte che può, ma quello della mamma non si batte mai. ;)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Lo so, il profumo e il sapore delle ricette di famiglia, mamme e nonne che siano, non hanno eguali, mi rendo conto perfettamente!
      Sai che anche noi schiacciavamo le patate da bambine, poi ci siamo allargate ahahah
      Ma che meraviglia tra te e Venusia (casertana wow) mi fate sentire a casa!
      Abbraccio:-)

      Elimina
  10. Mi annoto la ricetta, deve essere una bontà, grazie Mariella. Buona domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Sinfo, poi fammi sapere della riuscita, mi raccomando!
      Buona domenica a te.

      Elimina
  11. Non uso il rosmarino ma altra spezia e non mi piace il salame di Napoli, preferisco il capicollo (non del supermercato).A volte metto solo wurstel e mozzarella, hai mai provato?
    Per il resto idem. Ma quant'è buono però!
    Buona Domenica, ciao Mari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i wurstel non ho mai provato anche perché non mi piacciono😉 buona domenica😘

      Elimina
  12. che delizia e che tradizione ringraziate di avere così grandi piatti
    noi toscani siamo molto più sbrigativi
    bistecca fiorentina, lampredotto, ribollita, calciucco e poi tanta fantasia dimenticavo la panzanella.
    Oggi crescentine con mozzarella ricetta emiliana tanto per cambiare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah io adoro il lampredotto, l'ho mangiato a Firenze, una squisitezza. Alla faccia delle ricette sbrigative ma voi non avete la pappa col pomodoro, ricetta fantastica? E poi la ribollita, il cacciucco che ho divorato a Livorno😉 quando vado a Parma mi faccio una scorpacciata di torta fritta e culatello, che saranno quelle che tu chiami crescentine, giusto?

      Elimina
  13. Sì, non dissimile da uno sformato.
    Io ci metto pure il gorgonzola e lo speck, altro che versione leggera ahah!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non è che uno può fare il gateau come gli pare😃😃😃 il tuo è uno sformato,con gorgonzola e speck. Attieniti alle regole, unica variante fiordilatte e prosciutto ahahah

      Elimina
    2. Io fiordilatte... solo gelato XD

      Moz-

      Elimina
    3. anche a me piace, ma in assoluto preferisco il pistacchio!

      Elimina
  14. ...che buono!
    Fa venir fame solo a vederlo

    RispondiElimina
  15. Ricetta molto semplice mi pare.
    Ci proverò...magari punto su un formaggio più saporito visto che non son un grande amante del salame negli impasti.
    Magari ci metto l’Emmental...che dici?
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, se ti piace la provola metti quella!
      Potresti farlo a strati e usare il prosciutto cotto invece che il salame;)
      Comunque qua si sta stravolgendo la ricetta ahahahah

      Elimina
  16. quando lo faceva mia mamma era il mio piatto preferito... mi ricorda un bel periodo
    Adesso io non lo faccio praticamente mai. Non riuscirei mai ad avere quel sapore e quel profumo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ci dovresti provare, non verrà uguale ma ti porterebbe indietro un "pezzetto" di tua mamma...

      Elimina
  17. Mia moglie lo cucina spesso.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
  18. Ciao Mariella...grazie per la ricetta. La salvo sul pc e provo a farla. Un bacione e un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Vivì, non è complicato. Fammi sapere poi come è venuto!
      Un bacio grande a te.

      Elimina
  19. La proverò senz'altro, farò un quaderno delle tue ricette che mi ispirano di più! Buona giornata Mari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, un quaderno delle mie ricette. Che onore Lory, grazie! Speriamo di essere all'altezza:-)
      Ti abbraccio!

      Elimina
  20. Brava Mariella ottima ricetta.
    Io purtroppo non sono una brava cuoca.
    Già non leggetele dosi del sale e del latte mi mette in difficoltà.
    Però deve essere veramente buono gatto'
    Buona giornata
    Eliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eliana, ti assicuro che è molto semplice, oltre che buonissima.
      Difficile dare le dosi del sale perché quello dipende da cosa preferisce il cuoco, che di solito assaggia, come faccio io ahahah
      Per il latte, io aggiungo giusto quello che è necessario per rendere l'impasto più morbido.
      Dai provaciiiiiiiiiii
      Un abbraccio!

      Elimina
  21. La tua non è una ricetta qualunque, ma una ricetta collaudata. Me l'annoto senz'altro, grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Collaudata è dir poco ahahahah. Ottimo Graziana, attendo feedback!
      Un abbraccio.

      Elimina
  22. Conosco, apprezzo... e l'ho anche fatto, esattamente a marzo 2016! 😃
    Ovviamente vegetariano, sostituendo al salame dei carciofini affettati. Venne bene, se fosse più veloce da realizzare lo farei più spesso, ma già mi scoccia stare mezz'ora ai fornelli per un pasto di 5 minuti... 🙄😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ricordi esattamente il giorno in cui l'hai fatto? Modificato con i carciofi, diventa uno sformato...
      Pensa che io lo trovo velocissimo, alla fine lo metti in forno e non devi fare altro che controllarne la cottura;)

      Elimina
    2. Quindi tutti i gateau vegetariani che ho mangiato finora erano sformati? Strano che tutti li abbiano chiamati gateau. 🤔
      Non riesco a essere più preciso sul giorno, ricordo a stento il mese perché fu per festeggiare un minimo i compleanni ravvicinati dei miei genitori e il mio.

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)